Oggi è giovedì 23 marzo 2017, 6:20



Rispondi all’argomento  [ 27 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
 Naturismo alle isole della Dalmazia settentrionale (Croazia) 
Autore Messaggio
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6476
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Dalmazia settentrionale
Isola di Pag (Pago)


Dov’è?

Immagine

Qualche notizia:
Pag, soprattutto se vista dalla terraferma, sembra un’isola desolata ed aspra, dove non ci sia alcuna forma di vita. Ma, in realtà, su di essa vivono più di 8.000 persone ed un numero tre volte superiore di pecore che perlustrano i suoi pendii rocciosi alla ricerca di erbe. I pomeriggi caldi sembrano qui addirittura più caldi che in qualsiasi altro posto della Croazia: non si muove foglia e nell’arido versante orientale dell’isola sembra che non ci sia nulla oltre un immenso tappeto verde di salvia. In realtà, anche se a prima vista può sembrare un posto abbastanza inospitale, Pag è un’isola affascinante, con delle belle spiagge, un mare pulito (anche se non paragonabile, come bellezza, a quello della Dalmazia centrale e meridionale) con un’acqua un po’ più calda rispetto alla media dell’Adriatico croato e con una discreta attrezzatura turistica, qualità che ne fanno una meta apprezzata sia da famiglie con bambini che da giovani, attratti dalla vivace vita nottura di alcune delle sue località. Pag è inoltre famosa per il suo formaggio (paški sir) di pecora duro e spesso piccante, che viene venduto praticamente in tutta la Croazia. Altra industria principale dell’isola è quella del sale, tanto che l’intera sua valle centrale è occupata da saline. Notevole poi la produzione artiginale di pizzi, che vengono venduti direttamente sulla porta di casa dalle merlettaie.
Centri principali:
Pag (città) che sorge al principio di una vallata, su di uno stretto lembo di terra sito tra un’insenatura e i laghi delle saline, ha un bel centro storico, con una splendida piazza su cui affacciano la Parrocchiale ed il palazzo del Rettore; Novalja è invece poco interessante, di recente costruzione, ma grazie alla sua frenetica vita notturna si sta guadagnando la fama di “piccola Ibiza” della Croazia, soprattutto per le discoteche aperte 24 ore su 24. Gli altri centri di una qualche rilevanza dell’isola sono: Mandre, Miškovići, Povljana.

Come arrivare:
Pag è servita da una linea di traghetti (con trasporto auto) che partono da Prizna, lungo la Magistrala Dalmata, ed arrivano da qualche anno al nuovo terminal di Zaglava, 5 km a nord di Novalja. La traversata dura circa mezzora, ma – specialmente in alta stagione – si deve mettere in preventivo una lunga attesa (anche più di un’ora, specie la mattina e nel primo pomeriggio in partenza dall’isola; a metà mattinata e la sera in arrivo) per imbarcarsi. Il servizio di traghetti, a luglio ed agosto, è operativo praticamente 24 h al giorno. Aliscafi e catamarani collegano poi Novalja ad altre isole (come Rab) ed addirittura a Rijeka, ma la loro frequenza è sporadica. La parte meridionale dell’isola è collegata alla terraferma da un ponte: se venite però dall’Italia non è un’opzione da considerare, dato che l’isola è assai lunga e la zona turisticamente rilevante è quella settentrionale: quindi può essere un’idea solo per chi viene da Zara o dall’autostrada Zagabria-Spalato. Servizi di autobus (non particolarmente frequenti) collegano i principali centri dell’isola, con capolinea Novalja.

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Naturismo:

Immagine

Novalja – Fkk Straško:
Il camping “Straško” dista pochi km da Novalja in direzione di Pag ed è una grande struttura per 2/3 tessile e per 1/3 naturista (riconosciuta ufficialmente come FKK). Si tratta di un campeggio discretamente attrezzato, con market, bar, ristorante-pizzeria (nell’area tessile), impianti sportivi, un’autofficina ed anche un minimo di animazione la sera (anche se, data la vicinanza, è preferibile andarsi a divertire a Novalja), ottimo sia per famiglie che per coppie che per singoli/e. L’area è piuttosto ombreggiata ed è, come detto, assai ampia, anche se in alta stagione la propensione della direzione a sfruttare ogni angolo disponibile può portare ad una condizione di affollamento. La zona a mare è costituita da una serie di terrazze di cemento (alla moda istriana più che dalmata) che scendono a gradinate: l’acqua antistante ad esse è piuttosto profonda. Delle piccole spiaggette sono anche disponibili ma spesso sono assai affollate. Va detto che, data la collocazione della struttura, le ore di maggiore esposizione al sole sono quelle del pomeriggio (dato che è tipico dell’isola che il versante occidentale sia assai più esposto al sole rispetto a quello orientale nelle ore pomeridiane). L’accesso al campeggio per chi non è ospite dell’autocamp è a pagamento ma, date le dimensioni della struttura, generalmente non vengono effettuati controlli. I soci delle associazioni naturisti godono di solito di tariffe scontate
Per info: tel. 00.385.53.661.226; fax. 00.385.51.661.225; web http://www.turno.hr; mail turno@turno.hr

Novalja – Plaça Zrce:
Zrce, che è a poca distanza da Novalja (sul lato opposto dell’isola rispetto a Straško, però), è probabilmente la più bella e sicuramente la più famosa delle spiagge di Pag, ma, anche per questo, la più affollata. La spiaggia è tessile, ma le calette a margine (scendendo sulla spiaggia procedere verso destra, cioè in direzione opposta rispetto a Novalja) sono generalmente usate da naturisti. La parte tessile della spiaggia ha ogni comodità: parcheggio (spesso esaurito già dalle prime ore della mattinata, per questo è consigliabile prendere il bus dal villaggio); bar e ristoranti; acquascivoli; noleggio idrojet e barche, sedie, lettini ed ombrelloni; impianti sportivi e, soprattutto, le celebri discoteche “Kalypso” ed “Aquarius”, aperte praticamente 24 ore al giorno, con ingresso libero fino alle 23 (ma senza possibilità di consumare all’interno assolutamente nulla portato da fuori). Non da consigliare a chi è in cerca di tranquillità!

Sv.Duh:
Sv.Duh (circa 10 km da Novalja – indicazione con una freccia in legno sulla sinistra provenendo dal paese) è un’incantevole spiaggia, per più di metà naturista, che si affaccia su di un’insenatura interna dell’isola. I vantaggi sono quelli di avere, per questa situazione, acqua quasi sempre calma, notevolmente più calda rispetto al resto dell’isola ed, inoltre, piuttosto poco profonda (particolarità che, cosa piuttosto rara in Croazia, consente lunghe passeggiate in mare); gli svantaggi: spesso è un po’ torbida, quasi lacustre, ed, inoltre, la zona è poco soleggiata il pomeriggio. Nei pressi del parcheggio sono disponibili un piccolo bar-ristorante, noleggio di sdraio ed ombrelloni, pronto soccorso. La zona naturista della spiaggia è tutta quella verso destra, dove comincia anche l’autocamp “Sv.Duh” (assai spartano nelle sue dotazioni, ma una sicura alternativa per chi vuole evitare la confusione e l’affollamento di Straško), che è anch’esso FKK, ed occupa gran parte della zona a monte della spiaggia nudista. Anche se la spiaggia è libera spesso viene chiesta una piccola cifra al parcheggio che, di fatto, comprende anche l’accesso all’arenile.

Šimuni:
Nella zona del piccolo autocamp “As Šimuni”, che è nella parte meridionale dell’isola, ad est di Mandre, c’è tutta una serie di calette ed insenature dove la pratica naturista è assai diffusa. Basta parcheggiare lungo la strada (non asfaltata) ed addentrarsi attraverso la vegetazione a macchia verso il mare. Anche se c’è un’ampia disponibilità di zone ombreggiate (utili soprattutto il pomeriggio, quando il sole batte veramente forte su quella zona), l’arenile è piuttosto caldo, dato che è composto quasi esclusivamente di rocce bianche. Va detto che non è facile spostarsi a piedi lungo di esso causa l’asprezza degli scogli.

Altre zone:
La spiaggia naturista di Jakišnica è sita nella penisola di Lun, ad ovest di Novalja. Comprende alcune piccole insenature ed un’ampia zona di scogliere. Si tratta di un posto molto tranquillo, con un’acqua pulitissima e, spesso, possibilità anche di ammirare rari uccelli migratori. Numerose altre calette solitarie possono essere trovate un po’ in tutta l’isola, specialmente nelle zone di Barbati, Bošana e Filino (lungo la vecchia – bellissima – strada da Pag a Novalja, non tutta asfaltata, occorre scendere a piedi nelle calette sottostanti).

Links:

In generale:
Info turistiche generali
Pag (città); Novalja; Povljana; Spiagge; Naturismo
Camere e appartamenti:
Mediteran; Sunturist; Aurora Travel


Ultima modifica di Wave il lunedì 25 giugno 2007, 21:14, modificato 1 volta in totale.



lunedì 3 aprile 2006, 21:01
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 12 luglio 2006, 21:12
Messaggi: 66
Rispondi citando
Salve
la prossima settimana me ne vado in croazia con la mia ragazza per 2 settimane, una settimana sull'isola di lussino e una settimana nella dalmazia settentrionale sull'isola di murter,
qualcuno conosce in zona qualche bella spiaggina anche di pietre dove possiamo stare un po' tranquilli?
stiamo cercando non un posto non dichiaratamente nudista dato che lei non è molto convinta...
cerco dei posticini dove ci siano persone che pratichino nudismo ma non in spiagge espressamente "naturiste", lei propabilmente non ci verrebbe; in una spiaggia dove ci sono persone che prendono il sole integrale avrei molta piu' facilita' a "convincerla"; spero di essermi spiegato..
In una spiaggia un po' isolata con molte persone naturiste io mi adeguerei e lei probabilmente farebbe lo stesso...spero...
In sauna non ha problemi ma ancora le rimane questo ..scoglio..
grazie


martedì 18 luglio 2006, 12:30
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 12 luglio 2006, 21:12
Messaggi: 66
Rispondi citando
Salve...eccoci qui a pensare gia' alle vaganze estive...
la meta dovrebbe, dopo la positivissima esperienza dello scorso anno essere la croazia.
Dato che io e la mia ragazza cerchiamo un posto veramente tranquillo avevamo una mezza idea di andare a dugi otok ho letto in giro che l'isola è super tranquilla ma purtroppo non ho trovato un granche' riguardo al naturismo...
Qualcuno che c'e' gia' stato ha qualche notizia in merito? e eventuali consigli?
grazie


domenica 25 febbraio 2007, 22:14
Profilo
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6476
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Isola bellissima, ma poco frequentata dal turismo.
Niente divertimenti, pochissime strutture.
Mare, sole, passeggiate.
Dato che è poco frequentata di fatto ci si può mettere nudi quasi ovunque (evitando solo le zone prospicenti i villaggi...)

Info su Dugi Otok ---) http://www.croaziainfo.it/DugiOtok.html (in italiano)
Naturismo a Dugi Otok ---) http://www.cronatur.com/ntdalsje_zadar.htm (in inglese, testo riportato qua sotto)

Dugi Otok (Long Island) is the largest island in the Zadar archipelago. It is 45 km long, has many solitary beaches and coves and represents ideal place for all those seeking for peace and tranquillity and especially those interested in long walks in unpolluted environment. Specially interesting is the nature park Telascica, the largest natural harbor on the Adriatic islands, a nature park and the habitat of the mouflon. One of the Park's attractions is the salt water lake Mir (Peace).
Island Dugi Otok beaches are different from one area to another; in the area of village Sali, the largest village on the island, there are mainly rocky beaches with stone terraces and cliffs and pinewoods. There are also some sandy beaches accessible only with boats and one beautiful beach of white sand (Saharun) on the northwest part of the island reachable by car as well. Nearby is the Pantera bay with sandy beaches. Naturism is practiced almost everywhere except the beaches near by village


domenica 25 febbraio 2007, 23:42
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: domenica 19 marzo 2006, 8:26
Messaggi: 228
Località: romagna
Rispondi citando
Messaggio 
noi a dugi ci siamo trovati benissimo c è una delle poche spiagge sabbiose della croazia che non è poco poi avendo dietro un gommoncino con un 15 cavalli ci siamo veramente divertiti la Croazia va vista comunque e sempre dal mare. abbiamo scoperto una spiaggia dentro un golfetto con una barca di legno affondata in 10 m di fondale veramente uno dei posti piu belli che abbiamo visitato ,credo poi che ci sia il traghetto diretto da Ancona ochhio pero che almeno 5 anni fa SERVIZI zero!!!!!!noi prendavamo su molti Italiani a piedi per portarli almeno alla spiaggia e tutti facevano autostop


lunedì 26 febbraio 2007, 15:22
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: domenica 19 marzo 2006, 8:26
Messaggi: 228
Località: romagna
Rispondi citando
Messaggio 
per il naturismo non ci sono problemi il primo che arriva decide oppure metà spiaggia e naturista l altra metà no convivenza perfetta! occhio alle vespe però possono essere un problema


lunedì 26 febbraio 2007, 15:30
Profilo
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6476
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
In realtà quanto a traghetto Dugi Otok era sulla linea del postale costiero della Jadrolinija.
La stessa nave proseguiva poi spesso per Ancona da Spalato.
Ora però non più e credo che i collegamenti siano solo da Zara.


lunedì 26 febbraio 2007, 20:44
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: domenica 19 marzo 2006, 8:26
Messaggi: 228
Località: romagna
Rispondi citando
Messaggio 
ciao wave sei sempre informatissimo noi andammo da zara con un traghettino,del traghetto di ancona ci accennò credo una coppia che lo reputava comodo ma la erano decisamente abbandonati a se stessi e giravano a piedi poverini ciao


lunedì 26 febbraio 2007, 21:28
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 12 luglio 2006, 21:12
Messaggi: 66
Rispondi citando
Ragazzi...che dire...tantissime grazie in quanto siete stati molto esaustivi...
Per quanto riguarda il fatto che sull'isola non ci sia niente tipo discoteche ecc..è esattamente quello che stavamo cercandi...io e la mia ragazza vogliamo sole , mare e naturismo per una settimana intera...e il fatto che l'isola sia poco attrezzata per il turismo è esattamente quello che fa per noi!
vogliamo passare sette giorni in completa liberata'..poi la settimana successiva ci spostiamo in altro luogo ancora da decidere..probabilmente la dalmazia centrale...


martedì 27 febbraio 2007, 0:00
Profilo
eXtraJuniorAdmin
eXtraJuniorAdmin
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 16 novembre 2006, 11:51
Messaggi: 4777
Località: Marostica (VI)
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
L'idea di una vacanza sull'Isola Lunga (Dugi Otok) mi frulla per la testa da un po', e prima o poi ci andrò sicuramente con buona pace della mia amata Grecia.

In effetti ho letto che c'è la baia di Sakarun che come diceva Atteone è una delle poche spiagge sabbiose di tutta la Dalmazia. Poi ci dovrebbero essere altre calette vicino al faro sulla punta nord e un'altra spiaggetta di fronte ad un isolotto sulla parte ovest dell'isola, poco sotto Sakarun.

Volevo chiedere ad Atteone dove aveva alloggiato, a Brbinj o a Sali oppure...?
Immagino si arrivi da Zara, oppure ci sono collegamenti diretti con Ancona in alta stagione?

Peccato che con Google Maps la zona non sia ad alta definizione. Speriamo venga aggiornata...

Com'è la situazione turistica in alta stagione? Affollato o tutto sommato tranquillo? Percentuale di italioti bassa o alta?

Grazie Atteone per il tuo aiuto... anche se penso che né tu né io, con i pargoli, potremo andarci quest'anno... :lol:


lunedì 21 maggio 2007, 13:01
Profilo
eXtraJuniorAdmin
eXtraJuniorAdmin
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 16 novembre 2006, 11:51
Messaggi: 4777
Località: Marostica (VI)
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Un altro posticino che mi attizza, spulciando su Internet, è l'isola di Silba che si trova a nord dell'Isola Lunga (Dugi Otok), tra le isole di Olib (Ulbo) e Premuda.
Piccola, senza auto né motorini né biciclette, 250 abitanti stabili, varie calette sparse qua e là... per caso qualcuno c'è stato?

Ecco il sito migliore che ho trovato, corredato da foto e molte informazioni utili:

http://silba.aventin.hr/isola-silba-croazia/index.htm

Si raggiunge da Zara con un catamarano che tocca nello stesso tragitto anche le isole di Olib e Premuda.


lunedì 21 maggio 2007, 13:13
Profilo
Assiduo
Assiduo

Iscritto il: giovedì 31 maggio 2007, 17:44
Messaggi: 759
Località: nord
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
do indicazioni x spiaggia a Strasko

allora la spiaggia si trova dentro il camping,ma se non volete pagare l ingresso e volete una spiaggia libera fate così...entrate a gajac... si trova sulla strada che da Novalja porta a Zara subito dopo l uscita x Zrce girate a dx in direzione Gajac.
Andate alla spiaggia di gajac,che è di sassolini e iniziate a camminare verso destra passando i 3 bar che troverete sulla spiaggia.passerete un moletto e noterete che la spiaggia inizia ad esser poco frequentata e che i sassolini sparicon e lascian il posto a pietroni benvenuti nell area naturista..procedete e troverete igloo costruiti per proteggervi dai guradoni e se proseguite ancora verso destra trovate gli scogli che v proteggeranno..la spiaggia arriva fino al muro di recinzione del campeggio strasko..per vederloi sulla cartina s9i trova tra strasko e Gajac
Ciao


mercoledì 19 marzo 2008, 13:50
Profilo YIM
Autorità
Autorità
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 19 febbraio 2007, 20:21
Messaggi: 6484
Località: venezia dry
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
giulio74 ha scritto:
Un altro posticino che mi attizza, spulciando su Internet, è l'isola di Silba che si trova a nord dell'Isola Lunga (Dugi Otok), tra le isole di Olib (Ulbo) e Premuda.
Piccola, senza auto né motorini né biciclette, 250 abitanti stabili, varie calette sparse qua e là... per caso qualcuno c'è stato?

Ecco il sito migliore che ho trovato, corredato da foto e molte informazioni utili:

http://silba.aventin.hr/isola-silba-croazia/index.htm

Si raggiunge da Zara con un catamarano che tocca nello stesso tragitto anche le isole di Olib e Premuda.


Silba ed Olib, sono isole molto frequentate da chi naviga in quanto ottimo punto di sosta per chi dall'Istria scende verso sud.
Riparate e abbastanza servite offrono un ottimo punto per passare la notte.
Mi ci sono fermato un paio di volte.
Non so come siano le coste ma per quel che ho visto e per il turismo che le frequenta, direi che qualsiasi poso è buono, ogni giorno una scoperta, insomma.

Per quanto "desolate", offrono comunque tutto. Alimentarei, qualche bar, un internet point una piccola marina, un bancomat e le poste (Silba).

Un po' di "vita serale" la creano le molte barche che ormeggiano dentro e fuori la marina con i turisti che scendono a terra. Durante il giorno dev'essere di una pace infinita.

Fantastica lacqua. Limpidissima, splendidi i fondali spesso sabbiosi. Con un gommoncino di tre metri o una canoa, potrebbe essere un paradiso, per chi ama la pace e scoprire la natura.

Olib la conosco solo dall'acqua, non essendo mai sbarcato.

Altro lugo secondo me stupendo è Iz.
(ancora più isolato, seppur più frequentato. Non c'è nemmeno un bancomat....)

_________________
La vita è come il caffè, puoi metterci tutto lo zucchero che vuoi ma se non giri il cucchiaino non sarà mai dolce.
A star fermi non succede niente

Alex Zanardi



giovedì 20 marzo 2008, 9:34
Profilo
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6476
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Dalmazia Settentrionale
Isole dell'Arcipelago Zaratino
Dugi Otok, Molat, Pasman, Sestrunj, Ugljan


Dove sono?

Immagine

Qualche notizia:
Più di trecento tra isole maggiori (coperte di macchia mediterranea ed ulivi) isolette e scogli occupano la zona dell'Adriatico centrale su cui si affaccia la città di Zadar (Zara). Abitate da piccole comunità che si occupano di pesca e di agricoltura, queste isole sono state abbastanza recentemente scoperte da un turismo non di massa, bensì fatto di amanti del mare assoluto, della vela, di soggiorni nei fari, di bagni solitari in acque tra le più cristalline del litorale dalmata. Poche ancora le strutture ricettive, particolare che, unito al divieto di circolazione per gli autoveicoli privati su molte di esse, rende le vacanze sulle isole zaratine adatte soprattutto a coloro che cercano un rifugio dalla mondanità e dai posti affollati.
Le isole ed i centri principali:
Dugi Otok: chiamata "Isola Lunga" proprio per la sua particolare conformazione (più di 50 km di lunghezza per un massimo di 5 di larghezza), ha due coste molto diverse. Quella occidentale, infatti, è alta e desertica, mentre quella orientale - dove sorgono quasi tutti gli abitati - scende dolcemente verso il mare. La profonda insenatura di Telascica è in parte un parco naturale, dove vive una comunità di mufloni. Il centro principale è Sali, porto peschereccio con un case risalenti anche al XV secolo.
Molat: (it.: Melada) poco frequentata dai turisti - i soli tre villaggi esistenti sono lontani dal mare - è però un'ottima base di escursioni per l'isola di Zverinac, già latifondo delle più ricche famiglie zaratine.
Pasman: (it.: Pasmano) abitata in prevalenza da contadini (ogni casa ha un suo orto), si segnala per l'abitato di Tkon, dominato dal monastero benedettino di Cokovac (Montemerlo), antichissimo centro di studio della scrittura glagolitica, nonchè per il convento di San Doimo, a Krai, che si presenta come una fortezza sul mare.
Sestrunj: (it.: Sestrugno) è situata tra Molat e Ugljan e non lontano dall'Isola Lunga. L'unico abitato, Sestrunj paese, si trova all'interno dell'isola ed ospita una popolazione di 48 abitanti, peraltro in costante calo. L'isola si basa su un'economia di sussistenza (agricoltura e pesca).
Ugljan: (it.: Ugliano) già il nome dell'isola indica la sua principale specialità. La produzione di olio aromatico, così come quella di viti ed ortaggi, è da sempre la principale occupazione, con la pesca, dei suoi abitanti. I principali centri dell'isola sono disposti tutti lungo la sua costa settentrionale, a partire da Ugljan città, che presenta un antico convento francescano (oltre ad un assai meno attraente cantiere navale); Preko è invece il punto d'arrivo dei traghetti provenienti dalla terraferma. Molto bello l'isolotto di Galovac, raggiungibile anche a nuoto, meta di escursioni per il suo monastero, uno dei centri più antichi per lo studio della scrittura glagolitica, così consigliabile è un'escursione anche alla vicina isoletta di Osljac, ricoperta da cipressi.
Altre isole: Ist, particolarmente battuta da velisti in cerca di riparo lungo le rotte per Zara, è formata da due rilievi; Iz, sita tra Dugi Otok ed Ugljan, è famosa per l'artigianato della terracotta, nonchè per la fitta vegetazione che la ricopre. Silba: piccola isola con belle acque cristalline, coperta da una fitta vegetazione composta da cipressi, querce, pini e lecci. Scarsamente abitata e poco frequentata dai turisti è anche la vicina Olib. Poco al largo la quasi disabitata isola di Premuda, famosa per l'affondamento della corazzata austriaca "Santo Stefano" ad opera di due MAS italiani il 10 giugno 1918.

parte settentrionale dell'arcipelago

Immagine

parte meridionale dell'arcipelago

Immagine

immagini satellitari, da nord verso sud

Immagine Immagine

:arrow: Premuda, Silba & Olib :arrow: Skarda, Ist & Molat

Immagine

:arrow: Dugi Otok (Nord), Zverinac, Sestrunj & Ugljan

Immagine

:arrow: Dugi Otok (Sud), Iz & Pasman

Come arrivare - trasporti interni:

Non esistono collegamenti diretti dall'Italia per le isole dell'Arcipelago Zaratino. Occorre perciò fare scalo a Zadar (Zara) - peraltro servita da traghetti provenienti da Ancona - e poi proseguire via ferry o aliscafo. La Jadrolinija serve tutte le isole, anche se quelle meno abitate o a non particolare vocazione turistica sono collegate alla terraferma in maniera più sporadica. Dato che le navi spesso fanno numerosi scali, è necessario preventivare tempi di spostamento piuttosto lunghi. Un servizio diretto è disponibile da Zara a Zapuntel, sull'isola di Molat. Da qui poi prosegue per Olib e, quindi, alternativamente, per Silba o Premuda. Quest'ultima isola è collegata anche a Malj Losinj. La compagnia privata Miatours serve Olib (con scali a Premuda e Silba) da Zara. Sempre da questo porto è possibile raggiungere direttamente anche Ist, nonchè Molat città - via Brgulje (entrambe sull'isola di Molat): da qui i traghetti proseguono poi per Sestrunj, Zverinac e Bozava (scalo settentrionale di Dugi Otok). Per informazioni cliccare qui su regione "Zadar 1". Particolarmente frequenti sono invece i servizi da Zara per Preko, principale centro dell'isola di Ugljan. I traghetti (sempre da Zara) per l'isola di Iz fermano alternativamente nei tre scali di Brsanj, Iz Mali ed Iz Veli. Sali, nella parte meridionale di Dugi Otok, è servita anch'essa direttamente da Zara: i traghetti poi proseguono per Zaglav, che è poco più a settentrione. Pasman, invece, non è raggiungibile da Zara, bensì - sempre con Jadrolinija - dalla cittadina di Biograd na Moru. Per informazioni cliccare qui su regione "Zadar 2".

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Naturismo:

Molte sono le possibilità per praticare il naturismo nelle isole dell'Arcipelago Zaratino. Infatti anche se non abbondano le spiagge ufficialmente riconosciute, nè le strutture fkk, la disponibilità di calette ed insenature poco frequentate, la ancora acerba vocazione turistica di queste isole, consente al naturista la possibilità di godere in assoluta libertà di scenari pressochè incontaminati. Va però detto che alcune zone sono raggiungibili solo via mare.

Dugi Otok
Grazie alla sua estensione (ed alla scarsa popolazione residente), Dugi Otok si presta particolarmente per il naturismo, con le sue solitarie spiagge, le insenature ed è l'ideale per chi cerca tranquillità, lunghe camminate in un ambiente incontaminato. Nella zona di Sali, il villaggio più grande dell'isola, non esistono vere e proprie spiagge, bensì calette rocciose che degradano verso il mare con terrazze di pietra immerse nelle pinete. Nella parte nordoccidentale dell'isola la spiaggia clothing-optional di Saharun - di sabbia bianca - è accessibile solo via barca. La vicina baia di Pantera offre comunque spiagge di ghiaia. Il naturismo è praticato pressochè ovunque, ad eccezione delle zone prospicenti i villaggi.

Immagine

Iz
Poco al largo dell'isola di Iz (comodamente raggiungibile da Zara con ferry ed aliscago), c'è l'isoletta di Rutnjak, quasi esclusivamente frequentata da naturisti. E' raggiungibile con motobarche in partenza dal porto di Veli Iz.

Olib, Premuda & Silba
Queste tre isole - ricoperte da una vegetazione lussureggiante - sono frequentate prevalentemente dal turismo nautico più che da quello stanziale. Ciò anche perchè le piccole insenature con spiagge sabbiose o le numerose baie qui presenti possono spesso risultare difficili da raggiungere via terra. Il naturismo può essere praticato pressochè ovunque.

ImmagineImmagine

:arrow: mappe di Silba & Olib

Pasman
Lungo la costa meridionale dell'isola di Pasman c'è l'autocamp naturista Fkk Sovinje - per informazioni cliccare qui. Si tratta di una piccola struttura situata sul mare, vicino due spiagge sabbiose, immersa nella pineta e negli uliveti, a 2 km da Tkon.

Immagine

Ugljan
Sull'isola di Ugljan c'è la spiaggia naturista di Jelenica, sita nei pressi del villaggio di Kukljica, nella parte nordorientale. E' una spiaggia di roccia circondata da pini secolari. Altre solitarie insenature consentono di praticare il naturismo, anche nelle piccole e disabitate isolette vicine di Idula, Paranak e Trisestrice, raggiungibili con motobarche per escursioni giornaliere.

Immagine

Links:
In generale
Dugi Otok
Pasman
Silba
Ugljan

Immagine
©2008 Diritti riservati - Vietata la pubblicazione e la riproduzione in qualsiasi forma, anche parziale
Immagini satellitari courtesy Google Earth; carta dell'arcipelago zaratino courtesy Google Maps


venerdì 6 giugno 2008, 12:03
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 1 dicembre 2006, 19:43
Messaggi: 1008
Località: Brianza
Rispondi citando
Ciao,

forse quest'anno volgeremo a est, dopo anni di profonda conoscenza del naturismo occidentale ispanico e francese...
siccome è probabile che avremo le ferie (ma che fortuna!) proprio durante "l'invasione" italica delle 2 prime settimane d'agosto, temiamo di stare nella zona istriana o del quarnero per l'eccessivo affollamento, in particolare tessile.
Pertanto stiamo cercando di andare un po' oltre, senza però finire a 1000 km..in tal senso qualcuno conosce il campeggio fkk sovinje, sull'isola di pasman ,e la zona in generale? Ne vale la pena, è ben frequentato, ecc...(considerate che son le prime 2 settimane di agosto)
Sembra un buon punto di partenza per fare escursioni alle kornati, ad esempio...http://tkon.hr/it/tkon/fkk-sovinje.html

grazie a chi avrà tempo e voglia di risponderci!

naturosi


mercoledì 25 giugno 2008, 11:59
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 27 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010