Oggi è mercoledì 27 maggio 2020, 6:46



Rispondi all’argomento  [ 571 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 35, 36, 37, 38, 39  Prossimo
 Nudità negli spogliatoi 
Autore Messaggio
Assiduo
Assiduo

Iscritto il: giovedì 31 maggio 2007, 17:44
Messaggi: 775
Località: nord
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Andrea vi ha scritto:
poi è arrivato un mister che non ha lasciato scelta(doccia obbligatoria e senza mutande) e tutto si è magicamente risolto,c'è stato chi ha fatto scene pianti e altro la prima volta,la seconda ovviamente è andata meglio,la terza nessuno si faceva più il minimo problema



Credo, purtroppo, che un mister che si comporti così oggi possa incontrare qualche difficoltà causato da qualche genitore


lunedì 8 ottobre 2018, 16:39
Profilo YIM
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1446
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
non saprei,la scuola calcio non è scuola dell'obbligo,puoi sempre stare a casa o andare a giocare da un'altra parte
certo che coi tempi che corrono chi accetta ancora di stare dietro al calcio giovanile è un eroe


lunedì 8 ottobre 2018, 18:33
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 524
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Io credo che ciascuno di noi puoi fare due cose:
1)impegnarsi per far sì che non vengano attuati regolamenti restrittivi ed insensati riguardo la nudità negli spogliatoi;
2)vivere questi luoghi dando esempio di grande serenità nella nudità comune.

Anch'io come tanti oggi sono cresciuto abbastanza timido, ma poi sono stati proprio i luoghi sportivi per primi a farmi vivere la nudità comune come naturale. Anzi là da ragazzini chi aveva vergogna veniva guardato quasi con sorpresa. Ma ripeto è stata la naturalezza della nudità comune vissuta dagli altri ad essere stata un grande sprone per me. Pertanto mi impegno a ricambiare questo, e mi è già capitato negli spogliatoi maschili di una SPA qui al sud che un giovane mi abbia dapprima guardato male perché uscivo nudo dalla cabina doccia :rotfl:, mentre lui ci aveva portato l'accappatoio dentro la cabina doccia chiusa dalla porta, appoggiandolo non ho ancora capito dove. Io ovviamente ho risposto al suo sguardo tra il sorridente bonario e lo stranito per la sua reazione, ed ho continuato ad asciugarmi tranquillamente, anche poi a usare il phon, prima di rivestirmi. Alla fine abbiamo anche scambiato due parole ed il clima è diventato piuttosto disteso.

Con questo voglio dire che avere un tono conciliante ci può aiutare anche in queste situazioni, magari ricordandoci di come eravamo noi prima (semmai lo siamo stati) timidi e chiusi verso la nudità comune, rinunciare alla quale in docce e spogliatoi risulta abbastanza sciocco.
Magari un tono più severo può essere utilizzato, nel caso non ricevessimo ascolto, nei confronti dei responsabili delle strutture.

_________________
In alto, sotto la testata, clicca su PORTALE di eXtraVillage: nella pagina caricata troverai un riquadro con gli ultimi dieci interventi del forum.


lunedì 8 ottobre 2018, 18:50
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2017, 7:53
Messaggi: 5
Località: Como
Rispondi citando
in Svezia ad una corsa ciclistica ann0 1982 c erano solo 5 docce ...con gara femminile e maschile che si conmcludeva a 10 minuti di distanza...le italiane doccia con pantaloncini da ciclista, TUTTE le straniere nude.


venerdì 9 novembre 2018, 15:46
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4581
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Intervista alla psicologa Marianna Berizzi


_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


mercoledì 13 febbraio 2019, 12:25
Profilo
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: sabato 26 maggio 2012, 23:11
Messaggi: 388
Località: Trentino
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
"la nudità non deve essere di normale amministrazione domestica"
punti di vista....

(dal modo di parlare e di muoversi per un attimo mi ha ricordato la compianta Merope Generosa :fischio: )

Anam


mercoledì 13 febbraio 2019, 21:45
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 4188
Rispondi citando
l'ho guardato un po' frettolosamente per cui forse mi sbaglio:
mi pare di aver capito che prima dica che bisogna insegnare ai bambini l'imbarazzo per la nudità per poi (siccome le fanno notare che i Tedeschi tanti problemi non se ne fanno e vengono su bene lo stesso...) subito dopo farglielo superare, questo imbarazzo, ma con dosi omeopatiche di nudo...mi sembra un po' pilatesco, ma poteva andar peggio...

_________________
nemo


giovedì 14 febbraio 2019, 18:59
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1972
Località: Abruzzo
Rispondi citando
In palestra il tipo che faceva le contorsioni nell'accappatoio mi guarda mentre mi spogli ed alla fine stupito "ma non hai il segno del costume" ed io "perché tu ancora prendi il sole col costume? Non sai cosa ti perdi". Intanto mi chiedo se trovava tanto imbarazzante spogliarsi in mia presenza perché stava li a guardarmi mentre mi spogliavo?
Da inserire nel libro dei misteri dei tessili.


giovedì 14 febbraio 2019, 22:40
Profilo YIM
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2520
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Dopo un'estate trascorsa senza mai indossare il costume, anche quest'anno posso sfoggiare una bella abbronzatura integrale. Avendo appena ripreso (nonostante l'età :nonnetto: ) a giocare calcio, mi sarei aspettato, al momento della doccia, che qualcuno mi avesse chiesto il motivo per cui non ho il segno del costume, cosa che non può essere passata inosservata da chi entra nelle docce e vede 5 culi bianchi ed un sesto tutto nero. Nulla. Molti commenti sull'abbronzatura in generale (Ma ti hanno messo in forno? 8) ), ma null'altro. Che sia un segno che il nudismo non crei più lo scalpore di una volta?

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


domenica 6 ottobre 2019, 19:33
Profilo
Assiduo
Assiduo

Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2016, 11:43
Messaggi: 634
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ahahahahha grande :D
Sulla domanda...può essere, o potrebbe anche essere che i tuoi amici si fanno i fatti loro :fischio:


lunedì 7 ottobre 2019, 7:59
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 4188
Rispondi citando
Cita:
r100
Molti commenti sull'abbronzatura in generale (Ma ti hanno messo in forno?

Non dimenticate che esistono le lampade!: più facile che abbiano pensato a queste!

_________________
nemo


martedì 8 ottobre 2019, 14:04
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2520
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Non credo. Che ho la carnagione scura di mio lo sanno tutti, come sanno delle mie frequentazioni in Sardegna.

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


martedì 8 ottobre 2019, 15:42
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: martedì 29 marzo 2016, 14:25
Messaggi: 63
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
lucimar ha scritto:
in Svezia ad una corsa ciclistica ann0 1982 c erano solo 5 docce ...con gara femminile e maschile che si conmcludeva a 10 minuti di distanza...le italiane doccia con pantaloncini da ciclista, TUTTE le straniere nude.


Stessa cosa più o meno in qualche rifugio alpino. A seconda della nazionalità, nessun problema a togliersi tutto o magari imbarazzo totale.


domenica 13 ottobre 2019, 7:50
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4581
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Trovato in rete questo articolo, datato 2005 ma sempre attualissimo

da
Archivio di La Repubblica

Mai nudi sotto la doccia
Spogliarsi in uno spogliatoio dovrebbe essere una delle cose più semplici del mondo. La radice comune di verbo e sostantivo parrebbe evitare sorprese. Uno va a fare dello sport, finisce e si prepara all' effetto benefico una lunga, lunghissima doccia. Spogliarsi. A Milano pare che le cose non vadano così. Una lettrice ci ha segnalato in modo molto civile l' abuso da lei subito, due uomini nello spogliatoio femminile di una piscina che le hanno intimato di coprirsi come unica risposta alla sua richiesta di spiegazioni. Una lettera che avrebbe meritato solidarietà e che invece continua a suscitare stupore e provocare le lunghe lezioni di vita di tutti quelli che chiedono il rispetto delle regole, pur se sbagliate. Regole, come se disciplinarsi nell' errore potesse fare la differenza, come se sbagliare con metodo fosse un vanto. Vero, esistono dei regolamenti che chiedono di non spogliarsi in nome di un improbabile senso del pudore (pudore di che? Di altri atleti stanchi o in procinto di stancarsi?). Vero, esistono dei regolamenti che garantiscono l' accesso dei manutentori alle stanze degli spogliatoi. Ma basterebbe usare un po' di buon senso per capire che la ragazza si è trovata in vera difficoltà e che il tema della sua lettera era l' imbarazzo provato in un luogo che dovrebbe essere invece confortevole e sicuro, al riparo. Un grandissimo numero di lettori è intervenuto e ha scelto invece un' altra chiave di lettura, quella dell' inaccettabile anarchismo di chi, come la signorina, sceglie di denudarsi e lavarsi con ostentazione (concetto divertente, che evoca gran guantate di crine sulla schiena...) invece che aspergersi con delicatezza e senza scoprire centimetri di pelle. Perché? Perché lo chiede il regolamento. Una posizione ferma che, nelle sfumature più estreme, arriva a dare quasi degli zozzoni ai nordici che frequentano le piscine e le saune e lo fanno senza coprirsi. Poco importa se si tratta di un costume antico e consolidato, l' importante è che il corpo umano non si presenti come in natura. Niente nudità, non nella rigida Milano. Che, aggiungono poi i più accesi, sarebbe tanto bella senza i milanesi, così cafoni e refrattari alle regole. Sic et simpliciter. Incredibile ma vero, questo il tenore delle lettere giunte in risposta a una timida richiesta di attenzione e rispetto. Bene, la risposta non può che essere ferma. Viva le regole, ben vengano se garantiscono il sereno vivere quotidiano e tracciano i confini della convivenza civile. Abbasso le regole, le regole stupide e cieche e anche quelle troppo comode e vessatorie. Fare sport è un diritto sacrosanto, farlo senza essere osservati, scrutati e spiati lo è ancora di più. E' pazzesco lamentarsi della scarsa civiltà di chi si spoglia in uno spogliatoio. Pazzesco perché il passo successivo può solo essere condannare chi si bagna in un bagno e chi cucina in cucina. A rifiutare nudità innocenti e naturali si finisce per coprire le gambe dei tavoli e censurare i testi delle canzonette, un modo vittoriano e un po' troppo antico per questa città, per Milano, nuda da tempo.

MICHELE DALAI
29 ottobre 2005

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


venerdì 29 novembre 2019, 17:08
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1972
Località: Abruzzo
Rispondi citando
fambros ha scritto:
...
MICHELE DALAI
29 ottobre 2005

Finalmente un giornalista che si può chiamare giornalista.


venerdì 29 novembre 2019, 21:04
Profilo YIM
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 571 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 35, 36, 37, 38, 39  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010