Oggi è lunedì 26 giugno 2017, 17:44



Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 
 2017: la svolta di QC Terme? 
Autore Messaggio
Habitué
Habitué

Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 16:21
Messaggi: 263
Località: Lombardia
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
nello spot di QC Terme, collect moments not things, una top model abbandona tutti i vestiti e si butta nuda, evidenzio nuda, in una piscina di QC Terme (Bormio? Pozza di Fassa?)

finalmente QC Terme ha variato le regole

ecco lo spot



o non ho capito lo spot?


sabato 24 dicembre 2016, 15:06
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 14 ottobre 2008, 21:32
Messaggi: 2073
Località: Latina
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Le immagini sono adatte al claim.
Per quel che riguarda la modalità di utilizzo dei centri, non sarei così ottimista, solo per lo spot

_________________
so you think you can tell Heaven from Hell


domenica 25 dicembre 2016, 13:28
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: lunedì 6 dicembre 2010, 16:50
Messaggi: 34
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Premesso che per la sauna si fa solo senza costume, sarebbe un azzardo economico clamoroso. Con obbligo del costume in pochi anni hanno aperto tramite QC TERME una decina di centri termali, con grosso riscontro economico.
Dai primi anni 2000 in italia, sono nate tantissime spa di medie-grandi dimensioni, di cui con obbligo nudita' credo non piu' di 5 in tutta italia. In ambito commerciale si cerca sempre di diversificare l'offerta, ma gli imprenditori del settore hanno preso atto del rifiuto quasi totale degli italiani verso il nudo in sauna (i piu' fanatici del costume sono i giovani).
Diverso il discorso per i centri benessere interni agli hotel, dove in teoria c'è piu' possibilita' riguardo all'uso costume, ma solo perche' essendo poco controllati , gli italiani se ne fregano delle regole corrette
imposte dal regolamento interno delle spa.


domenica 25 dicembre 2016, 14:48
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1258
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
su questo non sono d'accordo,oltre al successo dei centri altoatesini che me lo suggerisce c'è la realtà di gardacqua,pieno nei giorni di sauna dolomiti e con max 10 clienti nei giorni costumati


domenica 25 dicembre 2016, 16:40
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 22:26
Messaggi: 710
Località: Andalo
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Da ex saunista e ora "collaborante" per motivi familiari in un hotel con spa alla tedesca, devo dire che Marcomix ed Andrea Vi hanno entrambi ragione...

Vediamo le differenze tra QC e i centri altoatesini, viste da uno che le ha frequentate entrambe con un occhio da "utente esperto".

Chi è il cliente di QC e come vuole essere trattato?
Il cliente di QC è quello che sogna l'hotel 5*S, dove sfoggiare il vestito da sera, dove vuole esclusività, dove vuole pagare molto.
Di come si faccia la sauna non gli frega praticamente nulla.
Semplicemente fa "figo" andare in sauna e quindi è giusto che tutto sia caro.
Come negli hotel di gran lusso ci si veste bene e si vuole sfoggiare quello che si ha.
Più il costume è costoso e meglio è.
Più pago il trattamento e meglio è....anche perché il cliente tipo non ci va spesso ma quando va è un evento.
Dentro ci devono essere il ristorante di lusso, i trattamenti di lusso, le creme di lusso.

Chi è il cliente di un centro altoatesino o di un hotel wellness alla tedesca?
E' quello che ama la sauna come si deve, a cui non interessa sfoggiare (a parte la brigata degli sventolatori compulsivi) a cui interessa il relax a buon prezzo, senza troppi fronzoli.
Possibilmente si porta il panino da casa o mangia piatti semplici, magari vegetariani.
Il must della bibita è la birra o il succo di mela.
Non gli interessa nulla se ognuno ha il suo asciugamano e non importa se non sono tutti bianchi allineati e coperti.
Il prezzo non deve essere troppo elevato perché in sauna ci va spesso, un po' come a fare la passeggiata al centro commerciale o al cinema al sabato sera.
Non gli importa più di tanto dell'estetica e nella testa ha superato, in genere, il giudizio estetico su se stesso e sugli altri.

Ora...nella mentalità media dell'Italiano, secondo voi quale prevale?
Esatto...il primo tipo di mentalità.

Caso pratico: ho due amici di Massa...
Un giorno mi dicono che hanno scoperto l'Aufguss all'Asmana...e il commento loro è stato: "figo, un posto enorme, dove c'è un sacco di divertimento, roba da mangiare, gente strafiga e puoi sfoggiare"...
Se li metti al Cron4 o a Cascade ci stanno come il due di picche quando briscola è cuori.

Inoltre il caso due) "hotel e centri alla tedesca" comporta che siano un po' più "onerosi" come gestione.
Non nel senso che la gestione costa di più, ma nel senso che mentalmente chi li gestisce fatica di più.

Vi garantisco che "convincere" ogni giorno persone non abituate a provare la sauna senza costume è mentalmente uno sforzo immane.
Mi ricordo certe vacanze natalizie ad AcquaIN in cui avrei voluto avere un bastone da rompere in testa al turista medio.
In centri costumati questo non serve...è tutto più facile.

Tuttavia quale è il bello?
Che per chi fa la sauna senza costume ci sono posti dove si targettizza proprio quel tipo di cliente...e lo si vuole trattare bene.
Purtroppo sono pochi ma ci sono.
E per fortuna, finché ci saranno gli appassionati, quei posti potranno vivere.

Di certo non si incroceranno mai con gli altri, ma forse va anche bene così.

Certo...ci/vi tocca fare tanta strada...ma nei centri dove si è scelta la strada più difficile si è anche certi che la qualità sarà quella giusta.

Io che conosco bene Andalo faccio sempre il solito esempio: Tullio Bottamedi ha voluto AcquaIN senza costume...aveva il paese contro ma assieme a me ed a Bruno ha avuto successo.
Dopo AcquaIN è passato all'Hotel Adler, che ha voluto con le stesse regole.
Mezzo paese ha scommesso contro di lui ed ancora una volta, con Alice (e me nei weekend a darle una manina) è stato un altro successo.

E' stata dura in entrambi i casi, è un impegno costante per far capire alla gente i pro ed i contro...ma funziona.

Molto più facile, enormemente molto più facile e meno rischioso, fare un posto caro, di tendenza, con il costumino figo.

Per il popolo del Grande Fratello, dell'Isola dei Famosi e di chi più ne ha più ne metta, il lusso griffato è il sogno momentaneo di una vita magari un po' piatta.

Meditate, gente...meditate...

Luca

_________________
Io ne ho viste cose che voi tessili non potreste immaginarvi.


"Gardanatour ... l'importante non è dove vai, ma con chi ci
vai"


lunedì 26 dicembre 2016, 10:47
Profilo
eXtraJuniorAdmin
eXtraJuniorAdmin
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 16 novembre 2006, 11:51
Messaggi: 4802
Località: Marostica (VI)
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Grazie Luca per i tuoi commenti sempre pertinenti e "di prima linea" :friends:


martedì 27 dicembre 2016, 22:46
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 22:26
Messaggi: 710
Località: Andalo
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
[O.T.]

Grazie Giulio74.

So che a volte mi dilungo un po' ma molto spesso tento di immedesimarmi in un imprenditore (quale in effetti sono) che debba aprire un centro wellness...
...e mi piace scrivere...

Buon 2017!

Luca

[Chiuso O.T.]

_________________
Io ne ho viste cose che voi tessili non potreste immaginarvi.


"Gardanatour ... l'importante non è dove vai, ma con chi ci
vai"


mercoledì 28 dicembre 2016, 18:49
Profilo
Stagionale
Stagionale

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 18:17
Messaggi: 154
Località: torino
Rispondi citando
Io penso che, la differenza sostanziale sia che il saunista che ama fare la sauna in modo corretto, torna nel centro anche tutte le settimane,
tant'è che in molti centri tipo Acquarena, mi risulta ci siano dei veri e propri "abbonati", viceversa il saunista occasionale, tiene il costume, ma torna, bene che vada una volta l'anno.
Trovo incredibile che chi gestisce un centro, non colga la differenza.
Il fatto che in certe zone tedesche, ci sia un centro termale quasi in ogni paese e funzionino tutti alla grande, dovrebbe far ragionare.
Qui, a furia di aprirne e non coltivare la clientela di appassionati, finiranno per fare la fine che già fanno, cioè prezzi alti, e clientela che torna ben di rado. Alle terme QC di Torino, rispetto ai primi tempi in cui c'era l'onda del "nuovo", non è che ci sia poi tutta questa folla.


giovedì 29 dicembre 2016, 16:24
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: lunedì 6 dicembre 2010, 16:50
Messaggi: 34
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
In questi anni di crisi economica, nessun impreditore e' disposto a rischiare un "fallimento economico" per immolarsi sull'altare delle buone regole igieniche di un centro saune.
Obbligano il costume, perche' e' il cliente italiano che lo vuole.
Secondo un sondaggio, gli italiani sono il popolo europeo che piu' di tutti preferisce indossare il costume in sauna.
A brescia c'erano due saune con utilizzo corretto del non costume, una ha chiuso recentemente causata in parte, anche dalle recensioni "cattivissime" su tripadvisor a riguardo del nudo in sauna.
Se ci fosse questa gran richiesta da parte della clientela di fare la sauna senza costume, i pochi posti che seguono questa regola dovrebbero essere essere sold out tutti i giorni, invece i clienti sono sempre gli stessi (saunisti fedeli) , ma manca totalmente la clientela nuova, desiderosa di frequentare il mondo delle saune, ma non disposta a togliersi il costume.
Scommettiamo che il futuro centro wellness a ponte di legno (fondi gia' stanziati) sara' con obbligo di costume?


giovedì 29 dicembre 2016, 22:28
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 22:26
Messaggi: 710
Località: Andalo
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Quello che manca in genere in questi casi è un buon business plan ed uno studio del mercato.

Prendiamo il caso di Brescia (o meglio, di Castegnato...)
Centro piccolo ma bello con annesso centro estetico e, se non ricordo male, parrucchiere.
La Spa era solo una piccola parte della struttura.
Prezzi elevatissimi.

Chi era il bacino di utenza?
Le persone della zona.

Cosa offriva il centro a chi frequentava la Spa? Quando ci sono andato io, assolutamente nulla di speciale.
Non un maestro di sauna, non uno scrub, non un Aufguss...nulla...
Nessuno a spiegare nulla.

Ora...per quale motivo uno che già andava nel centro "costumato" avrebbe dovuto convertirsi al nudo, a caro prezzo, in un posto di paese infilato davanti alla tangenziale?

Prendiamo un altro caso...Hotel Atlantic a Borgaro Torinese...
Hanno iniziato tentando con la sauna senza costume e poi, credo, tornando indietro...
Vediamo la clientela...locale o di gente che arriva all'aeroporto di Torino Caselle e usa l'hotel come base.
Ma secondo voi perché dovrebbero fare la sauna nudi?

Prendiamo invece altri casi che invece funzionano...(evito di citare sempre i soliti)...

Sono di solito posti in luoghi turistici, non si affidano alla semplice clientela locale, hanno qualcuno che davvero spinge e non molla, si fanno pubblicità.
Se non sono i posti turistici però ci credono e non cedono al "costume" (Juta a Trento, piscina ad Ala, Olimpic a Brescia).


Quando penso alle saune mi vengono in mente i venditori della Folletto.
Se ne comprate uno scoprite che è un prodotto molto buono, ben fatto, utilissimo (per motivi personali pregressi ne so qualcosa)...
...ma se vi fermate al prezzo nessuno lo comprerebbe mai...
...eppure lo comprano...

Chi fa la differenza?
Esatto...quegli infaticabili rompi***** dei venditori che nonostante i milioni di insulti che si beccano non mollano mai e alla fine riescono a vendervelo.

Se oggi qualcuno volesse aprire un centro benessere con la Spa senza costume, dovrebbe comportarsi come un venditore Folletto.
Testardo, insistente, motivatissimo.
Quanti saunisti così credete di trovare?
Quanti imprenditori così pensate esistano?

All'estero (paesi di lingua tedesca) non serve...il nudo per loro non è un tabù ma la normalità.
Ma da noi funzionerebbe, a tendere, con enorme sforzo e, ovviamente, non ovunque.

_________________
Io ne ho viste cose che voi tessili non potreste immaginarvi.


"Gardanatour ... l'importante non è dove vai, ma con chi ci
vai"


venerdì 30 dicembre 2016, 12:05
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: lunedì 6 dicembre 2010, 16:50
Messaggi: 34
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
http://www.linkiesta.it/it/article/2017 ... ere/33370/


mercoledì 1 marzo 2017, 18:50
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 11 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010