Oggi è lunedì 18 dicembre 2017, 13:00



Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
 Fitoterapia, Aromaterapia, olii essenziali 
Autore Messaggio
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:47
Messaggi: 602
Località: dove appendo il cappello
Rispondi citando
mai provato aglio e cipolla, ma la canfora è sorprendente,
un'essenza calda e rara.
interessante.


domenica 13 luglio 2008, 11:44
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 19:50
Messaggi: 4495
Località: Brianza
Genere (M/F): Maschio
Profilo facebook: https://www.facebook.com/luigi.p.silva
Rispondi citando
gongo ha scritto:
...la canfora è sorprendente,
un'essenza calda e rara.
interessante.

buono a sapersi, grazie. ;)


lunedì 14 luglio 2008, 19:57
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
La linea completa degli oli essenziali Primavera de La Flora:

http://www.florapisa.it/catalogo.asp?idFam=001010&p=1



Il catalogo della Bergila:

http://www.bergila.it/index.php?cPath=2 ... 74146333b6

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


sabato 6 dicembre 2008, 16:37
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 15:52
Messaggi: 1720
Località: Treviso
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Grazie Micho, ho visto che La Flora in catalogo ha anche il Frangipane, mai trovato altrove! L'ho già ordinato in erboristeria arriva a gennaio Euro 98,00 per 10 ml. :tic: ....... io ne ho comprato solo 1 ml. :ghgh:

_________________
Alberto.
Forget Regret, Or Life Is Yours To Miss
No Other Road, No Other Way
No Day But Today


lunedì 15 dicembre 2008, 20:08
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 19:50
Messaggi: 4495
Località: Brianza
Genere (M/F): Maschio
Profilo facebook: https://www.facebook.com/luigi.p.silva
Rispondi citando
Albero ha scritto:
...Frangipane...

Che roba l'è?? :oops:


lunedì 15 dicembre 2008, 20:09
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 15:52
Messaggi: 1720
Località: Treviso
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Immagine

E' un fiore che cade dall'albero quando è ancora fresco e dura svariati giorni ha un profumo simile alla magnolia sempreverde, se lo metti (una decina di fiori) nella vasca da bagno ti profuma l'acqua... insomma una meraviglia della natura!!!

_________________
Alberto.
Forget Regret, Or Life Is Yours To Miss
No Other Road, No Other Way
No Day But Today


lunedì 15 dicembre 2008, 20:18
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 15:52
Messaggi: 1720
Località: Treviso
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
WOW! riesco a postare anche le foto!
WOW!

A dimenticavo c'è una variante rosa che però non profuma.

_________________
Alberto.
Forget Regret, Or Life Is Yours To Miss
No Other Road, No Other Way
No Day But Today


lunedì 15 dicembre 2008, 20:19
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 19:50
Messaggi: 4495
Località: Brianza
Genere (M/F): Maschio
Profilo facebook: https://www.facebook.com/luigi.p.silva
Rispondi citando
Albero ha scritto:
...cade dall'albero quando è ancora fresco e dura svariati..

Grazie! ;)


lunedì 15 dicembre 2008, 20:22
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 19:50
Messaggi: 4495
Località: Brianza
Genere (M/F): Maschio
Profilo facebook: https://www.facebook.com/luigi.p.silva
Rispondi citando
Ricevo e pubblico volentieri quanto segue:

Proprietà e l’uso corretto degli oli essenziali
maggiormente usati in sauna

Olio ess. Pino mugo bio.: (nota di cuore)
Favorisce la circolazione, saporito, balsamico, rinforzante
Olio ess. Pino cembro bio. ( nota di cuore)
Favorisce la circolazione, balsamico, rinforzante.
Olio ess. Abete Rosso bio. (nota di cuore)
Balsamico, rinfrescante.
Olio ess. Ginepro bio. (nota di base)
Saporito, rinforzante, balsamico.
Olio ess. Menta piperita bio.(nota di testa)
Favorisce la concentrazione, rinfrescante, stimulante.
Olio ess. Lavanda bio.(nota di cuore)
Calmante, sensuale, rilassante.
Olio ess. Timo bio.( nota di base)
Rinforzante, saporito, caldo.
Olio ess. Misto d’erbe (Kräuteröl) bio.(nota di cuore)
Rinforzante, rinfrescante, stimulante.
Olio ess. Limone bio.(nota di testa)
Rinfrescante, favorisce la concentrazione,
Olio ess. Arancio bio.(nota di testa)
Amabile, rinfrescante, sensuale.
Olio ess. Eucalipto bio.(nota di testa)
Rinfrescante, stimulante.
Olio ess. Rosmarino bio.(nota di testa)
Stimulante, pizzicante, rinfrescante.

Qualche consiglio riguardante l’uso corretto degli olii essenziali

L’olio essenziale è la purissima essenza in alta concentrazione di una pianta.

Gli olii essenziali bisogna trattare con il massimo rispetto. Pensate, che da ca. 1 kg di pianta fresca abbiamo una resa di ca. 10 -20 gocce di olio essenziale.
Un olio essenziale dovrebbe essere puro al 100%, non frazionato (in questo caso mancano certi componenti o principi attivi) e non sintetico (i cosiddetti profumi).
La pianta stessa ci da oltre 100 componenti, lasciando nella sua forma pura, l’uomo può sfruttare tutta la loro sinergia, e può approfittare dall’effetto in ogni sua parte.

I profumi di un olio essenziale (i cosiddetti esteri) sono molto volatili e sensibili al calore. Per questo motivo bisogna fare molta attenzione di non versare direttamente sulle pietre caldissime. È valido, di fare la prima gettata con solo acqua per poter raffreddare leggermente le pietre. Con la seconda gettata si può aggiungere l’olio essenziale nell’acqua oppure sulle palle di ghiaccio.
La dose giusta è quando si nota appena il profumo della pianta, tutto ciò in più è sprecato e può irritare occhi e mucose.
Cercate di usare soltanto oli essenziali naturali al 100 % o meglio ancora biologici certificati. Pensate che non da ogni pianta si può ricavare un olio essenziale p.es. (mango, pesca, viola ) eventuali profumi di questo tipo sono per forza sintetici.

Gli oli ess. vengono suddivisi in : nota di base, nota di cuore, nota di testa.

Nota testa: Arancio, Limone…..
Nota cuore: Kräuteröl, pino mugo, pino cembro….
Nota base: ginepro alpino, timo…….

È consigliato di iniziare la gettata con una nota base, salendo alla nota testa.

I flaconi bisogna tenere sempre ben chiusi, evitare il calore e il sole, (in sauna immergere in un contenitore con acqua fredda).

Buona gettata
Franz Niederkofler - BERGILA


http://www.bergila.com
info@bergila.com


martedì 19 maggio 2009, 21:39
Profilo
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: sabato 21 giugno 2008, 14:14
Messaggi: 303
Località: Milano
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Grazie Perry per l’esplicativa lista :)

Cmq da quello che ho capito e guardando un po’ varie fonti sul tema, l’inclusione in una delle 3 categorie , non è poi così assoluta come si potrebbe credere…..
In altre parole ciascuna essenza può contenere componenti persistenti e nel contempo altri più volatili.
Questo spiega perché nella stragrande maggioranza dei casi l’essenze di Pino vengono classificate più come NOTA di BASE che come Nota di cuore.
Anzi molti le considerano tout-court come Note di base, essendo note legnose e resinose particolarmente persistenti come quelle di altri alberi d’altraparte (Pini vari, Legno di cedro, Cipresso,etc)

Le note di Base sono quelle dalla vibrazione bassa , calda e avvolgente e soprattutto persistente.
Anche comunemente dette Note di fondo o di corpo, proprio xchè sono quelle che per le loro capacità leganti e fissanti sono poco volatili essendo idonee a rendere più stabile il legame con altre essenze.(sono perlopiù le note legnose, resinose e speziate)

Le note di cuore invece sono quelle a media volatilità con aromi morbidi e floreali, che colpiscono più l’aspetto “emozionale” costituendo l’aspetto “cuore” di una composizione

Le note di testa infine sono quelle volatilissime che si avvertono per prima, fresche e un po’ fredde, ragion per cui vengono chiamate di “testa” e rappresentano il lato esoterico dell’essenza che colpisce nello spirito

Ovviamente, classificazioni a parte, penso sia più utile per chi si avvicina per le prima volte al mondo dell’essenze capire il metodo di suddivisione piuttosto che cercare di ricordarsi le varie liste anche perché di OLI essenziali ce ne sono davvero tanti.
La tua lista fornitore è notevole, :great: personalmente penso che mi concentrerò su alcune essenze di base di alberi tipo Pino pumilio, Legno di Cedro, Cipresso che mi piacerebbe provare a breve.
Alla tua lista mancano oltre al frangipane, il cardamomo, il lentisco, la salvia sclarea (quella n.50 è l'officinale?) il timo bianco, l'elicriso (quest'ultimo c'è l'ha la linea Zuccari che è molto ben fornita) il gelsomino ( anche qs. Zuccari), il muschio quercino , la mimosa (quest'ultimi 2 sono estratti con la tecnica di distillazione in solvente ma si trovano anche completamente ricostituiti)

Andy :fiore:


martedì 1 dicembre 2009, 3:33
Profilo
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 13 agosto 2010, 21:51
Messaggi: 31
Località: sharm egitto ogni tanto a bologna
Rispondi citando
ragazzi essendo un nuovo iscritto mi permetto di dire umilmente la mia idea,... la canfora fa sudare tanto.ma attenzione in quanto non a tutti puo' piacere e potrebbe anche dar un po' fastidio.

non so' se l'avete mai provato ma il cilandro non fa un odore molto piacevole.

anche la carota è molto particolare.....!!! dolce... non male.


a me piace molto la mimosa!

_________________
job tutor life from sharm

Non Puoi Mai Sapere Quanto Basta A Meno Che Tu Non Abbia Conosciuto Prima L'Eccesso


domenica 15 agosto 2010, 13:36
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 16:21
Messaggi: 268
Località: Lombardia
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
**AUTUNNO**

In autunno siamo spesso soggetti a stanchezza, sonnolenza o malumore. Vediamo come la natura può venirci in contro e quali sono le buone pratiche quotidiane da seguire come rimedio contro la stanchezza e spossatezza autunnale:
* Sauna e bagno turco con olii essenziali, i più indicati sono:
- Olio essenziale di Cannella: riscalda il cuore e dona un’avvolgente sensazione di “casa”, aiuta nei casi di freddezza interiore, depressione, solitudine e paura. Per la proprietà tonificante aiuta contro il senso di stanchezza e nell’astenia, perché accelera la respirazione e il battito cardiaco.
- Olio essenziale di Rosmarino: stimola la corteccia surrenale in caso di pressione bassa, debolezza e stanchezza, anche mentale. È un eccellente tonico nervino che attiva la memoria, calma i nervi e stimola il cuore.
- Olio essenziale di Lavanda e di Limone per coccolarti e rigenerarti ritrovando maggior serenità
* Luce solare: passare più ore possibili alla luce del sole aiuta nel contrastare il calo di luce tipico dei mesi freddi e combattere i sintomi della depressione magari, facendo delle brevi passeggiate.
* Una cena leggera: non abbuffarti la sera ma, consuma un pasto leggero e assicurati di aver digerito prima di coricarti.
* Non fare le ore piccole: asseconda il tuo corpo che in questo particolare momento necessita di adattarsi al cambio stagionale, vai dormire presto.
* Mantieni la pelle idratata: utilizza degli olii come l’olio di mandorle o quello di albicocca per evitare la secchezza cutanea e massaggia la pelle per favorire la circolazione


di Ramona Lavinia Avramescu


sabato 21 novembre 2015, 18:18
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 16:21
Messaggi: 268
Località: Lombardia
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Olio essenziale di cannella

L’olio essenziale di Cannella è stimolante, energizzante, contribuisce a creare un’atmosfera accogliente e leggermente afrodisiaca ma soprattutto è utile per tenere alla larga germi e batteri.

Scopriamo tutte le proprietà e gli utilizzi dell’essenza di Cannella.
Proprietà e benefici dell’olio essenziale di Cannella Antivirale e antibatterico: l’olio essenziale di Cannella è particolarmente adatto alla stagione invernale dato il suo aroma considerato “caldo” ma anche e soprattutto per la sua capacità di combattere batteri e virus. Si può diffondere in maniera preventiva negli ambienti anche per evitare che in famiglia compaiano raffreddori e influenze.
Antisettico: l’olio alla Cannella impedisce o rallenta lo sviluppo di batteri e virus, ecco perché si può utilizzare anche in casa per le faccende domestiche, si possono aggiungere ad esempio poche gocce ad un detersivo neutro prima di pulire le superfici ma anche adoperarlo per profumare cassetti e armadi con il vantaggio in più di tenere lontane le tarme.
Energizzante: l’olio di Cannella è un ottimo tonico per il corpo e la mente. Si può utilizzare quando scarseggiano le energie e si ha bisogno di qualcosa che tiri su. Inoltre è utile anche a risvegliare un metabolismo un po’ lento, a questo scopo si può utilizzare per fare un massaggio sulla zona del plesso solare.
Stimola la circolazione e combatte la cellulite: l’essenza di Cannella è particolarmente indicata per combattere i ristagni linfatici e migliorare la circolazione sanguigna. A questo scopo il modo migliore di utilizzarla (sempre diluita in un olio vegetale) è attraverso un massaggio. Per ottenere maggiori benefici si può associare all’olio essenziale di zenzero.
Combatte dolori muscolari e reumatici: la Cannella si è mostrata attiva anche nei confronti di strappi muscolari e problemi di tipo reumatico.
Per alleviare i fastidi applicare poche gocce diluite in olio di mandorle dolci o jojoba massaggiando a fondo. Aiuta la digestione: chi ha problemi a digerire i cibi può tenere in casa una boccetta di olio essenziale di cannella da utilizzare al bisogno, ad esempio quando si ha la sensazione di pesantezza sullo stomaco perché magari si è esagerato a tavola. A questo scopo si possono utilizzare poche gocce di questa essenza per fare un massaggio sull’addome.
Afrodisiaco: la Cannella con il suo caratteristico profumo aromatico e speziato è dotata di potere afrodisiaco, se volete che la vostra casa o camera da letto acquisisca un’atmosfera più “calda” basta spargerla utilizzando un apposito diffusore per essenze oppure, nella stagione invernale, aggiungerla all’acqua dei termosifoni o ancora utilizzarla per un massaggio di coppia. Come utilizzare l’olio essenziale di Cannella Diffusione negli ambienti Diffondere un po’ di olio di Cannella, soprattutto nel periodo autunnale o invernale, vi farà sentire subito meglio e contribuirà a tenere lontani i microrganismi colpevoli dei tanto fastidiosi problemi stagionali. Questa essenza crea infatti un’atmosfera accogliente e allo stesso tempo purifica l’aria. Bastano dalle 5 alle 10 gocce a seconda della grandezza dell’ambiente.

Se non avete un diffusore versate direttamente le gocce nella vaschetta contieni acqua dei termosifoni. Potete anche realizzare un pot-pourri con foglie, fiori e bucce di mandarino a cui aggiungere qualche goccia di olio essenziale di cannella e metterlo all’ingresso o in salotto.

Profumare cassetti e armadi La Cannella oltre ad avere un ottimo profumo tiene lontane le tarme, si può quindi utilizzare direttamente nei cassetti o negli armadi servendosi di quei sacchetti naturali alla lavanda o a base di altre erbe e fiori a cui potete aggiungere tutte le volte che ce n’è bisogno qualche goccia di olio alla Cannella. Massaggio del plesso solare Versate in un cucchiaio di olio vegetale una goccia massimo 2 di olio essenziale di Cannella e massaggiate dolcemente sulla zona del plesso solare respirando lentamente. Massaggio anticellulite Questo massaggio va fatto con movimenti circolari e lenti, sempre in direzione del cuore. Utilizzare per ogni cucchiaio di olio vegetale una goccia di Cannella. Massaggio sull’addome In caso di digestione lenta e faticosa, utilizzare una goccia di olio alla Cannella in un cucchiaio di olio vettore e fare un massaggio sull’addome lentamente e in senso orario, respirando profondamente.
Massaggio afrodisiaco Diluire l’essenza di Cannella (2 gocce per ogni cucchiaio) sempre in olio vegetale (in questo caso si può usare ad esempio l’olio di jojoba) e procedere ad un massaggio delicato ma deciso su collo, spalle e schiena. Il profumo inebriante di questa spezia renderà presto avvolgente e sensuale l’atmosfera. Per aumentare l’effetto afrodisiaco si può unire insieme anche qualche goccia di olio essenziale di ylang ylang.

PROFUMO: Profumo caldo, speziato, dolce. ABBINAMENTI: Chiodi di garofano, timo timolo, zenzero, ylang ylang.

NOME SCIENTIFICO: Cinnamomun verum FAMIGLIA: Lauraceae ZONE DI PROVENIENZA: Isola di Cylon (Sri Lanka) ma viene prodotto anche in India e nelle isole dell’Oceano Indiano.

PARTE UTILIZZATA: Corteccia e foglie, estratto con il metodo della distillazione a vapore.

DOVE SI ACQUISTA: Erboristeria, farmacia, negozi bio, shop online. L’olio essenziale alla Cannella ha un prezzo che oscilla tra i 6 e i 12 euro circa a seconda dei produttori Controindicazioni dell’essenza di cannella Si tratta di un olio essenziale molto attivo e potente, pericoloso se usato puro sulla pelle e potenzialmente irritante.

Assolutamente da evitare in gravidanza, allattamento e per i bambini. E’ bene utilizzarlo sempre con cautela partendo da poche gocce.


Leggi tutto su: http://www.viversano.net/salute/cure-na ... -cannella/


sabato 21 novembre 2015, 18:29
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 16:21
Messaggi: 268
Località: Lombardia
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
http://www.eticamente.net/54008/shinrin ... atura.html

Shinrin-Yoku Ovvero Guarire lo Stress Immergendosi Nella Natura


Shinrin-yoku significa “trarre giovamento dell’atmosfera della foresta” o “bagno nella foresta” ed è un termine giapponese usato per indicare un metodo della medicina popolare, comparabile all’aromaterapia, diffusosi nel corso degli anni ottanta. Questa terapia consiste nel respirare le sostanze volatili durante le passeggiate nei boschi e proprio come l’aromaterapia queste sostanze consentono al corpo di migliorare le proprie difese immunitarie ma soprattutto di ristabilire una connessione con la Terra e ridurre ansia e rabbia.
I profumi del bosco arrivano dalle piante che lo abitano come le conifere, ricche di oli essenziali legnosi che vengono spesso usati nei rimedi erboristici tradizionali.
I componenti principali delle resine e degli oli essenziali delle piante, che conferiscono a ogni fiore o pianta un caratteristico odore o aroma, sono detti terpeni ( geraniolo, mentolo, mircene, canfora, limonene, isoprenolo, etc…), precursori biosintetici degli steroidi, sono diversi tra loro in struttura, aroma e funzione.
Alcune di queste sostanze hanno un benefico effetto sull’ansia e lo stress con effetti anti-depressive e calmanti; ovviamente questi terpeni sono nocivi per i soggetti allergici a determinate sostanze, ma in linea di massima gli odori del bosco sono ben tollerati ed innocue per la maggior parte delle persone.I terpeni che più facilmente possiamo incontrare sono il limonene ottimo per ridurre significativamente i livelli di ansia e stress sociale ed aumentare i livelli di dopamina ovvero la molecola della felicità; poi abbiamo il linalolo che funge da sedativo e calmante e lo si può trovare nella lavanda e nella cannabis, funziona molto bene per trattare le convulsioni, lo stress e comportamenti ossessivi legati a stati di dipendenze; infine c’è il fitolo che si trova in molte piante ed aiuta a rilassarsi. Secondo una ricerca giapponese che ha preso in esame 24 centri di Shinrin-yoku, le passeggiate nei boschi, potenziano le difese immunitarie, regolarizzano la pressione arteriosa e il battito cardiaco, abbassano il colesterolo e il cortisolo, l’ormone dello stress, regalando energia, inoltre hanno dimostrato significative diminuzioni di adrenalina e noradrenalina nelle urine nei soggetti che praticavano i “bagni nelle foreste”, questo dato è associato ad un basso indice di stress ormonale e ad un aumento dei linfociti NK, cellule del sistema immunitario di grande importanza per la loro attività anti-tumorale.
David Yaden del Positive Psychology Center dell’università della Pennsylvania spiega:
“In alcuni studi si è calcolata la differenza fra camminare nella natura e in un ambiente urbano. Si è analizzato l’uomore delle persone, lo stato di depressione o meno. In un ambiente naturale le persone sono più rilassate e meno stressate. Quando gli individui si immergono nella natura e fanno delle belle passeggiate, il loro pensiero si libera e non rimuginano sempre sulle stesse cose, tutti aspetti che si collegano agli stati depressivi”.
Durante gli studi effettuati in Giappone si è anche stabilito che gli effetti dei “bagni nelle foreste” e quindi l’abbattimento dello stress perdura per oltre 30 giorni, quindi viene consigliata una full immersion nella natura almeno una volta al mese respirando in modo profondo, ascoltando i suoni e osservando i colori dell’ambiente circostante.
Shinrin-yoku
Il ricercatore Jose Antonio Correia, professore di Psicologia Ambientale presso l’Università Autonoma di Madrid, spiega che:
“Con l’avvento della società moderna le città hanno iniziato a rappresentare una sicurezza contro le possibili aggressioni della natura. Ora sappiamo che questo atteggiamento è sbagliato e che possiamo parlare addirittura di disturbi da deficit di natura: aumento dell’obesità, malattie respiratorie, carenza di vitamina D, stress… La città ci offre protezione e comfort, ma il nostro sistema nervoso non si è del tutto adattato all’ambiente urbano e sente dunque la mancanza di una stimolazione da parte dell’ambiente naturale che ha permesso la sopravvivenza della nostra specie”.
Nel caso non fosse possibile si può optare per l’uso di oli essenziali per massaggiare il corpo o da usare nei diffusori per ambienti (qui potete scoprire come fare gli oli essenziali in casa!), ma si perde quel senso di libertà e freschezza dovuti proprio al connettersi con la natura per ritrovare equilibrio e benessere, sentire i suoi odori, i suoi rumori, per cercare tranquillità.
Articolo scritto da Valeria Bonora – valeria2174.wix.com


sabato 26 novembre 2016, 10:36
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010