Oggi è giovedì 23 novembre 2017, 16:40



Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 6 messaggi ] 
 Budapest (Ungheria) - I "Bagni Termali" 
Autore Messaggio
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6475
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
Riportiamo qui le pregevoli informazioni (in italiano!) del sito dell'ufficio informazioni turistiche di Budapest, già segnalato qui sopra da Micho:

Terme a Budapest

Budapest ha una particolarità: è l'unica metropoli al mondo ricca anche di sorgenti termali. L'acqua termale varia dai 21-78 gradi Celsius fuorisce da 118 sorgenti naturali e pozzi che hanno un rendimento di 70 millioni di litri al giorno.
I romani che occuparono le aree situate nella parte occidentale del Danubio, fondarono tra l'altro qua la loro sede, chiamandola "Aquincum" perché amanti delle sorgenti termali.
Le rovine delle grandiose terme si possono vedere in diversi posti di Óbuda. Durante il dominio turco (1541-1686) furono costruite numerose terme per la cura della persona. In qualche bagno termale si possono ancora vedere i resti delle terme di epoca turca. Budapest è diventata città termale (di cura) nel 20° secolo, quando l'autorità municipale decise di occuparsi dell'aspetto turistico della città. Ufficialmente Budapest ha ottenuto l'appellativo di "città termale" nel 1934. Le terme non vengono frequentate molto dai giovani di Budapest, tranne che in concomitanza delle feste nate nel 1998 denominate Cinetrip (oppure attualmente: Magic Bath). Loro preferiscono le spiaggie.

DUE BAGNI TERMALI ANTICHI

Bagno termale Király (II., Fő út 84.)
Una parte dell'edificio risale dell'epoca turca, i lavori per la sua costruzione iniziarono nel 1565. Nella sala a cupola medioevale si trova ancora una piscina. L'acqua termale arriva dalle terme Lukács direttamente a quattro piscine coperte. Nel 1796 il bagno divenne di proprietà della famiglia König, i quali lo ristrutturarono accostando l'antico al moderno e conservandolo come monumento artistico. Il bagno prende il nome magiarizzato della famiglia.
Temperatura dell'acqua termale: 26, 32,36,40°C, Superficie dell'acqua: 8,10,68,4 m², Composizione dell'acqua: acqua termale carbonata con idrogeno, magnesio, calcio, e cloruro-solfato, contiene una notevole quantità di ioni fluoruro.
Apertura: per gli uomini: martedì, giovedì, sabato dalle 9.00 alle 20.00. Per le donne: lunedì, mercoledì, venerdì: dalle 7.00 alle 18.00.

Bagno termale Rudas (I., piazza Döbrentei 9.)
In una zona stretta in mezzo al monte Gherardo (Gellért) ed il Danubio si estende il bagno, che ha un valore altissimo non solo per la sua posizione centrale, ma anche per gli edifici risalenti all'epoca turca. Sotto la cupola dal diametro di 10 metri, retta da otto colonne, si trova una piscina ottogonale.
Temperatura dell'acqua termale : 16-42°C, Piscine: piscina, 6 piscine termali, Composizione dell'acqua: acqua termale radioattiva carbonata con idrogeno, magnesio, calcio, e solfata, contiene una notevole quantità di ioni fluoruro.
Apertura: nei giorni feriali dalle 6.00 alle 20.00., fine settimana dalle 6.00 alle 13.00.
Temperatura del bagno turco: 16, 28, 30, 33, 36, 42 °C. Supeficie dell'acqua: 5; 9; 9; 9; 96,5; 9 m²,
Temperatura della piscina: 29 °C. Supeficie dell?acqua: 278 m²,
Composizione dell'acqua: acqua termale carbonata con idrogeno, magnesio, calcio, e cloruro-solfato, contiene una notevole quantità di ioni fluoruro.

I TRE GRANDI BAGNI CURATIVI

Bagno termale Gellért (XI., viale Kelenhegyi 4.)
Nel Medioevo funzionava come ospedale, poi durante la dominazione turca fu costruito il bagno ai piedi del monte Gherardo (Gellért). L'attuale Bagno e Hotel Gellért fu costruito nel 1918, poi nel 1927 vennero terminati i lavori di costruzione della piscina ad onde, nel 1934 quella della piscina idromassaggio. Questo è il bagno più bello a Budapest, dove è rimasto l'arredamento originale in stile Liberty con mosaici colorati, colonne di marmo, vetrate e statue.
Il Gellért è famoso dal 1931, per l'episodio che fece allora scandalo anche a livello politico: non venne fatto entrare il medico nero di Cuba Dott. Ramon Costello nel bagno dedicato agli ospiti americani. Il caso si risolse con la decisione del Comune della capitale di permettere l'accesso anche al medico.
Temperatura dell'acqua: 26-38°C, Piscine: piscina aperta ad onde, piscina termale, piscina per bambini, piscina coperta da nuoto ed a idromassaggio, 9 piscine medicinali,
Composizione dell'acqua: acqua termale radioattiva carbonata con idrogeno, magnesio, calcio, e cluoro-solfata, contiene una notevole quantità di ioni fluoruro.
Apertura:nei giorni feriali dalle 6.00 alle 19.00, il fine settimana dalle 6.00 alle 17.00.

Bagno termale Lukács (II., via Frankel Leó 25-29.)
Anche questo bagno di Buda risale all'epoca medioevale, ma venne riutilizzato solo dalla metà del 19° secolo. Allora furono costruiti un bagno termale con servizio completo e un centro medicinale. L'ambiente dell'area richiama ancora gli anni del centenario. Testimoni eloquenti di quest'epoca sono le lapidi di marmo collocate nel cortile. A partire degli anni 1950 è il centro del mondo intellettuale ed artistico.
Temperatura dell'acqua: 22-40°C, Piscine: 2 piscine scoperte, piscina d'avventura, 5 piscine termali,
Composizione dell'acqua: acqua termale radioattiva carbonata con idrogeno, magnesio, calcio, e cluoro-solfato, contiene una notevole quantità di ioni fluoruro.
Apertura: nei giorni feriali dalle 6.00 alle 19.00, fine settimana dalle 6.00 alle 17.00.

Bagni termali Széchenyi (XIV. Állatkerti körút 11.)
Uno dei piú grandi complessi di bagni d'Europa, l'unico bagno termale più antico funzionante ancora oggi nella parte Pest della capitale. L'edificio spettacolare con un'atmosfera particolare, venne costruito in due fasi, il bagno termale nel 1913 e la piscina nel 1927, ha un cortile con tre piscine aperte tutto l'anno. Una di queste è una piscina d'avventura. Nell'edificio ci sono più di 10 piscine, con possibilità di trattamenti medicinali. La costruzione di sale luminose ed ampie è stata influenzata dalla cultura balneare dei romani, la sala del bagno in vasca invece risale alla cultura balneare greca, mentre si possono scoprire anche tracce dei popoli nordici (sale di cura diaforetica, bagno immergente, saune).
Oltre alle sorgenti naturali viene utilizzata anche l'acqua termale di 74° C sorgente da un pozzo artesiano risalente al 1870. In molte guide turistiche si trovano foto molto particolari di questo bagno: uomini che giocano a scacchi nell'acqua calda in pieno inverno.
Temperatura dell'acqua: 20-38°C, Piscine: piscine scoperte, piscina d'avventura, piscine termali.
Composizione dell'acqua: acqua termale radioattiva carbonata con idrogeno, magnesio, calcio, e cluoro-solfata, contiene notevole quantità di ioni fluoruro e di acido borico.
Apertura: ogni giorno dalle 6.00 alle 22.00


lunedì 7 marzo 2011, 18:56
Profilo
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6475
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
beteldue ha scritto:
Salve a tutti, sono stato a Budapest una settimana, dal 14 al 21 settembre 2006; tratteggio alcuni appunti pratici e logistici, in quanto, per il resto, ci sono tutte le guide che volete

Il mio giudizio è del tutto positivo: città serena, accogliente, non costosa, ricca di giardini , acque termali e monumenti, facile da girare, con abitanti gentili e disponibili, piena di luce e di locali; mai vista violenza, prepotenza, aggressività

Appena usciti dalla dogana dell’aeroporto, sulla sx c’è uno sportello di cambio (cambiate poco, perché le condizioni lì non sono molto favorevoli)

Sulla dx , e ben visibile, c’è lo stand dell’ Airport Minibus che, con una somma più che ragionevole, vi porterà al vostro albergo e , al ritorno, vi riporterà all’aerostazione; prendete il biglietto (potete fare anche l’andata e ritorno) , dite la destinazione e vi sedete proprio di fronte allo stand; nel giro di pochi minuti verrà l’autista a chiamarvi; al ritorno prenotate telefonicamente 24 ore prima e fissate l’appuntamento presso il vostro albergo almeno tre ore prima dell’ orario di partenza del vostro aereo

I mezzi pubblici sono vecchi ma capillari ed efficienti; girate con essi, magari facendo l’abbonamento “Budapest Card” che vi da diritto all’uso illimitato di tutti i mezzi pubblici e molti sconti sull’ingresso di monumenti, ecc

Le tre metropolitane (M1 gialla; M2 rossa; M3 blu) si incontrano a Deàk Ter, la piazza più centrale e lo snodo più importante di tutti i mezzi pubblici

Si mangia bene, quasi come in Austria; l’unica è che la pasticceria, a mia opinione, è insopportabilmente dolce

Io mi sono trovato particolarmente bene con i ristorantini all’aperto (di livello medio-alto) della Ferenc Ter (M1 gialla : Oktogon) e, in particolare, con il Cafè Vian (ottimo per cucina, ambiente e cortesia) ; non sono trappole per turisti, sono frequentati prevalentemente da una clientela locale , giovanile, di buon livello economico

Come hotel, il mio target in Europa (tranne che in Grecia, dove non scendo sotto il 5 stelle) è il 4 stelle, possibilmente di catene internazionali , in posizione centralissima; in quest’ottica, ho preso il K + K Hotel Opera (catena austriaca K +K) (M1 gialla: Opera) , mi sono trovato benissimo; altre possibili buone scelte , di livello equivalente, sono: Hotel Taverna; Hotel Mercure Korona (gruppo Accors Hotel) , Hotel Fiesta Domina (gruppo Domina)

Durante la mia permanenza ha fatto molto caldo (calcolare anche che si tratta di un caldo umido), in albergo era sempre accesa la climatizzazione

Città dog friendly: cani bene accettati e trattati con amore e simpatia, accettati ovunque (ristoranti, mezzi pubblici, alberghi, ecc) ; ho fotografato anche una statua nel Metrò di cui non conosco l’esatto significato , ma pare un inno all’amicizia fra uomo e cane

Pericoli: le biciclette che arrivano a tutta manetta da ogni direzione; il selciato sconnesso e pieno di buchi

Brutta zona: quella che va dall’ Oktogon verso la stazione ferroviaria Nyugati ; questo comporta anche che il nuovo Hilton (più esattamente , l’ Hilton che è a fianco al centro commerciale West End, da non confondere con il vecchio Budapest Hilton, che è a Buda) è in un bassofondo

IL CONSIGLIO: diffidate da tutto ciò che è Vaci Utca: il 90% della disonestà e scorrettezza che potrete incontrare a Budapest sono concentrati in questo kilometro di strada pedonale centrale

LO SCONSIGLIO: evitate gli alberghi più modesti: il livello alberghiero è inferiore al nostro e ciò che può sembrare accettabile sul deplian o sul sito, può rivelarsi una delusione in loco

L’AVVERTIMENTO: in Ungheria si parlano, quali lingue straniere, nell’ordine: il russo; il tedesco, l’inglese. Molto difficilmente troverete qualcuno che sappia una parola d’italiano


LE TERME

Ho sono stato in tre posti: il Bagno Turco Rudas (subito dopo il Ponte Elisabetta (quello chiaro) , andando verso Buda , sulla sinistra, fermata bus proprio davanti); le Terme Pubbliche Szecheny ( Boschetto Città, M1 gialla: ononima fermata Szecheny) ; le famose Terme Gellert (sotto l’ononimo Hotel, subito dopo il Ponte Indipendenza (quello verde) verso Buda , sulla sx, tram 49 proprio di fronte)

Un’importante precisazione: questi centri non possono essere paragonati, in alcun modo, alle moderne terme svizzere , tedesche ed austriache che siamo abituati a frequentare; lo dico non per sparare un giudizio negativo, ma solo x rendere preventivamente edotti; il primo impatto soprattutto con le Szecheny può essere uno “choc” per chi è abituato a frequentare posti come Leukerbad, Langenfeld o Bad Gastein

Tutti gli ambienti sono tessili, non esiste alcuna norma di igiene e di comportamento condivisa, tutti fanno la sauna senza asciugamano, molti girano a piedi nudi, ecc, lo stato degli spogliatoi e dei servizi igienici spesso è spaventoso

(Questo mio discorso esclude le terme interne di alcuni alberghi, come per es. i due dell’ Isola Margherita, che non ho visto e che quindi potrebbero anche essere un discorso del tutto diverso )

Il Bagno Turco Rudas ha appena riaperto “” dopo una ristrutturazione durata alcuni anni ”” (cosa abbiano ristrutturato non ve lo so dire, visto che, x esempio, nella metà delle cabine la luce non funziona e ci si spoglia con la porta aperta per vederci qualche cosa) , e prevede un’interessantissima apertura notturna al venerdì e al sabato notte dalle 22 PM alle 4 AM (cosa che mi ha fatto grande piacere e di cui ho profittato in entrambe le sere)

E’ dotato di grande vasca con acqua calda termale sotto la nota cupola turca del XVI secolo, di alcune vasche termali laterali più piccole (da 28 a 42 gradi) , di un bagno di vapore troppo caldo e di due saune gradevoli

Ambiente abbastanza giovanile, gradevole, simpatico, misto (molte coppie), obbligatoriamente tessile

Le Terme Gellert sono le più famose, ma, a mio parere, è più la forma che la sostanza. Da una parte iniziale, mista e tessile (dove c’è anche la celeberrima vasca con le colonne (uno dei simboli di Budapest, peraltro di acqua fredda) , si passa in due settori separati x uomini e donne, con vasche calde e bagno turco; all’esterno l’ambiente ritorna misto, con un giardino terrazzato, una vasca grande fredda e una vasca più piccola, assai gradevole, calda ; gli amanti dell’arte e degli ambienti storici rimarranno estasiati, anche xrchè sembra di fare il bagno in una cattedrale

Le grandi Terme Pubbliche Szecheny costituiscono il discorso più difficile. Da una parte, sono immense e offrono più di tutte le altre strutture, e ad un prezzo assai accessibile. All’esterno ci sono tre vasche: una centrale, assai lunga, più fredda, per nuotare, altre due alle estremità, più calde (una di queste è celeberrima per le interminabili partite di scacchi giocate nell’acqua)

La parte interna è tutta un susseguirsi di vasche calde, saune, bagni turchi, ecc; mancano sale da riposo, sdraia, ecc

La condizione degli spogliatoi e dei servizi igienici è terribile, da far passare per extralusso un vecchio ospedale italiano; il sistema di biglietteria è talmente macchinoso che capannelli di turisti trascorrono minuti interi a leggere le targhe in inglese cercando di capirci qualche cosa; il sistema di pagamento e di chiusura delle cabine è talmente complicato che rinuncio a descriverlo; le matriosche dietro le casse - larghe come le casse stesse - sembra che facciano apposta a muoversi più lentamente possibile; STATE ATTENTI XRCHE’ SI SCIVOLA OVUNQUE

Eppure , nonostante questo ed altro, non solo si va, ma anche si torna (e infatti io ci sono andato più di una volta) per cui, alla fine, un motivo ci sarà


lunedì 7 marzo 2011, 18:57
Profilo
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6475
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
mizioeanto ha scritto:
kolitzani ha scritto:
le terme di gellert, in pieno centro, sono strutture vecchie e utilizzate dagli ungheresi per scopi curativi.[...] Detto questo si puo' anche andare, per vedere centri termali di altre epoche.

Ciao,
come scritto da Carlon (si era capito che faceva parte della combriccola?? :-) :-) ), siamo andati alle terme Gellert proprio con lo spirito del turista.
Devo dire pero' che, benche' partiti sapendo che non stavamo andando nelle "nostre" strutture di tipo germanico, la delusione c'e' stata.
Considerando che tutti i locali ci dicevano che le Gellert sono le piu' belle, ma talmente costose che molti impiegati ungheresi non se le possono permettere (il prezzo di ingresso, era per noi Eurati abbastanza basso), ci aspettavamo qualche cosa di piu'.
Appena entrati un dedalo di scale, passaggi, porte da far invidia al labirinto del minotauro. Le docce vecchie e malandate, piscine addirittura con qualche piastrella mancante.... e queste sarebbero quelle lussuose? Boh.
All'interno, l'architettura e' *carina* ma non bellissima, ci sono due vasche di acqua calda (33 e 38 gradi) per ogni ala (maschile e femminile) della struttura, anche se quando siamo andati noi, era giorno "mixed" e una piscina per nuotare comune. Abbiamo trovato un bagno di vapore per zona, una *sauna matrioska*, nel senso che ci sono 4 ambienti, per entrare nell'ultimo bisogna passare per gli altri tre, ed ogni ambiente e' in realta' una piccola sauna, con temperature man mano crescenti nel passaggio da un ambiente all'altro.
Chi ha fatto i massaggi, della durata di 15 minuti, riporta di qualche cosa di veramente poco piacevole.
Inutile dirlo, il costume e' d'obbligo, ma questo lo sapevamo ed eravamo preparati.
Per cio' che mi riguarda, il voto totale e' 4... evitabili sotto qualunque punto di vista.


lunedì 7 marzo 2011, 18:58
Profilo
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6475
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
Carlon ha scritto:
Beh...Anche io mi associo a quanto detto da Maurizio.

Tutta la parte esterna delle terme è chiusa in inverno e per quelle che vengono definite le più belle terme storiche Ungheresi, forse non è il massimo. Tra l'altro tutta la parte esterna era in condizioni da sembrare in disuso: le piscine erano mezzo piene di acqua verdognola più simili a tanti stagnetti maleodoranti che a piscine per il benessere. Le doccie avevano pezzi di muro mancanti e l'intera struttura non è sicuramente gestita con attenzione. Le terme fanno parte di un albergo lussuosissimo ed è stridente la differenza tra la hall e gli ambienti termali.

Unico appunto a quanto detto sui massaggi. Angela (Si...si...Quella iscritta, ma con soli 2-3 messaggi in totale :( ) ne è uscita delusa e non affatto rilassata, ma già sulla strada del ritorno si è accorta di un particolare benessere nelle zone massaggiate (schiena e gambe). Anche questa mattina mi ha detto che continuava a sentire gli effetti benefici alla schiena.
Quindi è probabile che le massaggiatrici il loro lavoro lo sanno fare bene. Il massaggio era un massaggio definito "medico" e non rilassante, per cui l'errore è stato probabilmente nell'aspettarsi di uscire rilassati da un massaggio che invece è tutt'altro.
Altra particolarità: il massaggio viene fatto nudi.


lunedì 7 marzo 2011, 18:58
Profilo
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6475
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
scusate...timidamente...Io ho un'esperienza diversa... :oops: :oops:
Sarà che sono ottimista di natura, ma a me è piaciuto molto. :fiore:
Sono stata a Budapest dopo capodanno. Freddo freddissimo, e tra una visita e l'altra non poteva mancare un giro alle terme.

Terme Gellert: ingresso molto bello stile impero con stucchi, specchi e marmi. Attenzione perchè per accedere alla piscina indirizzano tutti agli spogliatoi misti sotterranei, che sono freddi, spogli, piastrelle rotte e ambiente squallido. Io mi sono imbucata subito a destra (nella hall) negli spogliatoi femminili (idem maschili appena più avanti). In realtà lì fanno entrare solo chi fa i massaggi, ma facendo finta di non capire ci sono rimasta. Grandi spogliatoi con tende bianche, tutto molto pulito. Docce comode, asciugacapelli ecc. Armadietti con chiave. Da lì una porta dà accesso alla famosa piscina con le colonne, con acqua fredda in realtà. Bisogna nuotare per non prendere freddo... Appena dietro c'è una vasca semicircolare di acqua calda (mista uomini-donne) con alcuni getti e un paio di cascate sul collo. Tornando agli spogliatoi si accede invece alle zone separate uomini-donne. Io parlo per quella delle donne, suppongo che quella degli uomini sia uguale. Ci sono due vasche tonde di acqua calda (34 e 38 gradi) termale, docce, bagno turco e una serie di saune a gradazione in crescendo. Tutto l'ambiente era frequentato da donne nude. Mi ha fatto piacere vedere donne di tutte le età.
Fuori non sono stata.

Terme Kiraly: era mercoledì, giornata delle donne. Giorni alterni uomini-donne, week end misto.
Vecchie terme del XVII secolo con vasche di acqua termale caldissima, bagni turchi sotto le cupole. Spogliatoi carini con cabine di legno bianco-verdi. Scale di legno (scivolano!) per scendere alle vasche. Corridoi sotterranei, stanze una più calda dell'altra. Poca luce, attenzione alla testa! La famosa vasca ottogonale di acqua calda con la luce che filtra dalla cupola. Donne nude che si frizionavano a vicenda, diverse donne incinta galleggianti nell'acqua calda. Bellissimo. Fuori vecchi cortili pieni di piante, resti archeologici, vasi e panchine intagliate. Il clima non permetteva di star fuori, ma suppongo che in estate sia una meraviglia.

Terme Rudas: io non ci sono entrata perchè era la giornata degli uomini (misto nei week end), ma nell'ingresso gira un filmato con le immagini della vasca ottogonale e della piscina.


lunedì 7 marzo 2011, 18:59
Profilo
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6475
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
Alainfer ha scritto:
Ciao a tutti,
sono stato a Budapest lo scorso dicembre per un ottimo fine settimana e ovviamente ho frequentato due degli stabilimenti termali presenti. Essendo i Gellert e gli Szechenyi molto turistici ho optato per i vecchi bagni turchi Rudas e Kiraly.
Di regola all'ingresso viene consegnato un buffo grembiulino che si allaccia attorno alla vita e copre davanti ma lascia il sedere scoperto. Lo usano praticamente tutti e serve più che altro nella sauna dove girandolo ci si appoggia sulle panche per evitare di scottarsi. Non è consentito l’asciugamano in sauna (almeno non ne ho visti). Tra l’altro la sauna non è strutturata come quelle tradizionali ma ha praticamente delle sedie.
I bagni turchi invece sembrano le nostre saune con panche a più piani di legno. Ma in realtà sono bagni turchi! Un po’ strano ma questa è la tradizione a Budapest.
Le donne mi hanno detto hanno un grembiule tipo panettiere ovviamente!
Vi allego le descrizioni che trovate anche su internet: ottimo il sito http://www.budapestgyogyfurdoi.hu/en


Király - Il bagno termale Király, costruito nel 1565 sotto il pascià Arszlán e completato da Mustafà Sojoli nel 1566, é uno dei bagni turchi più importanti di Budapest. Con la sua originale sontuosità, è uno dei rari esempi dell’architettura turca rimasta in Ungheria. Il bagno già nell’epoca turca usufruiva dell’acqua delle sorgenti del bagno Lukács, condotta fino a qui attraverso piccoli canali di pino rosso. La situazione odierna è rimasta immutata, con l’unica differenza che adesso l’acqua curativa è condotta ai bagni attraverso tubi di plastica. Il suo edificio, ristrutturato nelle sue forme originali, funziona ancora come bagno turco. Il bagno ha subito gravi danni nella seconda guerra mondiale, è stato riaperto soltanto nel 1959. Una magica atmosfera viene creata dai suoi antichi muri e dalla luce che filtra da piccole finestre colorate, sistemate nella cupola di pietra.
La parte più bella, è la sala-cupola con la piscina ottagonale. I bagni termali sono di 39 e di 30 gradi, la piscina fredda è di 26 gradi, le camere d'aria calda e di vapore sono a 60-70 gradi. Le sue acque sono indicate per cure articolari e consigliate anche momenti di relax.
Attenzione: l’accesso è consentito a giorni alterni, per sole donne o soli uomini.
Orario d’apertura: donne: lunedì, mercoledì 8–19, uomini: martedì, giovedì, venerdì, sabato 9–20, misto (detto family day): domenica 9–20.
ATTENZIONE!!!: purtroppo sono bagni turchi dove la presenza gay è molto forte. Io fortunatamente non ho avuto grossi problemi (a parte un paio di anziani che in sauna si toccavano e ai quali ho fatto capire che non mi era gradita la cosa :please: ) ma vi assicuro che ho assistito a scene indegne. Quindi valutate bene se siete da soli… e non siete in cerca di avventure!

Rudas - Le sorgenti che alimentano le terme Rudas sono conosciute dai tempi in cui l'uomo si è insediato su questo territorio. Il bagno termale Rudas fu costruito nella seconda metà del Quattrocento dal pascià di Buda Sokoli Mustafa: è rimasto pressoché inalterato nella sua forma. Sul lato settentrionale è rimasto quasi intatto il blocco della navata del bagno turco, sotto cui c' è una vasca ottagonale ricoperta da una cupola semisferica, traforata da piccole finestre dai vetri colorati. Le acque che lo alimentano provengono da 3 sorgenti famose (la Juventus, l’Attila e la Hungaria) e da 15 sorgenti più piccole, e sono leggermente radioattive; contengono calcio, magnesio, idrocarburo, solfati e fluoruro. E’ molto diffusa tra gli ungheresi, la credenza popolare secondo la quale soprattutto l’acqua della sorgente Juventus faccia ringiovanire. Certamente il bagno è utilizzato nella cura di malattie acute degli organi motori, e le sue acque hanno un benefico effetto nella cura di malattie gastrointestinali, di nefrolitiasi e calcolosi.Dall'esterno, questi bagni turchi per uomini non hanno nulla d'attraente. Eppure... dopo esservi cinti di un perizoma bianco, mentre vi dirigete verso il cenacolo, assolutamente sorprendente per i non iniziati, giungerete nello strano "antro" costruito nel 1566 dal pascià Mustafà Sokoli. Nel mezzo, una grande vasca ottagonale in marmo rosso, circondata da colonne; agli angoli, vasche la cui temperatura varia da molto fredda a molto calda. Non perdete il bagno di vapore e la sauna!
Qui c’è anche una bella piscine (ingresso e biglietto separato o cumulative) che però non ho visitato.
Ci sono andato il lunedì mattina alle ore 6.00, orario tipico degli abitanti di Budapest che vanno alle terme prima di andare al lavoro o appena concluso il turno di notte! Ero l’unico non ungherese! Veramente belle e da provare! :great:
Piscina
Lunedì-Mercoledì: 06:00 – 18:00
Giovedì-Domenica: 06:00 – 20:00
Venerdì, Sabato: 22:00 – 04:00
Bagno Turco: tutti i giorni: 06:00 – 20:00
Venerdì, Sabato: 22:00 – 04:00 (funziona come discoteca, molto di tendenza mi hanno detto)
Ingresso Solo Per Donne: martedì
Ingresso Solo Per Uomini: lunedì, mercoledì, giovedì , venerdì,
Familiy day: sabato e domenica


lunedì 7 marzo 2011, 18:59
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.   [ 6 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010