Oggi è domenica 20 maggio 2018, 21:36



Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
 Gela (Cl) - spiaggia naturista autorizzata di Bulala 
Autore Messaggio
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 99
Località: Campania
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Pubblico qui un articolo edito il 10/09/2017 sulla Testata telematica siciliana "Accento", scritto da Marco Mauro Martello, riguardante la situazione della spiaggia di Bulala nel comune di Gela (CL).

https://www.accentonews.it/ce-anche-gel ... -italiane/
vi invito a cliccare sul collegamento per vedere le foto e le riprese del luogo.

Riporto di seguito il testo, a beneficio storico

"C’è anche Gela tra le 8 spiagge naturiste italiane…
Bulala: pensavo fosse l’Eden, invece…
Sì, è proprio vero e lo ribadiamo: Bulala è una delle 8 uniche spiagge naturiste (o nudiste) in tutta Italia.
Questa volta, a segnalarla ai suoi 8.000.000 internauti è il sito web di Radio Deejay.
Allora abbiamo pensato di andare ad intervistare i NUDISTI.
Eccovi il video del nostro viaggio…

Ma la storia non è tutta qui.
Già a giugno scorso, in prossimità dell’apertura della stagione balneare, ci eravamo recati sul posto per verificare a che punto fossero i lavori di riqualificazione del sito turistico. Il risultato non è stato molto confortante: in primis, perché avevamo riscontrato una certa difficoltà a trovare la spiaggia suddetta (due segnali stradali che si perdono nel dedalo delle traverse laterali); in secundis, perché lo stato di abbandono e degrado trovato lasciavano presagire che il progetto fosse stato abbandonato dagli enti preposti al controllo dello stesso.

La settimana scorsa ecco che scopriamo che sul sito di Radio Deejay veniva pubblicizzata la spiaggia di Bulala. Quindi abbiamo pensato che forse, dopo la nostra prima visita, qualcosa era cambiato: non c’erano più le montagne di pomodorini.
Nulla da aggiungere, perché le immagini parlano da sole.
Per quanto riguarda il montaggio, invece, ci scusiamo per il “movimento sussultorio”, ma non eravamo preparati a coprire le buche. Non ci compete.
Rifiuti e cose riprese non sono di pura fantasia. Si declina ogni responsabilità per eventuali dispersi e/o danni che dovessero accadere a volenterosi e coraggiosi turisti e/o a cose, prima, durante e dopo il viaggio e la fruizione della spiaggia."

_________________
Su in alto, nella riga sotto la testata, clicca su "PORTALE di eXtraVillage" e, sulla pagina che si caricherà, troverai sulla destra i collegamenti alle 10 conversazioni con gli interventi più recenti.


Ultima modifica di ionudista il mercoledì 7 febbraio 2018, 16:48, modificato 1 volta in totale.



mercoledì 7 febbraio 2018, 15:53
Profilo
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 99
Località: Campania
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Voglio ora commentare il precedente articolo che ho pubblicato.
E voglio farlo mettendo in luce pro e contro, ed evidenziando quelle che secondo me sono azioni piuttosto semplici e fattibili per migliorare la situazione.

PRO:
- la spiaggia ha uno stato di conservazione naturale buono. La duna, caratteristica naturale di OGNI spiaggia sabbiosa (spesso sulle spiagge non le vediamo perché vengono sistematicamente spianate o occupate da strutture) è intatta, anche se spesso coperta da teloni in plastica per l'agricoltura gettati via che interferiscono con la naturale crescita della flora;
- la sporcizia e i rifiuti in spiaggia non sembrano molti, e comunque legati a scarti della produzione agricola (teli o prodotti agricoli stessi);
- l'estensione è notevole, sicuramente più di un km fino al fiume Dirillo, e ciò consente un elevato grado di privacy per i nudo/naturisti che preferiscono maggior separazione rispetto ad eventuali vicini costumati;
- il contesto agricolo della zona non dovrebbe essere fonte di particolari pericoli di inquinamento;
- alle spalle della spiaggia, oltre le serre agricole, c'è una riserva naturale orientata della Regione Sicilia, la riserva del Biviera, un lago d'acqua dolce creato nel seicento a bonifica di una preesistente palude, e dichiarato dalla convenzione di Ramsar nel 1991 area umida di importanza internazionale.
http://www.riservabiviere.it/
https://it.wikipedia.org/wiki/Riserva_n ... re_di_Gela

Insomma il luogo è notevole e non basta un approccio superficiale come quello dell'articolo sopra pubblicato a cancellarne le preziose caratteristiche naturali.

Ma veniamo anche ai
CONTRO:
- la porzione di territorio alle spalle della spiaggia è densamente occupato da serre agricole, pertanto non vi è posto per attività e strutture ricettive;
- il percorso da fare per raggiungere la spiaggia è difficile (a causa della organizzazione del territorio in terreni agricoli) e non ben supportato da cartelli;
- i coltivatori sembrano avere poco rispetto della spiaggia e della duna, andandovi talvolta a gettare scarti di produzione;
- sembra non esservi controllo su chi abbandona rifiuti, e sembrano mancare appositi cesti e bidoni per la raccolta differenziata.

Detto questo, ci sono tutti i presupposti per far migliorare la situazione.
Ideale sarebbe, a tal proposito,
- un presidio di sorveglianza ad opera delle locali associazioni naturiste,
- entrare in contatto con i coltivatori e sensibilizzarli alla tematica ambientale e nudo/naturista, essi avrebbero anche una vetrina per i propri prodotti;
- creare un percorso ciclabile per il raggiungimento della spiaggia da Gela;
- stabilire convenzioni con locali noleggi di biciclette, in modo tale che si possa sopperire anche alla mancaza di infrastrutture per il parcheggio.

_________________
Su in alto, nella riga sotto la testata, clicca su "PORTALE di eXtraVillage" e, sulla pagina che si caricherà, troverai sulla destra i collegamenti alle 10 conversazioni con gli interventi più recenti.


mercoledì 7 febbraio 2018, 16:23
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 590
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Non potrebbe il comune di Gela obbligare la pulizia della spiaggia agli agricoltori posti alle spalle della spiaggia così come i gestori degli stabilimenti balneari vengono obbligati a tenere a loro spese il bagnino di salvataggio?


mercoledì 7 febbraio 2018, 23:52
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010