Oggi è giovedì 20 settembre 2018, 13:02



Rispondi all’argomento  [ 180 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 8, 9, 10, 11, 12
 Art. 726 C.P.: "atti contrari alla pubblica decenza" 
Autore Messaggio
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 16 aprile 2009, 21:14
Messaggi: 237
Località: città di castello PG
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
fidenzio ha scritto:
********

Ritengo che parlare di ammende cos'ì alte come hai riportato tu sia allarmismo e spingere a suggerire ai naturisti a frequentare solo le strutture chiuse.
Da quanto hai scritto non mi risulta che al momento ci sia qualcosa di diverso che venga applicato nei tribunali ma che il nuovo sia ancora in fase di impostazione e sarebbe interessante sentire il parere di un buon avvocato ma, forse ci manca.

E lasciamo perdere le altre tue affermazioni.


E daije...ma prima di rispondere, vuoi leggere la legge?

Art. 2.
(Delega al Governo per la riforma
della disciplina sanzionatoria)
1. Il Governo è delegato ad adottare, en-
tro i termini e con le procedure di cui ai
commi 4 e 5, uno o più decreti legislativi
per la riforma della disciplina sanzionatoria
dei reati e per la contestuale introduzione
di sanzioni amministrative e civili, in ordine
alle fattispecie e secondo i princìpi e criteri
direttivi specificati nei commi 2 e 3.
2. La riforma della disciplina sanzionato-
ria nelle fattispecie di cui al presente
comma è ispirata ai seguenti princìpi e cri-
teri direttivi:
a)
trasformare in illeciti amministrativi
tutti i reati per i quali è prevista la sola
pena della multa o dell

ammenda, ad ecce-
zione delle seguenti materie:
1) edilizia e urbanistica;
2) ambiente, territorio e paesaggio;
3) alimenti e bevande;
4) salute e sicurezza nei luoghi di la-
voro;
5) sicurezza pubblica;
6) giochi d

azzardo e scommesse;
7) armi ed esplosivi;
8 ) elezioni e finanziamento ai partiti;
9) proprietà intellettuale e indu-
striale;
b)
trasformare in illeciti amministrativi
i seguenti reati previsti dal codice penale:
1) i delitti previsti dagli articoli 527,
primo comma, e 528, limitatamente alle ipo-
tesi di cui al primo e al secondo comma;
2) le contravvenzioni previste dagli
articoli
652, 659, 661, 668 e 726;
c)
trasformare in illecito amministrativo
il reato di cui all’articolo 2, comma 1-
bis,del decreto-legge 12 settembre 1983,
n. 463, convertito, con modificazioni, dalla
legge 11 novembre 1983, n. 638, purchél’omesso versamento non ecceda il limite
complessivo di 10.000 euro annui e preser-
vando comunque il principio per cui il da-
tore di lavoro non risponde a titolo di ille-
cito amministrativo, se provvede al versa-
mento entro il termine di tre mesi dalla con-
testazione o dalla notifica dell’avvenuto accertamento della violazione.
d)
trasformare in illeciti amministrativi
le contravvenzioni punite con la pena alter-
nativa dell’arresto o dell’ammenda, previste
dalle seguenti disposizioni di legge:
1) articolo 11, primo comma, della
legge 8 gennaio 1931, n. 234;
2) articolo 171-quater
della legge 22aprile 1941, n. 633;
3) articolo 3 del decreto legislativo
luogotenenziale 10 agosto 1945, n. 506;
4) articolo 15, secondo comma, della
legge 28 novembre 1965, n. 1329;
5) articolo 16, quarto comma, del de-
creto-legge 26 ottobre 1970, n. 745, conver-
tito, con modificazioni, dalla legge 18 di-
cembre 1970, n. 1034;
6) articolo 28, comma 2, del testo
unico in materia di disciplina degli stupefa-
centi e sostanze psicotrope, prevenzione,
cura e riabilitazione dei relativi stati di tos-
sicodipendenza, di cui al decreto del Presi-
dente della Repubblica 9 ottobre 1990, n.
309;
e) prevedere, per i reati trasformati in
illeciti amministrativi, sanzioni adeguate e
proporzionate alla gravità della violazione,
alla reiterazione dell’illecito, all’opera svolta dall’agente per l’eliminazione o attenuazione
delle sue conseguenze, nonché alla persona-
lità dello stesso e alle sue condizioni econo-
miche; prevedere come sanzione principale
il pagamento di una somma compresa tra
un minimo di euro 5.000 ed un massimo
di euro 50.000; prevedere, nelle ipotesi di
cui alle lettere
b)e
d),l’applicazione dieventuali sanzioni amministrative accessorie
consistenti nella sospensione di facoltà e di-
ritti derivanti da provvedimenti dell’amminstrazione;




Forse i soldi da tirare fuori li stiamo interpretando male, e lo spero vivamente, ma sta scritto qui, sulle parti in grassetto.
Poi all'atto pratico si muoveranno a compassione, non attueranno, decideranno o hanno deciso diversamente? Non lo so, ma di fatto solo questo ci sta di scritto, non si trova altro nei decreti che interessano l'argomento.

Spingere a fare nudismo in campeggio? Quello non è nudismo, è serraglio, è ghetto. Io vorrei nudismo libero ovunque, o al massimo in aree autorizzate, ma se so che mettersi in zone non autorizzate può portare a questi salassi, salvo assoluzone o non luogo a procedere, visto che l'ho letto, visto che è cosi che è scritto, devo e lo voglio dire a chi interessa.
Poi non sarà mai applicato? Ci sono o saranno chiose varie all'italiana? Meglio, felicissimo che sia o diventi diverso.
Ma non mi sono inventato nulla e le cifre son ben chiare, come puoi leggerle da te se provasti a farlo prima di criticare a prescindere.
E con questo chiudo, non ho voglia di battibeccare con te. Ritengo che entrambi abbiamo modi migliori e più costruttivi di passare tempo.

_________________
Buon naturismo a tutti da Max, libero pensatore


sabato 2 maggio 2015, 0:40
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 617
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Replico ancora qui ad A fenice se mi è consentito) perchè ritengo che non si tratti di netiquette se scelgo un blog diverso da quello che proviene una pubblica affermazione avendo delle mie ragioni: mancanza di rispetto.
Io ho solo affermato che A Fenice aveva a mio giudizio fatto alcune affermazioni che ritenevo non vere ed allarmistiche (non terroristiche come ha scritto A Fenice senza correggersi) dirette ai naturisti ed ancora dopo tanti esempi dati non vedo nessuna decisione definitiva da parte del Parla mento .

Ma ieri rispondendo ad un iscritto del forum INudisti che postava”Ah ah ah ah scusami Max se rido (non di te ovviamente)...ma una domanda sorge spontanea:
che gli hai fatto al povero Fidenzio? (che, tra l'altro, ignoro chi sia e neppure mi interessa)
Gli hai rubato la merendina quando era all'asilo? “ ha così scritto:”Se avevo oltre 80 anni era pure possibile. No, di fatto ce l'ha a morte con Marcacci, ma caso strano, dopo anni in cui si filava d'amore e d'accordo, siccome gli dissi una volta di fare meno scenette, si incazzò è da allora come può cerca di darmi addosso, identificandomi come suo associato. “.

Mi pare ancora che ci sia una mancanza di rispetto e dico che io non ce l'ho a morte con nessuno e mi limito solo a dire quello che penso verso le persone: sia questo positivo o negativo e non tolgo la parola a nessuno . Se qualcuno oggi si comporta in modo scorretto o fa una cosa che ritengo sbagliata io lo dico, non è detto poi che domani mi rallegri con lui per una cosa che ritengo sia positiva.
Marcacci ed altro come la mia vecchiaia non andava tirato in ballo ed io di critiche ne ho fatto a Marcacci come ad altri anche in questo forum.

Nel mio passato ho sempre usato questo metodo: lodavo le autorità attraverso i media, volantinaggi, cartelli. pubblici interventi ed altro chi a mio giudizio rispondeva bene oppure li criticavo apertamente senza guardare in faccia al colore politico Questo solo dopo aver tentato incontrandoli quando possibile di fargli cambiare idea. Solo una vota mi sono messo nudo davanti a Montecitorio in un luogo non idoneo per portare avanti una proposta di legge che era congelata e che nel movimento naturista non avevo aiuti..

Con il mio metodo i fatti dicono che nel 1986 è iniziata la frequentazione di una spiaggia per naturisti dove i naturisti non erano ancora presenti dopo incontri e pareri favorevoli di molte autorità locali: nel punto più a nord della Bassona subito a sud della presenza tessile a circa 2 km dalla foce del Bevano dove i naturisti presenti per anni numerosi si erano ridotti a poche decine a causa della presenza dei drogati. Da quel punto i naturisti hanno poi potuto estendersi verso sud diventando la spiaggia più numerosa in Italia.
Io sono stato presidente 16 anni sino al 2001 poi mi ha succeduto l'avvocato Marcacci ed oggi anche grazie al suo scarso impegno la spiaggia per i naturisti dagl'oltre 2 Km iniziali si è ridotta a 400 metri grazie al comportamento positivo della Magistratura perchè altrimenti la Bassona avrebbe chiuso. Ed altre conquiste si sono ottenute o aiutate anche grazie al mio impegno che volontariamente ho dato.


domenica 3 maggio 2015, 19:35
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4395
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
ciao a tutti, possiamo, per cortesia evitare questi rimpalli da forum a forum? grazie, non si capisce piu' niente e non e' proprio bello, grazie della comprensione e buon forum

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


lunedì 4 maggio 2015, 8:40
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 617
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ho letto l'articolo pubblicato domenica scorsa 28 giugno 15 da "il Resto del Carlino" di Ancona intitolato “Il sindaco ‘gela’ l’estate dei nudisti:
«Non avranno nessuna spiaggia” sulla pagina di Senigallia.

Sono rimasto veramente esterrefatto nel leggere le motivazioni del sindaco Mangialardi
che dopo le numerose archiviazioni e sentenze, che dicono che il nudismo non è reato, avvenute in varie regioni d'Italia da decenni e pure 2 anni fa per 4 nudisti denunciati nella spiaggia di Cesano nel suo comune ha dato una risposta che io ritengo non degna di un paese civile al presidente dell'ANER Pascal Marcacci, che gli chiedeva la posa di alcuni cartelli sulla spiaggia come pubblico riconoscimento e per informare della presenza nudista le persone che transitano su quella parte di spiaggia.
Mangialardi avrebbe dovuto accettare con gioia che i nudisti non vanno contro la legge come, invece, chi commette atti osceni o atti indecenti e vanno quindi accettati e tutelati. E poi i nudisti sono una fonte turistica importante che porta risorse con il turismo ad esso collegato e posti lavoro.
Come può un sindaco adoperarsi per non cercare di creare posti di lavoro per i propri cittadini?
A Cesano con un riconoscimento ufficiale da parte del Comune che, anche se non obbligatorio perchè quello che conta è il rispetto del codice penale per praticare il nudismo in spiaggia, il turismo naturista ufficiale in poco tempo avrebbe dato in pochi giorni un primo posto di lavoro dato dalla necessità di porre in loco un piccolo chiosco (o ambulante) con alcuni tavoli ad uso mini bar per i clienti naturisti e gli esercizi pubblici vicini avrebbero aumentato le loro entrate.
L'articolo: - http://www.mondonaturista.it/senigalliasindaco15.png


martedì 30 giugno 2015, 10:37
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 617
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Oggi "Bresciaoggi" ha pubblicato una mia lettera:
http://www.bresciaoggi.it/home/spazio-l ... -1.5509157


martedì 21 febbraio 2017, 17:36
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 617
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Il Tirreno (ed. Cecina-Rosignano) del 27/05/18
A luglio la prima udienza che vede due nudisti contestare la multa di 3.333 euro ciascuno per "atti contrari alla pubblica decenza".
Con l'associazione nudisti italiani Anita schierata al fianco delle persone multate.
A sfilare in aula il legale che assiste i nudisti presenterà una lista di 15 persone che si sono rese disponibili a testimoniare che in quel tratto di litorale la pratica del naturismo si è consolidata nel tempo.


domenica 27 maggio 2018, 10:32
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 617
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Mi dispiace che la notizia della causa davanti al giudice di Pace di Cecina verso i naturisti sanzionati per essere stati sorpresi nudi sulla spiaggia di Marina di Bibbona sia stata data ai giornali e non prima ai vari forum naturisti.
Comunque dico la mia opinione sul come riterrei utile procedere per l'interesse dei naturismo e dei naturisti.

L'udienza prevista per il prossimo mese di luglio potrebbe anche essere quella che porta subito alla sentenza del Giudice di Pace come è successo anche a Ravenna che la decisione è avvenuta dopo la prima udienza.
Allo scopo di poter dire con più forza ai media ed alle varie autorità interessate che la minoranza naturista merita di essere accettata senza discriminazioni anche in Italia e dare vantaggi economici alla collettività ed occupazione, occorre, a mio parere, far sentire la nostra voce partecipando con un gruppo di naturisti davanti alla sede del giudice di Pace dove si svolge l'udienza muniti di cartelli contenenti scritte le nostre principali richieste.
Sperando che la notizia del rispetto verso i naturisti superi i media locali ed arrivi a Roma.


lunedì 28 maggio 2018, 16:54
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 617
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
In difesa della leicità dei naturisti sanzionati a Marina di Bibbone leggo solo il riferimento alla sentenza della Cassazione n. 3557 del 2000 che nella motivazione dice che non può essere considerato indecente la nudità integrale di un nudista in una spiaggia riservata o da essi solitamente frequentata.
Non si fa invece riferimento alla sentenza precedente n.1765 (sempre dell'anno 2000) avente lo stesso presidente Dott. Papadia della terza sezione che in un'altra causa nella motivazione chiarisce molto bene quando il nudo è reato affermando che "la nudità dei genitali può assumere un diverso rilievo penale in funzione del contesto oggettivo e soggettivo in cui è concretamente inserita: così può configurare un atto osceno, quando esprime, anche psicologicamente, un istinto sessuale; ma può semplicemente costituire un atto contrario alla pubblica decenza, quando è mero esercizio della funzione fisiologica dell'urinare; o addirittura sfugge a qualsiasi rilevanza penale se è inserita in un contesto pedagogico o didattico (es. durante una lezione di anatomia o di educazione sessuale) ovvero in particolari contesti settoriali (per es. di tipo naturista o salutista)."


mercoledì 30 maggio 2018, 18:22
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 617
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ancora denunce verso i naturisti alla Rocca di Manerba: si difenderanno i veri naturisti denunciati solo perchè nudi in una zona conosciuta da decenni?

https://milano.fanpage.it/multati-e-den ... -di-garda/

Allarticolo ho aggiunto un mio commento


domenica 19 agosto 2018, 14:00
Profilo
Connesso
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: sabato 26 maggio 2012, 23:11
Messaggi: 256
Località: Trentino
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Nudisti sul lago di Garda denunciati per atti osceni

I carabinieri della stazione di Manerba del Garda (Brescia) e la Polizia Locale dell’Unione Valtenesi, hanno denunciato quattro persone perché si trovavano nude in presenza di minori sulla spiaggia della Rocca di Manerba del Garda (Brescia), mentre altre nove sono state sanzionate dal punto di vista amministrativo perché hanno violato l’ordinanza anti-nudismo emessa dal sindaco per quell’area.

I controlli sulla spiaggia sono stati decisi anche dopo segnalazioni di alcuni cittadini. Quattro persone sono state sorprese nude sull’arenile, dove in quel momento erano presenti dei minori, ed è scattata la denuncia per atti osceni; altre nove sono state sanzionate amministrativamente per aver violato l’ordinanza del sindaco di Manerba che vieta in tutta l’area forme di nudismo.

l'Adige online, 19 agosto 2018


domenica 19 agosto 2018, 20:25
Profilo
eXtraJuniorAdmin
eXtraJuniorAdmin
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 16 novembre 2006, 11:51
Messaggi: 4954
Località: Marostica (VI)
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Al solito, sarebbe da capire se tali atti osceni erano solo per la nudità (e in tal caso ancora una volta si usa l'articolo sbagliato) oppure se stavano facendo "altro"...

Al di là di tutto, Manerba non è proprio un posto che mi ha fatto una bella impressione... molto "borderline"... e poi è arrivata puntuale l'ordinanza.


giovedì 23 agosto 2018, 15:35
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 617
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Gli atti osceni in luogo pubblico vanno contro l'art.527 del cp e vanno persiguiti con l'intervento della forza pubblica in ogni luogo italiano: compreso la spiaggia della rocca di Manerba. Oggi poi che chi viene ritenuto colpevole rischia una sanzaione minima di 5000€ dovrebbe essere facile raggiungere lo scopo di eliminarli. Altra cosa è il naturismo che quando è stato discusso in tribunale o dal giudice di pace è stato ritenuto lecito dai magistratiquando era praticato in aree note.
Quindi i naturisti dovrebbero con l'appoggio delle associazioni che si dicono naturiste a chiedere di essere protetti da certi personaggi ed avere la possibilità di manifestare la loro idea in linea con la Costtuzione.
Basta dormire ed un poì' di coraggio. Non si rischia la ghigliottina!


giovedì 23 agosto 2018, 22:17
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 617
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ieri pomeriggio ho inviato una mail a Gian Marco Centinaio Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo .
Questo il testo:

- Vorrei attirare la sua attenzione sulla questione del turismo naturista: il Naturismo è un modo di vivere in armonia con la natura, caratterizzato dalla pratica della nudità in comune, allo scopo di favorire il rispetto di se stessi, degli altri e dell'ambiente, che in Italia non trova ancora molta chiarezza anche se la magistratura ha più volte ribadito che la nudità integrale in aree note è legale e sei regioni hanno legiferato a favore del naturismo (la prima è stata l'Emilia Romagna su mia proposta tramite la consigliera Daniela Guerra nel 2006) e dieci comuni hanno concesso ufficialmente spiagge a questa nicchia di turisti.
Purtroppo la minoranza naturista trova poche persone che mostrano la faccia a differenza di altre ed i risultati, anche in linea con la Costituzione, non sono stati molti, non ottenendo così il rispetto dovuto.
Io nel mio piccolo come presidente di una associazione naturista a livello nazionale proposi ad alcuni deputati della mia regione di presentare una proposta di legge sul naturismo che fu poi accolta dal deputato Verde Sauro Turroni che la presentò la prima volta nel novembre del 1993.
Questa proposta di legge fu poi ripresentata anche nella X||| legislatura nel 1996 e fu sottoscritta da ben 106 deputati di tutti i Gruppi parlamentari, tranne quello di Casini, fu discussa in Commissione ma non completò l'iter che la legislatura finì nel 2001. poi ci furono altre proposte di legge ma si limitarono alla semplice presentazione di alcuni deputati e senatori.
I naturisti in Europa si calcolano in circa 20 milioni di aderenti ed il turismo naturista è accettato in tutta Europa e la Francia,ad esempio, conta oltre 2 milioni di presenze naturiste nelle sue strutture turistiche. Gli italiani sono costretti ad andare all'estero per una vacanza e gli stranieri rinunciare alle nostre pur abbondanti spiagge con enormi perdite economiche ed occupazionali..
Perchè non fare la necessaria chiarezza anche nel nostro paese che non costerebbe nulla e darebbe tanti benefici?
Penso che non sia neppure necessaria una legge ma che sia sufficiente una circolare ministeriale che ponga ben in chiaro che l'articolo 726 del codice penale si riferisce agl'atti indecenti e non al semplice stato di nudità integrale naturista per il fatto che lo “stare” non è un “atto” e tanto meno indecente.

Nella serata ho ottenuto una breve risposta che spero non sia solo di cortesia.
La risposta è stata la seguente:

_ Gentilissimo.
La ritengo una proposta ragionevole.

Gian Marco

Io sarei dell'avviso che a chi sta a cuore fare chiarezza sulla questione naturista in difesa dei diritti civili di questa minoranza si muova . Credo che il Ministro Centinaio possa essere una persona disponibile che, fra l'altro , è di Pavia . in Lombardia che, assieme all'Emilia Romagna , il Veneto, il Piemonte, l'Abruzzo e la Sardegna, ha già riconosciuto ufficialmente il naturismo con una legge regionale.


sabato 8 settembre 2018, 10:42
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: martedì 10 maggio 2011, 10:48
Messaggi: 405
Località: vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
cosa ci stai chiedendo di fare, fidenzio? inondargli la mail di inviti a muoversi forse? o cosa?


domenica 9 settembre 2018, 10:24
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 197
Località: Campania
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Inondare la casella di posta elettronica ministeriale non credo sia la soluzione giusta. Credo a quel punto darebbe maggior visiblità direttamente aprire una causa su siti come "Change.org" e poi, una volta raggiunto un numero discreto di firme, si potrebbe inoltrarla di nuovo, magari con Fidenzio Laghi e insieme le altre associazioni italiane, in modo da dimostrare che c'è una discreta fetta dell'opinione pubblica a cui interessa il tema dello stato di nudità che non può essere considerato tra gli atti contrari alla pubblica decenza (art. 726 ex C. P.).

_________________
Su in alto, sotto la testata, clicca su "PORTALE di eXtraVillage" e sulla pagina che si caricherà, troverai in basso i collegamenti ai 10 interventi più recenti.


domenica 9 settembre 2018, 16:44
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 180 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 8, 9, 10, 11, 12

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010