Oggi è lunedì 11 dicembre 2017, 17:27



Rispondi all’argomento  [ 312 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 21  Prossimo
 Religione e naturismo 
Autore Messaggio
Assiduo
Assiduo

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 12:49
Messaggi: 638
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
......vorrei sapere se in questo forum vi è qualche religioso e meglio qualche praticante "incallito" e conoscere la sua opinione sul naturismo!


lunedì 5 giugno 2006, 11:03
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: venerdì 21 aprile 2006, 20:18
Messaggi: 2
Rispondi citando
Messaggio 
ciao, mi ha trovata...sono religiosa, praticante incallita, ex catechista e naturista... :lol: che vuoi di più?? ;)


domenica 11 giugno 2006, 19:08
Profilo
Il Boss
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 17:08
Messaggi: 4756
Località: Lombardland
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Non credo che la bibbia o altri scritti della religione cristiana condannino la nudità fine a se stessa.
Conferme ?


domenica 11 giugno 2006, 22:12
Profilo WWW
Utente Espulso
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2006, 11:11
Messaggi: 2591
Rispondi citando
Messaggio 
Beh, sì.
Nella Genesi, appunto, ove si dà l'impostazione delle cose, c'è proprio la descrizione della cacciata dal paradiso di Adamo ed Eva (i 2 soli umani in vita fino a quel momento) e la comparsa del senso della vergogna della nudità (fino ad allora sconosciuto), ad indicare che la nudità di per sé è peccato e non sostenibile davanti a Dio e a sé stessi (d'altronde di chi vergognarsi, dato che c'erano solo loro 2?).

La Bibbia non ritorna spesso sul punto, tanto lo riteneva scontato (d'altronde non ha mai parlato di non defecare in pubblico, tanto è scontato che non lo si faccia).

Eppure nella dscrizione di Sodoma e Gomorra evoca il senso dei facili costumi anche relativamente alla provocazione di certi atteggiamenti e indumenti.

Nei Vangeli non se ne parla, anche se in realtà non li so a memoria tutti quanti.
Anche lì, Gesù lo da per scontato: d'altronde Giovanni Battista battezza con immersione completa le persone vestite e non nude.

Strano però, che durante l'assimilazione romana dei dettami di Cristo, si sia voluto rinnegare ciò che per un romano (almeno per chi abitava a Roma) doveva essere un fatto abbastanza assodato, quello della nudità per pulizia e benessere.
Ma anche qui, credo che la contrapposizione ad un comportamento politesta ed orgiastico (a volte) sia stata una necessità.

Ma ... anche a non essere cristiani, ci siamo liberati del tabù della nudità?


lunedì 12 giugno 2006, 17:42
Profilo
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: domenica 11 giugno 2006, 18:41
Messaggi: 7
Località: Maglie, sud Salento
Rispondi citando
Messaggio 
Scusa Blu, ma non sono d'accordo con quanto dici, anche perché ci sono alcune improprietà: tabù ha un significato ben preciso ed è qualcosa di inscritto quasi nel DNA dell'uomo; qualunque antropologo ti dirà che è tabù l'incesto ad esempio, ma non la nudità perché il cosiddetto pudore non è un senso innato (diverse popolazioni del mondo considerano naturale la nudità anche in pubblico) ma indotto da certi lavaggi del cervello e condizionamenti sociali su cui non sto a soffermarmi. Questo passaggio è fondamentale per capire che chi è naturista ha ragione e fa qualcosa di naturale e positivo a livello emozionale, fisico e sociale (seppur all'inizio con un po' di fatica per liberarsi dei condizionamenti suddetti), chi non lo è perché crede di dover pensare a cose più importanti o redditizie o meno traumatiche per il proprio equilibrio ha tutto il rispetto dei naturisti, ma non venga a dire che ha ragione lui e che siamo STRANI noi, perché personalmente non lo accetterei. Chiudo la parentesi puntualizzando che chi si spoglia e naturista non è, ma anzi approfitta di un ambiente naturista per porcherie dovute a mancanza di scrupoli e sovrabbondanza patologica di ormoni, nulla ha a che fare con una discussione come questa o una possibile obiezione ad essa, perché semmai è assimilabile a chi frequenta assiduamente le parrocchie e le curie per fini personali indegni e talvolta immorali e criminosi, ma non distrugge la nobiltà delle intenzioni sociali e umane della parrocchia in sé...
Quanto alla Bibbia, la Genesi ha palesemente un senso allegorico e figurato (credo lo abbia anche quando descrive il figlio di Noè che viene punito per aver guardato le nudità del padre ubriaco) e comunque il Vecchio testamento dice anche che è lecito uccidere o ridurre quasi a schiavitù un figlio (non dimentichiamo che si tratta di un'antologia di testi antichi che risentono del pensiero e talvolta della barbarie intellettuale dei tempi...).
Quanto al Vangelo la presunzione del vestito nelle persone battezzate è assolutamente infondata, così come il credere che Gesù non sia mai apparso in pubblico nudo, per bagnarsi per esempio. Non c'è prova né di questa tesi né della sua opposta, e credo che ce ne importi pochissimo. A proposito nel rito ortodosso cristiano, comunque, (il più legato alla tradizione), si battezza per immersione ed ho visto io in Russia battesimi nudi di grandi e piccini, quindi non diciamo cose avventate...
Per quello che possa interessare, io sono cristiano, pratico anche se mi riconosco nel Vangelo e nella sua comprensione, che spesso fa a cazzotti con certi dogmi della confessione cattolica, ma credo che questo valga almeno per il 70-80% dei praticanti (vedi i Papa-boys)!

_________________
Sogno un mondo dove tutti sono nudi, fratelli e felici


lunedì 12 giugno 2006, 19:54
Profilo
Utente Espulso
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2006, 11:11
Messaggi: 2591
Rispondi citando
Messaggio 
Lungi da me iniziare una discussione ed un contraddittorio su una cosa che mi tocca marginalmente.

Eppure, lasciando stare le interpretazioni delle scritture, il comune senso del pudore italiano è un qualcosa che è sempre stato regolato, imposto, vigilato dall'area cristiana del nostro paese.
Quando negli anni '70 si iniziarono a fare le prime esperienze nelle "comuni" agricole, dove alcuni gruppi di hippies vivevano allo stato brado e dei frutti della terra tutti insieme in condivisione, le critiche morali si sprecarono!

Così come tanta censura del passato (ora passa attraverso organi laici) fu imposta da commissioni di vigilanza morale in cui c'erano dei prelati.
E la censura era sul sesso e la nudità; assai meno frequentemente sulla violenza.

Ricordo inoltre, che per senso di rispetto, in chiesa si deve entrare coperti, con vestiti non corti, non scollati e non trasparenti (anche gli uomini in shorts non vanno bene).
Se non è questa fobia del nudo?
Il rispetto verso Cristo, la Madonna e Dio, la ostento per prima cosa coprendo il mio corpo (immondo)?

Credo non sia così, almeno per me, che ho un rapporto assolutamente tranquillo con la nudità.

Sarà forse un caso che i paesi protestanti (o meglio, Luterani) hanno un atteggiamento molto più tranquillo verso la nudità?

Comunque, non sto qui a negare che un buon cristiano non possa essere anche naturista.
Ripeto, per precisare il concetto, non sto qui a negarlo.

E' pur vero, però, che i più intolleranti verso la nudità pubblica (quelle sulle spiagge, ad esempio) sono proprio quelli che praticano e molto la chiesa.
Ma sarà solo un caso.


martedì 13 giugno 2006, 13:05
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 13:46
Messaggi: 165
Località: Trento
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
Ehi sauna, dato che il tema ti tocca marginalmente, almeno non sparare una serie di panzanate :lol: quali quelle che hi scritto tu, tipo la parte dove contesti il fatto che in chiesa si debba entrare vestiti in un determinato modo.
Il fatto che ci siano delle regole comportamentali nell'entrare in chiesa rientra in un concetto di rispetto del sacro in senso lato, ma é anche una norma comportamentale per fare in modo che chi entra a pregare pensi a quello che sta facendo senza che venga distratto da altro.
Potrei poi replicare a tante altre cose che tu dici, ma può essere sufficiente così.

Un naturista praticante e cattolico praticante.


martedì 13 giugno 2006, 14:34
Profilo
Utente Espulso
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2006, 11:11
Messaggi: 2591
Rispondi citando
Messaggio 
naturnik ha scritto:
.....almeno non sparare una serie di panzanate :lol: quali quelle che hi scritto tu ....


Mi dispiace dover partecipare ad una discussione che si pone in questi termini.
Lascio il passo ad argomentazioni migliori delle mie.
Saluti


martedì 13 giugno 2006, 14:49
Profilo
Assiduo
Assiduo

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 12:49
Messaggi: 638
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
naturnick:Ehi sauna, dato che il tema ti tocca marginalmente, almeno non sparare una serie di panzanate quali quelle che hi scritto tu, tipo la parte dove contesti il fatto che in chiesa si debba entrare vestiti in un determinato modo.


...CHE HAI BEVUTO? io non ho mai scritto nulla di questo!
non ho mai detto nulla del genere! ho scritto solo che voglio pareri ed impressioni di "praticanti, ....null'altro!!!!!!!!!


martedì 13 giugno 2006, 17:26
Profilo
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: domenica 11 giugno 2006, 18:41
Messaggi: 7
Località: Maglie, sud Salento
Rispondi citando
Messaggio 
Vabbé, ragazzi, mi sembra chiaro ci sia stato un equivoco: è stato chiamato in causa Sauna invece di blu, e riconosco a blu un grande stile nel porsi.
Ammetto anche di essermi sbagliato sul suo conto: mi era sembrato dalla risposta un non naturista che voleva trovare giustificazioni pseudo cristiane sulla non opportunità della nudità collettiva; evidentemente non è così.
Resta il fatto che io faccio molta, molta differenza tra Chiesa cattolica e cristianesimo (e credo di essere in ottima compagnia) e questo può spiegare molto riguardo ad alcune affermazioni del mio post precedente. Se quando parliamo di credente praticante parliamo di linee guida del Catechismo Cattolico e del comportamento obbligatorio nelle chiese, allora è chiaro che il naturismo è come la peste come tutto ciò che riguarda in senso largo il pudore (nudo, sessualità e via dicendo...). Cattolico integralista = sessuofobo o maniaco sessuale represso, ho sempre creduto così e resta ovviamente una mia opinione che, mi rendo conto, potrebbe offendere, ma è solo sincerità.
Per cui, mi spiego, cristiano credente e praticante non significa portavoce del papa, per me... altrimenti il punto di vista cambia radicalmente ed il naturismo potrebbe uscirne malconcio...
PS: Scusa blu se in qualche modo ho provocato delle affermazioni che ti hanno offeso; è che per me anche il naturismo è una sorta di religione laica e mi lascio trasportare nel difenderla, ma sogno un mondo in cui ognuno si ama e si rispetta e permette all'altro di vivere come piace... Pace?

_________________
Sogno un mondo dove tutti sono nudi, fratelli e felici


martedì 13 giugno 2006, 22:09
Profilo
Utente Espulso
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2006, 11:11
Messaggi: 2591
Rispondi citando
Messaggio 
No problem. :)


mercoledì 14 giugno 2006, 9:40
Profilo
Assiduo
Assiduo

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 12:49
Messaggi: 638
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
cribbio ho aperto una discussione da guerriglia!!!! mi dispiace!

si stanno toccando temi "gratuiti"!
mi sembra logico entrare in chiesa con abiti "dignitosi" per se stessi e per gli altri!
io sono un tipo moderno,....ma non vedo perchè si debba entrare in ambienti religiosi con short o magliette corte!
il prete che la scorsa settimana ha appeso a varese il cartello che invitava a coprire il bigolo...........forse si era rotto le paxxe di ripetere da mesi di entrare con un abbigliamente dignitoso!!!!poi passa all'eccesso!!!

va beh....ma tutto qui è O.T.!!!!!

io parlavo di naturismo come stile di vita! o come tintarella in spiaggia o l'andare per campeggi con pisellini e topoline al vento,...soli, sole o con famiglia al seguito!
volevo solo sapere se qualche "educatore" o "praticante" più o meno attivo si diletta in questa "pratica" e se ha avuto il coraggio di confessarlo ad un prete o ad altri educatori.....e la loro sucessiva reazione!!!!!!!!!

tutto qua!
spero di tornare on topic....se no tanto vale chiudere qui!
non voglio sollevare polveroni inutili!!!


mercoledì 14 giugno 2006, 10:13
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 13:46
Messaggi: 165
Località: Trento
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio 
DOVEROSE E DOVUTE SCUSE A SAUNA PER AVER INDIRIZZATO A LUI UN MESSAGGIO CHE CON LUI NON AVEVA NULLA A CHE FARE.

SORRY :)


mercoledì 14 giugno 2006, 11:44
Profilo
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: domenica 11 giugno 2006, 18:41
Messaggi: 7
Località: Maglie, sud Salento
Rispondi citando
Messaggio 
Scusami sauna,
ma credo che non sia necessario scaldarsi tanto: le discussioni portano spesso ad allargare i punti di vista e a considerare le cose non solo in maniera brutalmente diretta ma anche attraverso diversi fattori e sfumature che possono condurre a percorsi talvolta tortuosi ma spesso solo apparentemente fuorvianti.
Tutto ciò per dire che quanto si è detto finora è stato solo provocato da una tua sollecitazione: non è che ti aspettavi che tutti dicessero "io sì", "io no", "io no di certo", "io sì e allora?", altrimenti si sarebbe trattato di sterile pettegolezzo... :?
Io ho spiegato in che senso sono praticante cristiano e cosa intendo per naturismo, utilizzando delle riflessioni che prima di tutto avevo fatto per me stesso e che in parte sono state causate anche da chi ha parlato di nudi e vestiti in chiesa eccetera eccetera(tra parentesi, qualcuno di voi sapeva che nell'Ottocento è esistita la setta degli Adamiti che credevano col battesimo di avere estinto il peccato originale e dunque di poter di nuovo essere nudi senza peccato? Tenevano nudi la messa e le riunioni... :shock: Inutile dire che nonostante avessero ricreato il loro Eden e non facessero del male a nessuno, la Chiesa cattolica si adoperò con successo nel "debellarli" :roll: ).
Dunque, finché la discussione è civile, ed ognuno arricchisce con un contributo garbato e costruttivo, che male c'è?
Sempre interessato ad altri interventi... ;)

_________________
Sogno un mondo dove tutti sono nudi, fratelli e felici


giovedì 15 giugno 2006, 23:31
Profilo
Stagionale
Stagionale

Iscritto il: venerdì 23 giugno 2006, 12:11
Messaggi: 129
Rispondi citando
Messaggio 
Anche io vado in chiesa e amo stare nudo...perché si sta bene e per nessun altro motivo. Nella storia della Genesi Adamo ed Eva provano vergogna ad essere nudi solo dopo aver compiuto il peccato originale...la loro situazione di prima comprendeva lo stare bene con se stessi, in armonia con Dio e la natura che Egli aveva loro regalato (i vestiti non servivano e questo non creava alcun problema). La vergogna della nudità, ribadisco, è paradigmatica di come lo stare nudi provochi vergogna solo per le sovrastrutture create dall'uomo.
Un corpo nudo, senza i mille condizionamenti DELLA SOCIETA, è un corpo nudo e basta. Bello perché naturale, non perché più o meno prestante...in questo senso (forse me ne rendo conto solo ora che scrivo) la storia di Adamo ed Eva è proprio un esempio.
Senza condizionamenti un corpo nudo è un corpo nudo, così come una penna è una penna!
Poi certo...siamo inseriti in una società di un certo tipo (e i vestiti ci servono per ripararci dal freddo o per comodità a volte)però...ecco qui l'altra cosa che mi piace del naturismo (oltre alla comodità di stare nudi); il cercare, nonostante tutti i condizionamenti, di ridare al corpo e alla nudità il significato che essi hanno.
Siamo nati nudi, non vestiti...San Francesco si è fatto seppellire nudo, per tornare in contatto con la madre terra...

Buon proseguimento! :D


venerdì 23 giugno 2006, 14:36
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 312 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 21  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010