Oggi è mercoledì 1 aprile 2020, 6:35



Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ] 
 Ex attore porno insegna all'Universita' di Roma 
Autore Messaggio
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4577
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
e noi naturisti ci facciamo tanti problemi .................... estratto da Il Corriere della Sera


Roma, il pornodivo sale in cattedra: Carlo Masi docente alla Sapienza

Dopo una brillante carriera come attore gay, Ruggero Freddi (questo è il suo vero nome) si è laureato per la seconda volta e ha vinto un dottorato di ricerca. Ora terrà un ciclo di lezioni di Analisi 1 a Ingegneria clinica



Un modello, un attore hard, un’icona gay, ma anche un brillante ricercatore e docente universitario. Ruggero Freddi, meglio conosciuto come Carlo Masi, terrà un ciclo di lezioni di Analisi 1 a Ingegneria clinica alla Sapienza.
La carriera di attore...
Un percorso curioso il suo, racconta l’agenzia Dires. Dopo la laurea con lode in Ingegneria informatica, pratica i lavori più disparati: personal trainer, modello, spogliarellista, fino alla vera vocazione: porno attore gay. È in quel momento che per il mondo diventa Carlo Masi. È il 2004, Freddi ha 28 anni, da allora una lunga carriera lo trasformerà in uno degli attori più celebri della categoria.
... e quella di prof
Nel 2013 però l’attore sveste i panni di Carlo Masi e torna a essere Ruggero Freddi. Anzi, il professor Ruggero Freddi. Una laurea (la seconda) in Matematica, una borsa di studio e un dottorato in analisi matematica gli consentono di ottenere la cattedra nel primo ateneo romano.

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


venerdì 27 ottobre 2017, 9:30
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 17:52
Messaggi: 301
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Bisogna fregarsene dei falsi moralismi. Anche la Iva Zanicchi ha fatto le foto nude per playboy ormai cinquant'anni fa ed è la beniamina della casalinga di Voghera


sabato 28 ottobre 2017, 14:55
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 4162
Rispondi citando
Mi sembrano cose non paragonabili:
Ai naturisti viene impedito di stare nudi in pubblico, mica di insegnare all'università stando vestiti!
Discorso simile vale per la Zanicchi: mica fa i suoi programmi stando nuda!
Ci sarebbe invece da chiedersi se una donna, ex-porno-attrice ma pluri-laureata,avrebbe potuto insegnare in un'università! Personalmente ho i miei dubbi, ma questo non è un forum femminista!

_________________
nemo


sabato 28 ottobre 2017, 16:41
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4577
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
da Dagospia

Ruggero Freddi discriminato alla Sapienza, la Bausone chiama in causa la Azzolina

Sul caso che coinvolge Ruggero Freddi, l’ex porno attore divenuto docente alla Sapienza di Roma e recentemente cacciato interviene duramente la giurista e opinionista Alessia Bausone, nota alle cronache nazionali perché coinvolta nell’affaire Mark Caltagirone – Pamela Prati e in altri casi che hanno avuto grande eco come quello dell’albergatore calabrese che non accettava ‘gay e animali’ nella sua struttura o come quello dello studio legale casertano che cercava una praticante ‘con minigonna e tacco a spillo’.

Per la Bausone: “Ruggero è una persona magnifica e, soprattutto, limpida e corretta. Se è arrivato a rendere pubblica la situazione del suo allontamento dall’Università è perché portato allo stremo, avendo trovato davanti a sé un muro. Dovremmo prendere lezioni da chi manda messaggi di libertà così importanti. In passato lui scelse di fare i porno gay (con grande successo) e poi decise di impegnarsi sui libri e fare il dottorato di ricerca e il docente universitario. Qualcuno mi spiega dove sta il problema? Forse nell’ipocrisia e nel finto perbenismo che impregna le mura di molte università italiane? Le stesse, magari, dove i casi di molestie sessuali ai danni delle studentesse sono un fenomeno assai diffuso?

Se una ragazza deve subire le avances di un barone universitario infoiato o se altre o altri decidono di concedersi per avanzamenti di carriera (o per evitarne bruschi blocchi) si tende a tollerare perché l’importante è che ci sia il silenzio, che in accademia molto spesso è un valore da preservare.

Ecco perché una persona che lotta apertamente per le libertà e per la libertà più spinosa e ‘scomoda’ per i parrucconi di turno, che è la libertà sessuale, diventa scomoda e indesiderata.

Qualche anno fa volli Ruggero ad una iniziativa sulla prevenzione dell’HIV in Università da me a Catanzaro dopo aver saputo che alla Sapienza una iniziativa analoga gli era stata vietata.

Già nel 2017 un quotidiano arrivò assurdamente ad interpellare addirittura l’allora ministra dell’istruzione Valeria Fedeli affinchè si pronunciasse sulla compatibilità tra il lavoro (passato!) di Ruggero e il ruolo di dottorando (vincitore di concorso!) e docente nel silenzio dell’establishment universitario che, invece, avrebbe dovuto fare cartello nei confronti di una risorsa sia quanto a curriculum sia quanto a stima e apprezzamento da parte dell’utenza, ossia gli studenti ai quali va dato l’esempio giusto, che non è quello dell’omertà.

Prenderò esempio da quel quotidiano nel chiedere io all’attuale ministra dell’istruzione Lucia Azzolina e al ministro dell’Università Gaetano Manfredi di offrire la loro solidarietà al Dottor Ruggero Freddi, condannato dalle vecchie liturgie dell’Università italiana semplicemente perché libero!”

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


martedì 3 marzo 2020, 11:49
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: martedì 29 marzo 2016, 14:25
Messaggi: 61
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Barbagianni ha scritto:
Bisogna fregarsene dei falsi moralismi. Anche la Iva Zanicchi ha fatto le foto nude per playboy ormai cinquant'anni fa ed è la beniamina della casalinga di Voghera


Era il 1979, io avevo 24 anni. Non era proprio completamente nuda. Comprai il Playboy in edicola e mi feci tante di quelle pugnette che mia mamma notò la mia stanchezza e mi disse di andarci piano... (non era un segreto, Playboy ed altre riviste li compravo apertamente).


lunedì 9 marzo 2020, 16:49
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1953
Località: Abruzzo
Rispondi citando
Qualunque sia il tuo passato e qualunque condanna tu abbia subito puoi fare la carriera politica mentre per attività meno importanti non vai bene. Potrei capire se lui praticasse ancora l'attività di attore porno ma avendola interrotta ha tutto il diritto di fare qualsiasi attività almeno sin quando i politici condannati per corruzione o altri reati potranno farsi eleggere.

_________________
Iscritto ANAB http://www.abruzzonaturista.it/
http://www.facebook.com/pages/Ripuliamo ... 1002200079
Un esempio:
http://www.facebook.com/note.php?note_i ... &ref=share


lunedì 9 marzo 2020, 19:51
Profilo YIM
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 14 ottobre 2008, 21:32
Messaggi: 2240
Località: Latina
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
In base a cosa un attore porno non potrebbe, o sarebbe inopportuno, insegnare?

_________________
so you think you can tell Heaven from Hell


lunedì 9 marzo 2020, 22:39
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1439
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
http://www.vatican.va/roman_curia/congr ... ns_it.html


martedì 10 marzo 2020, 10:24
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 516
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Andrea vi: che sia omosessuale o meno, non importa nulla. Non è l'orientamento sessuale l'oggetto del discorso, ma il fare l'attore pornografico.

Noi occidentali dobbiamo capire, prima che sia troppo tardi, che lo spazio internet che alcune grosse aziende di informatica e telecomunicazioni hanno realizzato negli scorsi decenni, è uno spazio di lavoro e comunicazione che al momento non sottostà alle regole della società, e che va invece portato dentro le regole della società. Regole che sono costate sacrifici e riflessioni di secoli e secoli. Internet non può essere il paese dei balocchi dove tutto è concesso, dove ai bambini e ai minorenni è permesso gratuitamente di accedere a contentuti pornografici, che infangano e calpestano quella fondamentale e bellissima espressione dell'energia umana che è la sessualità.

Il declino della civiltà occidentale, avallato da un pensiero culturalmente post-modernista, ed economicamente iper-liberista, inibisce i tentativi di dare regole a questo spazio, internet, che acquisisce sempre più importanza nelle nostre vite.

La Cina, che è un regime liberticida sotto molti aspetti, però ha conservato la sua natura di stato, nel voler svolgere il suo naturale ruolo di normare gli spazi e le attività comuni, comprese quelle di internet.

Se noi europei non capiamo questo, e continuiamo a difendere l'indifendibile anarchia di internet in cambio della sciocca possibilità di farci le pugnette gratuite davanti al porno (scusate la volgarità ma quando ci vuole ci vuole), stiamo abbandonando a se stessa un'intera generazione, quella dei millennials, che sul web non ha più punti di riferimento.

Pertanto una persona che faccia pornografia in questo sistema, non curandosi dei canali di distribuzione della propria attività "attoriale", non può e non deve insegnare ai giovani. Una persona del genere è l'equivalente di uno che taglia la droga, non curandosi che uno spacciatore la smisterà a tanti minorenni, con gli effetti deleteri che può avere sulla loro psiche.

Si, perché non si contano ormai più gli studi psicologici che mostrano gli effetti deleteri sulla psiche (in particolare ahinoi dei maschi) della pornografia, in termini di depressione, dipendenza, disattenzione e altri disturbi. Per non contare gli effetti deleteri sui partecipanti stessi ai film porno (mi par troppo chiamarli "attori"): spesso dipendenti da droghe pesanti, affetti da disturbi psicologici, depressione, bassa autostima, per non contare i casi di suicidi e tentati suicidi nell'ambiente.

Bisogna in ogni modo tenere questo mondo lontano dai giovani, bambini ed adolescenti.
Bisogna invece insegnare la fisiologia dell'apparato riproduttore, dare un'educazione sentimentale e sessuale, dare gli strumenti di comprensione della natura umana.
Poi saranno loro, raggiunta la maggiore età, a scegliere autonomamente se accedere a dei contenuti, ma tenuti ben separati dagli spazi pubblici, di cui anche internet deve cominciare a far parte totalmente, prima che sia troppo tardi.

_________________
In alto, sotto la testata, clicca su PORTALE di eXtraVillage: nella pagina caricata troverai un riquadro con gli ultimi dieci interventi del forum.


martedì 10 marzo 2020, 20:33
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1439
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
E si è vero all'università ci vanno i bambini


martedì 10 marzo 2020, 22:12
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1953
Località: Abruzzo
Rispondi citando
ionudista ha scritto:
...
Si, perché non si contano ormai più gli studi psicologici che mostrano gli effetti deleteri sulla psiche (in particolare ahinoi dei maschi) della pornografia, in termini di depressione, dipendenza, disattenzione e altri disturbi. ...

A parte che, come ha detto Andrea vi, non si parla di scuola dell'infanzia ma di università sei sicuro che la pornografia crea effetti deleteri e non sia invece che persone, che più di altre, hanno problemi di varia natura (sessuali, sono sole da tempo, hanno una curiosità morbosa per il sesso ed il nudo a causa di una educazione bacchettona ricevuta nell'infanzia, ecc.) sono più facilmente di altre "consumatrici" di video e spettacoli porno e suoi dintorni come guardoni ed esibizionisti?
Concordo che l'accesso a questi video, tramite internet ed altri canali, dovrebbe essere riservato esclusivamente ad un pubblico adulto mentre ora al massimo basta cliccare su "Ho più di 18 anni" per potervi accedere, anche se ne hai solo 8, ed a volte non devi neanche cliccare che hai più di 18 anni ci accedi e basta.


martedì 10 marzo 2020, 22:58
Profilo YIM
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1439
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
è solo questione di consapevolezza della realtà: per esempio tempo fa mi sono imbattuto in un video di un'associazione che lotta contro il traffico di esseri umani e incuriosito ho dato un'occhiata al sito loro sono molto pragmatici e privi di qualsiasi condizionamento che ne alteri la concezione della realtà, loro lo dicono chiaramente che non si può fermare un traffico che frutta più di 150 miliardi di $ l'anno e illustrano quello che possono fare e fanno:rifugi, sorveglianza delle rotte usate dai trafficanti e prevenzione tramite l'istruzione,altra cosa non hanno paura di denunciare cose scomode e infatti il video in questione denuncia il fatto che negli states più di 200000 bambini sono venduti al predatori sessuali dalle loro stesse famiglie
Qui abbiamo l'opposto: siccome il porno fa male fermiamo un affare da più di 100 miliardi di dollari l'anno,poi siccome non te lo permetteranno mai invece che a cosa possiamo fare per ridurre il danno (leggi educazione sessuale e all'affettività con tutte le sue varianti) sfogano il loro sadismo che non serve assolutamente a ridurre di un nanogrammo l'impatto negativo del porno su un genio con due lauree che ha vinto un dottorato di ricerca e tranquillamente impongono la loro immorale in un'università statale


mercoledì 11 marzo 2020, 1:17
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1953
Località: Abruzzo
Rispondi citando
Andrea vi ha scritto:
... un genio con due lauree che ha vinto un dottorato di ricerca e tranquillamente impongono la loro immorale in un'università statale

Concordo ma ...
una cosa sono i film porno fatti da persone adulte, come libera scelta personale, un'altra la tratta e l'uso di esseri umani (tratta delle ragazze dall'Africa ma, in passato, anche dai paesi dell'est ... attualmente soprattutto mafia nigeriana ... ma anche commercio di bimbi maschi e femmine ... vedi anche turismo sessuale in cui gli italiani si distinguono ... ecc.) in quanto si tratta di riduzione in schiavitù.
Ovviamente anche nella prostituzione ci sono persone che la intraprendono volontariamente ciò non toglie che chi le sfrutta sia comunque un essere spregevole anche se non si tratta dello stesso tipo di schiavitù di chi viene costretto a prostituirsi con l'inganno.

https://www.corriere.it/sette/17_novemb ... f143.shtml

https://marisdavis.com/index.php?option ... Itemid=196


Ultima modifica di Eroe il mercoledì 11 marzo 2020, 12:57, modificato 1 volta in totale.



mercoledì 11 marzo 2020, 12:48
Profilo YIM
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1439
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ovvio che si,ma l'intento dell'ultimo messaggio era solo evidenziare la differenza fra chi dice di cercare di aiutare qualcuno e lo fa effettivamente e chi dice di voler tutelare qualcuno solo per avere il pretesto per giustificare la sua violenza contro qualcuno


mercoledì 11 marzo 2020, 12:57
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: martedì 29 marzo 2016, 14:25
Messaggi: 61
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Precisiamo che quando parlo di pornografia - come del resto di prostituzione - intendo quella fatta da persone adulte e consenzienti, non di minori nè di persone costrette in vario modo.

Ciò premesso, io sono favorevole alla pornografia, ma anche chi non lo è deve ammettere che fermarla è impossibile e che sarebbe come mettersi con le mani a bloccare l'acqua che tracima dal Vajont.

Per quel che riguarda i minorenni (intesi come spettatori, non come attori) la legge, almeno in Italia, vieta di mostrare loro immagini pornografiche.
Ma la legge è inapplicabile: d'accordo, se io mostrassi un porno ad un quattordicenne, sarei passibile di severissime sanzioni; ma che bisogno c'è che io mostri un porno a un minore quando è capacissimo a vederseli da solo meglio di come farei io?


mercoledì 11 marzo 2020, 17:19
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 15 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010