Oggi è domenica 28 maggio 2017, 22:25



Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
 Effetti della sauna e del bagno turco 
Autore Messaggio
Habitué
Habitué

Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 16:21
Messaggi: 263
Località: Lombardia
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
** BENEFICI REALI DELLA SAUNA **
Stanchi di avere la pelle opaca, screpolata e poco elastica?
Una soluzione naturale è sicuramente la SAUNA e BAGNO TURCO...
In tempo passato in sauna può essere paragonato a quello passato a fare attività fisica. Il caldo stimola il funzionamento degli organi, allo stesso modo di quando corriamo o giochiamo a tennis; contemporaneamente il corpo si depura da dentro, attraverso la pelle.

Anche l’Ayurveda ritiene la sudorazione un’importante modo per depurare il corpo e per questo consiglia bagni di sudore per favorirla. E’ infatti clinicamente provato che la sudorazione a 90 gradi svolge un effetto benefico sul corpo e contribuisce alla salute generale.

Con il sudore si libera il corpo dalle impurità, riequilibrando la temperatura corporea e migliorando l’aspetto della pelle. Molte persone al giorno d’oggi non sudano abbastanza (a causa dell’utilizzo di deodoranti antitraspiranti, dello smog, di abiti in fibre sintetiche, di scarso esercizio fisico) e questo può causare l’ostruzione delle ghiandole sudoripare con conseguente intrappolamento delle tossine nel corpo. La sauna è uno dei metodi naturali migliori per contrastare questo effetto e migliorare l’ossigenazione della pelle.
La sauna ha importanti effetti positivi sulla pelle, sia per quanto riguarda la cicatrizzazione delle ferite che per la riduzione delle sintomatologie legate a eczemi e micosi.
Quando siamo in sauna si verifica un processo contrario a quello che avviene normalmente nella vita quotidiana poiché il calore s’immette nel corpo dall’esterno. I capillari periferici si dilatano e il sangue scalda il corpo dall’interno. Il battito del cuore si fa più frequente e la circolazione accelerata fa da depuratore a tutti gli organi interni. Con un intelligente uso della sauna, la pressione del sangue rimane pressoché invariata, anche se per coloro che soffrono di pressione alta si consiglia un po’ più d’attenzione.

Durante la sauna il bisogno d’ossigeno aumenta del 20%, cosa che accelera l’attività dei polmoni e favorisce l’eliminazione delle impurità. Tale attività polmonare è alquanto limitata in ambienti con un tasso di umidità più alto (bagno turco). Per un ottimale funzionamento dei polmoni è necessario seguire le indicazioni della sauna.

Nella fase conclusiva della sauna, durate l’abbassamento graduale della temperatura corporea, il cuore riprende il suo ritmo regolare, le ghiandole sudoripare si chiudono, le vene si restringono, la temperatura del corpo torna a livelli normali. Per questo, in questa fase si consigliano bagni caldi per i piedi che contribuiscono al processo di acclimatamento del corpo.
Nel caso si scelga un veloce raffreddamento nella neve o in acqua fredda - si tratta di una misura drastica che è sconsigliata a persone con problemi di circolazione - le vene periferiche si restringono molto rapidamente, il metabolismo della pelle e più lento nel acclimatamento e cosi le impurità rimangono nel sangue. Come conseguenza s’irritano i vasodilatatori locali, il cuore inizia a battere più velocemente, compare la “pelle d’oca”.
E provato che la pelle trae benefici anche dagli ioni negativi che si sprigionano nelle saune d’oggi con l’inumidimento delle pietre calde con l’acqua.


di Ramona Lavinia Avramescu


sabato 21 novembre 2015, 18:15
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 16:21
Messaggi: 263
Località: Lombardia
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Puntata di Tg2 salute di oggi dove il professore Fabrizio Ammirati illustra le proprietà e le controindicazioni della sauna (peccato per il maledetto costume, per non parlare del telo e delle ciabatte !!!! ) descrivendo lo studio scientifico finlandese, studio che a quanto pare è stato fatto solo su maschi

http://www.tg2.rai.it/dl/tg2/rubriche/P ... 339c3.html

dal minuto 6:50


martedì 19 gennaio 2016, 22:15
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 14 ottobre 2008, 21:32
Messaggi: 2066
Località: Latina
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Mi permetto solo di segnalare che il link postato da calaf è il link all'ultima puntata disponibile al momento del click.
Per vedere la puntata giusta, va cercata quella del 19 Gennaio 2016

_________________
so you think you can tell Heaven from Hell


giovedì 21 gennaio 2016, 15:35
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: lunedì 25 aprile 2016, 11:53
Messaggi: 23
Località: campania
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Qual'è il periodo migliore per farsi 2-3 giorni di sauna e varie? inverno,estate,etc?


venerdì 8 luglio 2016, 23:57
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 22:26
Messaggi: 703
Località: Andalo
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Sempre.

_________________
Io ne ho viste cose che voi tessili non potreste immaginarvi.


"Gardanatour ... l'importante non è dove vai, ma con chi ci
vai"


sabato 9 luglio 2016, 9:37
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4156
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
articolo da La Stampa, lo studio di cardiologia cui si fa riferimento e' quello gia' citato su questo forum

Una sauna al giorno protegge dalla demenza
Studio finlandese mostra l’effetto sul cervello dei bagni di calore. Più se ne fanno meglio è


Pubblicato il 19/12/2016
NICLA PANCIERA

La sauna finlandese aiuta a proteggere il nostro cervello dalla demenza. Ad indagare per la prima volta gli effetti sulla memoria del celebre bagno di calore cui i finlandesi attribuiscono la propria tradizionale forza e longevità è stato un gruppo di ricercatori dell’University of Eastern Finland a Kuopio, guidati dal professor Jari Laukkanen dell’istituto di salute pubblica e nutrizione clinica.

La ricerca è stata condotta sui dati di 2314 uomini finlandesi adulti (dai 42 ai 60 anni) già reclutati tra il 1984 e il 1989 nel Finnish Kuopio Ischemic Heart Disease Risk Factor Study, uno studio di coorte sul rischio cardiovascolare. Il follow-up a circa vent’anni dalla prima raccolta dei dati sui soggetti ha mostrato che coloro che facevano la sauna dalle 4 alle 7 volte alla settimana avevano una probabilità di diagnosi di demenza del 66% inferiore rispetto a coloro che facevano la sauna solo una volta a settimana.

Sulla base delle loro abitudini, i soggetti sono stati divisi in tre gruppi: quelli che facevano la sauna una volta a settimana, quelli che ne facevano 2-3 e infine 4-7 a settimana. Tenuti in considerazione i vari fattori di rischio per l’Alzheimer, i ricercatori si sono accorti che maggiore era il numero di saune, minore la probabilità di una diagnosi di demenza: in coloro che erano nell’ultimo gruppo (4-7 saune a settimana) il rischio di qualsiasi forma di demenza era inferiore del 66% e il rischio di malattia di Alzheimer del 65% rispetto a chi faceva una sauna a settimana. Lo studio è stato finanziato dalla Finnish Foundation for Cardiovascular Research di Helsinki.

Il più immediato effetto fisiologico dell’esposizione ad alte temperature per un breve periodo di tempo è la risposta vasodilatatoria, con l’aumento del battito e della sudorazione, non causata da attività fisica e che rilassa i muscoli. Gli scienziati stanno verificando la veridicità dei presunti benefici di questa pratica tanto diffusa nel Nord Europa.

Un recente studio condotto dallo stesso professor Laukkanen aveva dimostrato che la sauna finlandese non solo non è pericolosa per il cuore, ma riduce gli eventi cardiovascolari e ha un effetto protettivo sul rischio cardiaco. La sauna protegge quindi il cuore e la memoria, probabilmente attraverso meccanismi simili, ma ancora non del tutto chiari: «è noto come la salute vascolare influisca sul nostro cervello – ha affermato il professore - Il senso di benessere e relax provati in sauna, inoltre, possono essere altri fattori in gioco». Altri studi saranno necessari per capire il perché della forte associazione emersa, spiega il cardiologo, tuttavia questi risultati suggeriscono che la sauna può essere un intervento raccomandato per prevenire o ritardare la comparsa di disturbi della memoria.

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


martedì 20 dicembre 2016, 10:22
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010