Oggi è sabato 19 ottobre 2019, 9:08



Rispondi all’argomento  [ 161 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11  Prossimo
 Fridays for the Future: il clima non aspetta 
Autore Messaggio
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 430
Località: Campania
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Beh, il fatto che Antonino Zichichi sia il primo della lista non depone bene...
diciamo pure che fa luce sulla visione del gruppo: Zichichi crede che il buon Dio, che tutto sa e tutto dispone, terrà a bada gli effetti nefasti delle azioni umane. Io purtroppo non credo che sarà così. Siamo noi uomini a dover agire per contenere l'inquinamento e i cambiamenti climatici.

Mi sembra invece molto più interessante il fatto che persino Donald Trump si sia finalmente convinto pure lui che non si possono negare i dati sul cambiamento climatico (sia pure per ragioni elettorali per le quali non può più negare l'evidenza all'approssimarsi delle elezioni per il secondo mandato):
https://www.agi.it/blog-italia/energia- ... 019-06-12/
https://www.quotidiano.net/politica/tru ... -1.4631131
https://www.repubblica.it/esteri/2019/0 ... 228006300/

_________________
In alto, sotto la testata, clicca su PORTALE di eXtraVillage: nella pagina caricata troverai un riquadro con gli ultimi dieci interventi del forum.


domenica 23 giugno 2019, 0:53
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2484
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
ionudista ha scritto:
Beh, il fatto che Antonino Zichichi sia il primo della lista non depone bene...
diciamo pure che fa luce sulla visione del gruppo: Zichichi crede che il buon Dio, che tutto sa e tutto dispone, terrà a bada gli effetti nefasti delle azioni umane. Io purtroppo non credo che sarà così. Siamo noi uomini a dover agire per contenere l'inquinamento e i cambiamenti climatici.


Al di là dei nomi (magari Zichichi ne capisce un po' più di Greta) è un dato di fatto che la comunità scientifica non è allineata e ritengo legittimo che qualcuno possa porsi dei dubbi.

Io, nel frattempo continuo a raccogliere i rifiuti in spiaggia.

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


domenica 23 giugno 2019, 9:27
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1862
Località: Abruzzo
Rispondi citando
Ma avete visto l'ultimo video che ho postato ove un vero esperto, il meteorologo Luca Mercalli, ne parla?
Dura poco guardatelo per favore.
Grazie
https://www.facebook.com/watch/?v=2114843182154468


domenica 23 giugno 2019, 20:39
Profilo YIM
Assiduo
Assiduo

Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2016, 11:43
Messaggi: 518
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Basta vedere cosa sta arrivando tra domani e non si sa quando...40° diffusi su mezza Europa..


lunedì 24 giugno 2019, 9:52
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1862
Località: Abruzzo
Rispondi citando
Eymerich ha scritto:
Basta vedere cosa sta arrivando tra domani e non si sa quando...40° diffusi su mezza Europa..

E stiamo ancora a giugno mi auguro che ad agosto non si arrivi a 45°.


lunedì 24 giugno 2019, 15:23
Profilo YIM
Assiduo
Assiduo

Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2016, 11:43
Messaggi: 518
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Eroe ha scritto:
Eymerich ha scritto:
Basta vedere cosa sta arrivando tra domani e non si sa quando...40° diffusi su mezza Europa..

E stiamo ancora a giugno mi auguro che ad agosto non si arrivi a 45°.


Ma già a luglio, quando i getti d'aria più freschi presenti in atlantico si indeboliscono ulteriormente..


martedì 25 giugno 2019, 10:21
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1862
Località: Abruzzo
Rispondi citando
r100gs ha scritto:
...
(1) Faccio un esempio: circa 10 anni fa ci sono state fatte due palle così con le lampadine a basso consumo. Sembrava che solo le persone insensibili all'ambiente non si convertissero a tale soluzione. A distanza di 10 anni è emerso che, in caso di rottura, i gas al loro interno sono molto inquinanti ed il costo di smaltimento è altissimo. Quindi ora si passa tutti al LED. Siamo sicuri che, tra qualche anno, non verrà fuori che anche il LED ha problemi e dovremo cambiare nuovamente tutte le lampadine?

(2) Per questo sono molto scettico ...


(1) Faccio anch'io un esempio: molti anni fa riuscii a convincere un condominio, che aveva lampade al neon lungo la scalinata e le luci accese fisse notte e giorno in quanto la scalinata non aveva finestre, a sostituire i neon con lampade a basso consumo e le fatture successive dell'ENEL furono del 40% più basse delle precedenti ciò dimostrò che ne era valsa la pena ed i consumi di energia si erano ridotti di tanto. Adesso con le lampade di tipo LED i consumi si riducono ulteriormente, peccato che aumenti il canone base e la somma di tassicine annesse, per cui, anche se qualcuno ci guadagna, vale sempre la pena usufruire del meglio, nel senso di minori consumi e sprechi, che la tecnologia ci offre. Attualmente mano a mano che le lampade a basso consumo non funzionano più, buttarle funzionanti sarebbe comunque uno spreco, vengono sostituite da quelle LED.

(2) Io invece sono molto scettico sul fatto che ci permetteranno di salvare il pianeta ed al massimo riusciremo a dargli un secolo di vita in più. Questo salvo che non si facciano cambiamenti radicali ed epocali nel modo di vivere e consumare ma avverrà solo se le multinazionali troveranno un tornaconto diretto che gli faccia guadagnare uguale al sistema attuale o meglio di più. Per esempio basterebbe tornare a coltivare la canapa con cui si potrebbe fermare la produzione della plastica, l'abbattimento delle foreste per fare carta, stuzzicadenti, bastoncini cinesi per mangiare e migliaia di altri prodotti. PURCHÉ' LO SI FACCIA IN TEMPO.

Guardate questo video che spiega perché (quelli che dovrebbero essere definiti "truffatori") sono riusciti a far vietare su tutto il pianeta la produzione della canapa ed alcuni dei suoi possibili usi (Ford realizzò persino una carrozzeria per auto estremamente resistente con la canapa). Questo il link del video vale la pena vederlo almeno una volta https://youtu.be/FFazpL7QisI


giovedì 27 giugno 2019, 14:06
Profilo YIM
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 430
Località: Campania
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Buonasera

voglio condividere con voi un articolo della testata telematica linkiesta (che in molti avranno già potuto apprezzare per quell'articolo ben scritto e ben documentato sul turismo naturista in italia che pubblicai qui viewtopic.php?f=37&t=19157).

Si tratta stavolta di una disamina, spesso impietosa, sull'effettiva portata ecologica contenuta nei 20 punti portati avanti dal movimento 5 stelle e in particolare dal suo capo politico: https://www.linkiesta.it/it/article/201 ... VtwE1y58Mg

Devo dire che anch'io li considero insufficienti. Questo a dimostrazione che avere a cuore la continuazione felice della vita sulla terra (per capirci l'ambientalismo) non è un insieme di parole d'ordine automatiche, ma una progettualità molto dettagliata, che si integra nella realtà esistente andandola a modificare in maniera progressiva senza creare danni collaterali in altri settori senza trovare per essi delle soluzioni.
Insomma, gli ambientalisti non sono dei ciechi assertori di teorie, e quelli che lo sono fanno danno per tutti gli altri (come accaduto del resto purtroppo nel caso dei concerti di Jovanotti, dove le critiche sono state davvero troppo aspre e ai limiti della fondatezza).

Comunque il governo si è appena insediato, ed è ancora presto per valutare se i punti sopra citati e le altre istanze provenienti dagli altri componenti della maggioranza di governo saranno concretizzati in maniera più efficace. Speriamo di si.

_________________
In alto, sotto la testata, clicca su PORTALE di eXtraVillage: nella pagina caricata troverai un riquadro con gli ultimi dieci interventi del forum.


lunedì 9 settembre 2019, 20:39
Profilo
Assiduo
Assiduo

Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2016, 11:43
Messaggi: 518
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Sinceramente le aspettative politiche su questo governo sono nulle o quasi.
La fretta di insediarsi, volta ad evitare le elezioni, ha portato ad un "programma" (se così si puà chiamare) privo di contenuti concreti. Tante parole vuote già in partenza.
La speranza è l'ultima a morire, ma sul tema ambientalismo vedo tantissimo disinteresse purtroppo.


martedì 10 settembre 2019, 7:56
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1862
Località: Abruzzo
Rispondi citando
Allora ficchiamocelo nella mente NON C'È PIÙ TEMPO dovevamo iniziare ad agire almeno 40 anni fa per cui DOBBIAMO RECUPERARE 40 ANNI. Ognuno di noi deve agire sui propri consumi riducendo gli sprechi, la carne (per salvare la foresta Amazzonica), andare di più a piedi ed in bicicletta, piantare alberi, siepi, fiori ove possibile anche sui balconi e partecipare alle petizioni e manifestazioni per l’ambiente e contro tutte le guerre.

_________________
Iscritto ANAB http://www.abruzzonaturista.it/
http://www.facebook.com/pages/Ripuliamo ... 1002200079
Un esempio:
http://www.facebook.com/note.php?note_i ... &ref=share


martedì 10 settembre 2019, 22:09
Profilo YIM
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1862
Località: Abruzzo
Rispondi citando
Pubblico un articolo con cui sono complessivamente daccordo:

NEGAZIONISTI del clima
QUELLI CHE DICONO NO SONO I NEGAZIONISTI … O NO?
“MAY YOU LIVE IN INTERESTING TIMES” (POSSA TU VIVERE TEMPI INTERESSANTI) è il titolo della BIENNALE D’ARTE 2019. In Italia questo augurio è stato subito incendiato dal “piromane sovranista”, quello che dal 2008 al 2011 è stato al governo di questo paese, consegnandolo alle misure repressive dello Stato Sociale del governo Monti. Come possono essere tempi interessanti quelli che si profilano da qui all'autunno in questo povero paese martoriato da ignoranti predatori di risorse naturali e da una politica basata sulla comunicazione e sulla propaganda permanente? Come possono essere tempi interessanti quelli che vivremo per mesi, travolti da un’ondata “mediatica” che ci spingerà fra gli scogli di “un’arena blaterante”, dove ci scanneremo sul “nulla” fra tifoserie contrapposte, abbindolati da una “classe partitica” in gran parte formata da professionisti della propaganda e degli affari per pochi? Il “piromane sovranista” ha acceso la miccia della “distrazione di massa” (sicurezza, autonomia, tasse, cantieri, ecc.) distogliendo l’attenzione dai problemi reali che coinvolgono questa e le future generazioni. Il mantra di Goebbelsiana memoria, amplificato dal surfing dei social sarà: “basta con quelli che dicono sempre no”. Uno slogan falso, una autentica fake news visto il prezzo che hanno pagato i cinque stelle per i troppi “si” dati alle scelte leghiste. Questo governo e questo parlamento hanno legiferato in funzione del marketing elettorale ignorando la realtà, oggettivata scientificamente dal 97% degli scienziati, sugli effetti dei “cambiamenti climatici”. Ma la sparata propagandistica sul “no a tutto” va capovolta e andrebbe capovolta da una opposizione politica senza idee e con alcune idee che sono addirittura un “copia e incolla” delle idee di chi sta portando il paese allo sfascio ambientale ed economico. La sparata propagandistica del “no a tutto” andrebbe capovolta anche da una classe giornalistica ossequiosa con i potenti di turno e in larga parte corresponsabile della mancanza di consapevolezza da parte dell’opinione pubblica sui dati reali in cui versa il sistema paese e l’ambiente italico. Ma chi sono veramente quelli che dicono no? E a che cosa dicono no?
Quelli che dicono no sono quelli che dicono “NO”:
- ad una economia fondata sulla riduzione dell’impatto ecologico delle attività produttive umane (strade, combustibili fossili, asfalto, cave, cemento, mezzi di trasporto inquinanti);
- alla parlamentarizzazione dell’emergenza climatica e conseguente adozione di misure normative ed economiche per ridurre a zero entro il 2030 le emissioni derivanti dall'uso di combustibili fossili;
- a stanziamenti rilevanti del bilancio pubblico per finanziare tutte le misure dirette e indirette per contente entro 1,5 gradi l’innalzamento della temperatura del pianeta;
- alla copertura della maggior parte del fabbisogno energetico con l’installazione in tutto il territorio nazionale sui tetti di edifici pubblici e privati, commerciali e industriali di pannelli solari fotovoltaici e relativi dispositivi per l’accumulo per le ore senza luce;
- alla centralità della Green Economy per restaurare ecologicamente il paese, abbandonando il pericoloso e superato mantra: “opere pubbliche, infrastrutture, consumo di suolo=posti di lavoro”;
- ad un’agricoltura contadina ispirata ai criteri della biodiversità, della coltivazione biologica, della sovranità alimentare a km 0;
- all'abolizione degli allevamenti intensivi e alle monocolture intensive;
- ad un piano straordinario quinquennale di manutenzione e gestione delle infrastrutture esistenti (grandi infrastrutture: strade, ferrovie, stazioni, porti, ponti, viadotti; e piccole infrastrutture: sentieri, piccoli manufatti storici, fontane, sorgenti, muretti a secco, capitelli);
- al “censimento” degli “edifici residenziali, produttivi e commerciali in disuso” per un loro riutilizzo allo scopo di salvaguardare le comunità ed evitare lo spreco di una risorsa non rinnovabile come il suolo (ridotto al lumicino in quelle regioni che invocano l’autonomia differenziata per poter continuare ad erigere il suo consumo come volano economico e creatore di posti di lavoro);
- ad un controllo capillare sulla manutenzione di stufe e caldaie, sulla sostituzione delle auto e dei camion inquinanti, sull'uso responsabile della risorsa acqua, sulla riduzione drastica nella produzione di rifiuti non riciclabili derivante da imballaggi, sul contenimento della iper-produzione e iper-consumismo di dispositivi tecnologici e accessori;
- ad una legge nazionale che arresti il “consumo di suolo” cancellando le leggi regionali che fanno finta di contenerlo.
Questa sfilza di “no” appartengono alla cultura dei “negazionisti”, si, proprio loro che accusano gli altri di dire “no” a tutto: e’ il massimo dell’ipocrisia.
Quelli che accusano gli altri di dire “no” stanno negando le ondate di calore, le tempeste, gli uragani, la siccità, gli sbalzi climatici che stroncano la produzione agricola, l’innalzamento dal 1900 ad oggi del livello del mare di 19 cm., l’aumento della temperatura media globale di 1,2 gradi negli ultimi 200 anni e il dato che 16 dei 17 anni più caldi della terra si sono registrati dal 2001 ad oggi. Quelli che accusano gli altri di dire no a tutto non sanno neanche cos'è l’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), probabimente ritengono sia un’organizzazione di “scienziati bolscevichi” infiltratasi nelle Nazioni Unite. Col cavolo che i reports dell’IPCC possono entrare nell'agenda politica dei negazionisti: sono troppo impegnati ad additare alle masse sempre nuovi nemici, nuovi capri espiatori, un qualcuno su cui scaricare i propri limiti e le proprie miserie intellettuali.
Schiavon Dante, un angelo del suolo


martedì 10 settembre 2019, 22:11
Profilo YIM
Assiduo
Assiduo

Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2016, 11:43
Messaggi: 518
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Eroe ha scritto:
Allora ficchiamocelo nella mente NON C'È PIÙ TEMPO dovevamo iniziare ad agire almeno 40 anni fa per cui DOBBIAMO RECUPERARE 40 ANNI. Ognuno di noi deve agire sui propri consumi riducendo gli sprechi, la carne (per salvare la foresta Amazzonica), andare di più a piedi ed in bicicletta, piantare alberi, siepi, fiori ove possibile anche sui balconi e partecipare alle petizioni e manifestazioni per l’ambiente e contro tutte le guerre.

Quelli di adesso sono purtroppo solo dei palliativi.
Serve intervenire in maniera radicale, ma non credo si possa fare senza che il nostro stile di vita venga intaccato in maniera importante.


mercoledì 11 settembre 2019, 7:48
Profilo
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 430
Località: Campania
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Caro eroe,

mi perdonerai ma vorrei segnalarti che per rispettare i diritti sulla proprietà intellettuale e il diritto d'autore degli articoli, anche sulle testate telematiche, si può segnalare la fonte, dare il link (così che lo leggiamo dal suo editore, contribuendone al sostentamento economico a vantaggio dell'autore che ne riceve beneficio) e fare una citazione parziale,

ma non copiare per intero e riportare l'articolo su un altro sito o piattaforma come questa

(ho fatto anch'io in passato questa pratica, ma mi sto "togliendo il vizio" sia per rispetto agli autori ed editori, sia perché, soprattutto dopo la direttiva europea sul copyright del 2018, i gestori del sito che ospita materiale copiato sono responsabili per legge del fatto)

_________________
In alto, sotto la testata, clicca su PORTALE di eXtraVillage: nella pagina caricata troverai un riquadro con gli ultimi dieci interventi del forum.


mercoledì 11 settembre 2019, 12:52
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1862
Località: Abruzzo
Rispondi citando
Eymerich ha scritto:
Eroe ha scritto:
Allora ficchiamocelo nella mente NON C'È PIÙ TEMPO dovevamo iniziare ad agire almeno 40 anni fa per cui DOBBIAMO RECUPERARE 40 ANNI. Ognuno di noi deve agire sui propri consumi riducendo gli sprechi, la carne (per salvare la foresta Amazzonica), andare di più a piedi ed in bicicletta, piantare alberi, siepi, fiori ove possibile anche sui balconi e partecipare alle petizioni e manifestazioni per l’ambiente e contro tutte le guerre.

Quelli di adesso sono purtroppo solo dei palliativi.
Serve intervenire in maniera radicale, ma non credo si possa fare senza che il nostro stile di vita venga intaccato in maniera importante.

Se non partecipiamo alle manifestazioni, non firmiamo le petizioni, non agiamo nei nostri comportamenti migliorandoli, è meglio smetterla di lamentarsi in giro che non serve a nulla. La nostra prima domanda, guardandoci nello specchio, deve essere TU COSA HAI FATTO E COSA FAI?
I politici si muovono anche osservando come si muovono i loro elettori o potenziali tali per cui non abbiamo scuse.
Estraggo da una articolo:
... "Attualmente, sulla Terra ci sono 5,5 miliardi di ettari di boschi, secondo i dati della Fao.Secondo il recente rapporto Intergovernmental panel on climate change (Ipcc) per ridurre di 1,5 °C il riscaldamento globale entro il 2050 sarebbe necessario avere un miliardo di ettari in più di foreste. I ricercatori, oggi, hanno cercato di capire come e dove questi nuovi alberi potrebbero essere allocati e quanto carbonio potrebbero assorbire.

Gli scienziati hanno utilizzato una banca dati globale unica che copre oltre 80mila foreste, combinata con un software per realizzare mappe. Questo software è stato impiegato per ottenere un modello predittivo che indica la copertura verde e le regioni che potrebbero essere riforestate, il tutto senza intersecare e rovinare le aree urbane e quelle agricole. La riforestazione riguarda ad esempio ecosistemi degradati che potrebbero ospitare alberi e non praterie o terreni paludosi.

In base ai risultati è emerso che sarebbe possibile aumentare la copertura verde di 0,9 miliardi di ettari, dunque un’area di dimensioni molto vicine a quelle indicate dal rapporto Ipcc. Questi nuovi alberi, una volta cresciuti, potrebbero sequestrare circa 200 miliardi di tonnellate di carbonio, ovvero due terzi delle emissioni di carbonio prodotte dalle attività umane. Di seguito le immagini che rappresentano la potenziale riforestazione." ,,, segue
https://www.wired.it/attualita/ambiente ... efresh_ce=

Ciò non toglie che se ognuno di noi fa qualcosa l'obbiettivo si avvicina e diamo un segnale a chi ci governa.


mercoledì 11 settembre 2019, 14:25
Profilo YIM
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1862
Località: Abruzzo
Rispondi citando
ionudista ha scritto:
Caro eroe,

mi perdonerai ma vorrei segnalarti che per rispettare i diritti sulla proprietà intellettuale e il diritto d'autore degli articoli, anche sulle testate telematiche, si può segnalare la fonte, dare il link (così che lo leggiamo dal suo editore, contribuendone al sostentamento economico a vantaggio dell'autore che ne riceve beneficio) e fare una citazione parziale, ...

Questo articolo qualcuno me lo ha girato così com'è senza il link ma solo con la firma dell'autore per il resto metto sempre il link della fonte o la bibliografia se è preso da un libro. Sempre fatto così anche a scuola.

Comunque ho inserito "Schiavon Dante, un angelo del suolo" su Google e sono venuti fuori una serie di link che hanno ospitato suoi articoli per cui non lavora per una testata specifica. Il link della ricerca è questo:

https://www.google.com/search?sxsrf=ACY ... CAs&uact=5


mercoledì 11 settembre 2019, 14:29
Profilo YIM
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 161 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010