Oggi è lunedì 25 giugno 2018, 6:20



Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
 Marche - persecuzioni e denunce 
Autore Messaggio
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6475
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Nuova ondata di nudisti a Porto Potenza Picena. Tre denunciati

Un trampolino di lancio per il turismo oppure una maledizione che allontana dalle spiagge le famiglie e i bagnanti normali?

La querelle nudismo sì - nudismo no continua a tenere banco su tutta la costa. Sotto accusa ci sono i nudisti che hanno eletto la spiaggia di Porto Potenza Picena come posto per prendere il sole. Alcuni ragazzini, infatti, sarebbero tornati all'obrellone raccontando di "gesti strani" fatti da uomini nudi.

"Gli esibizionisti sono purtroppo una spina nel fianco - dice Massimo Guiggiani, docente alla facoltà di ingegneria di Pisa e responsabile toscano dell'Associazione naturista italiana - ma questi non sono naturisti. Sarebbe come dire che gli automobilisti sono tutti rapinatori perché dopo le rapine i malviventi scappano con le macchine. Certo molti pensano che chi sta nudo sia un depravato sessuale: pensano se stanno nudi fanno qualcosa di proibito. E allora posso farlo anch'io. Ma c'è una differenza abissale fra lo stare nudi in spiaggia e fare dell'esibizionismo".

Comunque i Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche hanno ultimato una nuova serie di controlli sull'arenile di Porto Potenza Picena dove, sempre più di frequente, si annidano "nudisti".

Un tratto di spiaggia libera che si estende da una clinica privata al Babaloo dove, molti ritengono sia consentito prendere il sole "nature" tant'è che, dopo i quattro uomini sorpresi nei giorni scorsi, ancora tre persone sono state identificate dai militari della stazione di Porto Potenza Picena.

Si tratta di due uomini, della provincia di Macerata e Cosenza, ma anche di una donna colombiana, sulla quarantina.

Un tratto di spiaggia dove molte persone si dedicano alla corsa o a lunghe passeggiate; proprio dalla loro segnalazione è scattata l'attività dei militari che hanno sorpreso il terzetto e denunciato alla Procura della Repubblica di Macerata per atti contrari alla pubblica decenza.

16/06/2009

:arrow: http://www.ilquotidiano.it/articoli/200 ... denunciati


mercoledì 17 giugno 2009, 13:00
Profilo
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6475
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
fambros ha scritto:
Delusi gli appassionatidella tintarella integrale che sul sito rispondono “Non ci arrenderemo”

Nudisti denunciati a Cesano
L’associazione nazionale l’ha ribattezzata spiaggia naturista. L’assessore: non si può

Senigallia Denunciati quattro nudisti per atti osceni in luogo pubblico. Due coppie umbre stavano prendendo il sole nella spiaggia di Cesano, davanti alla foce del fiume, quando i carabinieri hanno chiesto loro i documenti e, dopo averli invitati a rivestirsi, hanno proceduto con le denunce. “Da un mese frequentiamo questa spiaggia – spiega Jean Pascal Marcacci, presidente dell'associazione nazionale naturisti – perché c'è sempre stata una tolleranza da parte del Comune. In particolare l'assessore Campanile si è dimostrato molto comprensivo nei nostri confronti. Abbiamo anche pubblicizzato questo spazio nel nostro sito internet e adesso vorremmo che il Comune autorizzasse formalmente la pratica del naturismo”.

Un desiderio che l'assessore non può esaudire da solo. “Io sono davvero rammaricato per quanto accaduto e spero si possa risolvere la questione – interviene Gennaro Campanile, assessore al Turismo –, una denuncia per atti osceni in luogo pubblico mi rendo conto che è pesante e mi sono già attivato presso i carabinieri per cercare di risolvere il caso. Di fatto però non è stata rilasciata alcuna autorizzazione e, quando ho incontrato i rappresentanti dell'associazione, ho dichiarato che non avevo alcun pregiudizio nei loro confronti ma che, se avessero voluto utilizzare la spiaggia, lo avrebbero fatto a loro rischio e pericolo, perché il naturismo è comunque proibito. Riconosco che è una forma di turismo molto diffusa – aggiunge – però non spetta a me prendere decisioni in tal senso”. I naturisti comunque torneranno. “Noi non abbiamo paura di nessuno – dichiara Alessandro Nagni, consigliere dell'associazione –, che ci denuncino pure tanto poi al processo dimostreremo che non compiamo atti osceni, perché gli atti sessuali non c'entrano niente con la nostra filosofia, quindi torneremo. Non facciamo niente di male perché ci siamo ritagliati uno spazio, informando il Comune che ha dimostrato tolleranza nei nostri confronti. Non abbiamo mai invaso la spiaggia frequentata dai bagnanti. Anzi, per non urtare la suscettibilità altrui, avevamo anche messo un cartello per informare della nostra presenza”. A chiamare i carabinieri sono stati alcuni residenti del vicino condominio ed i militari non hanno potuto fare a meno di svolgere il proprio ruolo.

I nudisti però si sentono perseguitati e, proprio da Senigallia, sono pronti a lanciare la loro battaglia attivando una raccolta di firme. “Dopo poco più di un mese dall'inaugurazione della spiaggia naturista di Foce Cesano – si sfogano nel loro sito internet -, con il consenso dell'assessore al Turismo del Comune di Senigallia alcuni nemici della civile convivenza hanno fatto intervenire in spiaggia i carabinieri. Speriamo che qualcuno si svegli e si muova per difendere il nostro diritto ad esistere. Ma, purtroppo, anche questa volta si continua col letargo. Forse i carabinieri, messi a conoscenza della nostra raccolta firme, non procederanno con la denuncia? Basta considerare legale la prostituzione ed illegale il naturismo! Continua la persecuzione”.

er Senigallia è una questione di vecchia data. Il dibattito politico, a fasi alterne negli anni, è sempre stato riacceso dalla difficile convivenza tra i residenti ed i nudisti che ogni tanto frequentavano la spiaggia di Cesano. “Vogliamo solo goderci il mare in tranquillità – conclude Nagni – senza l'incubo di vedere arrivare qualche divisa”.

SABRINA MARINELLI

http://www.corriereadriatico.it/articol ... 1EC6E48FCD


lunedì 6 luglio 2009, 10:36
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3830
Rispondi citando
Basta con le buone notizie!
Sbaglio o qui si parla addirittura di denunce per "atti osceni"?

_________________
nemo


lunedì 6 luglio 2009, 13:59
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2006, 17:02
Messaggi: 603
Località: Parma
Genere (M/F): Maschio
Profilo facebook: Vinc Vincent
Rispondi citando
Articolo pubblicato sul Corriere Adriatico questa mattina (06.07.09).....dopo la tempesta torna i lsereno e l'arcobalen ofa sperare in una risoluzione a favore dei naturisti.
Inoltre siccome le denunce son ferme, sembra che i carabinieri siano disposte a revocarle....questo era scritto in un trafiletto in fondo pagina, per questo non presente nel seguente articolo.


Tornano i nudisti, pronta una petizione
Centrosinistra d’accordo sull’accoglienza a Cesano dei naturisti che intanto raccolgono le firme


Senigallia Spiaggia riservata ai nudisti? Si può fare. Dopo la disponibilità espressa dall'assessore Campanile, la maggioranza di centrosinistra apre adesso uno spiraglio ad una nicchia di turismo troppo spesso bistrattata. I naturisti sono tornati anche ieri, nonostante il maltempo, e chiedono solo di poter rimanere in quei 150 metri di arenile dove ormai si ritrovano ogni fine settimana. Stanno intanto raccogliendo le firme da consegnare a fine stagione in Comune, per chiedere che venga emanata un'ordinanza per riservare la spiaggia alla pratica del nudismo.

“Non intendiamo assolutamente censurare questa forma di turismo – interviene Stefano Schiavoni, capogruppo del Pd –, potrebbe quindi anche essere possibile pensare ad un luogo riservato, idoneo anche da un punto di vista morfologico, da destinare a questa pratica. Non c'è quindi una chiusura a priori. Il solo ostacolo sta nella logistica, perché il luogo da scegliere deve comunque preservare i diritti di tutti i bagnanti, anche di chi non pratica il naturismo. Dovrebbe quindi essere uno spazio adeguatamente segnalato e delimitato. Sulla questione siamo pronti ad aprire un dibattito e, ancora prima di arrivare in Consiglio, sarebbe opportuno convocare le commissioni competenti svolgendo un lavoro incrociato che potrebbero fare la commissione urbanistica e quella al turismo”.

Il Pd pronto a trattare quindi ed i Verdi? “Non vedo elementi di contrarietà – aggiunge Roberto Curzi, capogruppo dei Verdi –, oltretutto si tratta di una forma di turismo che ha anche una valenza commerciale. Io non mi scandalizzo di sicuro. Una cosa è certa: questa decisione va presa insieme alla città coinvolgendo le categorie e tutti gli operatori”.

Via libera anche dai Verdi. Più critica invece l'Italia dei valori. “E' impossibile far convivere il naturismo con il turismo balneare, fatto prevalentemente da famiglie – spiega Enzo Monachesi, capogruppo Idv nonché esperto nel ramo del turismo -. La città ha fatto le sue scelte già da tempo decidendo di destinare la spiaggia ad un certo tipo di turismo”. Tuttavia il pensiero di Monachesi si ammorbidisce nel prendere in considerazione un eventuale ipotesi, che non sia però improvvisata. “L'unica soluzione è quella di scegliere una zona isolata – prosegue – e protetta dalla vista di chi da questo tipo di turismo può essere infastidito, per una questione di pudore pubblico. Devono esserci quindi delle proposte chiare, posti veramente liberi dalla vista. Non si deve improvvisare perché altrimenti si rischia anche di intralciare il turismo di cui viviamo. Ricordiamoci infatti che la battigia è di tutti e nulla vieta ad un bagnante di passeggiare su quella spiaggia che i naturisti vorrebbero. Non credo che a Senigallia ci siano luoghi appropriati a questo tipo di turismo, ad ogni modo non precludo niente e sono disposto a ragionare su uno studio serio. Ciò che vorrei fosse chiaro - conclude - è che non sono contrario al principio del naturismo, ritengo solo sia di difficile applicazione nella nostra città ma, ripeto, sono pronto a valutare eventuali proposte”. Dopo anni di censure e polemiche in Municipio si torna a parlare di una spiaggia da destinare ai nudisti. La risposta della maggioranza sembra positiva, chissà invece cosa ne pensa in merito la città. Finora infatti gli unici a lamentarsi, tanto da chiamare i carabinieri e far scattare le denunce, sono stati i residenti di Cesano che abitano in prossimità di quel lembo di spiaggia dove i naturisti si ritrovano, arrivando appositamente da fuori regione.

SABRINA MARINELLI

_________________
Rappresentante UNI Campania

Venite a visitare la spiaggia naturista di Marina di Camerota!

Clubnaturismo - Vincent81
INudisti.it - nudista81
naturismo.forumattivo.com - Vincent81
Facebook : Vinc Vincent (è gradita una presentazione)


lunedì 6 luglio 2009, 16:08
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3830
Rispondi citando
Sarà!
L'Italia dei Valori mancava alla collezione!
la solita vecchia musica: le famiglie, i bambini, il pudore.....ci vuole una spiaggia isolata ma così isolata....che purtroppo non esiste!
E se esiste è così isolata che non ci va nessuno!

_________________
nemo


lunedì 6 luglio 2009, 16:20
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2006, 17:02
Messaggi: 603
Località: Parma
Genere (M/F): Maschio
Profilo facebook: Vinc Vincent
Rispondi citando
Beh spero per ch isi sta prodigando a render eufficiale il naturismo in quellas piaggia che l'influenza dei dissidenti conti poco.

_________________
Rappresentante UNI Campania

Venite a visitare la spiaggia naturista di Marina di Camerota!

Clubnaturismo - Vincent81
INudisti.it - nudista81
naturismo.forumattivo.com - Vincent81
Facebook : Vinc Vincent (è gradita una presentazione)


martedì 7 luglio 2009, 0:01
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 16 aprile 2009, 21:14
Messaggi: 237
Località: città di castello PG
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
per chi non lo sapesse, quel tratto di spiaggia alla foce del fiume, è in pratica nudista da moltissimi anni, e da altrettanti moltissimi anni arrivano regolari le denunce dei residenti estivi del condominio vicino. Non è ne è mai stato un posto di "passeggio" di famigliole. Una volta c'era un pezzo di canneto che nascondeva la spiaggia, ora è un po più aperta, ma comunque è a circa 500 metri dal condominio stesso, distanza più che sufficente a non capire nemmeno se chi stà li abbia il costume addosso o meno, sia uomo o donna. Insomma da tale distanza si vede solo una sagoma, il problema è che qualche bigotto del condominio, denuncia a prescindere.
L'assessore comunale non ha dato autorizzazione per quest'anno, solo perchè i piani dell'arenile in comune vengono discussi a novembre, per cui per l'ufficialità bisognerà aspettare novembre prossimo.

Per la denuncia..ci han fatto un favore, al dire di Marcacci. Se non stavano trombando, e non lo facevano, la denuncia decade da sola. Sarebbe di fondo stato peggio se avessero applicato gli "atti contrari alla pubblica decenza." Quanto al proseguio della denucia stessa, difficilmente decadrà, perchè per i caramba sarebbe omissione di atti d'ufficio. Loro, una volta emessa, devono obbligatoriamente passarla al PM, che poi deciderà eventualmente per il non luogo a procedere. Speriamo sia un PM intelligente. Noi, come ANER, da parte nostra, abbiamo già i denti affilati per far fronte alla cosa, speriamo bene.

_________________
Buon naturismo a tutti da Max, libero pensatore


martedì 7 luglio 2009, 1:09
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3830
Rispondi citando
Ricordate la favola del lupo e dell'agnello?

Siccome il nudo non è reato solo su spiagge molto appartate e non frequentate dalle famiglie, è chiaro che per gli avversari del naturismo tutte le spiagge possono essere frequentate da famiglie!
E quelle che non lo sono, potrebbero sempre esserlo in futuro!

la spiaggia di Punta Crena a Varigotti è stata chiusa proprio con queste motivazioni:
accessibile solo dal mare o con l'aiuto di corde, Il Sindaco di Finale (anche lui di sinistra), emettendo l'ordinanza di divieto ha dichiarato:
le famiglie coi bambini potrebbero andarci via mare a nuoto o con le barche ma non possono perchè ci sono i nudisti...
naturalmente ha detto che per i nudisti si sarebbe potuta cercare un'altra spiaggia ...... un po' più isolata, perbacco!

Ci credereste se vi dico che, dal 2006, non l'ha ancora trovata?

Naturalmente auguro miglior fortuna ai naturisti delle Marche...
Ciao

_________________
nemo


martedì 7 luglio 2009, 9:44
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 25 giugno 2007, 17:12
Messaggi: 6240
Località: Padova
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
se dovessimo guardare a tutte le spiagge che dicono di aver chiuso.. :fischio:
dante, mort (anni fa), brussa, guvano.. tanto rumore e poi la gente continua ad andarci :yeah:

_________________
THERE ARE ONLY TWO KINDS OF MUSIC..
Rock and Roll

Di tutto conosciamo il prezzo, di niente il valore... [Friedrich Nietzsche]


martedì 7 luglio 2009, 10:17
Profilo
Autorità
Autorità
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 19 febbraio 2007, 20:21
Messaggi: 6605
Località: venezia dry
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Io insisto.
Le devono chiudere perchè altrimenti le dovrebbero ufficializzare. E non è legalmente possibile ufficializzarle (non perchè nudiste ma perchè libere) Non c'è alternativa al momento.

_________________
La vita è come il caffè, puoi metterci tutto lo zucchero che vuoi ma se non giri il cucchiaino non sarà mai dolce.
A star fermi non succede niente

Alex Zanardi



martedì 7 luglio 2009, 10:27
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3830
Rispondi citando
Sai Arturo:
Punta Crena in ordine di tempo è stata la prima: hanno detto che la chiudevano e l'hanno chiusa!

Il Guvano, non hanno mai detto di volerlo chiudere però hanno chiuso la galleria (anche se probabilmente questo è l'unico caso in cui non c'è un nesso volontario)

le altre vedremo! Però se anche non le chiudono ma riprendono a rompere con cartelli e divieti...
già è così difficile ottenere una frequentazione decente senza le denunce e i divieti....

Ciao

_________________
nemo


martedì 7 luglio 2009, 10:43
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3830
Rispondi citando
Cita:
Paeba ha scritto:
Le devono chiudere perchè altrimenti le dovrebbero ufficializzare. E non è legalmente possibile ufficializzarle (non perchè nudiste ma perchè libere)


I vip(s), oltre ad essere felici possessori di barche che esibiscono con malcelato orgoglio, hanno questo di bello: vivono felicemente distaccati dalla realtà di tutti i giorni!

La notizia è:
Denunciati quattro nudisti per atti osceni in luogo pubblico

L'assessore dichiara:
ho dichiarato che non avevo alcun pregiudizio nei loro confronti ma che...il naturismo è comunque proibito

L'Italia dei Valori dichiara:
E' impossibile far convivere il naturismo con il turismo balneare, fatto prevalentemente da famiglie – spiega Enzo Monachesi, capogruppo Idv nonché esperto nel ramo del turismo....


E cosa pensa il vip, nello splendido isolamento della sua barca?

non è legalmente possibile ufficializzarle (non perchè nudiste ma perchè libere) :lol:
:friends:

_________________
nemo


martedì 7 luglio 2009, 11:49
Profilo
Autorità
Autorità
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 19 febbraio 2007, 20:21
Messaggi: 6605
Località: venezia dry
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Il mio discorso era più ampio.

Guardiamo a quelle spiagge in cui, da sempre il naturismo viene bene o male praticato. Ci sono sindaci e/o assessori locali o centrali che non vedono di cattivo occhio il naturismo, ma DEVONO prendere delle posizioni, data la loro posizione.

Esistono delle leggi precise (oltre a quelle su atti osceni ed oltraggio al pudore) che regolamentano i litorali dati in concessione dal demanio o liveri da concessioni (spiagge libere, appunto).

Le spiagge in concessione possono essere utilizzate nei più disparati modi purchè rispettino le normative locali, quindi servizi e/o limitazioni.
Le spiagge libere sono e devono rimanere libere, per cui fruibili da chiunque. Qui ci si imbatte nel 726.
Se una spiaggia è fruibile da chiunque, col 726 io ti posso impedire di stare nudo perchè "offende il mio pudore". Se invece, come più volte s'è cercato di fare, si pensa di "ufficilizzare" un tratto dedicato a chiunque, automaticamente ricade in una "concessione" e quindi diventa soggetta a tutti i vincoli previsti per le spiagge in concessione.

Ecco che anche il politico che volesse appoggiare una richiesta dei naturisti (ma potrebbero essere dei religiosi come degli sportivi come degli artisti) si trova tra due fuochi e non gli rimane che applicare la legge più consona al caso. Nel nostro, la 726.

_________________
La vita è come il caffè, puoi metterci tutto lo zucchero che vuoi ma se non giri il cucchiaino non sarà mai dolce.
A star fermi non succede niente

Alex Zanardi



martedì 7 luglio 2009, 12:09
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3830
Rispondi citando
No paeba, credimi!
quello delle concessioni è solo uno dei tanti pretesti tirati fuori da chi comunque i nudisti tra i piedi non ce li vuole!

Il giochino (schematicamente) è questo:
siccome il nudismo è vietato-dicono loro- non può essere praticato su una spiaggia libera che in quanto tale, per quanto isolata possa essere, è aperta a tutti!

Allora bisognerebbe dare la spiaggia in concessione e "dedicarla al nudismo" ma per farlo non devono esserci vincoli ambientali e deve essere anche protetta dagli sguardi delle famiglie con bambini!

Solo che, oltre agli eventuali vincoli, i tre-cinque metri della battigia sono comunque per forza pubblici per cui un'area adatta non esiste e se esiste è talmente brutta e scomoda da essere impossibile da gestire.....

Insomma: se non è zuppa è pan bagnato!

Crediti, è una storia questa che va avanti, unpo' diversa nella forma ma identica nella sostanza, da almeno cinquant'anni!

ciao

_________________
nemo


martedì 7 luglio 2009, 14:44
Profilo
Autorità
Autorità
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 19 febbraio 2007, 20:21
Messaggi: 6605
Località: venezia dry
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Per altri motivi, ma sto portando avanti una battaglia per avere in concessione una porzione di spiaggia "libera".

In concessione, dato che in uso non è possibile, per i motivi esposti prima. Eppure sto parlando della possibilità di utilizzarla per un circolo che permetta di utilizzare delle barchette a vela (derive), windsurf e kitesurf.

Sono ormai 10 anni che lottiamo. Eppure non stiamo parlando di naturismo ma di sano sport, per famiglie, bambini ed adulti.

Ecco che, oltre all'ormai conosciuto rifiuto e terrore per il nudo, c'è anche una effettiva difficoltà legale qualora ci sia uno dei pochissimi politici "disponibili".

Per questo insisto nel dire che è utopia cercare di far ufficializzare una spiaggia pubblica. Più facile concentrare la lotta sul far eliminare il nudo in spiaggia libera dal 726.
Non che sia più semplice..... :(

_________________
La vita è come il caffè, puoi metterci tutto lo zucchero che vuoi ma se non giri il cucchiaino non sarà mai dolce.
A star fermi non succede niente

Alex Zanardi



martedì 7 luglio 2009, 15:31
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010