Oggi è venerdì 14 dicembre 2018, 21:37



Rispondi all’argomento  [ 48 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4
 Trieste e provincia - Saune e centri benessere 
Autore Messaggio
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4420
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Grave incidente al centro Avalon di Trieste, la donna cui hanno amputato una gamba e l'altro piede a una dipendente:

http://www.gazzettino.it/articolo.php?id=172487
Esplosione devasta il centro Avalon:
donna di 37 anni perde una gamba
Ha rischiato di morire soffocata dai vapori di cloro nel locale:
salvata dal gesto eroico di un carabiniere e un personal trainer

TRIESTE - Restano gravi all'ospedale di Cattinara (Trieste) le condizioni di Sonia Pugnetti, la donna di 37 anni rimasta ferita nell'esplosione che ha devastato ieri sera il centro benessere Avalon di Trieste. La donna è stata subito sottoposta a un intervento chirurgico. Ha perso una gamba e, secondo quanto si è appreso, rischia anche l'amputazione dell'altro piede.

È stato il gesto eroico di un carabiniere e di un personal trainer a salvarle la vita: la donna, infatti, rischiava di morire per asfissia da cloro nei locali della piscina, dove nessuno riusciva ad entrare. Secondo alcune testimonianze, un carabiniere, l'appuntato Daniele Azzan, cliente del centro, e Daniele Samar, assistente della sala pesi del wellness center, hanno tentato per due volte ad entrare nei locali invasi da una irrespirabile nuvola di cloro per salvare la donna. Al terzo tentativo l'hanno raggiunta a bordo vasca, dove si trovava distesa in uno stato di semi incoscienza e in forte choc per i traumi riportati. I due l'hanno quindi sollevata a braccia riuscendo a portarla in salvo prima che i fumi di cloro respirati diventassero per lei letali. La donna, oltre alle gravi lesioni agli arti, ha patito anche delle complicazioni ad un polmone a causa dell'intossicazione. Anche i due soccorritori sono stati ricoverati in osservazione all'ospedale di Cattinara (Trieste).

Situazione in via di miglioramento, invece, per le dieci persone intossicate dal cloro ricoverate all'ospedale, nessuna delle quali è in gravi condizioni. «Alcuni sono già stati dimessi - spiega Walter Zalukar, responsabile del Pronto Soccorso di Trieste -, la gran parte degli altri dovrebbe essere dimessa in giornata; solo in un caso potrebbe rendersi necessario mantenere ancora il ricovero in Medicina di urgenza».

Carabinieri e vigili del fuoco anche oggi effettueranno altri sopralluoghi nel centro situato in borgo grotta Gigante, sul Carso, alle spalle della città di Trieste. A causare lo scoppio, secondo le prime e parziali risultanze, potrebbe essere stato il malfunzionamento dello strumento che impedisce a tre liquidi - il cloro, un antialga e un altro acido - di venire in contatto tra di loro prima di venir insufflati nell'acqua della piscina. Il loro contatto - per cause che andranno appunto accertate - avrebbe innescato una reazione chimica che ha portato allo scoppio.

Lo scenario che si è schiuso davanti ai soccorritori era «raccapricciante». «Non ho mai visto nulla del genere negli ultimi trent'anni» ha commentato un vigile del fuoco, visibilmente scosso. Poi, fortunatamente, a dispetto di quanto si poteva ritenere inizialmente, il bilancio dell'esplosione di alcune bombole di cloro nel Centro benessere Avalon, frequentato dalla "Trieste bene", è stato più leggero: 13 feriti complessivamente, una donna in maniera grave alle gambe e che ha riportato una sub amputazione, un paio di persone intossicate in modo serio, altri otto in modo più blando e altri due che non hanno nemmeno fatto ricorso alle cure mediche.

Come ha fatto sapere il responsabile del Pronto soccorso in città, Sonia Pugnetti, cliente del Centro, sedeva a bordo vasca di una delle piscine del complesso quando è stata investita dall'esplosione. Era la persona più vicina al ripostiglio speciale dove vengono custodite le bombole che rilasciano nell'acqua quantità misurate di cloro. Ripostiglio prudentemente posto all'esterno proprio per la sua potenziale pericolosità. È stata difatti la sola a riportare ferite gravi, tutti gli altri hanno accusato malori per aver inalato la soluzione sprigionatasi con l'esplosione.

Non sono state ancora accertate le cause che hanno fatto saltare in aria le bombole e su questo stanno compiendo sopralluoghi i vigili del fuoco, mentre le indagini sul caso sono condotte dai Carabinieri.

Avalon, pubblicizzato come "unica city farm del Friuli Venezia Giulia" e frequentato da imprenditori, avvocati e anche calciatori della Triestina, si trova in una zona isolata di Opicina, sul Carso, alle spalle di Trieste, a ridosso del confine con la Slovenia in una suggestiva area naturale vicina alla Grotta gigante, la più grande caverna turistica aperta al pubblico.

Il luogo solitamente tranquillo, fino a notte fonda è stato animato da decine di lampeggianti, dall'andirivieni di pompieri in tenuta antibatteriologica, e dalla interminabile fila di mezzi delle forze dell'ordine all'imbocco della viuzza del Carso triestino. Proprio il direttore sportivo della Triestina calcio, Recchi, ignaro dell'incidente, è arrivato pochi minuti prima delle 22 per una cena organizzata nel ristorante annesso al Centro. Ed ha trovato i vigili intenti a riassorbire le sostanze tossiche sprigionatesi nell'esplosione e polizia e carabinieri a setacciare l'intero complesso alla ricerca di indizi.

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


giovedì 8 dicembre 2011, 23:01
Profilo
Stagionale
Stagionale

Iscritto il: sabato 7 ottobre 2006, 22:43
Messaggi: 121
Località: Padova
Genere (M/F): Femmina
Rispondi citando
Aggiorno un po' la situazione a Trieste e dintorni, dove andando per lavoro mi ritaglio sempre tempo per visitare le varie saune. Il centro Avalon funziona perfettamente (anche perchè non è mai stato chiuso, l'incidente alla fin fine aveva danneggiato solo una vetrata della zona piscina). Per cui se a qualcuno in gita a Trieste fa piacere una sauna, l'avalon è un po' caro ( 18 euro al pomeriggio ) ma vale la pena per la bellezza degli ambienti del termarium. Volendo spendere molto poco , rinunciando quindi al lusso sia alle saune della piscina acquamarina che a quella san giovanni verso sera mi sono trovato bene. la facilità con cui in queste saune i ragazzi di 20 o 25 anni non esitano un secondo a mettersi nudi contrasta fortemente con quel che capita in altre zone ( leggendo il forum sembra di essere non in un'altra nazione ma in un altro continente), e i costi ( aquamarina a 7,50 e san giovanni a 9 euro ) davvero concorrenziali... almeno rispetto altre zone.

edit di Arturobandini: non divaghiamo su temi che non interessano eXtraVillage, grazie


martedì 21 febbraio 2012, 15:08
Profilo
Stagionale
Stagionale

Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 17:52
Messaggi: 223
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
L'avalon di Trieste organizza per il 18 marzo una giornata aufguss experience


martedì 13 marzo 2018, 9:11
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 48 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010