Oggi è sabato 19 ottobre 2019, 10:15



Rispondi all’argomento  [ 83 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
 Dove sta andando il naturismo? 
Autore Messaggio
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 4080
Rispondi citando
In realtà era una domanda retorica:

come ho scritto, non è mai stato così!

I cavilli legali sono nati solo dall'impossibilità (almeno fino ad oggi...) di ottenere altro:

credi che le Associazioni non le abbiano sempre richiesto normative o ufficializzazioni?

Credi che ad esempio in Liguria, dove i nudisti son stati cacciati a furor di popolo ovunque, non si sia provato a chiedere una Legge o qualche spiaggia ufficiale?

La destra è quella che ha fatto piazza pulita, la sinistra ha sempre bofonchiato qualcosa del tipo "ma noi saremmo contrari, però siccome siamo di sinistra...magari....forse....un giorno...chissà..."

non solo è difficilissimo e quasi sempre impossibile ottenere le ufficializzazioni ma di fatto non si è mai visto niente e il nudismo continua ad essere perseguito (direi quasi perseguitato...) anche nei luoghi più nascosti e abitualmente frequentati!

_________________
nemo


giovedì 19 settembre 2019, 15:47
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 737
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Chiedo agli iscritti naturisti del forum se ritengono giusto cercare di far conoscere l'idea naturista ai cittadini italiani e non, presenti nel nostro paese?
Di naturismo non parlano (praticamente mai) nè i media, nè la scuola e nè i genitori. Quindi i giovani non possono conoscere il naturismo e non possono far altro che abbinare lo stato di nudità solamente alle questioni sessuali e praticare sesso, normalmente in maniera sbagliata, già in giovanissima età.

Ritenendo l'idea naturista una filosofia di vita che porta tanti vantaggi psico.fisici e sociali alle persone, a mio parere, occorrerebbe che un movimento naturista (se esistesse) dovrebbe fare informazione pubblica anche se disponesse di pochi mezzi e con meno incontri in spa, ponendo un po'di tavoli nei centri abitati (ad esempio nei fine settimana) distribuendo materiale informativo e rispondere alle domande degli interessati.


sabato 5 ottobre 2019, 22:07
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1862
Località: Abruzzo
Rispondi citando
naturik ha scritto:
paeba ha scritto:
A scuola, c'erano gli scherzi, oggi si chiama bullismo.


Concordo su buona parte del resto del discorso, ma qui il problema ritengo sia più complesso: gli "scherzi" sono cambiati, così come i rapporti tra gli adolescenti, e anche una volta certi "scherzi" avevano ben poco di scherzoso ed accettabile.
OT
Giusto per precisare.
Gli scherzi toccavano a rotazione a tutti i bulli se la prendono solo con alcuni, in genere in gruppo, più deboli di loro ed oltre che a perseguitarli a volte giungono alla violenza fisica anche qui quasi sempre in gruppo.


sabato 5 ottobre 2019, 22:47
Profilo YIM
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1862
Località: Abruzzo
Rispondi citando
r100gs ha scritto:
...
Il tutto senza denunce, incontri, prese di posizione e accuse incrociate anche tra nudisti. Ma grazie al lavoro di persone che, senza clamore, hanno lavorato sia a favore del nudismo che della tutela dell'ambiente: infatti la legge Regionale è sul Turismo, consta di 51 articoli e solo uno (il 36) parla di naturismo. ...

Direi esattamente come ha lavorato il direttivo dell'A.N.AB.
In un primo momento hanno elaborato la bozza della legge da proporre alla regione poi hanno continuato a lavorarci sopra sino a giungere alla stesura finale e questo senza clamore e senza neanche dirlo agli iscritti per quel che ricordo io ne ho saputo qualcosa quando avevano già contattato politici di vari partiti con maggiore apertura mentale. Dopo di che, da questi politici, che hanno coinvolto altri consiglieri, è stata presentata nel consiglio regionale ed approvata. Solo dopo, a fatto avvenuto, la notizia è stata data alla stampa e pubblicizzata.
Secondo me questa è stata la tattica vincente se la stampa avesse saputo prima di questa proposta di legge regionale c'era il rischio che si levassero gli scudi dei ben pensanti rallentandola o bloccandola.
Questo è quello che cercavo di far capire a chi sosteneva che se la FENAIT sta preparando una proposta di legge nazionale dovrebbe, anzi per lui deve, mettere i manifesti in piazza e coinvolgere tutti i naturisti nella sua stesura (immaginate tipo cento persone che vogliono fare una modifica alla legge e che litigano fra loro per una parola o virgola ovvero un gran carnaio senza alcun risultato finale).
In ogni caso credo che tatticamente converrebbe far approvare leggi sul naturismo in più regioni possibili dopo di che il parlamento nazionale non può che prenderne atto ed approvare una legge nazionale questo sempre se al governo non ci siano partiti rivestiti di bigottismo con rapporti con l'ala più fondamentalista cattolica.

_________________
Iscritto ANAB http://www.abruzzonaturista.it/
http://www.facebook.com/pages/Ripuliamo ... 1002200079
Un esempio:
http://www.facebook.com/note.php?note_i ... &ref=share


sabato 5 ottobre 2019, 23:02
Profilo YIM
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 737
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Non sono molto d'accordo con te e guardando i risultati finali italiani ho visto che sono scarsi. Ti ricordo che la prima legge regionale l'ho proposta io e nel 2006 approvata in Emilia Romagna ed in Abruzzo è stata emessa nel 2013.
Puoi non divulgare certamente i primi passi ma poi quando la proposta legge viene presentata è di dominio pubblico e per l'approvazione (quando va bene) passa molto tempo.
E per la prima volta in questa legislatura, da 16 anni non è stata presentata alcuna legge nazionale.

Alla mia domanda fatta sopra sull'informazione naturista cosa mi rispondi?


sabato 5 ottobre 2019, 23:56
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 4080
Rispondi citando
Senza voler polemizzare con Fidenzio (non è certo colpa sua!) se una legge nazionale dà i risultati che ha dato quella dell'Emilia Romagna....forse è meglio non avercela!

Poi bisogna anche dire che nei sedici anni precedenti di leggi ne saranno pure state presentate tante, ma nessuna è andata nemmeno vicino all'approvazione!
Insomma: secondo me bisognerebbe aver una buona legge e invece non simo riusciti ad averne (per fortuna...) nemmeno una che forse a volte non era nemmeno tanto buona!

Io su una legge nazionale nutro forti dubbi per questo motivo: se finora non ne è mai stata discussa seriamente nemmeno una, se anche una dovesse prima o poi passare, tra baci al crocifisso e via andare, sarebbe probabilmente frutto di molti compromessi al ribasso!

Poi c'è da chiedersi che senso abbia una legge che regolamenta il naturismo con l'attuale affollamento delle spiagge quando ormai nei Paesi a noi vicini, se uno vuol togliersi il costume se lo toglie, punto e basta!

E' una mia opinione di cui non sono nemmeno così sicuro, però secondo me ci vuole molta cautela: basta un codicillo apparentemente innocente aggiunto all'ultimo momento...un emendamento che passa....

Il problema secondo me è di mentalità: finché la nostra società accetta senza battere ciglio che il nudo possa ricadere sotto il 726...come si può sperare che la medesima società si doti di una buona legge?

_________________
nemo


domenica 6 ottobre 2019, 10:49
Profilo
Assiduo
Assiduo

Iscritto il: martedì 10 maggio 2011, 10:48
Messaggi: 524
Località: vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
...fatti gli italiani si potrà fare l'italia!


domenica 6 ottobre 2019, 18:30
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2484
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
fidenzio ha scritto:
Chiedo agli iscritti naturisti del forum se ritengono giusto cercare di far conoscere l'idea naturista ai cittadini italiani e non, presenti nel nostro paese?


Certo che è giusto. Ognuno, tuttavia, ha le sue modalità di divulgazione. Io ne parlo tranquillamente ogni volta che me ne capita l'occasione evidenziando il benessere personale e la possibilità di sviluppo del turismo. Ne parlo con amministratori comunali (e ad alcuni ho fornito documentazione) e parlo (anche) di nudismo quando mi diletto nella scrittura. Sempre facendolo apparire come un'opportunità per il proprio benessere e spiegando come il sesso centri poco.
Mai rivendicandolo come un diritto di una minoranza.

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


domenica 6 ottobre 2019, 19:26
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 737
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Certamente tu Carlo che fai solo naturismo (si fa per dire) per qualche giorno all’estero devi sempre combattermi perché quasi sempre dico che sbagli e non ti piace e non accetti critiche ed ora cambi discussione quando io avevo pubblicato un post sull’informazione chiedendo opinioni.

Ripeto ancora che la legge regionale sul naturismo approvata in Emilia Romagna nel 2006 fu la prima in Italia e senza questa penso che difficilmente ne sarebbero seguite in altre regioni che poi hanno consentito di far riconoscere sino ad ora 12 aree pubbliche per i naturisti e per cinque anni anche quella di Lido di dante in Emilia Romagna.

La legge regionale dell’Emilia Romagna (ma non solo) ha come titolo “ Valorizzazione del turismo naturista” ed ha lo scopo di favorire le amministrazioni comunali a riconoscere spazi per i naturisti e creare le condizioni per valorizzare il naturismo (se vogliono).
Se poi i comuni non lo fanno non sono obbligati a farlo ma la pratica naturista non essendo vietata dal codice penale se praticata in aree note come si sono espressi i giudici chiamati a decidere sui naturisti denunciati per violazione dell’art. 726 da alcuni che ritenevano un reato “ stare nudi” non essendo chiara la legge nazionale per tutti. E fare chiarezza sull’articolo 726 sarebbe molto importante e necessita una legge nazionale o, forse, può bastare anche una circolare chiarificatrice del Ministro della giustizia.

Se poi in Emilia Romagna non si è ottenuto di più , ritengo che per questo occorra che ci sia, come nel resto dell’Italia, persone che si diano da fare e dopo la mia successione alla presidenza dell’ANER c’è stato un gran letargo vivendo di rendita su quello che ero riuscito ad ottenere. E pure la legge regionale del 2006 l'ho portata avanti quasi da solo ottenendo poco aiuto.


domenica 6 ottobre 2019, 19:55
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 4080
Rispondi citando
Fidenzio,

Punti primo: ti sopravvaluti parecchio!
Davvero pensi di essere così importante da attrarre le mie critiche sulla tua persona?
Io critico quello che dici quando non sta né in cielo né in terra!
Io dico come stanno veramente le cose! Non è colpa mia se stanno in modo molto diverso da come le immagini tu!

Punto secondo:
Io rispondevo sulla Legge perché l'argomento l'hai tirato a mezzo tu! non ho risposto alla tua domanda perché non l'hai fatta a me ma alle associazioni. E poi
perché rispondo a chi e a quello che mi pare...

Quanto alle spiagge (pochine comunque) sono nate sia in regioni con una legge, sia in quelle che ne sono prive:
Sicilia, Campania, Lazio,Toscana...

L'Emilia Romagna, casomai è l'unica Regione con una legge dove di spiagge pubbliche riconosciute non ce n'è nemmeno una! Zero, capito?
e quell'unica che c'era (e tu non puoi non saperlo) era stata ufficializzata prima della legge! Anzi, è anche grazie alla legge che si è trovato il pretesto per non ufficializzarla più!
Quindi può darsi che la vostra legge abbia fatto chiarezza in qualche altra Regione, ma nella vostra le idee sono rimaste un po' confuse!

Stare nudi non è un reato (oggi illecito amministrativo) nelle aree ufficialmente naturiste e in quelle abitualmente frequentate, ma lo è in qualunque altro posto e questo non lo hanno deciso alcuni poveri ignorantelli male informati, ma i giudici di Cassazione che sono quelli che l'informazione la fanno!

Il guaio grosso è che decidere a priori se un'area è abitualmente frequentata
(eccettuato il solito Lido di Dante! Ovvio che lì è facile: prima era ufficializzata!)
non è sempre facile perché la definizione è alquanto vaga!
Ancor più difficile lo è oggi, visto che i vigili possono farti una multa da togliere il fiato e poi a ricorrere sono tutti cavoli tuoi
Anche loro non sono dei poverelli male informati! sanno benissimo come stanno le cose! Ma...applicano la famosa "legge del menga"!

_________________
nemo


domenica 6 ottobre 2019, 21:28
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1862
Località: Abruzzo
Rispondi citando
fidenzio ha scritto:
Non sono molto d'accordo con te e guardando i risultati finali italiani ho visto che sono scarsi.

Non sei d'accordo su cosa? A quali risultati finali e di chi ti riferisci?
fidenzio ha scritto:
Ti ricordo che la prima legge regionale l'ho proposta io e nel 2006 approvata in Emilia Romagna ed in Abruzzo è stata emessa nel 2013.

BRAVO ANZI BRAVISSIMO però ora sta diventando un tormentone. Nessuno nega meriti a chi ha fatto tutto quello che a potuto e probabilmente se qualcun altro è riuscito a far approvare un legge regionale migliore della tua è anche perché ha fatto tesoro degli errori li presenti che hanno permesso la revoca al lido di Dante.
fidenzio ha scritto:
Puoi non divulgare certamente i primi passi ma poi quando la proposta legge viene presentata è di dominio pubblico e per l'approvazione (quando va bene) passa molto tempo.

Quando dovrà essere per forza di dominio pubblico lo sarà.
fidenzio ha scritto:
E per la prima volta in questa legislatura, da 16 anni non è stata presentata alcuna legge nazionale.

Già "Signore dacci la nostra proposta di legge annuale anche se sarà solo una perdita di tempo". Io ritengo che tatticamente è meglio attendere un anno o più in più e presentarla quando il tipo di governo ed il numero di parlamentari che la sottoscrivono danno più possibilità di approvazione senza stravolgimenti. Poi il cambio al vertice della FENAIT è ancora fresco e gente che lavora, salvo che la FENAIT non gli dia uno stipendio, non può dedicare 24 ore al giorno per il naturismo. In ogni caso se non sei soddisfatto dell'attuale direttivo puoi proporti tu a dirigerlo o puoi proporre di rinominare Ribolzi o chi per lui al suo vertice.
fidenzio ha scritto:
Alla mia domanda fatta sopra sull'informazione naturista cosa mi rispondi?

A quale informazione ti riferisci?
L'A.N.AB. nella sua attività ha anche fatto e distribuito volantini sul naturismo e fatto tavoli in varie manifestazioni come sagre e simili oltre a partecipare con la bandiera associativa a manifestazioni sull'ambiente. Attualmente non sono più molto informato su quanto accade in quanto da più di due anni non frequento, per morivi familiari, l'associazione ove spesso incontravo Andrea Mirabilio che attualmente è uno dei responsabili della FENAIT. Per cui chiedi informazioni (per quello che vorranno dare per i motivi già ampiamente da me descritti) direttamente a loro.

_________________
Iscritto ANAB http://www.abruzzonaturista.it/
http://www.facebook.com/pages/Ripuliamo ... 1002200079
Un esempio:
http://www.facebook.com/note.php?note_i ... &ref=share


lunedì 7 ottobre 2019, 14:22
Profilo YIM
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 737
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Caro Eroe , i risultati finali che ritengo scarsi per il naturismo sono ovviamente venuti dal movimento naturista italiano: associazioni e Fenait da cinquant’anni ad oggi ed anche la FNI non mi risulta abbia avuto risultati positivi per i diritti dei naturisti chiedendo magari qualcosa al parlamento europeo.

Per quanto riguarda la legge regionale Emiliano Romagnola mi dovresti spiegare dove stanno gli errori.
Ho scritto che da 16 anni, non ogni anno, per la prima volta non viene presentata alcuna proposta di legge nazionale, ad ogni inizio legislatura, e questo mi pare un passo indietro e forse potrebbe essere colpa anche del parlamentari poco rispettosi dei naturisti.

Io alcuni post sopra ho chiesto che riterrei giusto che il movimento naturista facesse più informazione sull’idea naturista in pubblico ed ho chiesto un parere agli iscritti di questo forum: forse non sono stato chiaro?


Ultima modifica di fidenzio il lunedì 7 ottobre 2019, 21:24, modificato 1 volta in totale.



lunedì 7 ottobre 2019, 20:44
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 737
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Carlo così scrive:

“Fidenzio,
Io dico come stanno veramente le cose! Non è colpa mia se stanno in modo molto diverso da come le immagini tu! “

E quando una persona scrive in questo modo , a mio parere, ritiene di non sbagliare nel suo pensiero , quindi la considero poco rispettosa del prossimo.


lunedì 7 ottobre 2019, 20:52
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1862
Località: Abruzzo
Rispondi citando
fidenzio ha scritto:
Carlo così scrive:

“Fidenzio,
Io dico come stanno veramente le cose! Non è colpa mia se stanno in modo molto diverso da come le immagini tu! “

E quando una persona scrive in questo modo , a mio parere, ritiene di non sbagliare nel suo pensiero , quindi la considero poco rispettosa del prossimo.

Non so esattamente a cosa si riferiva Carlo però in quel scritto vedo che ha espresso apertamente la sua opinione. Se l'avesse detto a me gli avrei al più chiesto di chiarire il suo pensiero se non capivo a cosa esattamente si riferiva per cui non ci trovo la "lesa maiestatis". Poi concordo con te che in quel che si pensa uno dovrebbe sempre avere un margine di dubbio in quanto meglio e di più, quasi sempre, si potrebbe fare.

_________________
Iscritto ANAB http://www.abruzzonaturista.it/
http://www.facebook.com/pages/Ripuliamo ... 1002200079
Un esempio:
http://www.facebook.com/note.php?note_i ... &ref=share


lunedì 7 ottobre 2019, 22:00
Profilo YIM
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 430
Località: Campania
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
In effetti forse bisognerebbe approfondire le correlazioni tra la redazione di una legge regionale che tratta di turismo naturista, e le effettive delibere comunali di garanzia* di spiagge naturiste.

Sicuramente mi trovo molto d'accordo con quanto scrive r100gs, quando sottolinea che la Sardegna ha redatto una legge regionale sul turismo in generale, nella quale ha però inserito anche il turismo naturista: la Sardegna ad oggi ha due spiagge naturiste garantite* da delibere comunali.
r100gs ha scritto:
Ho sempre sostenuto che la richiesta di autorizzazione del nudismo/naturismo non debba avere origine dal riconoscimento dei diritti di una "minoranza", ma che poter decidere quali parti del corpo esporre al sole sia un diritto universale della persona e che il settore del turismo naturista sia un'occasione da sfruttare per lo sviluppo del turismo in generale.

Inoltre ha legato il turismo naturista alla salvaguardia del patrimonio ambientale e paesaggistico.
r100gs ha scritto:
Il tutto senza denunce, incontri, prese di posizione e accuse incrociate anche tra nudisti. Ma grazie al lavoro di persone che, senza clamore, hanno lavorato sia a favore del nudismo che della tutela dell'ambiente: infatti la legge Regionale è sul Turismo, consta di 51 articoli e solo uno (il 36) parla di naturismo.

Ecco in questo scenario che delineava r100gs, vedo di buon occhio la coesistenza di leggi regionali e iniziative di delibere comunali di garanzia* di spiagge naturiste. E inoltre vi vedo anche una possibile direzione che il naturismo può prendere in Italia ed Europa nell'immediato futuro.

___________________
* In un'altra conversazione di questo forum, L'offerta naturista in Italia: un elenco, Fidenzio mi faceva notare che il termine spiagge "autorizzate" lascia supporre che le altre spiagge frequentate da naturisti, non oggetto di delibere comunali, al contrario non siano autorizzate. Per evitare questa interpretazione sbagliata, mi sono proposto di sostituire al termine "autorizzazione" quello di "garanzia", ispirandomi alla terminologia effettivamente usata nella delibera comunale del comune di Camerota relativo alla spiaggia naturista del Troncone

_________________
In alto, sotto la testata, clicca su PORTALE di eXtraVillage: nella pagina caricata troverai un riquadro con gli ultimi dieci interventi del forum.


mercoledì 9 ottobre 2019, 15:40
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 83 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010