Oggi è mercoledì 24 maggio 2017, 8:11



Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
 Héliopolis (Ile du Levant - Provenza - Var) 
Autore Messaggio
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 22:26
Messaggi: 703
Località: Andalo
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
[OT]

Quando arrivai la prima volta all'Isola, con la mia fidanzata, e ci rendemmo conto di alcune cose, ci chiedemmo che senso avesse e dove mai fossimo finiti.
Pensammo addirittura di tornarcene a casa anzitempo.

Poi decidemmo di restare e ci incuriosimmo.

Alcuni anziani dell'isola ci raccontarono la storia, che era quella del più antico villaggio naturista del mondo, nato negli anni '30, che aveva attraversato i movimenti della fine degli anni '60 e '70, con storie di attori, attrici, nobili, folli amori e storie incredibili.

Non ho visitato molti posti naturisti anche se pratico da tanti anni, ma quel posto aveva (e spero abbia ancora oggi) un fascino unico e speciale.

Quello che ci spinse a rimanere e tornarci altre 4 volte fu lo spirito che trovammo, davvero speciale, che rispecchiava quello che io credo sia naturismo e libertà...

"Sii libero e non dare fastidio agli altri."

Vi racconto l'aneddoto, perché ormai è passato molto tempo.

Arrivammo una mattina io e la mia fidanzata, nonché mia ex moglie (estremamente giovane e bella), e per caso iniziammo a parlare con una persona di mezza età (che non fu un caso lo scoprimmo poi).

Ci raccontò la storia dell'isola e ad un certo punto, senza mezzi termini, ci chiese perché fossimo lì.
Per un attimo rimanemmo stupefatti, quasi terrorizzati.

Lui ci disse chiaramente che quella era l'isola della libertà, dove tutto e nulla esistevano, dove si poteva andare lì con tutta la famiglia per stare in santa pace o finire in una festa privata in una villa dove ogni fantasia sarebbe stata soddisfatta.

Ci disse dove andare e dove non andare, chi frequentare e chi evitare.

Il primo giorno fu assolutamente surreale...ci chiedemmo se restare o andare...
Spaventati e incavolati per aver pagato l'hotel, scelto tra i migliori dell'isola.

Decidemmo di restare ancora un paio di giorni e poi decidere.

Nei giorni seguenti rimanemmo ad osservare, chiedemmo informazioni, curiosammo.
Nulla sembrava fuori posto, anche se ogni tanto passava qualche personaggio leggermente eccentrico.

A parte in una zona ristretta che ci consigliarono di evitare, peraltro molto defilata, ci dissero che non c'era nulla di diverso rispetto ad un posto naturista da veri naturisti.
Feste in piazzetta, l'elezione della miss, bambini che giocavano, gente che rideva e scherzava.

Ma in lontananza, quasi una sensazione sfumata, la consapevolezza di un vaso di Pandora dal coperchio in attesa di essere aperto.

Alla fine decidemmo di rimanere, facemmo conoscenza con un sacco di persone, ci invitarono a feste di compleanno, cene, serate di risate e barzellette.
Furono 7 giorni fantastici.
La cosa più trasgressiva che vedemmo fu l'elezione della miss, che consisteva nel salire su un palco fatto di legno e il pubblico a votare per alzata di mano.

Decidemmo di ritornare per altri 4 anni, ogni volta un sorriso all'arrivo e lacrime alla partenza.

Ogni volta la stessa pace, la stessa sensazione di libertà unica.

Il motivo per cui difendo l'Isola, è perché NON è un bordello a cielo aperto.
Non lo è (o forse non lo era) affatto.

L'Isola che vissi io era l'essenza del naturismo...
Stai in mezzo alla natura e vivi in modo estremamente libero e rilassato.
E non dare fastidio al tuo prossimo.

Vidi tanti bambini, persone che erano lì da generazioni, prima i nonni, poi i padri, poi i figli.
Vidi l'assenza di rumori della civiltà, il cielo costellato di splendide stelle, il silenzio squarciato dal frinire delle cicale.
Vidi in spiaggia una coppia ultraottantenne con la pelle incartapecorita, che ogni giorno, con cura maniacale e l'affetto di tutti, toglieva eventuali carte o oggetti portati dal mare sulla spiaggia.

Non è un campeggio o un hotel...
Era un intero paese dove si viveva nella libertà della natura.
E' un intero paese dove non c'erano ipocrisie.
Un posto vissuto da generazioni con case e ville abitate da persone che ne avevano fatto una filosofia di vita.

Se qualcuno aveva idee strane in luoghi "pubblici" veniva sonoramente malmentato.
Una mattina arrivò in spiaggia una coppia leggermente esibizionista e si alzarono in tre anziani dell'isola a spiegare loro, con maniere decisamente convincenti, di sparire...andarono via come razzi.

Dopo 5 anni non tornammo più, ma solo per difficoltà date dal lavoro e dalla salute.

Spero che poco sia cambiato da allora...
...perché sinceramente è il posto più rasserenante che io abbia mai vissuto e, forse, uno dei più belli se non il più bello.

Lo ribadisco...se è ancora come allora lo consiglierei fuori da ogni dubbio.

Lì il naturismo ha fatto storia e credo che una visitina ne valga ancora la pena (o almeno lo spero).

[Chiuso OT]

Luca

_________________
Io ne ho viste cose che voi tessili non potreste immaginarvi.


"Gardanatour ... l'importante non è dove vai, ma con chi ci
vai"


lunedì 20 agosto 2012, 21:34
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: lunedì 14 settembre 2009, 12:29
Messaggi: 55
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ci sono stato 2 anni fa, mi son fermato solo una mezza giornata.
A parte i paesaggi molto belli, è stata una sensazione unica, molto particolare.
Mi son fermato poco ma non ho visto proprio nulla di strano


lunedì 20 agosto 2012, 21:59
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3672
Rispondi citando
Anch'io a suo tempo non avevo visto nulla di strano (se non che erano tutti nudi! Era una delle mie prime esperienze..... :ghgh: )
Certo che è curioso: non voglio dire che certi episodi non possano accadere!

Accadono sicuramente anche nelle aree "tessili": la gente quando è in vacanza pensa a divertirsi e il sesso non è certo l'ultimo dei divertimenti!

Però vi assicuro che io specialmente all'estero in tanti anni non ho mai visto niente di niente! Vado nella zona di Cap taillat - Saint Tropez da almeno una decina d'anni e la cosa più trasgressiva che ho visto è una bicchierata a base di caipirinha!

Stesso discorso per Corsica, Spagna, Croazia!

C'è gente invece che va nei medesimi posti e da quello che racconta sembra che sia stata in un club a luci rosse...poi sostiene che la realtà è quella e noi siamo tutti dei bacchettoni intransigenti!

Ciao

_________________
nemo


martedì 21 agosto 2012, 9:42
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 22:26
Messaggi: 703
Località: Andalo
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
No no Carlo,

ti assicuro che quello che ho detto è vero...

Abbiamo assistito a scene curiosissime di gente eccentrica, che però andava verso stanze o case private.

Memorabile fu la tipa vestita da Valkiria, in lattice rosso, seguita da un tipo obeso con una tunica ed un candelabro in mano, stile Eyes, Wide Shut, che entravano in una stanza del nostro albergo lasciando il candelabro fuori dalla porta!

Ci dissero poi che era un segnale.

_________________
Io ne ho viste cose che voi tessili non potreste immaginarvi.


"Gardanatour ... l'importante non è dove vai, ma con chi ci
vai"


martedì 21 agosto 2012, 13:05
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3672
Rispondi citando
Bah! certo che se per dare un segnale devono conciarsi così.....ma il segnale qual'era? Il candelabro, la tunica, o cosa?
non c'era qualcosa di più semplice (e più chiaro), che so...una scritta del tipo "stasera la (/lo) do a tutti?"
Comunque, scherzi a parte, questi sono episodi che a prescindere dal fatto che possano o no trovare spazio in questo forum (non sono un moderatore), hanno a che fare col nudo-naturismo, se ce l'hanno, in modo molto indiretto!
Nel senso che sono fatti privati che si svolgono in privato, di cui sei venuto a conoscenza informandoti (del resto si sa che l'Ile gode di una certa fama libertaria/libertina)
Visto il moralismo imperante, è probabile che tra i nudisti ci siano anche molte persone sessualmente più "disinibite" della media!
ma una cosa è quel che si fa in privato, un'altra quel che si fa in pubblico!
Ciao

_________________
nemo


martedì 21 agosto 2012, 14:10
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 22:26
Messaggi: 703
Località: Andalo
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Infatti...

Come ho detto alla fine è un bellissimo posto naturista.

Basta farsi gli affari propri!

_________________
Io ne ho viste cose che voi tessili non potreste immaginarvi.


"Gardanatour ... l'importante non è dove vai, ma con chi ci
vai"


martedì 21 agosto 2012, 19:33
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010