Oggi è lunedì 20 agosto 2018, 15:26



Rispondi all’argomento  [ 146 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo
 Depenalizzazione art. 726 CP: atti contrari pubblica decenza 
Autore Messaggio
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1326
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Cita:
Così succede che, fuori da spiagge ufficiali non si ha mai la certezza assoluta del diritto, e quelle ufficiali non vengono quasi mai istituite con la "scusa" che non si può ufficializzare un atto contrario alla legge!

direi che è il contrario,il fatto che esistono spiagge autorizzate conferma che il naturismo non è vietato dalla legge,mica i sindaci hanno il potere di autorizzare un reato


mercoledì 3 agosto 2016, 21:50
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3838
Rispondi citando
Andrea:

Cita:
mica i sindaci hanno il potere di autorizzare un reato


Bravo: l'hai detto!

E' proprio questa la motivazione con cui i sindaci rifiutano di istituire spiagge nudiste!

Tu dici: alcuni, però l'hanno fatto!
Vero,però, se ci fai caso, finora sono state legalizzate quasi sempre spiagge già frequentate in precedenza da nudisti, spesso oggetto in passato di denunce e conseguenti assoluzioni, per cui i sindaci non hanno fatto altro che ufficializzare una situazione preesistente!
queste spiagge nella maggior parte dei casi non hanno le caratteristiche "attrattive" in grado di attirare grossi flussi naturisti, vuoi per le dimensioni spesso ridotte, vuoi perché se ci andavano quasi solo i nudisti erano spesso davvero di scarso interesse turistico!

Quanto all'articolo su Eraclea, mi sembra molto sintetico e confuso, per cui bisognerebbe capire meglio le motivazioni dell'ANAA, anche se tu, mi par di capire, sei contrario per principio a qualunque iniziativa di carattere "privatistico" e di conseguenza, preferisci di gran lunga non avere nulla, piuttosto che qualcosa in mano ai privati..

_________________
nemo


giovedì 4 agosto 2016, 7:50
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3838
Rispondi citando
Ripensandoci, cerco di spiegarmi meglio:

Probabilmente hai ragione quando dici che i sindaci , se volessero, potrebbero istituire delle spiagge naturiste, visto che nessun giudice ha mai detto il contrario!

E' che il 726 complica comunque le cose a quei pochi che vorrebbero istituirle e le facilita ai tanti che non vogliono!

Molti sindaci sono loro stessi contrari alle spiagge nudiste perché sono anche loro Italiani e considerano il nudo se non indecente, quantomeno inopportuno.

Se non sono sono contrari loro, lo è parte del loro consiglio e se anche il consiglio non è contrario, lo sarà l'opposizione, il parroco, il vescovo, le "figlie di Maria" l'"associazione per la protezione della famiglia", quella delle "madri preoccupate" e via dicendo......

Tutti pronti, in caso di necessità, a sventolare il 726.....

Insomma, per un sindaco è comunque una patata bollente...

_________________
nemo


giovedì 4 agosto 2016, 9:03
Profilo
Autorità
Autorità
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 19 febbraio 2007, 20:21
Messaggi: 6631
Località: venezia dry
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Carlo, il nudo non è vietato da nessuna legge italiana. Se si, dimmi da quale articolo.
Cita:
è infatti vero che sia l'articolo che punisce gli atti contrari alla pubblica decenza (il nostro 726) che quello che punisce gli "atti osceni", non specificano quali siano questi atti!
Ma mi sembra abbastanza risibile (e molto lontano dalla realtà...) sostenere che, di conseguenza, questi atti non possono esistere!
Cosa significa? Che sono articoli messi lì dal legislatore per farsi due risate?
Assolutamente no: non specificano quali siano gli atti perché viene lasciato volutamente ai giudici il compito di decidere quali siamo in base alla "morale corrente", in quanto il legislatore riconosce implicitamente che questa può cambiare nel tempo!


E' qui il punto, Carlo. Tu e la maggior parte degli italiani continuate ad associare la nudità al 726, e quindi giocoforza i magistrati ne devono tener conto.
il 726 punisce anche il turpiloquio 30 anni fa, dire "merda" o "stronzo" in televisione era reato ed h decretato la fine di più di qualche carriera. Oggi viene detto in prima serata, addirittura nel telegiornale. Non sono le feci quindi ad essere vietate, è la reazione comune di della quale il giudicante tiene conto. Sono cambiati tempi, non la legge.

Il nudo non è reato, sono le circostanze a diventarlo, e lo dimostra il fatto che in alcuni casi il giudice assolve in altri condanna.
Un giudice non può autorizzare un reato. Il giudice deve verificare se la cosa è o non è reato. Quindi non è la nudità ad essere vietata ma l'uso che se ne fa.

_________________
La vita è come il caffè, puoi metterci tutto lo zucchero che vuoi ma se non giri il cucchiaino non sarà mai dolce.
A star fermi non succede niente

Alex Zanardi



giovedì 4 agosto 2016, 9:10
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3838
Rispondi citando
Scusa paeba, ma sei di coccio! Come devo dirtelo?:

Ci sono ben tre sentenze della Cassazione, una del 2000, un'altra (terribile..) del 2007 e una del 2012!

vattele a leggere per favore!

I giudici, tenendo conto, (secondo ovviamente la loro opinione!) del "comune sentire" hanno ribadito in tutte le occasioni che il nudo, di per sé, se mostrato su una spiaggia abitualmente frequentata da tessili costituisce un atto contrario alla pubblica decenza!

E certo che sono loro a stabilire se un reato è tale o no! E finora hanno stabilito che lo è!

Certo che se decidono che non lo è più, non lo è più! ma finora non l'hanno deciso!

L'ultima sentenza di Cassazione, quella del 2012, riguardava una spiaggia abitualmente frequentata da nudisti ma dove nel tempo era aumentata la frequentazione "tessile". Ebbene il giudice di Cassazione ha ribadito che il nudo in un luogo pubblico o esposto al pubblico non è consentito in nessun caso e che comunque i nudisti, essendo in minoranza, avrebbero dovuto capire che il loro comportamento era inopportuno e rivestirsi!

Oggi la Cassazione potrebbe decidere diversamente? Forse! I giudici di primo grado la pensano diversamente? In molti casi sì! Ma le sentenze, come ho detto riguardano quasi sempre luoghi molto nascosti o frequentati da naturisti in modo nettamente prevalente!

_________________
nemo


giovedì 4 agosto 2016, 10:14
Profilo
Autorità
Autorità
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 19 febbraio 2007, 20:21
Messaggi: 6631
Località: venezia dry
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Carlo, perdonami ma quello di coccio sei tu, e finchè ci sarà gente che pensa come te a settori, non ne usciremo mai.
Ci sono 3 sentenze, ma le sentenze non fanno legge. Sentenze che, come sottolinei te stesso andando in contraddizione: "che il nudo, di per sé, se mostrato su una spiaggia abitualmente frequentata da tessili costituisce un atto contrario alla pubblica decenza! " Non è il nudo ad essere giudicato ma il nudo in una determinata circostanza.
CAMBIAMO LA CIRCOSTANZA e cambierà il giudizio!!!

Invece continuiamo a chiedere che venga autorizzata la nudità. Dobbiamo chiedere che siano autorizzati li luoghi invece. In barca a un chilometro dalla spiaggia SI, sulla spiaggia dell'Hotel Majestic, NO.
La spiaggia del campeggio naturista si, quella del campeggio tessile no. Basta chiedere....

_________________
La vita è come il caffè, puoi metterci tutto lo zucchero che vuoi ma se non giri il cucchiaino non sarà mai dolce.
A star fermi non succede niente

Alex Zanardi



Ultima modifica di paeba il giovedì 4 agosto 2016, 12:30, modificato 1 volta in totale.



giovedì 4 agosto 2016, 10:38
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1326
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
carlo ha scritto:

L'ultima sentenza di Cassazione, quella del 2012, riguardava una spiaggia abitualmente frequentata da nudisti ma dove nel tempo era aumentata la frequentazione "tessile". Ebbene il giudice di Cassazione ha ribadito che il nudo in un luogo pubblico o esposto al pubblico non è consentito in nessun caso e che comunque i nudisti, essendo in minoranza, avrebbero dovuto capire che il loro comportamento era inopportuno e rivestirsi!

Oggi la Cassazione potrebbe decidere diversamente? Forse! I giudici di primo grado la pensano diversamente? In molti casi sì! Ma le sentenze, come ho detto riguardano quasi sempre luoghi molto nascosti o frequentati da naturisti in modo nettamente prevalente!

quello è un caso limite,non è che sia venuto qualche tessile in più è che prima quella spiaggia si poteva raggiungere solo guadando ed era frequentata da naturisti al 100% poi hanno costruito una strada ed un parcheggio e si sono ritrovati 10 naturisti in mezzo a 200 tessili,lì effettivamente hanno sbagliato loro


giovedì 4 agosto 2016, 12:11
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3838
Rispondi citando
Dunque, scusate, probabilmente avete ragione voi! sono io che non ci arrivo!

Tu Paeba dici: "non è il nudo in sé che è vietato, ma solo quello in pubblico, quindi il nudo non è vietato!"

Ma io a questo mica ci avevo pensato! Pensa che in casa faccio la doccia col costume! dici che me lo posso togliere? :lol:

Andrea rincara la dose e dice: si capisce che se ti spogli in un posto dove la maggioranza è in costume, la colpa è tua e fanno bene ha condannarti, perchè tu non puoi andare su una spiaggia frequentata da tessili, mentre i tessili, giustamente, se ci fanno la strada, possono andare su una spiaggia nudista, che a questo punto non è più nudista, in quanto il reato lo commette chi sta nudo, mica chi sta in costume!!

Quindi il saggio Paeba, dice: non bisogna chiedere l'abolizione o una diversa interpretazione del 726! basta chiedere l'istituzione di campeggi e spiagge nudiste!

ma che trovata! Come ho fatto a non pensarci prima?: è il classico uovo di colombo!

Per fortuna però le associazioni ci avevano pensato già da anni!
Il problema è che di spiagge adatte non ce ne sono (a meno che non si debba guadare un fosso dopo essersi calati da un dirupo in corda doppia..) perché tutte le spiagge sono già frequentate da tessili e quindi.. come fa un sindaco a consentire un reato?

_________________
nemo


domenica 7 agosto 2016, 16:17
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1326
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
basta che destini la spiaggia alla pratica del naturismo
Sentenza della Corte di Cassazione n.3557 del 2000
E' evidente che non può considerarsi indecente, ad esempio, la nudità integrale di un modello o di un artista in un'opera teatrale o cinematografica, ovvero in un contesto scientifico o didattico, o anche di un naturista in una spiaggia riservata ai nudisti o da essi solitamente frequentata, mentre invece suscita certamente disagio, fastidio, riprovazione chi fa mostra di sé, ivi compresi gli organi genitali, in un tram, in strada, in un locale pubblico, o anche in una spiaggia frequentata da persone normalmente abbigliate.


domenica 7 agosto 2016, 21:43
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3838
Rispondi citando
Come ho scritto prima,

Cita:
Il problema è che di spiagge adatte non ce ne sono (a meno che non si debba guadare un fosso dopo essersi calati da un dirupo in corda doppia..) perché tutte le spiagge sono già frequentate da tessili e quindi.. come fa un sindaco a consentire un reato?


E' il classico "cane che si morde la coda"!

Quando chiedi a un sindaco di istituire una spiaggia nudista, la risposta è quasi sempre la stessa:

"mi dispiace ma nel mio territorio non ci sono luoghi adatti perché tutte le spiagge sono già frequentate da tessili, pochi o tanti che siano"

(impossibile il contrario, essendo il nudismo consentito solo su spiagge nudiste che non esistono...!)

"e, in base all'interpretazione che viene attualmente data al 726, io non posso consentire ufficialmente il nudo su una spiaggia frequentata da tessili!"

Quand'ero piccolo, i nonni per zittirmi mi dicevano scherzosamente: " tu puoi parlare solo quando pisciano le galline..." (che, come tutti i volatili, la pipì separata dal resto non la fanno mai.....)

_________________
nemo


lunedì 8 agosto 2016, 10:26
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3838
Rispondi citando
Comunque vedo che i giornali cominciano a riportare notizia dei primi super-multati per aver fatto la pipì (anche di notte e in zone extraurbane) in qualche slargo isolato... di nudisti finora non ho letto niente (forse i giornali non l'hanno riportato?) ma scommetto che è solo questione di tempo!
Nel frattempo, sbaglio o il ministro Orlando, in più di quattro mesi di tempo, ancora non ha risposto all'interrogazione?

_________________
nemo


lunedì 8 agosto 2016, 19:57
Profilo
Autorità
Autorità
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 19 febbraio 2007, 20:21
Messaggi: 6631
Località: venezia dry
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
carlo ha scritto:
Dunque, scusate, probabilmente avete ragione voi! sono io che non ci arrivo!

Tu Paeba dici: "non è il nudo in sé che è vietato, ma solo quello in pubblico, quindi il nudo non è vietato!"

Ma io a questo mica ci avevo pensato! Pensa che in casa faccio la doccia col costume! dici che me lo posso togliere? :lol:

Andrea rincara la dose e dice: si capisce che se ti spogli in un posto dove la maggioranza è in costume, la colpa è tua e fanno bene ha condannarti, perchè tu non puoi andare su una spiaggia frequentata da tessili, mentre i tessili, giustamente, se ci fanno la strada, possono andare su una spiaggia nudista, che a questo punto non è più nudista, in quanto il reato lo commette chi sta nudo, mica chi sta in costume!!

Quindi il saggio Paeba, dice: non bisogna chiedere l'abolizione o una diversa interpretazione del 726! basta chiedere l'istituzione di campeggi e spiagge nudiste!

ma che trovata! Come ho fatto a non pensarci prima?: è il classico uovo di colombo!

Per fortuna però le associazioni ci avevano pensato già da anni!
Il problema è che di spiagge adatte non ce ne sono (a meno che non si debba guadare un fosso dopo essersi calati da un dirupo in corda doppia..) perché tutte le spiagge sono già frequentate da tessili e quindi.. come fa un sindaco a consentire un reato?



Perdonami carlo, ma io queste cose no le ho mai dette e nemmeno le penso.

_________________
La vita è come il caffè, puoi metterci tutto lo zucchero che vuoi ma se non giri il cucchiaino non sarà mai dolce.
A star fermi non succede niente

Alex Zanardi



giovedì 11 agosto 2016, 11:54
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3838
Rispondi citando
Ovviamente Paeba, il mio era puro sarcasmo, perché cosa intendevi dire quando hai scritto:

Cita:
Ci sono 3 sentenze, ma le sentenze non fanno legge. Sentenze che, come sottolinei te stesso andando in contraddizione: "che il nudo, di per sé, se mostrato su una spiaggia abitualmente frequentata da tessili costituisce un atto contrario alla pubblica decenza! " Non è il nudo ad essere giudicato ma il nudo in una determinata circostanza.
CAMBIAMO LA CIRCOSTANZA e cambierà il giudizio!!!
?

Ovvio che non è il nudo, di per sé, ad essere giudicato! E' il nudo in pubblico! (Cioè non quello sotto la doccia di casa :ghgh: )

Tu dici: "basta chiedere!" Ne sei sicuro? Tu dove hai chiesto? E dove ti hanno risposto "ma certo!"?

perché altrimenti scrivere certe cose significa prendere per i fondelli le associazioni che stanno chiedendo da decenni! Poi arrivi tu, fresco fresco, che dici:

"Tu Carlo, e tutti quelli che la pensano come te (cioè tutti tranne...Paeba) siete di coccio, pensate a settori! Perché ve la prendete col 726? Basta chiedere delle spiagge naturiste ed è fatta" (Sottinteso: "Date retta a me che, a differenza di tutti voi, ho la mente aperta!"

Peccato che (a parte rari casi di spiagge molto isolate già storicamente frequentate) quando qualcuno chiede, si sente quasi sistematicamente rispondere:

"come facciamo a istituire una spiaggia nudista se il nudo è giudicato un atto contrario alla pubblica decenza?
Ci vorrebbe una spiaggia completamente deserta, ma purtroppo non ce ne sono!"

_________________
nemo


giovedì 11 agosto 2016, 12:37
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1326
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
veramente quasi sistematicamente ci si sente rispondere che questa è una località per famiglie... perchè non sanno che esistono le famiglie naturiste e perchè pensano che il naturismo sia vietato ai minori


giovedì 11 agosto 2016, 12:54
Profilo
Autorità
Autorità
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 19 febbraio 2007, 20:21
Messaggi: 6631
Località: venezia dry
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Carlo.....al solito, lasciamo perdere. Hai ragione te, e ti ringrazio per avermi spiegato il mio pensiero.

_________________
La vita è come il caffè, puoi metterci tutto lo zucchero che vuoi ma se non giri il cucchiaino non sarà mai dolce.
A star fermi non succede niente

Alex Zanardi



giovedì 11 agosto 2016, 15:00
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 146 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010