Oggi è domenica 18 novembre 2018, 18:35



Rispondi all’argomento  [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4
 Liguria - Persecuzioni e denunce 
Autore Messaggio
Mito
Mito
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 17:52
Messaggi: 4017
Località: Dal paese del sole.....
Genere (M/F): Femmina
Rispondi citando
:tic: che cosa ridicola... Esisterà un posto normale, in Italia?
Mi sa di no.

_________________
Non guardare la pagliuzza nel mio occhio se nel tuo c'è una trave....
Chi è senza peccato scagli la prima pietra!


venerdì 25 luglio 2008, 14:29
Profilo WWW
eXtrAdmin
eXtrAdmin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 23:15
Messaggi: 6475
Località: Un po' qui, un po' là...
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Multe ai nudisti della scogliera di San Gaetano

pieve ligure
Nel mirino dei vigili i bagnanti, soprattutto uomini, che rischiano la vita per raggiungere il "paradiso dei naturisti"

09/08/2008

RISCHIANO LA VITA e altrettanto spesso una multa per poter prendere il sole nudi. Sono i naturisti di Pieve Ligure: amanti della tintarella integrale, tornati alle scogliere di San Gaetano; luogo bellissimo e inaccessibile tra Pieve e Sori. La loro presenza ha immediatamente attirato l'attenzione delle forze dell'ordine, perché per accedere alla scogliera si devono infrangere una serie di norme: l'ordinanza della Capitaneria di porto, che proibisce per ragioni di sicurezza di calarsi sugli scogli, quella del Comune di Pieve, che impone di non scavalcare il guard rail dell'Aurelia, e il codice della strada.

Il risultato è che, nei giorni scorsi, alcuni dei nudisti sono stati identificati e sanzionati. Ma, accanto a codici e provvedimenti infranti, la presenza dei nudisti suscita da sempre polemiche. Sia perché non tutti accettano con entusiasmo la presenza di persone in costume adamitico, sia perché i frequentatori della scogliera proibita sono tutti uomini e quasi sempre dichiaratamente omosessuali. Circostanza che, anche nel 2008, non viene vissuta sempre con la dovuta apertura mentale. La scogliera è segnalata come luogo ideale per stare tranquilli e lontani da sguardi indiscreti da alcuni siti gay. Ed ecco che, dopo le prime avvisaglie, non sono mancate le segnalazioni: «Fino a oggi la situazione è sotto controllo, ma è vero che quelle presenze di uomini nudi, non sono sempre apprezzate», confermano i vigili comunali. Di certo i nudisti, a prescindere dalle loro attitudini sessuali, rischiano la vita per un angolo di scogliera. Nonostante i trenta metri di precipizio, la quasi totale assenza di sentieri, e soprattutto i divieti ben segnalati all'altezza dell'ex statale, c'è sempre qualcuno che, con sprezzo del pericolo e una buona dose di imprudenza, raggiunge il litorale proibito. Il fenomeno si era già verificato un paio d'anni fa. Nelle ultime settimane, sono arrivate nuove segnalazioni di persone che scavalcano la rete posta sulla via Aurelia e come alpinisti vanno giù, lungo le pareti scoscese. Quando sono stati identificati, hanno raccontato di aver raggiunto la zona a nuoto (cosa possibile dalla spiaggia di Sori) e, se non vengono colti in flagrante mentre superano i cartelli sistemati sulla strada, non possono essere denunciati.

Edoardo Meoli

:arrow: http://www.gaynews.it/view.php?ID=78764


martedì 12 agosto 2008, 13:00
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 627
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ordinanza del Comune di Rezzo

http://www.servizipubblicaamministrazio ... 0198-1.pdf


domenica 13 agosto 2017, 21:37
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4412
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Niente nudisti a Rezzo, dopo le lamentele il pugno di ferro del sindaco Adorno foto
Il paese della Valle Arroscia pensa invece ad incentivare il turismo con un albergo diffuso e un centro artistico

Rezzo. Da paese dell’alluvione a paese che bacchetta i nudisti. Quello imposto dal sindaco di Rezzo, Renato Adorno, bancario di professione, è un forte richiamo al senso del pudore dopo alcune segnalazioni piovute in Comune. E ci deve tenere davvero moltissimo alle istanze dei suoi concittadini se addirittura ha deciso di intervenire firmando un’ordinanza per spiegare che è necessario ripristinare “lo stato di legalità e di contenere un fenomeno che altrimenti rischia di assumere proporzioni intollerabili”.
E nel documento che porta la sua firma non ci sono scappatoie: al bando le passeggiate e la tintarella integrale. A Rezzo non è concesso. Ora c’è un divieto scritto e firmato che tutti devono rispettare con rigore soprattutto “chi frequenta le zone vicine ai corsi d’acqua del territorio comunale non potrà esibire forme di nudismo”. Ma al tempo stesso sarà obbligato ad “indossare indumenti atti a coprire le zone intime maschili e femminili”.

Che cosa è successo a Rezzo per arrivare a firmare un’ordinanza di questo genere? E’ presto detto: sono arrivate molte delle segnalazioni e sono piovute numerose lamentele in Comune di persone e famiglie che, involontariamente si sono imbattute in manifestazioni di nudismo ad opera soprattutto di stranieri in cerca di intimità tra il verde di queste vallate. Il sindaco ha capito e ha preso a cuore il problema. “Offendono il comune senso del pudore – sottolinea il sindaco – C’è dunque la necessità di tutelare il pubblico interesse e il decoro anche perché in paese ci sono bambini. Le zone vicine ai corsi d’acqua, vedi le Giare di Rezzo devono restare fruibili a tutti in quanto luogo di sollievo per i frequentatori”.


estratto dell'articolo da
https://www.riviera24.it/2017/08/niente ... no-263040/

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


lunedì 14 agosto 2017, 11:18
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4412
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
da Liguria Notizie

Tintarella integrale in spiaggia, sanzione da 3mila euro ciascuno a 8 nudisti
7 agosto 2018

La tintarella integrale costa cara. Gli agenti della Polizia Municipale, chiamati da alcuni residenti, sono intervenuti ieri sulla spiaggia che si trova nella zona impervia di Villa delle Rose a Cervo e, durante l’improvviso blitz, hanno identificato otto nudisti sanzionandoli con 3.333 euro ciascuno per “atti contrari alla pubblica decenza”.

La spiaggia tra il savonese e l’imperiese è meta abituale degli amanti della tintarella integrale da anni.

Le persone sanzionate risultano di età compresa tra i 32 e i 60 anni, tra cui una donna. Loro si sono difesi spiegando, in sostanza, di non avere fatto nulla di male.

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


mercoledì 8 agosto 2018, 10:30
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 627
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Solita storia con informazioni errate e non complete dei media!

Esprimo la mia interpretazione che ritengo giusta:
- Il nudo integrale di un naturista non viola alcun articolo di legge, come più volte sentenziato od archiviato dalla magistratura, se praticato in aree note. Tuttavia alcune Forze dell’ordine certe volte intervengono contro i naturisti forse, ritengo, per scarsa conoscenza della materia. Se la Forza pubblica eleva un verbale contro i naturisti sorpresi nudi non emette alcuna sanzione che eventualmente spetta in primo luogo al Prefetto.

Il verbale della forza pubblica se non viene subito stracciato, arriverà al tavolo del Prefetto che poi se ritiene sia fondato invierà una notifica al sospettato con l’importo della sanzione amministrativa da pagare con la possibilità di pagare in forma ridotta entro 30 giorni per una cifra di 3333€. Il naturista sospettato può fare ricorso inviando uno scritto a sua difesa o chiedere di essere sentito dal Prefetto entro 30 giorni. Il Prefetto successivamente se vuole sente ancorar la forza pubblica intervenuta e decide sul merito. Se il Prefetto decide per la sanzione il naturista può fare ricorso al Giudice di pace ed anche alla Cassazione.
Nessuno , mi risulta, sinora ha ottenuto sentenze negative dal Giudice di pace che ritengo sia difficile una condanna per il naturista che da decenni ha solo ottenuto sentenze a suo favore se praticava in aree note.


mercoledì 8 agosto 2018, 14:40
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3872
Rispondi citando
Ho capito, Fidenzio, che tu ritieni la tua interpretazione giusta.
Purtroppo non sei tu ad amministrare la legge!
Io continuo a non capire dove tu abbia preso questa strana convinzione secondo cui sarebbe solo il prefetto a poter comminare la multa!
Il prefetto è competente nel senso che se si fa ricorso può decidere di non comminarla, ma la multa te la fanno i vigili, polizia ecc.!
Funziona così per tutti gli illeciti amministrativi, non si vede perché in questo caso dovrebbe essere diverso!

_________________
nemo


giovedì 9 agosto 2018, 22:35
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 627
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Legge 24 novembre 1981, n. 689.


venerdì 10 agosto 2018, 1:11
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3872
Rispondi citando
Ma che risposta è ? A quale articolo ti riferisci?

Io all'art 14 leggo:

La violazione, quando è possibile, deve essere contestata immediatamente tanto al trasgressore quanto alla persona che sia obbligata in solido al pagamento della somma dovuta per la violazione stessa.

e poi:

Per la forma della contestazione immediata o della notificazione si applicano le disposizioni previste dalle leggi vigenti. In ogni caso la notificazione può essere effettuata, con le modalità previste dal codice di procedura civile, anche da un funzionario dell'amministrazione che ha accertato la violazione.

All'art 16:

E' ammesso il pagamento di una somma in misura ridotta pari alla terza parte del massimo della sanzione prevista per la violazione commessa o, se più favorevole e qualora sia stabilito il minimo della sanzione edittale, pari al doppio del relativo importo, oltre alle spese del procedimento, entro il termine di sessanta giorni dalla contestazione immediata o, se questa non vi è stata, dalla notificazione degli estremi della violazione.

All'art 17:

Qualora non sia stato effettuato il pagamento in misura ridotta, il funzionario o l'agente che ha accertato la violazione, salvo che ricorra l'ipotesi prevista nell'art. 24, deve presentare rapporto, con la prova delle eseguite contestazioni o notificazioni, all'ufficio periferico cui sono demandati attribuzioni e compiti del Ministero nella cui competenza rientra la materia alla quale si riferisce la violazione o, in mancanza, al prefetto.

all'art 18:

Entro il termine di trenta giorni dalla data della contestazione la notificazione della violazione, gli interessati possono far pervenire all'autorità competente a ricevere il rapporto a norma dell'art. 17 scritti difensivi e documenti e possono chiedere di essere sentiti dalla medesima autorità.


Comunque, se sei così sicuro di quello che dici, puoi farci sapere quali legali hai consultato? O ti sei autonominato giudice e avvocato?

_________________
nemo


venerdì 10 agosto 2018, 8:53
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3872
Rispondi citando
Quindi, sempre che la legge dell' '81 (quasi 40 anni fa!) non abbia subito modifiche, io capisco che :

1)la notifica vine effettuata e verbalizzata subito
2) ci sono 60 giorni di tempo per pagare in misura ridotta
3) ci sono trenta giorni di tempo per rivolgersi al Prefetto (che, non dimentichiamolo, è il capo della polizia...) per contestarla, ma con il rischio, in caso di respingimento, di vedersi raddoppiata la multa...)

_________________
nemo


venerdì 10 agosto 2018, 13:36
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: sabato 15 aprile 2006, 20:53
Messaggi: 58
Località: Bergamo
Rispondi citando
carlo ha scritto:
Quindi, sempre che la legge dell' '81 (quasi 40 anni fa!) non abbia subito modifiche, io capisco che :

1)la notifica vine effettuata e verbalizzata subito
2) ci sono 60 giorni di tempo per pagare in misura ridotta
3) ci sono trenta giorni di tempo per rivolgersi al Prefetto (che, non dimentichiamolo, è il capo della polizia...) per contestarla, ma con il rischio, in caso di respingimento, di vedersi raddoppiata la multa...)

Questa è la procedura corrente, l'unica sino ad ora seguita. Solo una precisazione: la multa non viene raddoppiata in caso di respingimento, la multa comminata in questi casi è di € 5.000,00 ridotta di un terzo se si paga entro 60 giorni, poi torna alla cifra comminata... oltre che il primo ricorso al prefetto, vi è la possibilità di passare dal giudice di pace e di proseguire fino a tutti i successivi gradi di giudizio.
Sembrerebbe che i sanzionati siano tutti stranieri...


sabato 11 agosto 2018, 12:20
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3872
Rispondi citando
Ciao Sergino:

I realtà su molti siti di consulenza legale, riguardanti però multe per violazione al codice della strada compaiono affermazioni come questa:

Cita:
Si invita a fare ricorso solo nei più palesi dei casi in quanto, se la contestazione viene rigettata, il prefetto emette un’ordinanza-ingiunzione per il pagamento di una somma non inferiore al doppio della sanzione minima per la violazione, più le spese del procedimento!


oppure (da "la legge per tutti):

Cita:
Se invece il ricorso viene respinto, il prefetto emette entro 120 giorni un’ordinanza ingiunzione di pagamento (che va notificata entro 150 giorni, pena la sua validità) che è almeno il doppio della multa contestata.


Però se tu ci dici che non è così, tanto meglio! (si fa per dire.... :( )

_________________
nemo


sabato 11 agosto 2018, 12:54
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 627
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
http://www.mondonaturista.it/secoloXIX% ... mmento.jpg


domenica 12 agosto 2018, 21:47
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3872
Rispondi citando
Grazie Fidenzio,
il quotidiano riporta le tue opinioni in materia.
Servirà? Personalmente ne dubito, ma staremo a vedere...io sono il solito pessimista.
Giusto comunque provare far sentire la propria voce...nella peggiore delle ipotesi, hai almeno sollevato il caso!

_________________
nemo


lunedì 13 agosto 2018, 8:28
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010