Oggi è sabato 18 novembre 2017, 23:29



Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
 Vera Playa (Almería - Andalusia) 
Autore Messaggio
Il Boss
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 17:08
Messaggi: 4756
Località: Lombardland
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ho prenotato un appartamento a Torremar, urbanizzazione naturista, per due settimane di agosto.
Spero di trovarmi bene.

Se altri ci sono stati e vogliono aggiungere consigli ed esperienze, tutto è bene accetto. :)


sabato 12 luglio 2008, 11:52
Profilo WWW
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 1 dicembre 2006, 19:43
Messaggi: 1008
Località: Brianza
Rispondi citando
Caro Neoz,

come già scritto, in spiaggia l'ambiente naturista è ottimo e la nudità quasi totale, il resort lo abbiamo solo visto e non saprei dirti nulla in più; non ci è parso però niente di chè il mare, abbastanza pulito ma non particolarmente limpido, e la spiaggia, un lungo spiaggione anonimo...ti consiglio vivamente di andare verso sud, oltre carboneras, nel Parque Natural de Cabo de Gata...lì si che si trova il paradiso, anche ad agosto.
Inizia da la Playa de los Muertos, appena dopo Carboneras: occhio però perchè è tessile al 90%, ad agosto, sebbene si stia lo stesso bene e tu possa prendere il sole e fare il bagno in tranquillità, in un'acqua e una spiaggia molto bella; al massimo può essere imbarazzante farsi lunghe sgroppate "nature" sul bagnasciuga; noi ci siamo comunque sempre spogliati senza problemi: in Spagna e in quella zona, nessuno si sorprende più di tanto....
Ma vai anche ad Aguamarga, qualche km più in là, e recati alla "cala de enmedio"; prendi il sentiero che parte da una stradina che si inerpica sopra il paese verso sud (non la strada principale), lascia l'auto e, dopo circa 30 min di cammino, arrivi in una delle calette più belle che ci possano essere: mare turchese, sabbia biancastra, scogli bianchi dalle forme bizzarre...tranquillità e naturismo in netta maggioranza, un paradiso!
Da lì verso sud inizia il parco naturale vero e proprio...ma diventa lungo arrivarci da Vera; però se almeno "assaggi" queste due spiagge, ne guadagnerà la tua vacanza... :)


domenica 13 luglio 2008, 23:57
Profilo
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6475
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Alcune osservazioni (che Neoz comunque già sa...) su Vera Playa:

Pregi:
- i residences sono tutti piuttosto moderni e ben fatti, un po' simili a quelli di Port Leucate Nature (Francia), nonchè a molte delle urbanizaciones spagnole anni '90;
- la spiaggia è bella, soprattutto per passeggiare, di sabbia, molto lunga anche se i tessili se ne stanno mangiando ogni anno un pezzettino;
- i servizi sono di qualità (c'è un fornitissimo centro commerciale, diversi ristoranti, un acquaparco, locali notturni: nota bene NON naturisti, non è come in Francia che si sta nudi ovunque);
- i prezzi sono bassi:
Difetti:
- il mare a me non è parso granchè. Tipico Mediterraneo della costa spagnola: scuro, subito profondo, spesso agitato;
- la frequentazione è famiglie con bimbi o anziani inglesi e tedeschi (però io ci sono stato a fine luglio, quindi può darsi che ad agosto sia diverso);
- nei dintorni non c'è molto da vedere o da fare.

Vera Playa doveva essere - nei progetti - il più grande insediamento naturista europeo, anche più grande di Cap d'Agde ma non è decollato.
La gran parte dei residences sono stati costruiti da fine '80 a metà '90 e sono rimasti invenduti per anni; l'unico che è andato sempre bene è stato l'albergo (molto bello, ma piuttosto costoso ed in alcuni periodi dell'anno molto caratterizzato da una clientela dai 50 in su in cerca di attività sex like). L'errore compiuto è stato quello di non mettere i residences in diretta comunicazione con la spiaggia (devi uscire dal residences per andare in spiaggia, generalmente 5/10 min a piedi) e soprattutto quello di fare dei residences delle unità chiuse ed indipendenti rispetto all'esterno, contrariamente al modello di francese dove in genere è tutta l'area naturista ad essere recintata. Risultato i tessili hanno man mano conquistato l'area ed ormai i naturisti sono confinati nei residences (fra l'altro oggetto di continui tentativi da parte di tessili di acquisto di appartamenti), nell'hotel (dove comunque bisogna rivestirsi dopo il tramonto) ed in spiaggia.

Alcune foto:

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


lunedì 14 luglio 2008, 17:41
Profilo
Stagionale
Stagionale

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 18:17
Messaggi: 156
Località: torino
Rispondi citando
Io son stato gli ultimi due anni al torremar.
Son a disposizione per notizie ecc.


giovedì 24 luglio 2008, 12:34
Profilo
Il Boss
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 17:08
Messaggi: 4756
Località: Lombardland
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Tra due settimane mi ci reco ;)

Se Ecco ci vuoi dare la tua esperienza e dire come ti sei trovato, le cose migliori da vedere, provare, le spiagge che hai visto ... beh ne siamo felici, io per primo che sono direttamente coinvolto.

Grazie


lunedì 28 luglio 2008, 8:04
Profilo WWW
Stagionale
Stagionale

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 18:17
Messaggi: 156
Località: torino
Rispondi citando
Ciao, riporto i miei post di un paio di anni fa. confermo tutto.


Cita:
Ciao a tutti, sono appena tornato da 20 meravigliosi giorni in spagna, tra Barcellona, Valencia e Vera.
Spero di essere utile a qualcuno, segnalandoci che son stato presso la urbanizzazione naturista Torremar a Vera.
Gli appartamenti sono tutti belli e super-attrezzati, le piscine esterne ed interne belle, pulite e totalemente naturiste.
Personalmente, la spiaggia antistante (El Playazo) non mi è dispiaciuta affatto, anche perche' il naturismo è rispettato praticamente al 100%.
Nei dintorni, ci sono pero' delle spiagge meravigliose che si raggiungono in 15/20 minuti di auto dove, in pieno ferragosto, il vicino di asciugamano è a trenta metri è il naturismo è ammesso e praticato ovunque.
Su tutte segnalo Playa Algarrobico di Carboneras e Castillo del macete.
Son stato anche a playa de Los Muertos di Carboneras che, seppur bellissima, presuppone una gran scarpinata e dove ho trovato il 90% di tessili.
Insomma, per me è un posto in cui tornare prima che la urbanizzazione selvaggia che è in atto, soffochi tutto.
Se avete bisogno di informazioni su quei posti, son a disposizione.
Ciao.


gio ago 31, 2006 11:30 am

Adriaticamente
eXtraModeratore



Iscritto il: gio feb 02, 2006 3:02 pm
Messaggi: 387
Località: Friuli V.G. Re: Vera (Almeria)
Ecco ha scritto:
Ciao.....


Mi accorgo di essere stato un po' scarno.
Aggiungo qualche dato in più.

Nel complesso Torremar, io e mia moglie eravamo gli unici non spagnoli e anche nei villaggi vicini la stragrande maggioranza è locale, anche perché molti abitano tutto l'anno nelle "urbanizacion".
Son rimasto piacevolmente sorpreso dalla gran presenza di giovani anche sotto i trent'anni (coppie con figli, gruppi di amici coppie gay, lesbiche) il tutto in una atmosfera molto rilassata e senza alcun atteggiamento equivoco "non naturista".
I ritmi sono quindi iberici sotto tutti gli aspetti, all'una di notte si nuota tranquillamente in piscina e al mattino prima delle 10.30, non muove foglia.
Nella vicina cittadina di Garrucha, dove c'è qualche locale e il luna park, alle due di notte c'è un fiume di gente come a Loano alle nove.
In ogni caso, svegliarsi a mezzogiorno, andare in spiaggia con grandissima calma intorno alle 14.30/15 e rimanervi a fare il bagno fino alle nove è una vera delizia.
Il sito sul quale ho preso contatti per l'appartamento è http://www.vacacionesenvera.es.
I prezzi sono un po' alti ad agosto, ma scendono decisamente negli altri periodo, secondo me a settembre/ottobre è una meraviglia.
Nei dintorni, ho visitato Almeria e le location cinematografiche western di Miniholliwood.
Eviterei la cittadina di Mojacar, frequentata quasi esclusivamente da inglesi e progettata per loro.
Eviterei allo stesso modo il camping Almanzora che è una spianata di terra battuta, circondata da cantieri di urbanizacion in costruzione e davvero triste.
Scusate se scrivo notizie un po' alla rinfusa, ma se avete bisogno, chiedete senza problemi?.
Per quanto riguarda il naturismo, ho visto che, al di fuori delle spiagge nei centri urbani, non c'è nessun problema a star nudi ovunque, anche dove c'e' gran maggioranza di tessili.
Nessuno ha mai avuto nulla da ridire, famigliole comprese, gli unici stupiti e curiosi erano, ovviamente i nostri connazionali che, a El Playazo, non perdevano occasione per farsi il giro nella zona naturista e farsi fotografare con lo sfondo "birichino".
Un solo avviso, occhio a non lasciare mai nulla in auto.
A me han forzato la portiera e ne ho viste parecchie altre nelle stesse condizioni.
Insomma, non vedo l'ora di tornare.

Sulla via del ritorno, dopo una sosta a Valencia, ci siam fermati 2 giorni a Port Grimaud dove c'è una bella spiaggia naturista di cui si parla in altro topic.

Se dimentico qualcosa, fatemelo notare? ciao.


giulio74: ho rieditato un po' per renderlo più leggibile. ;)


lunedì 11 agosto 2008, 23:04
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4278
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
La terza domenica di luglio a Vera Playa si cerchera' di superare il record del bagno con maggior persone nude, attualmente tale record e' detenuto dalla Nuova Zelanda con 506 persone presenti

http://www.veraplayafriends.com/index.php/page,22.html

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


mercoledì 19 giugno 2013, 16:41
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4278
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Record battuto

ben 729 nudisti hanno fatto il bagno tutti insieme a Vera

l'iniziativa aveva il patrocinio della Federazione Naturista Spagnola e dell'amministrazione comunale di Vera tanto che il sindaco di Vera José Carmelo Jorge del Partito Popolare si e' dichiarato molto soddisfatto:

da
http://www.lavozdegalicia.es/noticia/so ... 436113.htm
La Voz de Galicia
del 21.7.2013
Vera bate el récord Guinness de baño nudista colectivo más numeroso del planeta
La localidad almeriense reúne a 729 personas en la playa del Playazo para lograr el reconocimiento

La localidad almeriense de Vera ha batido el récord Guinness de baño colectivo desnudo más numeroso del planeta con un total de 729 personas que se han bañado a la vez sin ropa en la playa de El Playazo en la mañana de este domingo, consiguiendo así sobrepasar «con creces» la anterior cifra de 506 bañistas que se obtuvo en una playa de Nueva Zelanda.

El alcalde de Vera, José Carmelo Jorge (PP), ha manifestado a Europa Press que esta iniciativa ha sido un «éxito tremendo» y que, por tanto, se encuentran «muy satisfechos» con el resultado, ya que las expectativas se situaban «en torno a las 600 personas» y las han superado «ampliamente», así como ha destacado la colaboración de los participantes.

Asimismo, el primer edil ha indicado que los fondos recaudados irán destinados a una causa benéfica y que, además, esta iniciativa ha servido para promocionar el turismo del municipio, en concreto, el turismo nudista, a lo que Carmelo ha señalado que «el Consistorio apoya este tipo de filosofía en el que personas disfrutan del sol y la playa sin ropa».

Cabe recordar que esta cita se ha hecho coincidir con el Día Sin Bañadores que promueve la Federación Española de Naturismo, con el fin de promover la tolerancia social ante la desnudez en las playas.

El cartel que se confeccionó para anunciar este llamativo evento que parte de ciudadanos europeos ha invitado a participar en lo que denominan como «el despelote más grande del mundo».

Además de este acontecimiento, la zona naturista de Vera celebró este pasado sábado la I Carrera Nudista Popular, con 3,1 kilómetros de recorrido por las calles de la zona naturista de Vera.

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


sabato 27 luglio 2013, 10:58
Profilo
eXtraJuniorAdmin
eXtraJuniorAdmin
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 16 novembre 2006, 11:51
Messaggi: 4866
Località: Marostica (VI)
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
... sono avanti anni luce... :tears:


sabato 27 luglio 2013, 15:15
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: martedì 10 maggio 2011, 10:48
Messaggi: 348
Località: vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
tornato da una settimana al vera playa club hotel
la struttura dimostra tutti i suoi 27 anni e era comunque piena, a differenza dei vari residence adiacenti che vedevo con finestre aperte solo per ca. il 30-40%.
l'hotel avrebbe bisogno di importanti interventi di rinnovamento soprattutto sugli arredi di piscina, spiaggia e ristoranti (lettini sfondati,
ombrelloni datati, tavolini e sedie di plasticaccia etc.)
le camere sono spaziose (la nostra dava fortunatamente sulla spiaggia e era quindi al riparo dall'animazione della piscina) ma, come 30 anni fa, l'aria condizionata spara sul letto (2 queen size affiancati comodissimi) e neanche rintanarsi sotto il lenzuolo ti può salvare! per fortuna il meteo ci ha regalato un' anomala estate fresca (al contrario di quella dell'anno scorso) e quindi dormivamo con l'a/c spenta e la finestra aperta cullati dal rumore delle onde... e con qualche zanzara,,,
oggi ci sono impianti di condizionamento aria sicuramente meno... invasivi!
non voglio neanche immaginare le notti che avremmo sopportato con i 45 gradi andalusi del 2015...
il bagno è essenziale con ceramiche evidentemente mai rimodernate ma rubinetterie in ordine.
la ns. non aveva il bidet ma una grande (quanto inutile) vasca da bagno circolare che fungeva anche da doccia con tendina.
la piscina è veramente splendida con le tantissime palme che in tutti questi anni sono ben cresciute e ombreggiano a dovere.
la reception è stata imbiancata coprendo le ceramiche un pò kitch che ancora compaiono sulle foto del sito: ben più sobria e elegante ora!
il personale è cordiale e disponibile ma abbastanza distaccato: a volte al bar abbiamo dovuto chiedere anche 3 volte la stessa comanda...
la pulizia non è ovunque impeccabile: nel nostro bagno c'erano capelli dappertutto.
il ristorante-buffet ha una poverissima (di arredi) ma bellissima terrazza sulla spiaggia e ci si sta solo vestiti (unico ambiente dell'hotel dove la nudità è vietata).
l' offerta gastronomica è di qualità discreta e la varietà è assicurata.
"assaltati" risultano i 2 banchi plancha all'esterno con carne pesce e verdure (1 operativo al mattino a colazione).
mi ha sorpreso e mi è sembrato molto poco corretto che in corso di vacanza il prezzo del buffet sia variato da 18 a ben 20,5 eu a testa: mai successo in vita mia!
dallo stesso giorno in poi, anche l'uso degli ombrelloni-lettini sulla spiaggia si è trasformato da gratuito a pagamento: 10 eu/giorno x 2 persone o 6 eu da soli.
preciso che la porzioncina di spiaggia con la decina di ombrelloni dell'hotel è sporchissima: nessuno la rastrella e c'è di tutto, soprattutto sigarette (non c'è alcun posacenere).
26 eu settimana per l'uso cassaforte mi pare eccessivo e il frigo bar lo trovi vuoto da riempire con quello che ti vendono al bar...
per gli asciugamani cauzione di 10 eu l'uno e 1 eu se il cliente vuole cambiarlo con uno pulito.
l'animazione è invasiva in piscina e ha suscitato proteste da clienti abituali che si sono lamentati per il caos di quest'anno.

alla luce di quanto sopra non mi sento proprio di dare 4 stelle al vera playa club: il prezzo non mi sembra proporzionato con quanto offerto: troppo elevato, troppi extra che oggi si è abituati a vedere inclusi!
è pur vero che pur di poter star nuda la gente accetta tutto ma qui si esagera... purtroppo la formula hotel nudista (che a noi è comunque piaciuta molto) non ha alcun concorrente in spagna (e se ne approfittano) e poche in europa. mi auguro l'offerta aumenti in futuro.
aggiungo che la spiaggia nudista del poblado (per lunghi tratti sassosa tanto da richiedere le ciabatte) e il mare (poco accessibile, torbido e sempre mosso) lasciano molta delusione su questo tratto di costa spagnola, frequentata quasi esclusivamente da turisti spagnoli. solo i nudisti sono internazionali.
anche il poblado naturista lascia a desiderare: sembra un quartiere fantasma, disabitato... la gente c'è ma non si vede in giro per le vie; nudi poi, neanche uno... a parte l'hotel (pieno) che è all'estremità nord dell'area, i residence, i parcheggi e le zone commerciali mi sono sembrati molto poco frequentati nonostante fosse fine luglio, e ciò conferisce un'atmosfera desolata che non si respira certo in villaggi "recintati" tipo francia o croazia ... alle spalle poi degli insediamenti naturisti ci sono strutture tessili che necessariamente gravitano sullo stesso tratto di spiaggia con le inevitabili infiltrazioni che comunque non disturbano affatto la stragrande e rilassata maggioranza nudista.
intorno a vera a meno di un'ora di macchina non c'è assolutamente nulla da fare o vedere.
il vicino centro di garrucha è sicuramente trascurabile: sembra la sottomarina degli anni 60, solo spagnoli, affatto elegante né folcloristica, appesantita dalla invadente presenza del porto commerciale con i moli giusto davanti al centro passeggiabile...
anche gli altri centri della costa tra vera e il cabo d.g. che tornando abbiamo attraversato sono inutili colate di cemento (anche non terminate) costruite per una massa di turisti che temo mai arriverà in questo remoto sud della spagna...
mi sono chiesto: ma un tessile perché mai dovrebbe venire fin quaggiù? paesaggi? mare? spiagge? tutto poco attrattivo.
imperdibile invece il desertico parco naturale del capo de gata e le sue spiagge naturiste raggiungibili con un'ora e mezza d'auto dall'hotel, prima fra tutte barronal, che da solo è valsa la vacanza! piacevolissimi anche i borghi di san josé e di isleta del moro, visitati per il pranzo.
ci siamo fatti organizzare voli hotel e auto a nolo da www.naturistravel.it


mercoledì 10 agosto 2016, 10:38
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4278
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
problemi al litorale di Vera Playa dove il mare sta erodendo la spiaggia

da Almeria360

El avance del mar, una amenaza para la primera línea de casas de la playa nudista de Vera

La asociación de vecinos Veraplayazul ha denunciado que en las últimas dos décadas se ha perdido un 60% de la franja de arena en los últimos 20 años. Alerta de que la falta de regeneración de la playa pone en peligro las viviendas de primera línea. El colectivo se dirigirá a la Unión Europea y denunciará los daños por la falta de la diligencia administrativa del Gobierno central, Junta de Andalucía y el Ayuntamiento de Vera.
La reducción progresiva de la franja de arena en la playa naturista del municipio almeriense de Vera pone en peligro la primera línea de viviendas. Así lo denuncia la asociación de vecinos Veraplayazul que en un comunicado muestra su preocupación por el avance del mar hacia los edificios construidos en primera línea de playa. Estima el colectivo que se ha perdido un 60% de la franja de arena en las últimas dos décadas.

Explican los vecinos que la falta de regeneración de la playa, agravada por las consecuencias de los dos espigones construidos para proteger la arena junto al hotel naturista, hacen peligrar tanto las edificaciones como al turismo de la zona que, en otro tiempo, fue un paraíso natural para la práctica del nudismo. Veraplayazul lanza una voz de alarma por el avance del mar sobre las viviendas.

Para la asociación, la pérdida de espacio de la playa que ya fue palpable en el último verano al sufrir una aglomeración de bañistas, es uno de los síntomas del deterioro continuado del litoral de Vera, que sufre una caída continua en la calidad y limpieza de la arena y del agua. Menos arena en todos los sentidos pues se reduce la playa y aumentan las piedras, la grava y la suciedad, haciéndose difícil encontrar un espacio limpio o adecuado.

Ni el Ministerio de Agricultura, del que depende la Dirección de Costas, ni la Junta de Andalucía ni, por supuesto, el Ayuntamiento de Vera son capaces de dar una solución que ha reducido la playa un 60% en los últimos 20 años. Antes al contrario, la actuación de Costas se limita a animar a las asociaciones vecinales a que presenten quejas al Ayuntamiento cuando ellos son los responsables y culpables de la situación. El primer incumplimiento grave del Gobierno central, de Costas, es limitar la denominada Recuperación medioambiental de las playas situadas entre el Puerto de Garrucha y el delta del río Almanzora, aprobada por la Unión Europea en 2007, a la construcción de dos espigones para cubrir al hotel naturista. Se solucionó un espacio de 1,6 kilómetros, según Costas, cuando el proyecto, que ahora duerme en los cajones, abarca más de 7.

El parche que supusieron los espigones ha provocado la pérdida de playa en la zona limítrofe a pasos agigantados. Y no sólo eso, sino que Costas asfaltó la playa para la construcción de los citados espigones, con el fin de que pasaran fácilmente los camiones, y no retiró después el hormigón. “Carretera” que aparece cuando se produce el más mínimo temporal al arrastra la arena que pretende cubrirlo. Y como no hay dos sin tres, la última de Costas fue esparcir por error grava en vez de arena en la misma zona.

En vez de acometer un gran espigón en el Puerto de Garrucha, que es lo que planteaba el proyecto comunitario citado para proteger la anchura y la permanencia de la arena de El Playazo, Costas plantea ahora espigones parciales que no harán otra cosa que agravar la situación de las zonas limítrofes, incluido el negativo impacto visual, y, por supuesto, sumarán suciedad a una playa muy castigada por los vertidos.

A la espera de que se dé una solución definitiva, Veraplayazul reclama a todas las partes que se pongan de acuerdo para regenerar y recuperar la playa,, que hoy es mínima, donde luce el hormigón, la grava y es la antesala de un agua con elevadas dosis de contaminación, dada su cercanía a la desembocadura del río Almanzora, bañada por las aguas sin depurar de Villaricos, en Cuevas del Almanzora.

Veraplayazul preguntará a la Unión Europea sobre el plan inconcluso y denunciará los daños por la falta de la diligencia administrativa del Gobierno central, Junta de Andalucía y el Ayuntamiento de Vera.

Mientras se desbloquea el proyecto, financiado por fondos comunitarios cuyo destino se desconoce, la asociación vecinal exige soluciones, no parches.

Considera “una vergüenza” que se mire para otro lado mientras el mar avanza y, ante la falta de confianza en las instituciones, plantea que, por el momento se habilite un arrecife paralelo a la playa, que se disimulara a la vista al máximo. Esa construcción permitiría mantener la arena, no provocaría la suciedad que se genera junto a las esquinas de los espigones y aumentaría los días de baño, ya que generalmente es una zona en la que sopla el Levante o suele ondear la bandera roja. Sólo faltaría, que no es poco, que la arena fuera de calidad y que el agua estuviera limpia, y que, por supuesto, se construya el dique definitivo en el Puerto de Garrucha., al que no renuncia Veraplayazul.

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


mercoledì 7 dicembre 2016, 20:21
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010