Oggi è sabato 25 marzo 2017, 21:42



Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
 Bagno turco e Hammam 
Autore Messaggio
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6050
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
ImmagineImmagineImmagine



Il Bagno Turco ha una lunga storia, forse ancora più antica rispetto a quella della sauna.
Il bagno di vapore era certamente noto ai Greci, che lo trasmisero ai Romani.
Le grandi terme romane (di cui si parlerà separatamente) avevano ambienti abbastanza simili a quelli che oggi possiamo trovare negli hammam classici.
Infatti gli Hammam (dall'arabo "scaldare") non sono altro che l'evoluzione dei bagni romani portati a Bisanzio.
Qui ebbero grande successo perché c'era ancora memoria delle usanze greche e le pratiche igieniche facevano parte della cultura dei turchi e degli arabi.
Nel tempo questi ambienti diventarono molto caratteristici e si differenziarono dalle terme romane, dai bagni romano-irlandesi e dai bagni romano-russi.
Ecco perché si chiamarono "bagni turchi". Rispetto alle terme romane, sono di norma più piccoli e semplici.
In Turchia gli hammam trovarono larga diffusione durante il periodo ottomano e il miglior esempio è il Çemberlitaş Hamam di Istanbul, inaugurato nel 1584 e tuttora funzionante.
In occidente questo trattamento ebbe il massimo splendore nella seconda metà del XIX secolo, in particolare nel mondo anglosassone.

Negli hammam tradizionali, i rivestimenti interni sono in marmo e la stanza principale ha una grande cupola con tanti fori per dare luce all'ambiente.
Il calore è radiante, ovvero diffuso attraverso le panche, i pavimenti e le pareti da un ingegnoso sistema di circolazione del vapore.
Il rito ha inizio negli spogliatoi, dai quali si esce coperti da un tipico telo di cotone o seta a grandi quadri colorati, il peştemal, che gli uomini si legheranno in vita facendolo passare in mezzo alle gambe e le donne useranno come un pareo.
Nei paesi musulmani solitamente non si toglie mai e si inzuppa rapidamente di acqua.
Si sosta senza fretta in ciascuna delle tre stanze che compongono il percorso, ognuna delle quali ha una temperatura superiore rispetto alla precedente.
L'ultima stanza ha spesso una grande lastra centrale di marmo, che serve per il massaggio.
ttorno ci sono delle nicchie con rubinetti e ciotole per lavarsi.
In questa sala ci si dedica alla cura del corpo: si applica l'hennè ai capelli, ci si fa frizionare con un guanto intriso di argilla e sapone, ci si sottopone a energici massaggi.
Ogni Paese ha le sue tradizioni, come i sacchetti con la pietra pomice, il rassoul (argilla) e l'olio d'Argan (tutto dal Marocco) o il sapone di Aleppo (dalla Siria).
Il percorso termina ritornando nella stanza per il relax : su grandi panche con morbidi cuscini e tappeti orientali, ci si rilassa sorseggiando il the alla menta o al cardamomo.

Tra gli accessori caratteristici di un hammam troviamo il peştemal, i nalin (pantofole ricamate), l'hennè, l'argilla, il sapone, le ciotole per bagnarsi.
Anticamente vi lavoravano i tellak, giovani inservienti che non sempre si limitavano ad innocenti massaggi ... oggi invece ci sono massaggiatori di professione.

Di norma uomini e donne usano locali separati e alcuni hammam di Istanbul conservano ancor oggi mikvehs, bagni rituali per donne di religione ebrea.
Nei paesi arabi la nudità completa non è solitamente accettata e le parti intime devono restare sempre coperte.

Nei paesi occidentali il bagno turco è sinonimo di bagno di vapore.
Si utilizza allo scopo una stanza rivestita di marmi e piastrelle colorate, avvolta in una leggera nebbia profumata e con una fontanella o una doccia con acqua fredda.
Spesso si associa la cromoterapia, ovvero piccole luci sul soffitto che ricordano una volta stellata (o i fori delle cupole degli hammam) che rilassano la mente con la variazione dei colori.
I bagni turchi più semplici sono costituiti da strutture in materiale plastico e vetro.
In questi locali si entra senza asciugamano e prima di sedersi si sciacqua con cura il posto che si andrà ad occupare.
E' buona educazione sciacquarlo anche prima di uscire.

Talvolta si differenziano i "bagni turchi" dagli "hammam", dove i primi sono bagni di vapore e i secondi stanze riscaldate attrezzate per il massaggio.



Caratteristiche

All'interno di un bagno turco la temperatura è compresa tra i 40° e i 60°.
La percentuale di umidità raggiunge il 90-100%, formando una nebbia dalla temperatura stratificata, da 20/25°C al livello del pavimento fino a 40/50°C all'altezza della testa.
La sudorazione è meno intensa che in un ambiente molto caldo e secco come la sauna, ma dato che la permanenza è più prolungata, il risultato finale spesso è che la quantità di sudore traspirato è superiore.
E' efficace per una pulizia profonda del corpo, utile per le vie respiratorie, tonficante e rilassante, riduce lo stress.




Curiosità: alcuni termini arabi (a) e turchi (t)

- bagno d'aria 40°/50° Beitoval (a), Wustani (t)
- aria umida 50°/55° Hararah(a), Halvet (t)
- aria a 18°/20° Mesluk (a), Mustaby (t)
- ambiente fresco Soukluk (t)



Approfondimenti

http://www.benessere.com/remise/arg00/bagno_turco.htm
http://en.wikipedia.org/wiki/Hammam (inglese)


Immagine
©2007 Diritti riservati - Vietata la pubblicazione e la riproduzione in qualsiasi forma, anche parziale
Non si assumono responsabilità, dirette ed indirette, per le notizie qui riportate

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


Ultima modifica di Micho il sabato 22 dicembre 2007, 10:46, modificato 1 volta in totale.



martedì 27 novembre 2007, 0:20
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6050
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Uno dei più belli hammam di Istanbul, sicuramente il più antico in attività, è quello di Cemberlitas Hamami e si trova nel quartiere di Sultanahmet, accanto alla colonna di Costantino (Cerbelitas in turco significa "colonna cerchiata"). E' un ottimo esempio di architettura ottomana del XVI secolo, con le caratteristiche balconate in legno dell'atrio e le splendide cupole forate dei saloni. L'atmosfera è antica e familiare, nonostante sia un luogo frequentato soprattutto da turisti stranieri.

Ha zone separate per uomini e donne. All'ingresso viene fornito il caratteristico "pestemal" e vi danno la chiave di uno degli spogliatoi sul ballatoio. Qui lasciate le vostre cose ed uscite indossando solo il telo, che non va mai tolto. Passate nella seconda stanza per un'accurata doccia. Infine nella sala centrale: una stanza ottagonale rivestita di marmi chiari con la cupola forata da tanti piccoli oblo' che lasciano entrare la luce naturale. Lungo le pareti ci sono nicchie con bassi rubinetti in ottone e ciotole per bagnarsi. Al centro una grande piattaforma in marmo caldo. Qui vi stendete lungo un bordo e un addetto inizia a strofinarvi vigorosamente con un guanto ruvido e una ricca schiuma di sapone. Vi insapona accuratamente dalla testa ai piedi e poi vi sciacqua. Dopo di che restate per un po' stesi a godere della bellezza del luogo, dei profumi orientali e del rumore leggero dell'acqua che scorre ...
Il percorso termina nella sala d'ingresso, dove gli uomini stanno a chiaccherare bevendo il the e fumando il narghilè.

Il soggiorno minimo consigliato è di un'ora e mezza.

I prezzi non me li ricordo ... mi hanno fatto fumare dal narghilè :roll:

Hammam di Cemberlitas: Vezirhani Cad 8
Aperto tutti i giorni dalle 6 alle 24 per gli uomini e dalle 8 alle 23 per le donne.

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


martedì 27 novembre 2007, 0:21
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6050
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Di seguito, nomi ed indirizzi degli Hammam delle maggiori città d'Italia.

*Hammam del Centro Interculturale Alma Mater -Torino
Tel: 011 - 201727
Orario: lun, 10-13; martedì e mercoledì, 14.30-20; giovedì e venerdì, 10-13 e 14.30-20; sabato 10.30-20
Prezzi: l'ingresso, con i servizi a parte, costa 7.75 euro

*Hammam della Rosa - Milano
Tel: 02 - 29411653
Orario: martedì-venerdì dalle 12 alle 22; sabato-domenica dalle 11 alle 19
Prezzi: 45 euro ingresso giornaliero "percorso della rosa", tessera annuale 10 euro.
Riservato alle donne

*Hammam - Genova
Tel: 010 - 5954133
Orario: dalle 11 alle 22; chiuso la domenica
Costo: 21 euro per l'hammam, 31-45 euro per il massaggio ayurvedico, 21 euro per la maschera al viso.

*La culla del benessere - Roma
Tel: 06 - 36298573
Orario: dalle 10.30 alle 21, la domenica dalle 14 alle 21; chiuso il lunedì.
Costo: 52 euro l'hammam con pulizia del corpo, 52 per il massaggio.

*Fascino hamami - Castiglione dello Stiviere
Tel: 0376 - 632254
Orario: dalle 9.30 alle 21.30, sabato dalle 9.30 alle 18; chiuso dom e lunedì.
Costo: hammam 36 euro, massaggio 45 euro.

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


martedì 27 novembre 2007, 0:22
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6050
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Gonzo ha scritto:
Citerei:

- Wave Urban - Povegliano Veronese (VR) che all'interno ha un hammam molto bello
- Hammam Bleu - Bologna
- Hammam mediterraneo (MO)

sono stato solo nei primi due però
Ciao

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


martedì 27 novembre 2007, 0:22
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6050
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
naturnik ha scritto:
Anche il centro JutaSpa di Ravina (TN) ha un bell'hamman; grande con parte centrale ampia per sdraiarsi; all'interno si trovano due o tre doccie e all'ingresso del centro è possibile comperare quanto necessario per un bell'hamman.
Ah, dimenticavo: ovviamente è necessario trovare un partner che ti "strofini" per bene!!!

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


martedì 27 novembre 2007, 0:22
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: domenica 13 maggio 2012, 23:23
Messaggi: 6
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
belle recensioni e bei consigli micho!
grazie!


lunedì 11 giugno 2012, 19:09
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: domenica 13 maggio 2012, 23:23
Messaggi: 6
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Buongiorno a tutti!
A qualcuno risulta che nella tradizione marocchina il calidarium non prevede l'immissione del vapore all'interno del calidarium ma che lo stesso viene creato con l'apertura dei rubinetti dell'acqua calda da parte dei presenti?
Grazie per l'attenzione e per le risposte.


mercoledì 13 giugno 2012, 16:20
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 7 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010