Oggi è martedì 12 dicembre 2017, 19:54



Rispondi all’argomento  [ 1111 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 53, 54, 55, 56, 57, 58, 59 ... 75  Prossimo
 Lido di Dante & Camping Classe (Ra) 
Autore Messaggio
Turista
Turista

Iscritto il: lunedì 27 aprile 2009, 10:22
Messaggi: 2
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
carlo ha scritto:
Non si spiega altrimenti la sollecitudine con cui le associazioni gay scendono in campo in difesa delle spiagge naturiste in nome della categoria dei gay!


L'associazionismo ARCIgay in Italia ha una forza non indifferente che non andrebbe sottovalutata. Ad occhio e croce, ad un associato INF italiano dovrebbero corrispondere almeno 100 associati ARCIgay, quindi fatti due conti, hanno i loro bei strumenti e grancassa per farsi sentire (e come, se si fanno sentire, vedi la questione del bacio omo al Colosseo). Quindi se scendono in piazza i gay per difendere il Lido di Dante... ben vengano.
Ciao.


lunedì 7 maggio 2012, 12:58
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 535
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Il comma 2 della Legge regionale n.26 del 2006 "Valorizzazione del turismo naturista" ( http://www.mondonaturista.it/leggenaturismo-ER.pdf ) dice:
" Nelle aree pubbliche destinate al naturismo dovranno essere costruite semplici
infrastrutture destinate a servizi che siano scarsamente visibili, non inquinanti,
rispettose dell'ambiente e degli eventuali vincoli esistenti".
Il sindaco di Ravenna dal 2007 dice che non può rinnovare l'ordinanza comunale (in vigore per 5 anni) che riservava un'area ai naturisti perchè la legge regionale obbliga il servizio igienico che lui (falsamente a mio giudizio) non può fare. Leggendo il comma della legge oltre a tutta la legge non si obbliga nulla ed il termine servizi è chiaro che s'intende servizi in generale: o chi legge conosce l'italiano meglio di me ed è chiaro invece che si parla di servizi igienici?
Un falso pretesto quello del sindaco perchè, forse, per motivi suoi antinaturisti ci voleva cacciare.
Comunque l'ordinanza comunale per favorire la valorizzazione del turismo naturista non era e non è obbligatoria per poter praticare la pratica naturista: Il fatto di poter stare nudi o no dipende dal Codice penale e non dal sindaco di Ravenna. Il c.p. stando a tantissime sentenze,a vario livello, dice che il nudo naturista praticato in un certo modo non è reato e questo dovrebbe essere accettato da tutti perchè la legge va rispettata.
Oggi a Ravenna dopo il 2001 con il dolce far niente dell'associazione ANER che io avevo fondato assieme ad alcuni amici i pochi nemici hanno avuto il terreno fertile per imporsi e così si è arrivato al punto che il Comandante della forestale provinciale Andreatta ha inviato le sue guardie a denunciare i naturisti (anche se perde non c'è il diritto di rivalsa ed il naturista paga sempre pur vincendo) anche se i precedenti: anche locali, dei giudici hanno sentenziato che il nudo non è reato. Ed anche ora da parte dell'ANER, da parte della FENAIT e da tutti i naturisti (problema a livello nazionale) non c'è stato una giusta risposta in difesa: una decina di mail al Prefetto che non accetta il dialogo, al sindaco di Ravenna che avrà subito ordinato di cancellarli ed al Comandante Andreatta della Forestale che , forse ci riderà sopra, non basta.
Queste cose le avevo già dette ma, forse non mi leggete e magari rispondete che le cose stanno diversamente.


lunedì 7 maggio 2012, 13:59
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4297
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
http://www.ravennaedintorni.it/blog-rav ... ssona.html

Kafka, Naturismo & Bassona

Sarà che sono Naturista, sarà che lo statuto di Arcigay Frida Byron ha a cuore la salvaguardia delle diversità, sarà che ho incontrato Franz Kafka alla Bassona, ma non possiamo proprio tacere su quello che sta succedendo a Lido di Dante. (ok, d'accordo, d'ora in avanti ti chiamo solo Kafka).

Il secondo comma dell'art. 3 della Legge Regionale 26/2006 per la "VALORIZZAZIONE DEL TURISMO NATURISTA", recita:

2. Nelle aree pubbliche destinate al naturismo *dovranno* essere costruite semplici infrastrutture destinate a servizi che siano scarsamente visibili, non inquinanti, rispettose dell'ambiente e degli eventuali vincoli esistenti.

Se i legislatori avessero scritto "potranno" invece di "dovranno" oppure "dovranno, se consentito,", ora non leggeresti questo post (e io non avrei incontrato Kafka).

Invece oggi, proprio grazie a quel "dovranno", c'è chi sta seppellendo il TRENTENNALE Turismo Naturista di Lido di Dante (e Kafka mi è venuto incontro).

In soldoni le cose stanno così:
a) da TRENT'ANNI i Naturisti vanno alla Bassona;
a) una nuova legge dice che DOVRANNO essere costruiti servizi;
b) ma la Bassona è Parco Naturale del Demanio con OVVIAMENTE vincoli di vario genere;
c) per cui i servizi NON SI POSSONO costruire;
d) quindi Naturisti DEVONO ANDARSENE!

Logico no?! (Sottofondo: le risate di Kafka!)

La cosa più assurda è che non si capisce perché se la spiaggia è frequentata dai Naturisti sono obbligatori i servizi, mentre se è frequentata dai Tessili (quelli vestiti) i servizi non sono obbligatori: qualcuno mi sa dire, per favore, per quale motivo le funzioni corporali delle due categorie sarebbero diverse? (Franz, ehm Kafka datti una calmata, finirai per stare male se continui a ridere così! e lo sai bene che non ci sono bagni!)

Chissà se ci sono gli estremi per un caso di discriminazione indiretta, verificheremo se si può segnalare la legge 26/2006 alla Rete Regionale contro le discriminazioni.

In ogni caso, non sarebbe giunta l'ora di rivedere e correggere una legge che nasce per VALORIZZARE il turismo naturista ma che nei fatti ne diviene lo strumento di DISTRUZIONE?

Altrimenti cambiamo il titolo e chiamiamola legge per la "Eliminazione del Turismo Naturista", così almeno è coerente con gli effetti che provoca.

Sapevi (Kafka) che in Spagna è possibile praticare Naturismo in qualsiasi spiaggia? Perché? Perché là è un sacrosanto diritto civile!

Qua invece si pensa a salvaguardare chi ha pregiudizi contro la nudità e la naturalità del corpo umano e che, guarda caso, deve proprio venire a balneare nell'unica spiaggia naturista di Ravenna, con tutte le altre spiagge libere disponibili. (scusa Kafka, ma non posso ripetere quest'analogia dei Musulmani che vanno nella Chiesa o dei Cristiani che vanno nella Moschea e poi si lamentano dei riti altrui, è troppo politically incorrect, sorry!)

Forse, questi poveretti che sono costretti, loro malgrado, a guardare con disgusto i nostri corpi nudi, dovrebbero essere informati che la sentenza 3557/2000 della Corte di Cassazione ha chiarito che la nudità nei luoghi in cui abitualmente si pratica il Naturismo NON E' REATO!

Bisognerebbe dirlo anche alle Guardie Forestali, che nonostante ciò continuano a multare i Naturisti.
Come mai?
Semplice, per avere giustizia occorre fare ricorso, spendere almeno 2.000 euro in spese legali, soldi che poi nessuno rimborserà anche vincendo la causa dopo 5-7 anni!
E così i Naturisti pagano... e si vestono. (...e Kafka continua a sbellicarsi di risate!)

Poi è verissimo che c'è il problema dei guardoni che veramente commettono atti osceni in luogo pubblico, ma non si risolve certo 'buttando via l'acqua sporca col bambino'!

Intanto non dovrebbe essere difficile per le guardie forestali fare contravvenzioni a chi si masturba pubblicamente, visto che ci riescono benissimo con chi semplicemente si denuda.

Se poi mettono a disposizione un recapito di posta elettronica sarà mio piacere e di tanti altri Naturisti raccogliere ed inviare col cellulare le FOTO e i video di questi personaggi in flagranza di reato, per permetterne l'identificazione e la diffida dal frequentare in futuro la spiaggia.

Mi sembra un buon deterrente, soprattutto se ci saranno in giro cartelli che spiegano a noi come fare e a loro le conseguenze a cui vanno incontro!
O al limite possiamo fare periodicamente un volantinaggio in spiaggia con le istruzioni.

In ogni caso, se continua questa persecuzione contro i Naturisti, saremo costretti a incatenarci nudi in Piazza del Popolo a Ravenna per protesta: siamo gli unici a tenere così tanto a questo luogo di libertà e di civiltà conquistato in decenni di battaglie? Spero di no!

Kafka, aiutaci tu! ...Che fai, ti spogli?--

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


mercoledì 9 maggio 2012, 8:49
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 6:29
Messaggi: 16
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Gentile Signor An tur, e signor Carlo. Mi preme dire che su Facebook ,ho dato la stessa risposta che gli darò qui. L'articolo del giornale che lei questiona, non dice in modo assoluto che i naturisti siano gay, ne etero, ma espone la posizione della Gaycs di AICS, nel caso non lo sapesse, la sigla indica Associazione Italiana Cultura Sport, nella quale sono anche associate diverse istituzioni sportive italiane (le suggerisco il sito www.aics.it).

L'articolo diceva quanto segue: "Una guida internazionale dei servizi gay friendly "e" che accettano i nudisti
RAVENNA. Si riaccendono le polemiche sulla spiaggia di Lido di Dante "frequentata dai naturisti italiani e stranieri," e sull’area protetta alla foce del Bevano, un chilometro di spiaggia che la Forestale ha delimitato fino alla battigia per salvaguardare la nidificazione del Fratino, un uccello a rischio di estinzione.
Dopo che nelle scorse settimane la Forestale ha multato alcuni naturisti che frequentano la spiaggia, per consuetudine a loro riservata, l’associazione Gaics-Aics, chiama in causa il sindaco Matteucci perché attui anche a Ravenna la delibera regionale del 2006 per la valorizzazione del turismo naturista, con la quale la giunta regionale stabilisce la recinzione dello spazio dedito al naturismo, con l’installazione di cartelli identificativi e dei servizi necessari. «In questo modo riteniamo che si possa evitare - afferma il portavoce dell’associazione Gianni Sebastian - alle migliaia di nudisti che frequentano Lido di Dante d’incappare in multe, molto spesso a nostro parere scaturite da eccesso di potere con vizio di legittimità da parte del Corpo forestale, e di risolvere una questione che ormai sta diventando annosa e fastidiosa».

Con rispetto al suo commento ambiguo signor Carlo, fare i gay o fare i naturisti, ha un sottofondo di assoluta ignoranza riguardo al fare il gay o non fare il gay, e come che affermassi che lei faccia l'etero o faccia il naturista. Forse nessuno di tutti e due è a conoscenza che i veri problemi relativi al voyeurismo, non è fatto da persone gay, ma da persone adulte ed extracomunitari "eterosessuali" che praticano onanismo dietro le dune, quando vedono sulle spiagge, degli accattivanti seni. Lasciando da parte queste miserabili affermazioni, "i gay" della Romagna, hanno sempre difeso, il naturismo, ancor prima esistessero le associazioni naturiste delle quali voi, vi erigete "d'avvocati". Voglio anche mettervi a conoscenza, che l'arti 726 e in esame, al parlamento per la depenalizzazione, grazie ad una proposta di "legge gay", che renderebbe in modo definitivo non punibile, da nessuno, e per nessuno la nudità su una spiaggia di consuetudine nudista. Quindi tanto lei Signor An Tur, come lei, Signor Carlo, "etero orgogliosi", sarete beneficiati, da "leggi gay".

Ps: "i gay", sono figli,fratelli, cugini e cognati di "eterosessuali", la differenza tra "i gay", tra cui s'includono Michelangelo, D'avinci, Re Umberto II, Tiziano Ferro,Ricky Martin, Platone, (per citare alcuni) e tantissimi altri,è che in paesi civili, vengono sostenuti, al punto tale che aziende italiane come la Fiat, producono marchi specifici per "i gay", com'è nel caso dell'Olanda, in cui c'è la FIAT 500 GAY (ROSA), O IN SPAGNA, DOVE ESISTONO DIVERSE 500 GAY, COMPRESA LA 500 DRAG QUEEN. Questo dovrebbe farvi riflettere, quanto, siano civili, in altri paesi, e quanto possano sentirsi sconcertate, aziende, come Fiat, Armani, D&G, Fernet, e tantissime altri, al vedere che nella loro propria terra, esista cosi tanta IGNORANZA. Purtroppo finché esiste tale, anche le spiagge naturiste frequenta da "etero" saranno oggetto di discriminazione. Link Fiat 500 GAY http://www.youtube.com/watch?v=AzyyzjWeBcg

Gianni Sebastian
delegato Gaycs di Aics, ROMAGNA.


venerdì 11 maggio 2012, 7:46
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3762
Rispondi citando
Gentile signor Sebastian, visto che mi accusa di ambiguità.
A me sembra di essere molto chiaro comunque ripeto:

1) I naturisti dovrebbero essere naturisti e basta, non distinguersi in base all'orientamento sessuale.

2) per questo motivo il naturismo dovrebbe essere tutelato da una legge scritta e chiesta da naturisti (indipendentemente dal loro orientamento sessuale), non da associazioni gay.

3)Trovo estremamente ambiguo, questo sì, il comportamento della comunità gay che da una parte dice di voler difendere il naturismo e dall'altra pubblica su Internet puntigliosi elenchi di "spiagge gay" che guarda caso corrispondono esattamente a quelle naturiste!

Cordiali saluti

_________________
nemo


venerdì 11 maggio 2012, 9:07
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4297
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
i naturisti dovrebbero imparare molto dai gay che hanno combattuto e vinto molte battaglie; noi, invece, io compreso, andiamo all'estero come degli esiliati e ben ce ne guardiamo in Patria a mettere bocca a qualsiasi problema; se poi sulle spiagge naturiste ci sono omosessuali o eterosessuali o bisex e si comportano bene non me ne importa nulla: e ben venga chi e' piu' organizzato di noi e strutturato a darci una mano, senno' la nostra riserva indiana diverra' sempre piu' piccola
Visto poi che questi gruppi che ci danno una mano non sono l'Associazione degli Esibizionisti non vedo perche' continuare a mettere i puntini sulle i
se poi qualcuno non vuol vedere i gay, giri la faccia dall'altra parte

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


venerdì 11 maggio 2012, 9:28
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 6:29
Messaggi: 16
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Gentile Signor Carlo, è chiaro che lei non solo è ambiguo, ma "legge gay", quanto "spiagge gay" non hanno alcun significato di tipo intrinseco al'aggettivo utilizzato.

1)non esistono leggi gay, ma proposte di legge (in questo caso relativa alla depenalizzazione del art 726 C.P.) presentate da parlamentari dichiaratamente gay, per depenalizzare.

2) Per questo motivo, non si punta ad una legge che autorizzi il naturismo, poiché il nudismo è un dato di fatto. La legge servirebbe a rafforzare le sentenze, che lei dovrebbe conoscere, riguardanti il nudismo utilizzando il criterio di quello che può o no essere indecente (ad es. è indecente mostrare i genitale su un autobus). Le sentenze, nel caso in cui esistono lacune del diritto, segnano giurisprudenza e hanno valore di legge.

3) trovo decisamente privo di fondamenti, che lei sostenga la frase: " guarda caso corrispondono esattamente a quelle naturiste!", visto che le spiagge gay elencate come tali, sono 100 in Italia, se mai, le naturiste, come Lido Di Dante, vengono segnalate come tali casualmente, come naturiste, grazie alla presenza di pubblico omosessuale, che pratica il naturismo nella stessa ancor prima che esistessero le associazioni naturiste in Italia, e ancor prima che esistesse il Camping Classe, per il quale, credo sia evidente una sua promozione. Inoltre, "guarda caso", le 100 spiagge segnalate, non fanno parte dalle spiagge riconosciute o identificate dai naturisti, ma solo alcune della totalità.

spiagge segnalate come "spiagge gay"

http://www.gay.it/speciali/templates/spiagge.php?id=11&preview=1.

elenco spiagge naturiste

http://www.hotelbenessere.it/spiagge-naturiste.htm

La pregherei, di fare pubblico argomenti che abbiano fondamenti reali, e privi di scarse conoscenze al merito, con il fine di evitare ancor più polemiche, e magari, fare lei delle proposte di legge, con il fine di dare un peso reale alle sue affermazioni, magari, senza presunzione, a mio avviso, d'interesse economico.

Cordialmente

Gianni Sebastian


venerdì 11 maggio 2012, 9:37
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4297
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
A dire la verita' su XV c'e' gia' un elenco di spiagge naturiste, per cortesia usiamo quello ;)

viewtopic.php?f=38&t=6123

grazie

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


venerdì 11 maggio 2012, 9:40
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3762
Rispondi citando
Scusi Signor Sebastian ma io continuo a non capire:

lei da un lato sostiene come me che non devono esserci distinzioni di orientamento sessuale, e che gay o non gay dobbiamo stare tutti insieme e su questo io sono pienamente d'accordo malgrado lei ed altri mi accusiate del contrario!

Poi però alla mia esplicita accusa di voler "mettere il cappello" sulle spiagge naturiste mi risponde che "le spiagge gay sono oltre 100"!

Ma cosa vuol dire "spiaggia gay" scusi?

Vuol dire che esistono spiagge omosessuali e spiagge eterosessuali?
Se è così, io questo non lo sapevo, lo dice lei!

E sarei io quello che fa distinzioni in base all'orientamento sessuale?
Saluti

_________________
nemo


venerdì 11 maggio 2012, 10:03
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 6:29
Messaggi: 16
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Deve informarsi lei su cosa s'intende per spiagge gay.Non credo sia il caso, nel il luogo adatto per discutere su una cosa che non ha che fare con il vero problema. Io non sto con nessuno,ne smetto di stare. Sono per la salvaguarda del diritto al nudismo di fatto nella spiaggia di Lido di Dante.


venerdì 11 maggio 2012, 10:06
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3762
Rispondi citando
Devo informarmi io su cosa si intende per spiaggia gay? :?:

_________________
nemo


venerdì 11 maggio 2012, 10:19
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 6:29
Messaggi: 16
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Signor Carlo, credo di aver già risposto 47 minuti fa (circa): "Gentile Signor Carlo, è chiaro che lei non solo è ambiguo, ma "legge gay", quanto "spiagge gay" non hanno alcun significato di tipo intrinseco al'aggettivo utilizzato."

Trovo molto sorprendente, che lei, da una parte affermi:

"da un lato sostiene come me che non devono esserci distinzioni di orientamento sessuale, e che gay o non gay dobbiamo stare tutti insieme e su questo io sono pienamente d'accordo malgrado lei ed altri mi accusiate del contrario!"

e dall'altra il suo malessere quando esprime nel punto 3 quanto segue:

"Trovo estremamente ambiguo, questo sì, il comportamento della comunità gay che da una parte dice di voler difendere il naturismo e dall'altra pubblica su Internet puntigliosi elenchi di "spiagge gay" che guarda caso, corrispondono esattamente a quelle naturiste!"

Nessuno accusa di niente, questo "lei ed altri" è molto generico e ingiurioso.

Si informi meglio, invece,che significa Gay Friendly, visto la sua discrepanza in che qualcuno confonda lei, con un orientamento sessuale diverso; magari gli risulta più chiaro capire il vero senso.

Ora la pregherei di non continuare con questa polemica assurda, non trae alcun beneficio al vero problema a Lido di Dante.


venerdì 11 maggio 2012, 10:34
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 8 marzo 2010, 20:13
Messaggi: 229
Località: Verona
Genere (M/F): Maschio
Profilo facebook: Andrea Turco
Rispondi citando
SebastianTGI ha scritto:
Quindi tanto lei Signor An Tur, come lei, Signor Carlo, "etero orgogliosi", sarete beneficiati, da "leggi gay".

Grazie, ma da dove si evincerebbe che sono un "etero orgolgioso"?
Temo che il mio ragionamento non sia stato compreso come io lo intendevo.
Ma non voglio alimentare la polemica e mi limito a dire che se non ci si capisce, pazienza...


venerdì 11 maggio 2012, 10:42
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2012, 6:29
Messaggi: 16
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Credo ci sia poco da capire, ma c'è tanto da agire, e sicuramente non si riesce a risolvere con chiarimenti per essere differenziati da altri sulla condizione sessuale di ognuno, Signor An Tur, credo che sia nel suo interesse, come nell'interesse di tutti quelli che presentano Faccia con nome e cognome, reclami per il nudismo a Lido Di Dante. La posizione di Anita al riguardo, è di gratitudine a tutti quelli che intervengono, a differenza sua che ha il timore, di essere considerato omosessuale per amare la cultura naturista, quando questa viene difesa da una associazione Gay. Lei avrà la possibilità di dimostrarlo nella sua intimità e non chiarendo i suoi timori su un Forum.


venerdì 11 maggio 2012, 10:51
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 8 marzo 2010, 20:13
Messaggi: 229
Località: Verona
Genere (M/F): Maschio
Profilo facebook: Andrea Turco
Rispondi citando
SebastianTGI ha scritto:
a differenza sua che ha il timore, di essere considerato omosessuale per amare la cultura naturista, quando questa viene difesa da una associazione Gay. Lei avrà la possibilità di dimostrarlo nella sua intimità e non chiarendo i suoi timori su un Forum.

Come spiegarLe che è fuori strada?
Non voglio certo avere l'ultima parola, ma trovo intollerabile che mi si attribuiscano pensieri e "timori" in realtà inesistenti. Lei continui pure ad etichettare scorrettamente ed impropriamente le persone. Io non intendo proseguire a commentare su questi livelli.
Grazie comunque per l'impegno ad una causa "di tutti".


venerdì 11 maggio 2012, 11:24
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1111 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 53, 54, 55, 56, 57, 58, 59 ... 75  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010