Oggi è venerdì 22 settembre 2017, 18:51



Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
 Proposta di legge: LACQUANITI ed altri: 
Autore Messaggio
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1649
Località: Abruzzo
Rispondi citando
Atto Camera: 2171


Proposta di legge: LACQUANITI ed altri: "Disposizioni per il riconoscimento della pratica del naturismo e lo sviluppo della capacità turistico-ricettiva in Italia" (2171)


http://www.camera.it/leg17/126?leg=17&idDocumento=2171

Proposta di legge C. 2171 Presentata il 10 marzo 2014

_________________
Iscritto ANAB http://www.abruzzonaturista.it/
http://www.facebook.com/pages/Ripuliamo ... 1002200079
Un esempio:
http://www.facebook.com/note.php?note_i ... &ref=share


domenica 16 marzo 2014, 18:05
Profilo YIM
eXtraJuniorAdmin
eXtraJuniorAdmin
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 16 novembre 2006, 11:51
Messaggi: 4857
Località: Marostica (VI)
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Grazie Eroe.

Speriamo non sia il solito tentativo infruttuoso... bene comunque che sia stato presentato.

Per informazione di tutti, Lacquaniti è un deputato di SEL.


lunedì 17 marzo 2014, 10:45
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: lunedì 27 ottobre 2008, 19:35
Messaggi: 306
Località: Como
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Comunico che l'on.Lacquaniti sarà presente alla Fiera "Fa la cosa giusta"a Fieramilanocity al dibattito che si terrà sabato 29 alle ore 12,30 organizzato da Fenait e Anita.

http://forum.italianaturista.it/anita/v ... =11&t=1100


lunedì 17 marzo 2014, 20:59
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 518
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
A mio parere sarebbe utile che al dibattito che si terrà alla Fiera "Fa la cosa giusta" sabato 29 alle ore 12,30 organizzato da Fenait ed Anita, fosse ripreso da una telecamera (anche amatoriale) e diffuso il video pubblicamente dai forum naturisti italiani.
Questa iniziativa darebbe modo di dare utili informazioni ai naturisti italiani interessati alle nostre problematiche ed a conoscere l'attività della FNI/INF.


martedì 18 marzo 2014, 0:11
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: lunedì 27 ottobre 2008, 19:35
Messaggi: 306
Località: Como
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Grazie del suggerimento Fidenzio, ci informiamo se all'interno della fiera è consentito riprendere o ci sono problemi tipo siae e in caso ci muoveremo.


mercoledì 19 marzo 2014, 12:51
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: martedì 14 maggio 2013, 10:58
Messaggi: 6
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Alcune considerazioni sulla recente proposta di legge a firma Lacquaniti le trovate qui:
http://esserenudo.net/2014/03/20/consid ... naturismo/


giovedì 20 marzo 2014, 11:06
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 518
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Se si giudica questa proposta di legge buona come si dovrebbe procedere ora?
Il movimento naturista ed i naturisti cosa dovrebbeo fare?


giovedì 20 marzo 2014, 14:39
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3748
Rispondi citando
A me sembra una proposta bellissima, specie se si considera che, come dice Fidenzio, non verrà mai presa in considerazione!

Qualora però, dovesse essere in qualche modo discussa in parlamento, forse bisognerà prepararsi a parecchie obiezioni, perchè il mondo, si sa, è cattivo!

Insomma, mi sembra una bella "fiera dei sogni"!

Ad esempio (faccio l'avvocato del diavolo.......): qui si parla di spiagge assolutamente aperte a tutti, costumati e non, naturisti e non, senza alcun controllo, dove si può stare nudi se si vuole, qualunque ne sia la motivazione: per il semplice fatto che si può, volendo, stare nudi, possiamo dedurne che sono spazi automaticamente dedicati al naturismo?

E poi: quand'è che il nudo viola il 726? Mai? ma allora a cosa serve una legge per istituire delle aree che, evidentemente, non potendo essere cintate nemmeno volendo, sono aperte a tutti?
Mi direte: basta segnalarle, così chi si offende sta lontano! Ma questo allora vuol dire che al di fuori di quelle aree il nudo viola il 726?

Infine, più importante di tutti: poniamo che un privato voglia aprire un'attività, ad esempio un campeggio naturista!.
In base a questa legge può cintarlo? Se la risposta è no, è immaginabile che si possa aprire un campeggio a pagamento, anche tessile, senza cintarlo (fatta salva, naturalmente, la solita battigia..)?
E' realistico pensare che possa essere fatto per un campeggio naturista ciò che non può essere fatto per quelli tessili?

Qualcuno di quelli che hanno scritto questa legge o che ne intessono gli elogi, l'hanno mai visitato un "recinto" come il Valalta?
O pensano davvero che basti mettere un cartello con scritto "qui ci si possono togliere le mutande" per veder accorrere naturisti a frotte da tutto il mondo?

Ciao

_________________
nemo


giovedì 20 marzo 2014, 17:16
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: martedì 14 maggio 2013, 10:58
Messaggi: 6
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
carlo ha scritto:
A me sembra una proposta bellissima, specie se si considera che, come dice Fidenzio, non verrà mai presa in considerazione!

Qualora però, dovesse essere in qualche modo discussa in parlamento, forse bisognerà prepararsi a parecchie obiezioni, perchè il mondo, si sa, è cattivo!

Insomma, mi sembra una bella "fiera dei sogni"!


Anch'io credo che una legge nazionale a favore del naturismo sia solo un bel sogno... ma ogni tanto sognare non guasta! :) E chissà che un bel giorno i sogni non si avverino... :D

carlo ha scritto:
Ad esempio (faccio l'avvocato del diavolo.......): qui si parla di spiagge assolutamente aperte a tutti, costumati e non, naturisti e non, senza alcun controllo, dove si può stare nudi se si vuole, qualunque ne sia la motivazione: per il semplice fatto che si può, volendo, stare nudi, possiamo dedurne che sono spazi automaticamente dedicati al naturismo?

E poi: quand'è che il nudo viola il 726? Mai? ma allora a cosa serve una legge per istituire delle aree che, evidentemente, non potendo essere cintate nemmeno volendo, sono aperte a tutti?
Mi direte: basta segnalarle, così chi si offende sta lontano! Ma questo allora vuol dire che al di fuori di quelle aree il nudo viola il 726?


Mi pare che la proposta di legge voglia fare 2 cose distinte: 1. riconoscere il naturismo come lecito; 2. promuoverlo con l'istituzione di aree dedicate. La seconda non limita la prima.

carlo ha scritto:
Infine, più importante di tutti: poniamo che un privato voglia aprire un'attività, ad esempio un campeggio naturista!.
In base a questa legge può cintarlo? Se la risposta è no, è immaginabile che si possa aprire un campeggio a pagamento, anche tessile, senza cintarlo (fatta salva, naturalmente, la solita battigia..)?
E' realistico pensare che possa essere fatto per un campeggio naturista ciò che non può essere fatto per quelli tessili?


Attenzione che la legge parla solo di aree pubbliche! Se uno apre un campeggio naturista su suolo privato, fa quel che vuole con recinti, siepi, palizzate e quant'altro...


giovedì 20 marzo 2014, 17:45
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3748
Rispondi citando
Cita:
Mi pare che la proposta di legge voglia fare 2 cose distinte: 1. riconoscere il naturismo come lecito; 2. promuoverlo con l'istituzione di aree dedicate. La seconda non limita la prima.


Quello che vuol fare la legge è chiaro anche a me. non mi è altrettanto chiaro se ci riesce...
Magari mi sbaglio (l'ho letta frettolosamente) ma più che aree dedicate al naturismo, mi pare voglia istituire aree dove, volendo, ci si può spogliare..ma allora nelle altre?

Cita:
Attenzione che la legge parla solo di aree pubbliche!


Mi pare però che il 50% possa essere dato in gestione a privati, (cosa credo inevitabile per quel che riguarda le spiagge). Non che io sia favorevole alle barriere ma un divieto così tassativo mi sa che finirebbe per impedire eventuali iniziative private, salvo eccezioni già di per sé piuttosto improbabili; non credo che nessun privato oserebbe aprire un campeggio naturista su una spiaggia che rischia di essere invasa dai tessili!

Siccome poi bisogna essere pratici e uscire dai bei sogni, penso anche a tutte quelle spiagge pubbliche che volendo potrebbero essere "nudistizzate" riparandole alla vista dei passanti con una semplice barriera alle spalle....

Ciao

_________________
nemo


giovedì 20 marzo 2014, 19:04
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: giovedì 22 settembre 2011, 21:34
Messaggi: 12
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Leggo con interesse queste riflessioni, anche quelle più critiche. Aggiungo solo alcune valutazioni:
in Italia una proposta di legge di questo tipo ha indubbiamente un difficile percorso, tuttavia questo non deve essere d'impedimento a fare un tentativo, serio e articolato, che richiederà comunque tempi lunghi, quindi una Legislatura pressoché completa;
le proposte di legge poi vanno valutate anche nella prospettiva che assumerà il testo durante l'iter in commissione prima, e in aula dopo; non dimentichiamo insomma che esiste un meccanismo emendativo, che se da un lato può permettere di recepire alcune correzioni, magari qualcuna di quelle che state ponendo, dall'altra può permettere di allargare la platea delle forze politiche interessate;
una terza considerazione riguarda la serietà di questa proposta di legge e l'onestà che spero mi vogliate riconoscere, prescindendo per una volta dai tanti tentativi infruttuosi che in passato si sono fatti per disciplinare la materia; anche perché, aggiungo con grande sincerità, nonostante i costumi del nostro Paese siano in rapida evoluzione, depositare una proposta di legge di questo tipo vi posso assicurare che non dà in generale plauso e riconoscimenti vari.

Un primo banco di prova per misurare l'interesse delle Forze politiche che siedono in Aula, dovremmo comunque averlo già questa settimana, in occasione della Mozione per il rilancio del turismo a mia prima firma, dove fra i vari impegni che chiediamo al Governo ve ne è uno specifico che riguarda il riconoscimento del naturismo. La mozione sarà pubblicata in giornata sul mio sito - luigilacquaniti.net - e dovrebbe andare in discussione generale lunedì.

Luigi Lacquaniti


venerdì 21 marzo 2014, 9:28
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2306
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Un plauso all'on. Lacquaniti. :great:

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


venerdì 21 marzo 2014, 10:12
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: martedì 14 maggio 2013, 10:58
Messaggi: 6
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
carlo ha scritto:
Mi pare però che il 50% possa essere dato in gestione a privati, (cosa credo inevitabile per quel che riguarda le spiagge). Non che io sia favorevole alle barriere ma un divieto così tassativo mi sa che finirebbe per impedire eventuali iniziative private, salvo eccezioni già di per sé piuttosto improbabili; non credo che nessun privato oserebbe aprire un campeggio naturista su una spiaggia che rischia di essere invasa dai tessili!


Se un privato prende in gestione un'area pubblica destinata al naturismo può ben imporre la nudità obbligatoria. Anche senza pensare a recinti o barriere. D'altronde buona parte degli stabilimenti balneari sono su suolo pubblico dato in concessione e non ci sono recinti: eppure per usare le sdraio e gli ombrelloni si paga e il gestore sa cosa fare per mandar via eventuali "abusivi".

carlo ha scritto:
Siccome poi bisogna essere pratici e uscire dai bei sogni, penso anche a tutte quelle spiagge pubbliche che volendo potrebbero essere "nudistizzate" riparandole alla vista dei passanti con una semplice barriera alle spalle....


Eppure in Germania, Olanda, Danimarca, etc., le aree dov'è praticato il naturismo non sono protette da particolari barriere. In praticamente tutte le città, c'è almeno una zona verde dove la gente si può spogliare, ma a fianco o addirittura in mezzo passa la strada o la via pedonale percorsa da tutti. Tutt'al più si vede da qualche parte un cartello tipo "FKK-Gebiet". In tal modo la nudità è percepita come assolutamente normale.

Finché si penserà a mettere barriere, si darà sempre l'impressione che il nudismo è qualcosa di poco pulito e che in definitiva c'è qualcosa da nascondere. Visto che l'Italia è così indietro su questo punto, ritengo quindi che il divieto di mettere barriere sia giustificato e abbia una funzione educativa.


venerdì 21 marzo 2014, 10:15
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3748
Rispondi citando
Cita:
Se un privato prende in gestione un'area pubblica destinata al naturismo può ben imporre la nudità obbligatoria. Anche senza pensare a recinti o barriere
.

Molto in teoria forse sì, ma senza una qualche limitazione, anche molto leggera, specialmente in Italia, mi sembra fantascienza. Per questo mi sembra la fiera dei sogni: ci si illude di trasformare l'Italia nell'Olanda con una legge, nel giro di 5 minuti!

In Olanda sono permesse un'infinità di cose di cui qui in Vaticalia non si può nemmeno discutere!

Comunque, forse, basterebbe precisare che le barriere non sono necessarie, anche perchè se passa una legge così, non vedo perchè si debbano vietare tassativamente le barriere! Se invece non passa, la prima cosa che emendano è quella....

Cita:
Visto che l'Italia è così indietro su questo punto, ritengo quindi che il divieto di mettere barriere sia giustificato e abbia una funzione educativa.


Vale quanto sopra: mi sembra un approccio forse utopistico e comunque sicuramente poco concreto: se in Italia ci fosse gente disposta ad approvare una cosa del genere, non ci sarebbe bisogno di fare una legge!

_________________
nemo


venerdì 21 marzo 2014, 12:42
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: martedì 14 maggio 2013, 10:58
Messaggi: 6
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
gertdalpozzo ha scritto:
Leggo con interesse queste riflessioni, anche quelle più critiche.


On. Lacquaniti, grazie per la Sua proposta di legge e grazie per la Sua disponibilità al confronto e al recepimento di idee avanzate da parte di chi il naturismo lo vive come stile di vita.

Il plauso nei Suoi confronti è tanto più maggiore perché si tratta in effetti di un tema non facile e il lungo iter per arrivare all'approvazione della legge richiederà tutto il Suo impegno.

A mio modesto avviso, credo che nel portare avanti la proposta dovrebbe tenere presente solo un paio di principi:
1) meno si regola, meglio è;
2) solo una piena legittimazione del naturismo avrebbe l'effetto di dare il colpo di frusta necessario per far partire questo settore turistico in Italia, soprattutto in termini di presenze straniere (l'Italia sconta la fama di terra del tutto inospitale per il naturismo e la forte concorrenza di competitors europei)


Ultima modifica di naturbz il venerdì 21 marzo 2014, 15:44, modificato 1 volta in totale.



venerdì 21 marzo 2014, 13:44
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010