Oggi è lunedì 11 dicembre 2017, 5:56



Rispondi all’argomento  [ 1111 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 54, 55, 56, 57, 58, 59, 60 ... 75  Prossimo
 Lido di Dante & Camping Classe (Ra) 
Autore Messaggio
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 6:29
Messaggi: 16
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
E' lei che insiste in trattare il tema di non identificare i naturisti con i gay effettivamente è questa la su affermazione:

"Ho tentato di commentare questa notizia su Facebook trovandomi censurato in quanto il gruppo FB in questione non è impostato come "forum". Mi auguro che anche qui non avvenga la stessa cosa altrimenti comincerei ad avere difficoltà a comprendere.

La questione che ponevo è (a mio avviso) sulla inopportuna mescolanza tra il problema delle multe ai naturisti e le (giuste) rivendicazioni dei Gay ad essere accolti come "qualsiasi" altra persona in "qualsiasi" luogo pubblico.

Con questi articoli credo che all'opinione pubblica arrivi un messaggio distorto percui i naturisti sarebbero Gay (ribadisco che non ho nulla contro...) oppure che quel tratto di spiaggia è in qualche modo contraddistinto da una frequentazione sessualmente orientata."

L'unica persona che ufficialmente dichiara il timore che "arrivi un messaggio distorto percui i naturisti sarebbero Gay" è Lei, che dimostra che NON sono inesistenti.

E vista l'occasione, sottolineo anche la sua affermazione: "
(ribadisco che non ho nulla contro...) " mettendolo a conoscenza della seguente sentenza:

Cassazione, è reato dire "sei gay"
"Intrinseco l'intento denigratorio"
Dire a qualcuno che è un gay è una vera e propria ingiuria, anche se la persona a cui è rivolta l'espressione ha tendenze omosessuali e nonostante ci si dichiari "senza pregiudizi e laici di mentalità aperta". Suprema Corte.

inoltre: La decisione della Cassazione Secondo la prima sessione penale che si è allineata del tutto alla decisione del Tribunale di Ancona del maggio 2009, l’espressione è da censurare in quanto "per il contesto della sua utilizzazione esprime riprovazione per le tendenze omosessuali del contraddittorie e un inequivoco intrinseco intento denigratorio". Il 17 novembre 2002, ricostriusce la sentenza 10248 di Piazza Cavour, Dante S.aveva scritto a Luciano T., con il quale da anni vi era un "vivo antagonismo" per arrivare al posto di comandante della polizia municipale di Ancona, si era sfogato scrivendogli una lettera in cui nero su bianco denunciava "l’essere gay" del suo rivale che "aveva trascorso una vacanza in montagna con un marinaio e che era stato allontanato da un club sportivo frequentato da ragazzini".

sentenza n. 10248.

Credo che lei, non cerchi di non sentirsi denigrato avendo fatto queste dichiarazioni.

Grazie a Lei Signor An Tur per la sua tardiva riconoscenza in questa lotta in comune, per TUTTI, soprattutto per i gay, che sono i pionieri del naturismo nel Lido.


venerdì 11 maggio 2012, 11:42
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3762
Rispondi citando
Egregio Signor Sebastian, chiudo volentieri la polemica che del resto ha alimentato lei, visto che io mi ero limitato ad esprimere pacatamente la mia opinione.

Un giorno, in qualche sede che riterrà opportuna (visto che è lei che decide cosa è opportuno o no su questo forum...), mi spiegherà allora la differenza tra spiagge "gay-friendly" e spiagge "non gay-friendly"!

Sono sicuro che prima o poi riuscirò a capire concetti per me davvero molto difficili..

_________________
nemo


venerdì 11 maggio 2012, 12:01
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 6:29
Messaggi: 16
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Signor Carlo,Lei puo addire in qualunque momento, presso i miei recapiti ufficiali, per tutti i chiarimenti che vorrà, sarà per me un piacere chiarirLe tutto quello che desidera, come spero lo sia anche per lei, chiarirmi sue affermazioni: "è lei che decide cosa è opportuno o no su questo forum..." (sembra quasi siano solo i naturisti, ovviamente non dichiaratamente gay, che possano esprimersi qui, o in qualunque altro posto) ma soprattutto, chi sembra chi decida ,chi può lottare, comprese le modalità per farlo, sia proprio Lei Sir Carlo:
"Come ho già detto in passato, concordo pienamente:
I gay dovrebbero decidere se vanno sulle spiagge nudiste per fare i naturisti o per fare i gay.
Se vengono come naturisti sono più che ben accetti ma devono fare le rivendicazioni come naturisti con le associazioni naturiste, non come gay con le associazioni gay!
Invece la mia sensazione è che vogliano monopolizzare le spiagge naturiste a loro uso e consumo...
Non si spiega altrimenti la sollecitudine con cui le associazioni gay scendono in campo in difesa delle spiagge naturiste in nome della categoria dei gay"

Cosa vuol dire frequentare da naturisti e non da gay?
Rivendicazioni?
Monopolio?

E' chiaro che lei manifesta una non accettazione di gay, Signor Carlo?

Suo commento, ha un detonante denigratorio quando utilizza la parola gay, non Le pare?

Sarebbe molto opportuno che riveda le sue affermazioni.

Cordialmente

Gianni Sebastian


venerdì 11 maggio 2012, 12:20
Profilo
eXtraJuniorAdmin
eXtraJuniorAdmin
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 16 novembre 2006, 11:51
Messaggi: 4871
Località: Marostica (VI)
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Signor Sebastian, questo è un forum assolutamente "gay-friendly" e il Sig. Carlo è un utente che ha al suo attivo, come Lei può vedere, ben 2700 messaggi che sono sempre stati improntati ad una corretta e sana dialettica nell'esprimere le proprie opinioni.
Mi pare che il tono dei Suoi messaggi sia francamente sopra le righe e lascia intravvedere una certa suscettibilità.

Credo che si possa dibattere in modo cortese senza inalberarsi solo perché uno usa il termine "gay", un termine che non mi pare sia offensivo né tantomeno coperto da copyright.

Il "detonante denigratorio", mi scusi, io proprio non lo vedo, a meno che qualcuno non abbia una colossale coda di paglia.

E ad ogni modo, mi pare la guerra dei poveri: qui sia i naturisti sia i gay vogliono la stessa cosa, cioè la libera fruizione della spiaggia del Lido di Dante come spiaggia naturista: e allora, cosa stiamo a chiosare?


venerdì 11 maggio 2012, 12:34
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 6:29
Messaggi: 16
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Signor Giulio74, mi scusi Lei, pero è pubblica la affermazione del Signor Carlo:

"Se vengono come naturisti sono più che ben accetti ma devono fare le rivendicazioni come naturisti con le associazioni naturiste, non come gay con le associazioni gay!"

Signor Giulio74, qual'è il problema che si rivendichi come gay?

Come interpreta Lei, Signor Guidi, la affermazione: "I gay dovrebbero decidere se vanno sulle spiagge nudiste per fare i naturisti o per fare i gay."?

Cosa intende, il Signor Carlo,e Lei, Signor Guidi ,nel difendere tale affermazione come non denigratoria? "non fare i gay"???

Qui nessuno si inalbera quando si utilizza il termine gay, se non solo ed esclusivamente fin'ora, il Signor Carlo, e il Signor An Tur.

Qui non si usa il termine gay, come Lei cerca di mettere in risalto, Signor Giulio 74, ma il termino "fare i gay", mi consenta, è del tutto denigratorio.


Qui non c'è nessuna guerra, anche perchè, se si persiste in squalificare gli interventi che i gay fanno, i quali si effettuano, da molto prima delle associazioni naturiste, (e anche a livello parlamentare), con affermazioni assolutamente fuori luogo, semplicemente si indiranno le azioni legali corrispondenti.


Credo sia il caso, di finire qui tale discussione.

Cordiali Saluti

Gianni Sebastian.


venerdì 11 maggio 2012, 13:02
Profilo
eXtraJuniorAdmin
eXtraJuniorAdmin
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 16 novembre 2006, 11:51
Messaggi: 4871
Località: Marostica (VI)
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
C'è modo e modo di dissentire, si può senz'altro polemizzare ma mi creda, qui nessuno è omofobo e già in passato abbiamo pesantemente richiamato utenti che si erano espressi, quelli sì, in modo non corretto nei confronti dei gay.

Quanto alle "azioni legali"... evito ogni commento.


venerdì 11 maggio 2012, 13:56
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 6:29
Messaggi: 16
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Nel corso della XIV Legislatura vennero presentate ben quattro proposte di legge inerenti al naturismo: la C.286 (Massidda, Forza Italia, il 30 maggio 2001); la S.153 (Turroni, Verdi, il 7 giugno 2001); la C.961 (Alfonso Pecoraro Scanio, Federazione dei Verdi) il 21 giugno 2001; infine,

FRANCO GRILLINI (Democratici di Sinistra) il 28 LUGLIO 2004

presentò alla Camera la C.5194 che, al contrario delle precedenti, si limitava alla "Depenalizzazione della pratica del naturismo" ed alla "Disciplina delle strutture turistico-ricreative riservate ai naturisti".

Pur sottoscritta da 40 parlamentari dell'opposizione, questa proposta di legge, assegnata alla XII Commissione il 27 settembre 2004, non venne iscritta nel calendario dei lavori della stessa fino alla fine della legislatura. FRANCO GRILLINI il 28 APRILE 2006 la proposta di due anni prima, questa volta indicata come C.276. NEL FRATTEMPO, il 26 LUGLIO 2006, la Regione Emilia-Romagna ha approvato una legge regionale dal titolo "Valorizzazione del turismo naturista" avente lo scopo di favorire questa nicchia turistica con il riconoscimento di aree demaniali ad essi riservate.

Il 5 dicembre 2008 la senatrice Donatella Poretti del gruppo radicale del Partito Democratico ha presentato al Senato il Disegno di legge n.1265 Depenalizzazione e legalizzazione della pratica del naturismo. Il provvedimento è stato controfirmato da Marco Perduca, Anna Maria Carloni, Roberto Della Seta, Roberto Di Giovan Paolo, Vidmer Mercatali e Umberto Veronesi.

Il disegno di legge se approvato, con l'introduzione dell'art. 1, comma II, fornirebbe la definizione di naturismo come l'insieme delle pratiche di vita all'aria aperta che, nel rispetto degli altri, della natura e dell'ambiente circostante, utilizzano il nudismo come forma di ricreazione e di sviluppo della salute fisica e mentale attraverso il contatto diretto con la natura.
Il significato dell'iniziativa legislativa è quello di autorizzare e regolamentare il naturismo rendendo lecito un uso radicato da decenni non solo nei Paesi dell'Europa settentrionale ma in buona parte dei Paesi della costa settentrionale del Mediterraneo, concorrenti dell'Italia nel settore del turismo.
Inoltre si propone l'abrogazione dell'art. 726 del codice penale.

VOGLIO RICORDARE CHE FRANCO GRILLINI, PER CHI NON LO SAPESSE, E' STATO IL PRIMO PARLAMENTARE (GAY DICHIARATO E NOTO ESPONENTE DI ARCIGAY A PRESENTARE IL PRIMO PROGETTO LEGGE PER "Depenalizzazione della pratica del naturismo" ed alla "Disciplina delle strutture turistico-ricreative riservate ai naturisti".

QUESTA LEGGE, RIPRESENTATA NEL 2008, IDEATA DA GRILLINI, E' STATA PRESENTATA IN PARLAMENTO,PER DIFENDERE IL NATURISMO, SENZA DISTINZIONE DI ORIENTAMENTO SESSUALE. EBBENE SI, PROPRIO "UN GAY" A CERCARE DI LEGALIZZARE IL NATURISMO IN TUTTA ITALIA.

E' STATO UN PIACERE DIBATTERE CON VOI.


venerdì 11 maggio 2012, 14:16
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2321
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
:offtopic: I gay non sono peggio degli altri. Ma neanche meglio. Sono semplicemente uguali agli altri. Quello che mi riesce difficile capire è perché mai ad un utente qualsiasi gli si può dire qualsiasi cosa, mentre se uno si dichiara gay bisogna stare attenti anche alle virgole perché si rischia un'azione legale.....fine :offtopic:

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


venerdì 11 maggio 2012, 15:04
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 6:29
Messaggi: 16
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Si rischia una azione legale amico, quando si sostengono affermazioni come "venire in spiaggia a fare i gay". I gay lo si è non lo si fa. O per caso i naturisti che non sono gay, "vengono in spiaggia a fare gli etero"?


venerdì 11 maggio 2012, 15:10
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 6:29
Messaggi: 16
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Comunque, non voglio piu parlare di questo. Mi sto preoccupando per avviare una mozione al consiglio comunale, assieme ad alcuni esponenti politici,riguardante la competenze del controllo sulla spiaggia poichè è illegittimo e non è di competenza della forestale, supervisare la spiaggia di Lido di Dante, perchè l'arenale, appartiene al demanio marittimo di Ravenna e non alla Forestale, mentre che le Dune e la Pineta appartiene al demanio Forestale. Se mai, in caso di violazione e cioè, atti osceni in luogo pubblico, è competenza della polizia municipale effettuare atti amministrativi nei confronti degli imputati. Credo che nel giro di alcuni giorni, avremo una decisione positiva da parte del Comune di Ravenna.

Buona serata.


venerdì 11 maggio 2012, 15:19
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2321
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
SebastianTGI ha scritto:
Si rischia una azione legale amico, quando si sostengono affermazioni come "venire in spiaggia a fare i gay". I gay lo si è non lo si fa. O per caso i naturisti che non sono gay, "vengono in spiaggia a fare gli etero"?


Più volte sono stato infastidito da gay, in spiagge nudiste. Un giorno o l'altro racconterò i vari episodi. Mi serve però un po' di tempo per trovare i termini giusti per rendermi legalmente inattaccabile. :fischio:

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


venerdì 11 maggio 2012, 15:25
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 6:29
Messaggi: 16
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ma quando uno viene molestato deve denunciare non raccontare.


venerdì 11 maggio 2012, 15:28
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 535
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Dico aSebastianTGI che la richiesta avanzata per abolire l'art.726 del c.p. da parte di alcuni parlamentari, senza comunque metterci un certo impegno, non ritengo che possa mai essere presa in discussione perchè una legge che si oppone agl' atti contrari alla pubblica decenza deve essere operativa: per esempio occorre una legge che perseguita chi urina in una piazza davanti ai clienti seduti al tavolo di un bar.

Sempre a Sebatian e, non solo a lui faccio una breve storia del naturismo nel comune di Ravenna.

Nel 1977 fui informato da un collega di lavoro che aveva un capanno a foce Bevano che fra le dune della Bassona a circa 500metri a nord della foce del Bevano alcuni praticavano il nudo-naturismo.
Siccome che dal 1974 anch'io (all'estero) lo praticavo assieme a mia moglie, decisi di provare quella località. Trovammo due-tre coppie e ci aggiungemmo a loro nascosti fra le dune. Poi col caldo dell'estate in mezzo alle dune si soffocava e decidemmo di porci subito sotto la duna primaria dalla parte della spiaggia per essere esposti al vento.
La spiaggia era molto larga (circa il triplo di oggi) e le rare persone che passeggiano sulla battigia diffusero la voce della presenza dei naturisti. Così con passare degl'anni crescemmo enormemente favoriti dal fatto che la Forza pubblica non è mai intervenuta contro il nostro nudo innocente. Solo verso gli anni 83-84 cominciò a circolare troppa droga e la vivibilità dei naturisti diventò difficile a causa, in particolare, dei furti, delle molestie e delle numerose retate della Forza pubblica. Rimanemmo pochi naturisti e con alcuni amici nel 1985 fondammo l'Associazione Nudista Emiliano Romagnola (ANER) per difendere i nostri diritti i diritti della minoranza naturista. Io fui eletto presidente e rimasi in carica sino al 2001
Iniziai a contattare le autorità locali: dalla forestale, al Comitato cittadino di Lido di Dante, al Sindaco di Ravenna ed alla Regione Emilia Romagna la cui giunta nel 1986 approvò un atto che si diceva favorevole al naturismo a Lido di Dante ed a Lido di Spina grazie ad una interrogazione che presentò l'On. Stefano Servadei. (oggi MAR)-Movimento Autonomia Romagnola). Ottenuto i loro pareri favorevoli q assieme ad una decina di amici, e le mie bimbe di 4 e 6 anni, iniziammo la pratica naturista nella parte nord della Bassona a circa 200metri dal pennello di sicurezza a mare: a circa 50 metri a sud della perpendicolare del sentiero che inizia dal Camping Classe ed attraversa trasversalmente la pineta. Il tratto di oltre 2000metri da quel punto sino alla foce del Bevano era praticamente deserto sino a circa 200-300 metri prima della foce. Crescemmo di numero enormemente grazie anche all'accettazione della stragrande maggioranza dei cittadini che ANER informava con volantini ed articoli sul Carlino ed altri media come pure un famoso programmo su Rai 2 condotto dal compianto Gianfranco Funari e "Sereno Variabile". Solo il Consigliere comunale di Ravenna Alvaro Ancisi di tanto in tanto faceva un'interrogazione ma non riceveva molta considerazione. Nel 1989 il Camping Classe, grazie all'interessamento di Mauro Gabelli, decise di riservare uno spazio riservato ai naturisti.
Tutto bene sino al 1994 anno in cui ci fu una sorpresa inattesa; i Carabinieri della stazione di Lido Adriano alla fine di aprile durante un fine settimana molto affollato vennero con lo scopo di inoltrare denuncie per il presunto reato di "Atti contrari alla pubblica decenza". Ho detto sorpresa perchè sino a quel giorno i carabinieri ci avevano praticamente tutelato da quelle persone che si comportano veramente contro la legge commettendo certi atti immorali: un comportamento dei carabinieri forse unico in Italia dove, in certi posti, siamo ancora perseguitati. Io ho sempre sospettato che il cambiamento di atteggiamento sia stato causato da un intervento della Curia di Ravenna perchè poco prima aveva riportato su" Risveglio 2000" alcune lettere contro i naturisti dicendo che portavamo i giovani sulla cattiva strada.
Fra i naturisti ci furono 42 denunce: fra questi anche il sottoscritto che volle essere denunciato perchè sospettavo che la massa avrebbe pagato l'ammenda (più economica ed anonima) per evitare il dibattimento. E così fu ed al dibattimento nel novembre del 1995 andai solo io ed un amico. Il pretore che ci giudicò Dr.ssa Donatella di Fiore ci assolse perchè "il fatto non sussiste". Una grande vittoria per il nostro diritto d'esistere come minoranza. Se, al contrario, si pagava semplicemente l'ammenda si era praticamente costretti a dover rinunciare alla spiaggia naturista conquistata.
I rapporti con il comune erano buoni e nel 1997 riuscimmo ad ottenere pure 2 servizi igienici chimici mobili sistemati alle spalle della spiaggia naturista nell'area della riserva naturale. Servizi che poi non furono più installati sopratutto per questioni economiche e per lo scarso utilizzo dei bagnanti.
Dopo la delibera del Comune di Roma (nel 1999,sindaco Francesco Rutelli) con la concessione di un'area riservata ai naturisti;la prima in Italia, chiesi anch'io, a nome dell'ANER, una simile delibera al Sindaco di Ravenna Vidmer Mercatali. Mi rispose che per il momento aspettava la conclusione dell'iter parlamentare della Proposta di legge che l'ANER aveva promosso e portata avanti dal deputato Verde Sauro Turroni sottoscritta da ben 106 deputati di quasi tutti i gruppi parlamentari. La PdL era in discussione nella Commissione Affari Sociali con l'On. ravennate Elsa Signorino relatrice. Purtroppo la legislatura finì nel 2001 senza che la PdL fosse approvata.
Nel 2001 io fui succeduto da presidente dell'ANER dall'Avv. Jean Pascal Marcacci ed il Sindaco Mercatali nel 2002 divulgò la prima ordinanza che riservava una parte di spiaggia della Bassona ai naturisti. Ordinanza che poi venne rinnovata sino alla fine del mandato da sindaco di Mercatali nel 2006.
Sulle ordinanze in molti fanno confusione. Nella realtà essa è un riconoscimento ufficiale da parte del Comune verso una minoranza che può servire anche per valorizzare il turismo naturista: non una autorizzazione, come dicono tanti alla pratica naturista in un determinato luogo escludendo altri luoghi. Se la nudità esercitata in modo innocente e salutista fosse reato il comune non potrebbe certamente modificare quanto previsto dal codice penale.
Ebbene l'ordinanza comunale era utile e l'ammistrazione comunale dotava la spiaggia di un bagnino di salvataggio. Purtroppo non veniva fatta rispettare completamente e nessuno provvedeva a multare chi la trasgrediva: neppure quelli che hanno col tempo demolito le dune retrostanti a forza di camminare su e giù (di solito maniaci e guardoni che nell'ordinanza erano previsti per costoro forti ammende e forse oggi le dune non sarebbero sparite).
 Con l'attuale Sindaco Matteucci che iniziò il mandato nel 2006 il rapporto favorevole tra l'amministrazione comunale ed i naturisti si ruppe. Egli non rinnovò più l'ordinanza e non mise più il bagnino di salvataggio trovando come scusa (anche a detta di Alvaro Ancisi da sempre nostro nemico) che la legge regionale obbligava a porre il servizio igienico e che la Forestale rifiutava di sistemarlo nell'area della Riserva. Motivazione non vera quella del Sindaco che mai ha accettato un confronto e spesso invece di rispondere è fuggito dicendo che aveva impegni.


venerdì 11 maggio 2012, 15:57
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 25 giugno 2007, 17:12
Messaggi: 6240
Località: Padova
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Che è tutto sto casino?
@Sebastian: Ora cerchiamo di non esagerare, sebbene non sia necessario esplicitare la propria simpatia o antipatia veso l'altrui orientamento sessuale, credo che arrivare ai puntigli giudiziali sia inutile e fuori luogo, se vuoi le parole di AnTur e Carlo possono essere discutibili, ma la polemica, in questo momento è veramente inutile, come lo è puntualizzare chi ha iniziato a fare naturismo a dante.

Che della questione naturista se ne occupi un'associazione o un'altra secondo me conta poco, però mi fa riflettere su una cosa.. l'orgoglio naturista mi sembra molto meno diffuso e forte dell'orgoglio gay.

lasciamo questa disquisizione piuttosto inutile per tornare a parlare di Dante?

Grazie :fiore:

_________________
THERE ARE ONLY TWO KINDS OF MUSIC..
Rock and Roll

Di tutto conosciamo il prezzo, di niente il valore... [Friedrich Nietzsche]


venerdì 11 maggio 2012, 16:02
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: domenica 28 febbraio 2010, 13:09
Messaggi: 178
Località: cuneo
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
r100gs ha scritto:
SebastianTGI ha scritto:
Si rischia una azione legale amico, quando si sostengono affermazioni come "venire in spiaggia a fare i gay". I gay lo si è non lo si fa. O per caso i naturisti che non sono gay, "vengono in spiaggia a fare gli etero"?


Più volte sono stato infastidito da gay, in spiagge nudiste. Un giorno o l'altro racconterò i vari episodi. Mi serve però un po' di tempo per trovare i termini giusti per rendermi legalmente inattaccabile. :fischio:


anche mia moglie più volte è stata infastidita da personaggi poco piacevoli evidentemente non gay ... ;)

_________________
... o stare nudi in mezzo a un campo a sentirsi addosso il vento
io non chiedo più di tanto anche se muoio son contento ... (lucio dalla)


venerdì 11 maggio 2012, 16:15
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1111 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 54, 55, 56, 57, 58, 59, 60 ... 75  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010