Oggi è martedì 22 agosto 2017, 5:17



Rispondi all’argomento  [ 150 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo
 Cap d'Agde (Languedoc-Roussillon - Hérault) 
Autore Messaggio
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 12:42
Messaggi: 62
Rispondi citando
Non ho visto il servizio delle Iene, non guardo spesso la televisione, un po' perché ho problemi agli occhi, un po' perché non vi trovo quasi più nulla di decente. D'altra parte il servizio in questione non ha fatto altro che ribadire una certa immagine del naturismo, che è quella che l'opinione pubblica passiva vuole. Insomma è il solito schema di certa pseudo informazione italica: invece di informare e di fare in modo che la gente si faccia un'idea propria delle cose, gli si propina quello che già ritiene di sapere, così che sia rassicurata nei suoi pregiudizi.
Per quanto riguarda il rapporto nudismo/ scambismo c'è da dire che si è avuta in certe circostanze una sovrapposizione dei due fenomeni. Ritengo paradossalmente che la commistione sia tanto più forte quanto più il naturismo è debole. Negli anni 70 tutti erano nudi in spiaggia, anche in tante spiagge italiane, probabilmente questo ha facilitato i rapporti tra i sessi, ma non certo nella direzione maniacale e ossessiva dell'odierno consumo sessuale. Era prima di tutto la scoperta di un piacere e di un diverso contatto con la natura. D'altra parte non mancavano le reazioni moraliste e bacchettone; se non ricordo male a Tellaro ci fu anche un raid fascista contro la comunità naturista.
Nella mia esperienza ho notato comunque solo in Francia e in Italia una frequentazione poco corretta delle spiagge naturiste, mentre in Spagna e Grecia mi pare resista un naturismo più spontaneo, più vicino a quello che ho sperimentato per la prima volta quasi quarant'anni fa.


sabato 20 marzo 2010, 18:26
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3739
Rispondi citando
Sai Ayler, io penso questo: i costumi sessuali sono cambiati molto più di quelli balneari:

da un lato i nipoti o pronipoti dei primi naturisti non è detto che che conducano una vita particolarmenete casta e che quindi proprio tutti alla sera rinuncino, quando sono in vacanza, a divertimenti, diciamo così, piccanti!

dall'altro le coppie "trasgressive" sono probabilmente molto più numerose di quanto non si pensi e probabilmente per molte di loro è più semplice spogliarsi completamente anche quando vogliono semplicemente prendere il sole o farsi una nuotata senza secondi fini...

Il risultato rischia di essere un mix piuttosto confuso anche perchè chi va per funghi, va dove sa che i funghi possono nascere............

Certo che, ovviamente, più il nudismo è diffuso (come in Spagna), e quindi non relegato a certe aree, meno ci sono di questi problemi: se si può stare nudi ovunque, chi è in vena di tragressione non avrà più punti di riferimento!

Detto questo però, non è così dappertutto, anche se quando c'è di mezzo il nudismo certe cose vengono subito amplificate:

io frequento da anni i centri naturisti della Corsica e ho sempre trovato un ambiente assolutamente famigliare e tranquillo.

Eppure ho letto, anche su questo forum, alcune allusioni circa questi centri: penso che ormai sia diventato un luogo comune!
Senz'altro qualcuno in vena di trasgressioni ci sarà anche lì ma possiamo star sicuri che ce ne sono molti anche a Rimini o a Viareggio, solo che lì nessuno ci fa caso!

ciao

_________________
nemo


sabato 20 marzo 2010, 19:20
Profilo
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 12:42
Messaggi: 62
Rispondi citando
Le cose che dici sono condivisibili. Che nella realtà nuovi costumi sessuali abbiano preso piede, quale che sia la valutazione che se ne dà, è un fatto incontrovertibile. Quello che dà fastidio è il mix di moralismo, dileggio, perbenismo con cui nel nostro paese si parla del naturismo, per cui la mescolanza con lo scambismo diventa un facile argomento per solleticare le reazioni ipocrite del pubblico. Ricordo poi un penoso servizio della orripilante trasmissione Lucignolo in cui si andava a tampinare dei tranquilli naturisti su una spiaggia toscana al solo scopo di metterli alla berlina, approfittando del fastidio che alcuni di loro provavano a vedersi ripresi da una telecamera.


sabato 20 marzo 2010, 20:12
Profilo
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6475
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
carlo ha scritto:
In un Paese come l'Italia poi, dove il nudo-naturismo è visto già di per sè con molto sospetto, certe distinzioni sono difficilmente comprensibili....


Certamente. Un servizio come quello delle Iene trasmesso in Francia sarebbe stato giudicato tra il ridicolo ed il trascurabile. In Francia - si tratta sempre di una generalizzazione, s'intende - l'idea del naturismo si accompagna spesso anche (non sto qui a dire se è un bene o un male - come ha scritto Ayler alludendo agli anni '70 e come confermano pure alcuni testi sulla storia e le origini del naturismo italiano stesso, il naturismo è stato visto da molti in origine anche come una sorta di "liberazione" nei confronti dei costumi bigotti e della moralità cristiana imperanti fino al '68, e per questo - ripeto, da alcuni - lo si è inteso anche come reazione al conformismo sessuale) all'idea di una maggiore libertà sessuale, cosa che non è altrove (specialmente in Croazia e nei paesi germanici/scandinavi/dell'Europa orientale). Quanto alla Spagna c'andrei piano: è un Paese di naturismo recente, ancora in evoluzione e non metterei la mano sul fuoco sul tipo di evoluzione che avrà (fra l'altro gli spagnoli, gente furba, hanno adocchiato l'affare e so di iniziative - molto più piccole ma per il resto del tutto simili - alle Baleari ed alle Canarie che puntano a mettere su delle "mini Cap d'Agde"). Logico che sulla mentalità distorta di un Paese non naturista, come l'Italia, il servizio ha un effetto del tutto negativo.


martedì 23 marzo 2010, 11:56
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: domenica 27 settembre 2009, 14:53
Messaggi: 180
Località: Roma
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Io penso che il naturismo non sia considerato, dalla intellighenzia culturale, abbastanza "di sinistra".

Mi spiace buttarlo in politica, ma in Italia TUTTO è politica! Così si possono fare servizi "presa per i fondelli" sui seguaci "folcloristici" ai raduni della Lega ma non a quelli dei vari partiti di sinistra. Si possono fare tramissioni contro i preti pedofoli o i vari privilegi della Chiesa, ma guai ad attaccare i mussulmani, dove anzi le loro ehm... "tradizioni" sono valori sacri da rispettare.

E così è il nudismo: i natuiristi sono nella migliore delle ipotesi dei "mattacchioni" nella peggiore degli "zozzoni". Ma se fossero considerati "di sinistra" le Iene e chi per loro non oserebbero mai fare servizi come quello...


martedì 23 marzo 2010, 12:13
Profilo WWW
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 12:42
Messaggi: 62
Rispondi citando
Grande Atter, abbiamo capito di chi è la colpa, dei soliti comunisti!


martedì 23 marzo 2010, 14:58
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3739
Rispondi citando
Cita:
Ayler ha scritto:
Grande Atter, abbiamo capito di chi è la colpa, dei soliti comunisti!


Magari fosse così! Almeno in questo campo ci aspetterebbe un futuro radioso! :lol:

Cita:
Wave ha scritto:
In Francia....... l'idea del naturismo si accompagna spesso anche ....... all'idea di una maggiore libertà sessuale.....
.....Logico che sulla mentalità distorta di un Paese non naturista, come l'Italia, il servizio ha un effetto del tutto negativo.


sul fatto che l'Italia sia un Paese non naturista, direi che non ci sono dubbi! Quanto alla mentalità distorta, direi che dipende: se la mentalità è quella del naturismo (vogliamo, per convenzione, chiamarlo "nudismo"?) legato a una maggior libertà sessuale, direi che in questo gli Italiani hanno le idee fin troppo chiare!

Secondo me, in assenza di una (da noi improbabile) liberalizzazione totale, è proprio questo che rende difficile ottenere spazi "dedicati", che hanno una loro logica solo nell'ottica di un naturismo "classico" ("alla Tedesca" per intendeci) che per noi è pressochè incomprensibile!
ciao

_________________
nemo


martedì 23 marzo 2010, 21:11
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 17 aprile 2006, 22:16
Messaggi: 215
Località: provincia di Milano
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
il corriere della sera ha scritto:
fonte www.ilcorriere.it
Nudisti contro libertini a Cap D'Adge
La comunità naturista insorge contro gli scambisti che popolano la cittadina francese
il sindaco sdrammatizza: «mai denunciati alla polizia comportamenti sconvenienti»


CAP D'AGDE (FRANCIA) - La capitale europea dei nudisti dichiara guerra ai libertini. Quando 40 anni fa i pionieri del nudismo transalpino elessero Cap D'Agde, villaggio della Linguadoca, a una quarantina di km da Montpellier, come avamposto della loro filosofia naturista, mai avrebbero pensato che a distanza di diverse decadi i loro più acerrimi nemici sarebbero diventati gli amanti del sesso libero. Ma è quello che accade in questi giorni nella più grande colonia di nudisti europea dove sono maturati grandi contrasti tra la folta comunità dei naturisti tradizionali e i cosiddetti «amanti del sesso libero». Secondo i media francesi i primi avrebbero protestato pubblicamente con gli amministratori della città denunciando la deriva libertina che sta distruggendo lentamente il proprio villaggio. Sempre più turisti - lamentano i nudisti tradizionalisti - arrivano in città e si dedicano allo scambismo e ad attività promiscue in luoghi pubblici.

LO SCONTRO - Cap D'Agde è un paesino davvero singolare. Ben due km di spiaggia sono gestiti autonomamente dai nudisti e qui vi sono alberghi, ristoranti e luoghi di ritrovo dove le persone s'incontrano e vivono senza veli. La comunità tuttavia ha imposto regole ferree. Ad esempio non si possono fotografare persone che non facciano parte della propria famiglia ed è proibito ogni comportamento osceno in pubblico. Da qualche anno, però, qualcosa è cambiato. Il villaggio, anche grazie al boom di turisti che si è registrato nell'ultimo periodo, è stata invasa non solo dagli amanti della tintarella integrale, ma anche da gruppi interessati allo scambismo e al libertinaggio. Contro di questi si è scagliata Florence Denestebe, consigliera comunale d'opposizione che rivolgendosi a Gilles d'Ettore, deputato nazionale dell'UMP e sindaco del villaggio, ha sottolineato come «appena i primi raggi di sole si manifestano, un intero quartiere di Cap d'Agde diventa la capitale europea del libertinaggio». La consigliera ha inoltre rivelato che «una combinazione di clienti inclini al voyeurismo all'esibizionismo si mescolano alla clientela abituale che è fatta di famiglie e di naturisti tradizionali». Prima di concludere la sua invettiva, la Denestebe ha dichiarato che se la comunità non prende provvedimenti, si rischia di distruggere l'antica filosofia che ha ispirato per tanti anni il villaggio e di trasformare Cap D'Agde nella città dei libertini.

COMMENTI - Molti residenti sembrano essere d'accordo con la protesta della consigliera Denestebe: «Quando abbiamo comprato casa qui - ha dichiarato un cittadino del villaggio che abita da 34 anni a Cap D'Agde e che preferisce rimanere anonimo - lo abbiamo fatto per poter restare nudi al sole e per vivere secondo i principi del naturismo più tradizionale. Oggi invece il nostro villaggio è invaso da una fauna selvatica». Per molti l'atmosfera sexy e pornografica che pervade le strade non fa affatto bene al villaggio. Negli ultimi anni sono nati anche diversi resort con nomi inequivocabili come «Il giardino dell’Eden» e «I giardini di Babilonia». Il sindaco D'Ettore ha cercato di smorzare gli animi e, dopo aver ribadito che la protesta è stato inscenata solo da una minoranza dei suoi concittadini, ha rivelato che fino ad oggi non è stata presentata nessuna denuncia alla polizia e quindi si rischia «di parlare a vuoto». Poi dopo aver precisato che non ama «giudicare le pratiche sessuali delle persone» e aver ricordato le misure adottate dall'amministrazione comunale (maggiore protezione dei bambini, accesso proibito ai minori negli stabilimenti dei nudisti etc), ha confessato: «Non si può mettere un poliziotto dietro ognuno dei 40.000 naturisti che vi sono nel nostro villaggio d'estate».

Francesco Tortora
23 settembre 2010


Mi sembre un buon articolo che puntualizza differenze che in Italia ai più non sono per nulla chiare.

edit da ArturoBandini: riportato l'articolo per completezza


giovedì 23 settembre 2010, 15:50
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 17 settembre 2004, 23:56
Messaggi: 1239
Località: Palma de Mallorca (ES)
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Con buona pace di chi sappiamo noi... 8)

_________________
*** Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille: il contrario è impossibile ***


giovedì 23 settembre 2010, 16:55
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4220
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
interessante la notizia (riportata sul sito del Corriere anche con foto di allegre famiglie con bimbi piccoli che nudi vanno al mare coi genitori e sembrano divertirsi un mondo)

peccato che l'articolo scivoli qui:

Cita:
..... aver ricordato le misure adottate dall'amministrazione comunale (maggiore protezione dei bambini, accesso proibito ai minori negli stabilimenti dei nudisti ....


dove tutti i giornali di lingua inglese (anche l'americana e iperconservatrice Fox) impiegano il termine raunchier establishments che non sono gli stabilimenti per nudisti ma gli stabilimenti per scambisti (letterariamente i piu' squallidi ) :una bella differenza

http://www.independent.co.uk/news/world ... 87042.html

http://www.myfoxtwincities.com/dpps/new ... fc_9747746

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


giovedì 23 settembre 2010, 19:26
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1269
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
si infatti mi hai anticipato.sto c..... ha spudoratamente copiato questo:
http://www.google.com/hostednews/afp/ar ... D822TW1gVA
solo che non sa che ètablissemènts può voler dire anche locale


giovedì 23 settembre 2010, 19:51
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1649
Località: Abruzzo
Rispondi citando
Il sindaco per me pensa solo al denaro che entra nelle casse ... i naturisti veri farebbero meglio a trasferirsi altrove mettendo subito alla porta chi cerca di intrufolarsi alla ricerca d'altro.

_________________
Iscritto ANAB http://www.abruzzonaturista.it/
http://www.facebook.com/pages/Ripuliamo ... 1002200079
Un esempio:
http://www.facebook.com/note.php?note_i ... &ref=share


venerdì 24 settembre 2010, 0:56
Profilo YIM
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6475
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Roba vecchia. Ogni anno a settembre è la stessa storia. Il Corriere non ha fatto nient'altro che riprendere cose apparse su internet. Ma quale guerra naturisti/libertini? Semmai guerra tra varie agenzie/potentati/imprenditori...

Lo stesso nel 2008 :arrow: viewtopic.php?p=257790#p257790 pari pari
e credo anche nel 2009...ma non trovo il link.

Come al solito con un mare d'imprecisioni (ma dove 'sta scritto che i minori non hanno accesso alla spiaggia o agli stabilimenti balneari?).

E' tutta pubblicità. Va detto che l'industria - di tutto (naturismo e libertinaggio) - a Cap prospera. Quest'estate il tutto esaurito dal 5 luglio al 25 agosto. Tutto ma veramente tutto. Appartamenti a prezzi incredibili (anche più di 1000 euro a settimana per uno studio - alias un buco dove due persone c'entrano a fatica - con angolo cottura al piano terra). In campeggio una mobilhome arriva a costare in alta stagione anche 200 euro al giorno. Nuovi cantieri (tra cui un albergo a ****) qua e là. Progetti di faraonici (e lussuosissimi) "residence per adulti" lungo il mare. Prenotazioni già a gonfie vele per l'estate 2011. Già ad inizio settembre la zona di Port Nature Collines (dove si concentra la maggiorparte dei libertini) è esaurita per luglio ed agosto.

E' ormai un'industria: figuriamoci se c'è spazio per guerre o altro. Sul quartiere naturista di Cap ci campa mezzo dipartimento dell'Herault...


venerdì 24 settembre 2010, 16:25
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2305
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Interessante.

http://www.video.mediaset.it/video/iene ... rtini.html

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


giovedì 30 settembre 2010, 13:47
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 508
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ho visto il servizio delle "Iene" su Italia1 mercoledì 29 settembre e dico chiaramente che il naturismo ha dato ancora una immagine negativa.
A mio avviso il servizio è stato fazioso: si è parlato troppo poco dell'idea naturista rispetto alle ragioni ed alle riprese televisive riguardanti gli scambisti. E poi, il Conducator della Fenait e dell'UNI. ha dato una immagine che giudico molto vicina al ridicolo. Non doveva innanzitutto presentarsi, per serietà, a petto nudo non essendo il luogo giusto, non doveva accettare la scritta "nudista" in alto nel confronto con il Presidente scambista che invece era in giacca e cravatta e, doveva essere meno sorridente verso chi ha invaso una località nata per i naturisti non rispettando (comportamento molto grave verso i naturisti) in tal modo noi e le nostre idee. Inoltre avrebbe dovuto invitare i veri naturisti a boicottare la località (non mancano certamente le alternative in Francia) perchè Cap D'Agde è troppo inquinata ed è importante che i naturisti si oppongano e si comportino in modo chiaro contro certi eccessi poco privati invece di dire semplicemente, ridendo, che è solo una guerra aperta ma, con la presenza in loco e da parte di chi, (in teoria per tanti) rappresenta il naturismo italiano che poi conclude dando al sua collega scambista l'appuntamento in spiaggia.
No, No, non ci siamo!!!


venerdì 1 ottobre 2010, 21:34
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 150 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010