Oggi è martedì 22 agosto 2017, 3:26



Rispondi all’argomento  [ 93 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo
 Cosa fare e non fare in un centro benessere 
Autore Messaggio
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
I luoghi del benessere



Prima di illustrare il corretto comportamento da tenere in un centro benessere, è necessario approfondire le differenze tra luoghi di cura, beauty farm e centri di svago. Ciascuna tipologia ha le sue regole e la sua clientela.



SPA e Terme

SPA letteralmente vuol dire "Salus Per Aquam" (salute per mezzo dell'acqua).
SPA è anche il nome di una cittadina del Belgio orientale nota per le sue sorgenti idrominerali e meta preferita dello zar Pietro il Grande durante la seconda metà del XVIII secolo.
Il termine "SPA" identifica uno stabilimento termale avente riconosciuta efficacia terapeutica (L.323/00), spesso arricchito da altri trattamenti complementari ed integrativi. Ai giorni nostri la medicina termale è una scienza che opera in stretta collaborazione con le Cattedre di Idrologia, Farmacologia, Biochimica e Fisiologia e di tutte le numerose branche della medicina nelle quali l'intervento termale assume un significato preventivo, terapeutico o riabilitativo (reumatologia, ortopedia e traumatologia, otorinolaringoiatria e pneumologia, ginecologia, dermatologia, pediatria e geriatria, gastroenterologia, urologia etc.).
Un esempio è questo: http://www.termedisalsomaggiore.it/
Per saperne di più vedi qui: http://www.benessere.com/terme/arg00/storia.htm ; http://www.parlamento.it/parlam/leggi/00323l.htm .



Beauty Center e Beauty Farm

In questi centri si attuano programmi personalizzati per una Remise en Forme generale, con prevalenti finalità estetiche e di benessere psicofisico.
Si avvalgono della presenza di personale medico specializzato in medicina estetica, psicologia, endocrinologia, dietetica, medicina non convenzionale e talvolta consentono di seguire un programma alimentare individuale. Il target di riferimento è di alto livello, i prezzi in linea con il tipo di clientela.
Tra le ultime mode si possono segnalare le "beaty day spa", centri espressamente dedicati a chi ha poco tempo a disposizione con trattamenti della durata di poche ore.
Un esempio è questo: http://www.palace.it/it/navigation.htm



Centri wellness e centri benessere

Sono aree dedicate al relax del corpo e della mente. Possono essere spazi autonomi, oppure trovarsi all'interno di centri sportivi dotati di piscine e palestre, oppure ancora affiancati a strutture alberghiere. In questi centri prevale la filosofia del "wellness", un vero e proprio stile di vita orientato al benessere che affonda le radici nell'antica tradizione mediterranea. A volte tale concetto viene contrapposto al "fitness", il culto della forma fisica e dell'esteriorità di origini americane.
Nei centri benessere possono essere effettuati trattamenti estetici e di medicina estetica, oltre che tecniche di medicina non convenzionale.
Il target di riferimento è una clientela informale, composta da persone di tutte le età; i prezzi solitamente contenuti. Sono strutture in notevole espansione: la domanda è in forte crescita. Un esempio è questo: http://www.acquarena.com/
Per un approfondimento vedi: http://www.aiceb.it/ http://www.benessere.com/terme/arg00/ben_sal.htm




Ora passiamo ad illustrare le "regole" dei centri benessere.



Immagine
©2007 Diritti riservati - Vietata la pubblicazione e la riproduzione in qualsiasi forma, anche parziale
Non si assumono responsabilità, dirette ed indirette, per le notizie qui riportate

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


sabato 24 novembre 2007, 11:17
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Centri benessere: consigli pratici.

Il "necessaire"


Immagine


Non serve molto: due asciugamani grandi (uno da usare in sauna e l'altro per asciugarvi dopo la doccia), un accappatoio per i periodi di riposo, eventualmente un asciugamano più piccolo, ciabatte, spazzola, sapone, shampoo.
Gli asciugamani devono misurare almeno 150 cm x 60 cm.
In quasi tutti i centri è previsto un servizio asciugamani e spesso un telo è compreso nel prezzo di ingresso.
Separatamente è possibile noleggiare un accappatoio e talvolta delle ciabatte.
Anche sapone e shampoo si possono procurare in loco.
Ricordatevi di prendere un costume da bagno e una cuffia da nuoto.
Portatevi un buon libro, un lettore mp3, una bibita di riserva, un frutto, creme idratanti.
Dimenticate a casa gioielli, cellulare e orologio ...


Prima di partire informatevi sugli orari, su eventuali fasce riservate all'utenza femminile, su obbligo o divieto di nudità ...
La permanenza minima è di due ore, meglio di più. Se avete fretta rimandate: una sauna fatta in velocità non fa bene.
Non si va a stomaco vuoto, ma nemmeno subito dopo un pasto abbondante.
Riposate almeno 15/20 minuti dopo un'intensa attività fisica.


Importante!
Evitate di fare saune in caso di infiammazioni acute e febbrili e se avete scompensi cardiaci e circolatori.
In caso di ipotensione e ipertensione chiedete un parere medico, anche se i bagni di calore possono essere di giovamento.
Durante la gravidanza è possibile fare la sauna, ma solo se l'avete sempre fatta e se il medico approva.


La sauna non è un trattamento dimagrante, anzi spesso fa aumentare l'appetito!



Immagine
©2007 Diritti riservati - Vietata la pubblicazione e la riproduzione in qualsiasi forma, anche parziale
Non si assumono responsabilità, dirette ed indirette, per le notizie qui riportate

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


lunedì 26 novembre 2007, 20:41
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Nudità in sauna

Immagine


La sauna si dovrebbe fare completamente nudi, togliendo tutti gli oggetti in plastica e metallo ed usando un grande asciugamano per sedersi o stendersi (deve isolare il corpo dal legno).
Tutto il corpo deve essere esposto al calore, evitando di avvolgersi dalla testa ai piedi con gli asciugamani.
Così facendo i benefici della sauna sarebbero ridotti, mentre aumenterebbe la sensazione di fastidio e "mancanza d'aria".
Anche indossare costumi sintetici è da evitare, in quanto potrebbero rilasciare sostanze tossiche e creare pericolosi ristagni di calore e sudore.
Al limite ci si può coprire con un piccolo asciugamano o con un leggero telo di cotone.

La cosa più sbagliata che possiamo fare è entrare in sauna bagnati e sederci, indossando il costume, direttamente sulla panca.
Se poi indossiamo anche le ciabatte facciamo una figura da completi ignoranti.
Nel caso il nostro pudore non ci consenta di stare nudi, per lo meno entriamo in sauna senza ciabatte, con l'asciugamano avvolto in vita, senza costume, sedendoci al primo livello e tenendo i piedi a terra.
Dopo pochi minuti ci verrà spontaneo allentare l'asciugamano, pur tenendo coperte le parti intime.

Nei paesi dell'Europa settentrionale e centrale, giù fino alla Germania e all'Austria, è normale fare la sauna nudi.
Fin da bambini si viene abituati alla nudità comune, che in sè non ha nulla di sconveniente o riprovevole: l'imbarazzo è semplicemente dovuto all'educazione ricevuta. La nudità è una componente importante di questo rituale sociale e contribuisce a ridurre lo stress e ad aumentare la sensazione di benessere, condivisi con gli altri ospiti della sauna.
E' anche un modo per "staccare la spina" e rinunciare per qualche ora ai vincoli, alle convenzioni e alle barriere sociali.
Nei Paesi nordici la tradizione impone che la sauna si faccia nudi, il costume è "da stranieri".
In Italia la mentalità prevalente è ben diversa e solo alcune regioni, grazie alle influenze austriache, hanno una diffusa cultura della sauna.
Purtroppo nel nostro Paese molti centri benessere sono semplicemente luoghi di svago e divertimento, e la sauna viene usata in modo del tutto improprio e scorretto.

D'altra parte, non è giusto chiamare "naturiste" le saune che rispettano le regole, in quanto la nudità in questo contesto è funzionale e necessaria al trattamento.
Si preferisce definirle "saune all'austriaca", perché l'Austria è il Paese più vicino all'Italia dove la nudità in sauna è normale.


Sia ben chiaro che la sauna non è un luogo di esibizionismo e voyeurismo !


Solo un cenno ai "divieti ai minori" in vigore presso alcune strutture.
Il "Divieto ai minori di 18 anni" è tipicamente italiano e non ha bisogno di ulteriori commenti.
Nei Paesi del centro/nord Europa la situazione è varia e si tratta principalmente di scelte gestionali.
Ci sono centri che favorisco l'accesso delle famiglie e non pongono divieti, altre strutture che impongono divieti ai minori 14 o 16 anni per ridurre la possibilità di usi impropri della sauna e mantenere un'atmosfera più rilassante.
Se volete portare tutta la famiglia in sauna è meglio informarsi prima ...

Immagine
©2007 Diritti riservati - Vietata la pubblicazione e la riproduzione in qualsiasi forma, anche parziale
Non si assumono responsabilità, dirette ed indirette, per le notizie qui riportate

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


lunedì 26 novembre 2007, 20:45
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Socializzare in sauna

Immagine


Gli attuali centri benessere discendono dalla tradizione delle terme romane, delle saune finlandesi e degli hammam arabi, luoghi senza dubbio importanti nello sviluppo delle relazioni sociali.
Nell'antica Roma le terme erano soprattutto luoghi di incontro, dove si mescolavano persone appartenenti ai più diversi ceti sociali.
I prezzi erano volutamente "popolari" e non era raro incontrare personalità pubbliche o, con un pò di fortuna, addirittura l'imperatore.
Le saune finlandesi fanno parte della cultura di quei popoli e si va in sauna come si va al cinema o al ristorante.
Esistono saune condominiali e saune aziendali, gli affari di lavoro a volte si discutono nudi ospiti di qualche funzionario.
Anche gli hammam sono tipici posti di ritrovo nei Paesi arabi e ci si va in alternativa alla palestra o alla piscina.

Anche ai giorni nostri i centri benessere sono luoghi di socializzazione, dove si chiacchera tra un trattamento e l'altro.
E' comunque importante ricordare il rispetto per gli altri ospiti, che solitamente non gradiscono discussioni a voce alta, schiamazzi e disturbi di vario genere.
Il "bon ton della sauna" richiede che non si parli nelle aree relax, dove c'è gente che vorrebbe riposare.
Entrando in sauna o nel bagno turco è educato salutare, ma poi si dovrebbe restare in silenzio (come in chiesa, direbbe un finlandese).
Durante l'aufguss si dovrebbe restare zitti, per non perdere la concentrazione sul rito del vapore, per non affaticarsi inutilmente, per rispetto al "maestro".

Nei pressi del bar, nelle aree di transito e nelle terrazze via libera ... con educazione.

Evitate di infastidire gli altri ospiti, partecipate ai momenti di aggregazione come l'aufguss e non temete di scambiare qualche parola se lo ritenete opportuno.


Un consiglio: leggete sempre il regolamento del centro benessere che frequentate.

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


lunedì 26 novembre 2007, 20:46
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Le regole generali



Il silenzio

All'interno della sauna e del bagno turco manteniamo il silenzio.
Evitiamo di parlare per non affaticarci inutilmente e per rispetto verso gli altri ospiti.
Respiriamo lentamente e a fondo, per ottenere il massimo beneficio dal trattamento.
Ricordiamoci che qualche minuto di silenzio è un lusso per tutti.


Le ciabatte

Lasciamole fuori dalla cabina.
All'interno intralciano il passaggio e portano sporcizia.
Spesso sono le stesse ciabatte che usiamo in palestra, in casa e per gettare le immondizie ...
Sotto le suole raccolgono tante impurità da scriverci una tesi di laurea.
E' vero che la sauna uccide i germi, ma non è un buon motivo per portarle dentro.
Spruzziamoci l'apposita soluzione disinfettante per i piedi e ogni tanto ricordiamoci di lavare le ciabatte in lavatrice.


L'asciugamano

Serve a raccogliere il sudore e pertanto va posto tra il nostro corpo e il legno della sauna.
Deve essere abbastanza grande da coprirci dalle spalle ai piedi.
Con il sudore emettiamo acqua (99%), elettroliti, acido lattico, aminoacidi, acido urico, sodio, potassio e tossine.
Per evidenti ragioni igieniche, non è bene che queste sostanze finiscano sulle panche in legno.
Il legno delle saune non è trattato né verniciato e si rovina con il sudore.
Se nel centro benessere che frequentate non è richiesto l'asciugamano, fate (e fatevi) delle domande ...
Ovviamente evitate di asciugarvi con lo stesso asciugamano e non appoggiatelo sopra ad altri.
Ricordate che potrebbe servirvi anche un secondo asciugamano da portare in cabina, se prevedete una permanenza prolungata.


Il costume

Talvolta "per ragioni igieniche" e di "decoro" è richiesto l'uso del costume.
In una sauna ci sono almeno 80° e in un bagno turco c'è vapore a 50/60°: è ragionevole pensare che pochi germi riescano a sopravvivere in tali condizioni.
Se le pulizie vengono fatte correttamente e con regolarità, ci sediamo o stendiamo sul nostro asciugamano e l'igiene viene rispettata.
I costumi da bagno possono rilasciare sostanze tossiche, perché vengono trattati con prodotti chimici (fissanti per colore, igienizzanti, ecc) che potrebbero reagire al calore e all'umidità elevati.
I tessuti sintetici (es Lycra) sono peraltro stabili alle temperature della sauna.
Esistono invece sospetti sui residui di cloro, che possono vaporizzare all'interno della sauna e creare disturbi respiratori.
Il costume inoltre trattiene il sudore, con tutti i suoi componenti, ed innalza ulteriormente la temperatura delle parti intime.
La presenza di elastici particolarmente stretti impedisce la corretta circolazione e rende poco rilassante (e potenzialmente rischiosa) la permanenza in sauna.
Infine il costume impedisce un accurato risciacquo dopo la sauna e il sudore ristagna aumentando il rischio di irritazioni.
Se invece facciamo la sauna nudi, oltre che essere molto più piacevole e rilassante, durante la doccia riusciamo agevolmente a lavarci ovunque.
Ci avvolgiamo in un accappatoio pulito ed asciutto e riposiamo tranquilli.

Per ciò che riguarda il "decoro", si tratta spesso di un problema di vigilanza e personale.
Sarebbe necessaria una persona sempre presente che accompagna i nuovi e controlla i presenti.
Per risparmiare sui costi ed evitare complicazioni, è più semplice vietare la nudità ... e tenere le saune a temperature basse (fateci caso).



Immagine
©2007 Diritti riservati - Vietata la pubblicazione e la riproduzione in qualsiasi forma, anche parziale
Non si assumono responsabilità, dirette ed indirette, per le notizie qui riportate

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


lunedì 26 novembre 2007, 20:50
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Come fare la sauna

Immagine



Per una buona sauna non dobbiamo aver fretta: prendiamoci almeno due ore di tempo!

Prima di cominciare consumiamo uno spuntino leggero (non si va a stomaco vuoto ma neppure in piena digestione).
Se abbiamo fatto intensi sforzi fisici (palestra, corsa, nuoto, sci, ecc) ci riposiamo almeno 15/20 minuti.
Arrivati sul posto, andiamo in toelette e ci laviamo bene con sapone e shampoo.
Dopo la doccia ci asciughiamo (meglio se ci strofiniamo con l'asciugamano per predisporre la pelle) e manteniamo i piedi caldi. Togliamo oggetti metallici e in plastica, come catenine, orecchini, orologi, fermagli, occhiali, lenti a contatto che con il calore risultano fastidiosi se non addirittura pericolosi.

Evitiamo anche costumi da bagno sintetici, che sono nocivi per questioni circolatorie e igieniche (bloccano la traspirazione, impediscono una corretta circolazione, trattengono residui e scorie a contatto con la pelle, possono rilasciare sostanze insalubri ... e con il calore diventano insopportabili!).
Possibilmente restiamo nudi per ottenere i massimi benefici dal trattamento. Lasciamo le ciabatte fuori dalla cabina.

Al'interno della sauna portiamo un grande asciugamano pulito ed asciutto e non entriamo bagnati.
Mettiamo l'asciugamano sul posto dove ci sediamo o stendiamo, dietro la schiena e sotto i piedi. Restiamo completamente scoperti.
Evitiamo di parlare, di fare ginnastica e non portiamo libri, riviste e bibite. Respiriamo lentamente e a fondo.
La prima visita in sauna può durare da 8 a 15 minuti.
Se c'è posto, possiamo sdraiarci, ma prima di uscire stiamo seduti qualche minuto per equilibrare la pressione.

Qualche minuto prima di uscire possiamo gettare uno o due mestoli d'acqua sulle pietre.
L'umidità aumenta e la sensazione di calore si fa più forte, purificando i pori e preparando l'organismo alla fase di raffreddamento.
Se siamo in compagnia chiediamo sempre il permesso agli altri ospiti, perchè la "botta di calore" non è gradita da tutti.
Sarebbe inoltre corretto arieggiare la sauna dopo averne aumentato la percentuale di umidità.
Questa operazione va fatta solo nel caso non siano previsti aufguss ...

Usciti dalla sauna facciamo una doccia con acqua fresca oppure fredda. Possiamo anche raffreddarci entrando nel frigidarium, facendo una passeggiata all'esterno o immergendoci nella tinozza gelata (iniziando sempre dai piedi).

Attendiamo qualche minuto e beviamo dell'acqua (non ghiacciata), un succo di frutta, una tisana, oppure mangiamo un frutto.
Segue un riposo di almeno 15/20 minuti.
Il ciclo completo (dall'ingresso in sauna al riposo) può essere ripetuto fino a tre volte.
L'importante è non esagerare e seguire i segnali e le esigenze del proprio corpo, che possono variare ogni giorno.


La frequenza ottimale della sauna è farla una volta per settimana, meglio se lo stesso giorno.
Farla troppo spesso può risultare stressante per l'organismo, come pure farla saltuariamente.


Immagine
©2007 Diritti riservati - Vietata la pubblicazione e la riproduzione in qualsiasi forma, anche parziale
Non si assumono responsabilità, dirette ed indirette, per le notizie qui riportate

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


lunedì 26 novembre 2007, 21:29
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Come fare il bagno turco

Immagine


Prima di entrare nel bagno turco, facciamo una doccia fresca.
Lasciamo le ciabatte e l'asciugamano fuori dalla cabina ed entriamo nudi.
Nei paesi arabi si tiene l'asciugamano in vita, ma nei nostri bagni turchi si entra senza nulla.
Infatti l'umidità è molto elevata e il telo si inzuppa rapidamente, oltre ad impedire una corretta traspirazione.

Sciacquiamo il posto dove ci sediamo o stendiamo ed eliminiamo l'acqua con le mani.
Volendo ci sediamo su un piccolo asciugamano, che useremo solo nel bagno turco.
All'interno della cabina possiamo strofinarci il corpo con un guanto di crine o del sale, evitando però occhi, labbra e parti intime.
La permanenza non deve superare i 20 minuti, ma se pulsano le tempie smettiamo prima.
Per rinfrescarci possiamo usare la fontanella presente nel bagno turco.

Poi usciamo senza fretta, facciamo una doccia e ci riposiamo per qualche minuto.
Possiamo rientrare nel bagno turco per altri 15 minuti, farci un'altra doccia ed asciugarci con calma per riabituare il corpo alla temperatura ambiente.
Infine ci sdraiamo, ci copriamo con una coperta e ci rilassiamo per almeno 20 minuti.
Ricordiamoci di reintegrare i liquidi persi con la sudorazione!


Il bagno turco è particolarmente indicato per la pulizia profonda della pelle e per la cura dei primi sintomi del raffreddore e dell'influenza (è sicuramente più efficace dei classici suffumigi della nonna, in particolare se i vapori sono profumati alla menta, all'eucalipto o al limone).
Fatelo regolarmente ogni settimana e ne apprezzerete i numerosi benefici.




Immagine
©2007 Diritti riservati - Vietata la pubblicazione e la riproduzione in qualsiasi forma, anche parziale
Non si assumono responsabilità, dirette ed indirette, per le notizie qui riportate

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


lunedì 26 novembre 2007, 21:33
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Fase di raffreddamento

ImmagineImmagineImmagineImmagine

Dopo ogni passaggio in sauna o nel bagno turco, la fase di raffreddamento è importante quanto quella di riscaldamento.
Esistono vari sistemi, dalla semplice passeggiata all'aria aperta all'immersione in acqua ghiacciata.
Per completare la fase di raffreddamento ci sono poi degli appositi locali ...

Nebbie aromatiche e docce "tropicali"
La nebbia aromatica è una soffice e fresca nebulizzazione con essenze alle erbe, ai fiori o alla frutta. Grazie alle sue proprietà astringenti e stimolanti contribuisce a donare compattezza alla pelle. La doccia "tropicale" o "emozionale" infonde energia in tutto il corpo. Nebbie aromatiche, goccioloni primaverili, scrosci d?acqua improvvisi, piogge glaciali in un susseguirsi di aromi e colori diversi. Sono trattamenti molto blandi, adatti a saune leggere.

Docce fredde
Si comincia sempre raffreddando le parti più lontane dal cuore e dalla testa, e salendo gradualmente verso l'alto. Molti consigliano di bagnare prima una gamba, poi l'altra, poi un braccio e così via. Non utilizziamo saponi e shampoo. Possiamo usare le docce classiche, le cascate cervicali, i tubi kneipp, oppure le docce con il secchio ... ma ci possono anche essere delle vere e proprie cascate o la doccia a mulino, con l'acqua che cade da una grande ruota in legno.

Vasche e tinozze di acqua fredda
Nei Paesi nordici si fa direttamente un'immersione nel lago gelato, magari dopo aver rotto il ghiaccio della superficie. Noi ci accontentiamo di una rapida sciacquata nel bacino predisposto allo scopo, che può essere una piccola vasca con cascata cervicale oppure una grande tinozza alla quale si accede con una scaletta. Non è un passaggio obbligato, ma è divertente da provare. Prima di entrare si passa sotto la doccia!

Frigidarium e grotte di ghiaccio
Il frigidarium è l'ambiente riservato ai bagni freddi e al suo interno troviamo spesso un sistema per la produzione di ghiaccio triturato per frizionare il corpo, una doccia o una vasca per immersioni. La grotta di ghiaccio è simile ad una grotta naturale invernale e puo' avere una temperatura di 4/5°. Esistono anche delle stanze con innevamento artifiale, oppure delle aree esterne con neve fresca accumulata per questo utilizzo. Ovviamente la permanenza serve solamente a riportare il corpo alle condizioni normali, dopo l'intenso calore della sauna.
E' una bella sferzata di energia e fa bene alla circolazione.

Riposo
Dopo il raffreddamento, ci aspetta un meritato riposo avvolti in un caldo accappatoio o in una coperta. In tal caso dobbiamo aver cura che i piedi rimangano sempre caldi. Possiamo anche rilassarci nell'idromassaggio, spostandoci all'interno della vasca per sfruttare i benefici di tutti i getti. Se la temperatura è gradevole possiamo stenderci all'esterno. Quando la sudorazione è completamente cessata, è il momento per un massaggio professionale ...
Non dimentichiamo di reintegrare i liquidi persi, meglio se bevendo una tisana alle erbe o un infuso alla frutta.


Immagine
©2007 Diritti riservati - Vietata la pubblicazione e la riproduzione in qualsiasi forma, anche parziale
Non si assumono responsabilità, dirette ed indirette, per le notizie qui riportate

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


lunedì 26 novembre 2007, 21:36
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
ImmagineImmagine


All'interno della sauna sarebbe opportuno usare asciugamani di buona qualità.
Ideali sono quelli in puro lino di colore chiaro: hanno un'ottima resistenza e durata nel tempo, assorbono il sudore senza rilasciarlo, danno una sensazione di freschezza, si lavano ad alta temperatura, sono belli da vedere e toccare.
Inoltre il lino è una delle fibre più antiche al mondo ed era già diffuso presso gli egizi, i greci ed i romani.
In vari paesini montani si possono ancora trovare tessiture artigianali che tramandano lavorazioni tradizionali: consiglio vivamente di farvi un regalo utile (a voi e all'economia locale) e di qualità.
Inoltre suggerisco di personalizzare i capi con un nastrino o con le iniziali per renderli subito riconoscibili.

In alcuni Paesi esteri, in qualche negozio sudtirolese e su internet si possono acquistare appositi asciugamani da sauna.
Si distinguono da quelli ordinari per le dimensioni: solitamente sono più stretti e possono essere lunghi fino a due metri, per potersi stendere comodamente appoggiando la testa e distendendo le gambe.
I prezzi variano in base alla grammatura, alla qualità della spugna e alla marca.
Se ne trovano in tinte neutre e molto semplici, ma anche con colori vivaci e modaioli.
Indicativamente partono dai 15 eur fino ad arrivare oltre i 40 eur.
Fatevene regalare uno se vi piace fare saune ...

Possono essere utili anche i kilt da uomo e da donna, che si acquistano già confezionati oppure si creano su misura.
Sono pratici soprattutto per chi non è ancora abituato alla nudità.


Immagine

Se invece visitate un vero hammam, dovrete coprirvi con un pestemal (o peshtemal).
E' il caratteristico telo da bagno turco a grandi quadri colorati, che i maschietti si legheranno in vita facendolo passare in mezzo alla gambe e le femminucce useranno come un pareo.
I suoi disegni evocano lontane tradizioni culturali e anticamente potevano essere anche in seta, mentre oggi sono fatti di robusto cotone. I lati corti solitamente presentano delle frange annodate e i colori possono essere molto vivaci.
Nei paesi musulmani è bene non restare mai completamente nudi ... a differenza dei bagni turchi occidentali dove invece si entra senza nulla.

http://www.sauna-hut.de/index.php?p=sho ... =31&area=1



Immagine
©2007 Diritti riservati - Vietata la pubblicazione e la riproduzione in qualsiasi forma, anche parziale
Non si assumono responsabilità, dirette ed indirette, per le notizie qui riportate

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


lunedì 26 novembre 2007, 21:37
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Il regolamento dell'Acquarena di Bressanone (BZ)

http://www.acquarena.com/it/sauna/regeln.html



REGOLE DELLA SAUNA



Indicazioni generali

Tempo
Per godersi al meglio i benefici effetti della sauna, sono necessarie almeno due ore e la giusta predisposizione! Sauna e fretta non vanno d'accordo!

Affaticamento
In caso di affaticamento fisico o di stress è consigliabile riposare per ca. 20 minuti prima di entrare in sauna.
La cosa più importante è rilassarsi!

Alimentazione e pasti
L'intervallo tra la sauna e l'ultimo pasto principale dovrebbe essere di almeno un'ora.
In nessun caso dovreste entrare in sauna affamati; eventualmente portate con voi del pane o dei dolci!

Preparazione alla sauna
Alternare docce calde e fredde è il modo sbagliato per prepararsi alla sauna; evitatelo!

Entrare in sauna nudi
È obbligatorio entrare in sauna nudi per permettere al calore di penetrare liberamente nella pelle e evitare che il sudore si depositi sul corpo. Questo potrebbe provocare irritazioni o addirittura eczemi della pelle!

Attività in sauna
In sauna non dovete affaticare la muscolatura, fare ginnastica o simili attività fisiche che affaticano la respirazione e la circolazione sanguigna, sovraccaricano il cuore e non portano alcun beneficio!

Chiacchierare in sauna
Durante la sauna sarebbe meglio non chiacchierare perché, da una parte, si affatica la circolazione e, dall'altra, si disturbano gli altri ospiti!

Tempi della sauna
Ognuno dovrebbe determinare i propri tempi di sosta in sauna. In base alla frequenza ed alle abitudini individuali, si consiglia una sosta in sauna dagli 8 ai 15 minuti per volta. Fare 2 o 3 soste in sauna, dipende dalle vostre abitudini.
Ideali sarebbero 2-3 soste se frequentate la sauna rispettivamente 1-2 volte alla settimana.



Come fare la sauna:

Pulizia del corpo:
Fate sempre la doccia prima di entrare in sauna!

Asciugarsi:
Dopo la doccia asciugatevi bene!

Riscaldare i piedi freddi:
Se avete i piedi freddi, vi consigliamo di fare un pediluvio caldo prima di entrare in sauna!

Sdraiarsi e rilassarsi:
Quanto entrate in sauna sdraiatevi 2/5 minuti e rilassatevi.

Gettata di vapore:
È fondamentale dosare la frequenza delle gettate di vapore in sauna.
Durante quest'operazione non si dovrebbe né entrare né uscire dalla sauna.

Stare seduti e rilassati:
2/3 minuti prima di uscire dalla sauna sedetevi e rilassatevi.

Aria fresca:
Dopo la sauna, uscite all'aria aperta e fate un po' di movimento.
Questo ha un effetto particolarmente benefico sulle vie respiratorie.

Rinfrescarsi con il getto Kneipp:
Con il getto Kneipp potete rinfrescare soprattutto gli arti dall'esterno all'interno.

Doccia fredda:
Per rinfrescare il corpo fate una doccia fredda.

Tinozza:
Per tonificare il corpo vi consigliamo d'immergervi nella tinozza.
Per motivi igienici fate prima la doccia

Rilassarsi:
Tra una sosta e l?altra ed alla fine del ciclo di saune rilassatevi nelle nostre aree relax.

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


lunedì 26 novembre 2007, 21:39
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Il regolamento delle Terme di Merano (BZ)

http://www.termemerano.it/poolssauna/po ... it.asp?L=2

GALATEO DELLA SAUNA

Svolgimento di una visita alla sauna:

Togliersi l'abbigliamento da bagno.
Farsi la doccia pulendo con cura il corpo.
Scegliere la sauna e togliersi le ciabatte da bagno davanti alla porta.
In ambienti secchi sistemare l'asciugamano, in ambienti umidi pulire il sedile con acqua.
Sudare per 8-15 minuti.
1° raffreddamento: uscire con calma dalla sauna per andare all'aria fresca e quindi fare una doccia.
2° raffreddamento: uscire con calma dalla sauna, farsi la doccia ed immergersi nell'apposita vasca.
3° raffreddamento: uscire con calma dalla sauna, farsi la doccia, cercarsi un lettino libero e riposarsi.

Le regole d'oro della sauna alle Terme Merano

Nel mondo delle saune si entra senza indumenti: gli abiti potrebbero irritare la pelle ed impedire la respirazione.
Niente sudore sul legno: disporre l'asciugamano sulla panca e sdraiarsi o, stando seduti, mettersi in modo tale che anche i piedi stiano sull'asciugamano. Nella sauna di vapore sciacquare il sedile con uno scroscio d'acqua.
Entrare in sauna solo con l'asciugamano: ciabatte da bagno, gioielli e accappatoio devono rimanere sul gancio davanti alla sauna oppure in uno degli armadietti guardaroba.
Prima di utilizzare la sauna o le vasche fare sempre la doccia, in modo tale da liberare la pelle da trucco, residui di creme od oli e tracce di sudore garantendo così una sudorazione ottimale.
La sauna è un luogo di tranquillità e distensione: si devono evitare schiamazzi e conversazioni ad alta voce che potrebbero disturbare gli altri frequentatori.
Ogni persona ha il suo territorio invisibile: salutare entrando nella sauna e domandare "E' libero qui?" è considerato un atto di educazione.
Rimanere solo per il tempo in cui ci si trova bene: prima di uscire assumere una posizione seduta per riabituare negli ultimi due o tre minuti la circolazione sanguigna ad una posizione verticale per evitare di avere dei capogiri.
Si prega di non tenere occupati i lettini nella sala di riposo: quando vi alzate dal lettino lasciate il vostro asciugamano nello scaffale apposito e cercate in un secondo tempo un nuovo lettino.
Mangiare e bere dopo la sauna: la perdita di liquidi in occasione della sauna può assommare a diversi litri d'acqua che devono essere nuovamente reintegrati dopo il termine della sauna.
Il reale effetto di distensione si attiva durante la fase di riposo: concedetevi un periodo di riposo che duri per lo meno quanto il tempo che avete precedentemente trascorso al caldo.

Le Terme Merano si sono impegnate nel creare per voi un ambiente piacevole in cui vi possiate sentire bene e rilassare.
A tal fine l'igiene personale riveste un ruolo di particolare importanza, soprattutto nel settore sauna, che viene promosso attraverso il mantenimento delle sue regole d'oro.
Il nostro team della sauna è naturalmente a vostra disposizione per rispondere in qualsiasi momento alle vostre domande.

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


lunedì 26 novembre 2007, 21:40
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Dal regolamento del Cron di Riscone (BZ)

http://www.cron4.it/it/badeordnung.pdf


X. Sauna:

Desideriamo far espressamente presente che tutta l'area saune è una zona di tranquillità
e silenzio e che i nostri collaboratori sono autorizzati a fare in modo che
rimanga tale.
Il nostro intento è quello di garantirvi tranquillità e relax: fate anche voi
la vostra parte. In caso di reiterati episodi turbativi sarà necessario lasciare la sauna.
I nostri collaboratori sono autorizzati ad intervenire.

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


lunedì 26 novembre 2007, 21:40
Profilo
Rispondi citando
Il regolamento dell'Aquarius di Magnano in Riviera (UD)

http://www.aquarius.it

Immagine
Immagine

Inserito il 31 gennaio 2008.


giovedì 31 gennaio 2008, 20:47
Stagionale
Stagionale

Iscritto il: venerdì 28 aprile 2006, 17:23
Messaggi: 115
Località: Roma
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Una splendida descrizione. Grande Micho.
Il problema però, per quanto posso testimoniare per esperienza diretta o per sentito dire è che o abiti nelle regioni del Nord-est oppure puoi abbandonare del tutto l'idea di frequentare costantemente e in modo corretto un centro benessere. A me è capitato alcune volte (molto poche in verità) di fare sauna o bagno turco a Roma (città in cui vivo). Ho provato per curiosità, a volte insieme ad amici/compagni di palestra, senza alcuna pretesa terapeutica o benefica e sempre rigorosamente con costume e ciabatte (la prima volta avevo anche la catenina d'oro e la chiavetta dell'armadietto!). Del resto a Roma sauna e bagno turco fanno parte dei servizi che la maggior parte delle palestre offrono così per moda, dato che non esiste (penso di poterlo dire senza timore di smentita) un regolamento che obblighi alla nudità (o almeno vieti il costume) e quanto all'uso corretto dell'asciugamano, il non-uso delle ciabatte e la "chiacchiera in sauna" al massimo si tratta di norme richiamate da un foglietto affisso che pochi leggono, pochissimi rispettano e nessuno dello staff si preoccupa di far rispettare. In tutti i posti dove sono stato (palestre) tutti usano il costume, lo stesso con cui hanno nuotato in piscina o fatto l'idromassaggio, nessuno usa l'asciugamano, tutti entrano con le ciabatte. Ma del resto tutto fa parte della stessa logica orientata solo o prevalentemente alla moda e poco o nulla al benessere che fa sì che il 90% dei maschietti vada in palestra per ore a gonfiarsi come zampogne bicipiti e pettorali (salvo poi avere difficoltà ad allacciarsi le scarpe) e a impasticcarsi di aminoacidi o peggio, supportati e stimolati da ridicoli individui che si fanno chiamare "personal trainer" (ovviamente senza offesa a quelli che lavorano con competenza e coscienza e che altrettanto ovviamente sono esclusi dalla critica). E' un problema di cultura e quindi l'unica soluzione (quella che ho adottato io dopo essermi documentato e aver capito) è rinunciare a saune, bagni turchi ed affini o emigrare...


venerdì 1 febbraio 2008, 15:48
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
sunrise ha scritto:
E' un problema di cultura e quindi l'unica soluzione (quella che ho adottato io dopo essermi documentato e aver capito) è rinunciare a saune, bagni turchi ed affini o emigrare...


Un'alternativa è scegliere una sauna su prenotazione in un luogo tranquillo.
Visiti alcuni posti, valuti l'ambiente e la gestione, ti fai dare orari e prezzi ... ringrazi e saluti :)

Quando trovi quella giusta, le prime volte puoi provare da solo, poi ci porti la ragazza o un amico.
Alcuni anni fa mi trovavo con degli amici due venerdì sera al mese nella sauna di una palestra: si prenotava dalle 18 alle 20, si divideva la spesa e invece di stare in qualche locale fumoso a bere alcolici e mangiar porcherie, ce ne stavamo liberi e rilassati in sauna. Ti assicuro che ne guadagna la salute e l'amicizia ;)

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


venerdì 1 febbraio 2008, 19:49
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 93 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010