Oggi è martedì 21 novembre 2017, 8:32



Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
 Regione Sicilia: proposta di legge sul naturismo 
Autore Messaggio
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4279
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
direttamente dal sito dell'Assemblea regionale siciliana, dove si puo' anche mettere dei commenti:

http://www.ars.sicilia.it/edem/ddl.jsp?tab=0&idCed=5833


DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA PARLAMENTARE

Art. 1.
Finalità e principi generali

1. La Regione siciliana, entro i limiti posti dallo
Statuto e nel rispetto dei principi generali della
Costituzione della Repubblica, riconosce e promuove nel
proprio territorio le condizioni necessarie per
garantire la possibilità di praticare il turismo
naturista, riconoscendolo come stile di vita sano,
naturale, educativo e familiare con grandi potenzialità
di sviluppo economico.

Art. 2.
Competenze della Regione

1. La Regione, per perseguire le finalità di cui
all'articolo 1, favorisce l'individuazione delle aree da
destinare alla pratica del naturismo e la realizzazione
d'infrastrutture pubbliche e private destinate al
medesimo scopo, anche con la concessione di contributi
attraverso le vigenti leggi d'incentivazione del settore
turistico e in ottemperanza alla legge regionale n. 10
del 15 settembre 2005.

Art. 3.
Aree pubbliche destinate al naturismo

1. I comuni possono destinare spiagge marine,
lacustri o fluviali, boschi ed altri ambienti naturali
di proprietà del demanio o di enti pubblici alla pratica
del naturismo.

2. Nelle aree pubbliche destinate al naturismo
dovranno essere costruite semplici infrastrutture a
servizi che siano scarsamente visibili, non inquinanti,
senza impatto ambientale, rispettose dell'ambiente e
degli eventuali vincoli esistenti.

3. La gestione di tali aree può essere concessa a
privati, ad associazioni o ad organizzazioni che ne
garantiscano il buon funzionamento e la fruizione
applicando le tariffe previste dalle rispettive
normative.

4. Nel caso di cui al comma 3, la concessione
individua il canone dovuto dai soggetti gestori e
l'obbligo di attrezzare l'area in modo da garantirne il
buon funzionamento e la fruizione.

5. Il comune controlla l'attività svolta, il
regolare allestimento delle infrastrutture e, in caso di
riscontro negativo, revocano la concessione o la
licenza.

6. Nell'attuazione della presente legge, i comuni
disciplinano e regolamentano la pratica del naturismo,
tenendo conto anche dei profili connessi alla tutela
ambientale e alla sicurezza dell'individuo.

Art. 4.
Aree private destinate al naturismo

1. I privati che intendano aprire strutture
destinate al naturismo, quali campeggi, alberghi,
piscine, saune o altro, ad esclusione delle zone di
demanio marittimo, si attengono, per l'utilizzo delle
aree e per la realizzazione di manufatti, a quanto
previsto dalle altre leggi vigenti che disciplinano il
settore turistico.

Art. 5.
Vigilanza delle strutture

1. E' compito dei gestori delle strutture, siano
esse aree pubbliche o private, vigilare sulla loro
corretta fruizione, utilizzando tutti i mezzi che la
legge mette loro a disposizione per evitare che
comportamenti osceni possano turbare il quieto vivere
dei naturisti.

2. L'inosservanza della disposizione di cui all'art.
1, è sanzionata secondo le norme previste dalla legge.

Art. 6.
Delimitazione e segnalazione delle aree

1. Le aree destinate alla pratica naturista sono
opportunamente delimitate e segnalate mediante cartelli
o analoghi strumenti che assicurino un'adeguata
identificazione che le distingua, al fine di evitare
ogni promiscuità, da spazi frequentati dai cittadini che
non praticano il naturismo.

2. Le strutture di cui all'articolo 4, comma 1,
inoltre, garantiscono i terzi estranei alle strutture
medesime rispetto alla visibilità dall'esterno dei
luoghi di pratica naturista.

Art. 7.
Norma finale

1. La presente legge sarà pubblicata nella Gazzetta
ufficiale della Regione siciliana.

2. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e
di farla osservare come legge della Regione.

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


domenica 24 marzo 2013, 12:39
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 15:49
Messaggi: 2674
Località: La città delle nebbie
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
chiara semplice ed efficace
quindi non verrà approvata...

_________________
Quattro ruote muovono il corpo, due ruote fanno volare l'anima.
Immagine


lunedì 25 marzo 2013, 11:46
Profilo WWW
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3762
Rispondi citando
Purtroppo c'è già un precedente di Legge Regionale, quella, (a prima vista molto simile) dell'Emilia-Romagna, che si è rivelata un mezzo disastro, al punto che non se ne parla neanche più:

è risultata così inefficace che alla fine si cerca di chiudere l'unica spiaggia che c'era prima. Nessun comune si è mai sognato di destinare aree alla pratica del naturismo né, che io sappia, ci sono mai stati privati disposti ad investire nel settore.

Uno dei pretesti che viene usato per chiudere l'unica spiaggia che c'è, è proprio che anche quella legge prevede che la spiaggia venga dotata di servizi e questo non può essere fatto, nemmeno con strutture semplici, in aree naturalisticamente sensibili come quella.

Il problemi di base, secondo me, rimangono sempre gli stessi e si possono individuare nel punto 2 dell'articolo 6 della Legge Siciliana:

2. Le strutture di cui all'articolo 4, comma 1,
inoltre, garantiscono i terzi estranei alle strutture
medesime rispetto alla visibilità dall'esterno dei
luoghi di pratica naturista.


e nel punto 1 dell'art 5:

1. E' compito dei gestori delle strutture, siano
esse aree pubbliche o private, vigilare sulla loro
corretta fruizione, utilizzando tutti i mezzi che la
legge mette loro a disposizione per evitare che
comportamenti osceni possano turbare il quieto vivere
dei naturisti.


Entrambi sarebbero articoli di buon senso ma di fatto quello che succede è che quando si parla di spiagge (necessariamente pubbliche), garantire i terzi dalla visibilità dall'esterno è sostanzialmente impossibile.

Quanto al secondo punto, spesso non è chiaro chi e in che modo (e dove: ciò che magari succede immediatamente alle spalle dell'area designata a chi tocca?) dovrebbe occuparsene.

Comunque intendiamoci, ben venga! Se non altro servirà a ricordare che il naturismo esiste!

_________________
nemo


martedì 26 marzo 2013, 12:58
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1297
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
è sempre la stessa che è nata per Capocotta con qualche piccolo ritocco,ma le regole per le strutture private non riguardano le spiagge le spiagge sono pubbliche


martedì 26 marzo 2013, 21:27
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2320
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Assessore Regionale al turismo è Franco Battiato. Nessuno sa come la pensa?

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


martedì 26 marzo 2013, 21:51
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1649
Località: Abruzzo
Rispondi citando
Ho dato anch'io la mia adesione anche se credo che una vera legge a favore del naturismo 1° non deve imporre (lasciandone solo "la possibilità") la realizzazione di strutture di servizio (non capisco perché le spiagge libere oggi vengono frequentate senza strutture mentre se le frequentiamo noi devono averle) 2° ritengo che debba imporre alla regione l'individuazione di almeno 3 località, preferendo i luoghi ove già si pratica da tempo (storici), dislocate in modo tale che qualunque residente nella regione ne abbia almeno una a non più di 100 Km di distanza.
Ho rilanciato i link della legge ed adesione su FB e se lo facciamo tutti è meglio :)

_________________
Iscritto ANAB http://www.abruzzonaturista.it/
http://www.facebook.com/pages/Ripuliamo ... 1002200079
Un esempio:
http://www.facebook.com/note.php?note_i ... &ref=share


martedì 26 marzo 2013, 23:21
Profilo YIM
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 534
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ho letto con piacere sulla stampa e su alcuni forum naturisti della presentazione di un disegno di legge in Sicilia con lo scopo di favorire l'idea naturista ed il turismo ad esso collegato che porta occupazione molto importante in questo grave momento di difficoltà.
Chi scrive nel 2004 fu promotore della legge intitolata "Valorizzazione del turismo naturista" che presentata dalla Verde Daniela Guerra fu approvata in Emilia Romagna nel luglio 2006. Una legge simile a quella che fu presentata senza successo precedentemente e successivamente nella Regione Lazio, nelle Marche ed in Piemonte.
Lo scopo che mi portò a portare avanti questo testo fu per diversi motivi: nel 1993 fui promotore della proposta di legge nazionale portata avanti dal Verde Sauro Turroni che nella legislatura terminata nel 2001 riuscì (unica pdl sul naturismo nella storia) ad aver iniziato l'esame della Commissione Affari Sociali senza completare l'iter per fine legislatura con ben 106 deputati sottoscrittori di tutti i Gruppi parlamentari. In seguito sono state presentate solo Proposte di legge di singoli gruppi che così non potevano trovare un numero adeguato di consensi o chiedere l'abolizione dell'articolo 726 che è impossibile ed esiste in tutta Europa ( senza articolo non si potrebbe, ad esempio condannare per violazione all'art. 726 chi urina davanti a chi si beve una birra al bar).
Per favorire la legge nazionale con lo scopo primario di regolamentare la pratica del naturismo che in Italia trova interpretazioni discordanti sulla sua liceità pensai di passare da una legge regionale sulla valorizzazione del turismo naturista che poteva aiutare lo sviluppo di questa nicchia con un riconoscimento ufficiale di tale turismo anche solo locale.
La legge una volta approvata nel 2006 doveva essere portata a conoscenza delle amministrazioni comunali da parte dell'Associazione Naturista Emiliano Romagnola per dare le dovute informazioni sulla forte presenza di naturisti in Europa e molti pure in Italia. Ma per convincere i comuni normalmente disinformati a dare aree ai naturisti l'associazione non si è mossa. (da quando ho lasciato io nel 2001 è entrata in un grande letargo senza fine. La nuova legge regionale non era nata per Ravenna che già ci riconosceva ufficialmente E poi il nuovo sindaco di Ravenna subentrato ai suoi predecessori che dal 1986 ci hanno sempre sostenuti sino al 2006 ha inventato che lui non poteva concedere l'ordinanza che riservava un'area di 500 metri ai naturisti, concessa dai predecessori per 5 anni, perchè la legge regionale diceva che era obbligato a mettere i sevizi igienici e che la forestale che gestisce il parco alle spalle della spiaggia non dava alcuna autorizzazione. Un chiaro falso pretesto con l'ANER in silenzio perchè il comma 2 dell'articolo 3 della legge regionale non parla di servizi igienici ma di servizi in generale che non sono neppure elencati ed i sindaci non sono stati obbligati dalla legge a dare comunque uno spazio.
Informo che il fatto di stare nudi dipende dal codice penale ed i sindaci non possono autorizzare alcuna modifica del codice penale.
Per quanto riguarda la Forestale il no per i gabinetti è staio senz'altro inventato perchè la stessa nel 1997 ci concesse, con altro comandante, lo spazio per porre due servizi igienici e ritengo che la decisione avversa sia stata data semplicemente per il fatto che questa autorità ed il nuovo sindaco erano antinaturisti. Il Comandante della forestale poi, anno scorso, in primavera ci innondò di denunce (mai successo in passato) per "atti contrari alla Pubblica decenza" che finirono dopo una sentenza di archiviazione della magistratura di Ravenna e non per merito di qualche terzo..
Le persecuzioni verso i naturisti hanno avuto modo di svilupparsi anche per merito dell'associazione ANER che ha sempre dormito od avuto reazioni ridicole con la presenza di rari sostenitori e fuori tempo. od ignorato il probema naturista o diffuso notizie errate alla stampa..
Ed ancora nelle file naturiste fra i pochi (meno di una decina che intervengono nei vari forunm naturisti) quelli che sono più ascoltati dicono cose che spesso non corrispondono al vero ed al massimo difendono i diritti dei naturisti inviando nelle grandi occasioni, una semplice mail che a me pare troppo poco.


mercoledì 27 marzo 2013, 0:51
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: mercoledì 17 maggio 2006, 22:20
Messaggi: 286
Località: Torino
Rispondi citando
Eroe ha scritto:
....non capisco perché le spiagge libere oggi vengono frequentate senza strutture mentre se le frequentiamo noi devono averle....


Forse il costume funge anche da pannolone! :(


mercoledì 27 marzo 2013, 23:11
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4279
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
dai commenti a questo articolo di Sicilia informazioni in cui si parla della situazione delle spiagge naturiste sicule :arrow: http://www.siciliainformazioni.com/sici ... lanno-zero

estrapolo il commento di Leonardo Rosso, presidente di UNS, Unione Naturisti Siciliani che cosi' si esprime in merito alla proposta della Regione Sicilia

Dopo la legge regionale sul naturismo approvata in Emilia Romagna” la Sicilia è la prima regione ad aver presentato un disegno di legge sulla legalizzazione del naturismo e lo sviluppo del turismo naturista. Il disegno di legge, (DDL 277 Tamajo) elaborato dal sottoscritto e presentato dall’onorevole Tamajo in questa primavera, ha suscitato notevole interesse in sede regionale, e con molta probabilità sarà una realtà a partire già dalla prossima stagione. Ciò rappresenterà un motivo di orgoglio per noi tutti siciliani, naturisti e non.
La regolamentazione della pratica nudista ( elemento base della filosofia naturista) permetterà di contrastare fenomeni quali lo scambismo e l’esibizionosmi, fenomeni che non hanno nulla a che fare con la filosofia naturista e che anzi ne rappresentano una minaccia.
Non solo non crediamo di essere ” all’anno zero” ma siamo convinti che i tempi siano maturi e il lavoro della nostra associazione e delle altre associazioni italiane darà presto i suoi frutti

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


sabato 13 luglio 2013, 18:14
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 534
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Dopo un anno e mezzo dalla presentazione al Parlamento siciliano di un Disegno di legge sul naturismo da parte dell'On Tamajo ho pensato di inviargli una mail la cui copia segue in calce.
Invito tutti gli iscritti di questo forum a fare altrettanto per dimostrare che una legge sul naturismo interessa a tanti naturisti.
**********************************************************************
A: <etamajo@ars.sicilia.it>

Egregio On Edmondo Tamajo.,

sono il promotore della prima legge regionale sul naturismo approvata dalla regione Emilia Romagna nel 2006 ed ex presidente dell'associazione naturista ANER che ha dato il via nel 1986 col parere favorevole delle autorità locali, alla spiaggia naturista di Lido di Dante (RA) che unica in Italia conta migliaia di presenze.

Lei ha presentato un disegno di legge in Sicilia sul naturismo che ritengo abbia necessità di qualche modifica garantendo, ad esempio, con l'approvazione della legge sin da subito ufficialmente almeno le aree oggi notoriamente frequentate dai naturisti.

Dopo un anno e mezzo dalla sua presentazione al Parlamento siciliano mi farebbe piacere sapere se ha delle possibilità di poter procedere per giungere alla sua approvazione definitiva.

In attesa di una sua risposta ed a disposizione per eventuali chiarimenti ed opinioni porgo

Distinti saluti

Fidenzio Laghi www.mondonaturista.it


martedì 23 settembre 2014, 15:47
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 10 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010