Oggi è domenica 5 luglio 2020, 5:04



Rispondi all’argomento  [ 60 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
 Uni lascia Fenait 
Autore Messaggio
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1457
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
possono mettersela via


venerdì 5 aprile 2019, 10:06
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 550
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Sul loro sito sta scritto:

Associazione Naturista Affiliata a LNV-INF (che sarebbe la federazione del Liechtenstein)! C'è pure la bandiera dello staterello, ma se ci clicchi sopra, ti porta alla pagina di infonaturista :ghgh: !
http://www.unionenaturisti.org/index.php/uni

Ancora non capisco perché incaponirsi così. Ma che ha di tanto malvagio la Federazione naturista italiana?

_________________
In alto, sotto la testata, clicca su PORTALE di eXtraVillage: nella pagina caricata troverai un riquadro con gli ultimi dieci interventi del forum.


Ultima modifica di ionudista il venerdì 5 aprile 2019, 13:16, modificato 1 volta in totale.



venerdì 5 aprile 2019, 11:59
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1457
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
pretende che chi si accentra il potere con presunti iscritti almeno paghi i bollini, pretende che l'articolo 2 dello statuto inf in cui si afferma che le federazioni naturiste combattono qualsiasi forma di discriminazione venga rispettato
pretende di lavorare per ottenere anche spazi liberi e non solo campeggi privati per poter praticare
...


venerdì 5 aprile 2019, 12:44
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1457
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
ionudista ha scritto:
Sul loro sito sta scritto:

ma se ci clicchi sopra, ti porta alla pagina di infonaturista :ghgh: !
http://www.unionenaturisti.org/index.php/uni

infonaturista è la rivista dell'uni edita dall'uni e i cui incassi vanno all'uni,una volta c'era l'obbligo di acquistarla per tutti i tesserati fenait,quando l'obbligo è stato abolito e le vendite sono calate R ha pensato bene di rifarsi non pagando più i bollini


venerdì 5 aprile 2019, 19:37
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 550
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Andrea vi ha scritto:
pretende che chi si accentra il potere con presunti iscritti almeno paghi i bollini, pretende che l'articolo 2 dello statuto inf in cui si afferma che le federazioni naturiste combattono qualsiasi forma di discriminazione venga rispettato
pretende di lavorare per ottenere anche spazi liberi e non solo campeggi privati per poter praticare
...

Sono tematiche importanti. Ma, nella mia posizione tuttora libera da vincoli con associazioni (sebbene abbia incontrato e chiacchierato piacevolmente con diversi soci fenait più o meno coinvolti nella vita associativa) mi risulta utile mettere in risalto un aspetto che mi sembra stia dietro lo scontro. Sarà usato strumentalmente da una delle parti, ma mi pare emerga anche dalla lettura della storia di UNI rispetto a quella delle altre associazioni oggi federate in fenait.

E cioè mi pare di capire che la differenza di visione stia nella sentita necessità di "divulgare" il naturismo a chi vi si avvicina, facendolo in luoghi appositi e privati (club Le Betulle etc...) dove quindi sia possibile anche instradare le persone a comprendere il significato del naturismo in maniera corretta.

Perché, diciamolo pure, così come il naturismo è semplice da vivere, è altrettanto semplice che tante persone scambino la nudità per altro, e per altro ne utilizzino la concessione.

L'approccio legato a luoghi pubblici come le spiagge, invece, demanda a ciascuno di coloro che si avvicina al naturismo di informarsi, di capire cosa il naturismo è, e cosa non è.
Cioè lo lascia anche libero di disinteressarsi alla tematica.

Ti faccio due esempi:
Marina di Camerota, 2018. Parlo con delle persone, mi dicono: "non mi interessano le associazioni. Noi abbiamo la spiaggia. Quello che succede quando vado via io non mi interessa."
Ora anche io non sono iscritto. Ma nutro stima e sicuramente gratitudine verso chi ha lavorato per assicurare questo risultato, come pure cerco di fare la mia parte per spiegare agli amici che porto o a persone nuove quello che ho imparato del naturismo.

Arenauta, 2018, spiaggia di lunga consuetudine naturista, ma non autorizzata. Una signora si lamenta ad alta voce del fatto che sono troppo vicino a loro (era in coppia). In realtà io avevo misurato al millimetro la distanza (parliamo di più di 20 metri!) tra tutti quelli che già c'erano (e che erano anch'essi nudi) per essere equidistante, sia da loro, che da quelli che stavano dall'altro lato (che infatti si girano a guardare divertiti per l'assurdità delle parole della signora). Io rispondo: "guardi che io sono un naturista, mi dispiace che lei pensi male, ma non avevo alcuna intenzione di disturbare mi sono messo alla stessa distanza..."
E lei mi fa: "non me ne frega niente del naturismo, vattene per i fatti tuoi". Poi alla fine le ho dovuto dire di non permettersi più di rivolgersi a me in quel tono e di rivolgermi accuse inconsistenti.

Tutto questo perché non vi è cultura, non vi è informazione, e le persone rischiano di avvicinarsi al naturismo senza alcuna introduzione.
Come ti capita la persona in gamba, che impara da sè, ti capitano pure i bifolchi. E per quelli che fai?

Quindi non voglio difendere UNI, ma capisco una parte della loro ragione nel difendere dei luoghi dove introdurre le persone al naturismo.

_________________
In alto, sotto la testata, clicca su PORTALE di eXtraVillage: nella pagina caricata troverai un riquadro con gli ultimi dieci interventi del forum.


venerdì 5 aprile 2019, 23:22
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1457
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
il discorso filerebbe se secondo quella visione piacere a R non fosse requisito indispensabile per poter praticare naturismo


sabato 6 aprile 2019, 8:17
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 550
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Andrea vi ha scritto:
il discorso filerebbe se secondo quella visione piacere a R non fosse requisito indispensabile per poter praticare naturismo

Si ti seguo. :) Quindi praticamente partendo da presupposti giusti si è arrivati però ad una gestione "padronale" di UNI, non più sostenibile.

Personalmente a questo punto mi auguro due cose:
- che la parte buona degli intenti presenti in UNI possano essere presi dalle associazioni fenait (valorizzando le strutture private come luoghi di aggregazione e divulgazione);
- che quando nella dirigenza di UNI vi sarà un passaggio generazionale, i nuovi abbandonino la gestione padronale precedente, e ritornino nella federazione italiana. Perché francamente dispiace questa divisione, in Italia poi dove il naturismo non è forte come nei paesi vicini.

_________________
In alto, sotto la testata, clicca su PORTALE di eXtraVillage: nella pagina caricata troverai un riquadro con gli ultimi dieci interventi del forum.


sabato 6 aprile 2019, 10:54
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1457
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
guarda che nessuno è contro le strutture private,anzi la maggior parte di noi per le vacanze principali preferisce un villaggio naturista rispetto ad una spiaggia libera solo che non si può essere sempre in vacanza ed è giusto che ci siano anche spazi pubblici dove uno che ha un giorno libero possa andare;certo è che se si definisce esibizionista chi frequenta le spiagge libere poi non ci si può lamentare se gli associati fenait sono pochi


sabato 6 aprile 2019, 15:57
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 550
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Andrea vi ha scritto:
guarda che nessuno è contro le strutture private,anzi la maggior parte di noi per le vacanze principali preferisce un villaggio naturista rispetto ad una spiaggia libera solo che non si può essere sempre in vacanza ed è giusto che ci siano anche spazi pubblici dove uno che ha un giorno libero possa andare;certo è che se si definisce esibizionista chi frequenta le spiagge libere poi non ci si può lamentare se gli associati fenait sono pochi


Siamo d'accordo.
In ogni campo ci sono contrapposizioni. Siccome non conosco personalmente le persone che stanno dietro a queste dinamiche, ho creduto utile per un forum andare ad affrontare nella conversazione gli aspetti che formalmente contrappongono le due fazioni, in modo da capire poi quali sono le reali criticità dietro quelle posizioni, così come è emerso dalle tue risposte.
In questo modo, chi legge dal di fuori, può capire meglio i riferimenti, e quando visita eventualmente i profili e i siti delle associazioni, capire quali dinamiche ci sono dietro, ed orientarsi.

Dire semplicemente tizio fa così, è scontato per te, che ci sei dentro, ma non per tanti altri che magari leggono queste pagine per farsi una prima idea delle cose (me compreso :) ).

_________________
In alto, sotto la testata, clicca su PORTALE di eXtraVillage: nella pagina caricata troverai un riquadro con gli ultimi dieci interventi del forum.


sabato 6 aprile 2019, 17:40
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 785
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Io a nome dell’associazione ANER, nata nel 1985. di cui ero presidente entrai nel 1986 nella Fenait che non conoscevo ma sapevo che ad essa facevano parte molte associazioni italiane- Pensavo che facesse l’interesse del naturismo cercando di far conoscere l’idea naturista e cercando di favorire le strutture private ed in particolare gli spazi liberi.

Purtroppo era diretta in modo autoritario dai proprietari del “Club Le Betulle” prima da Tom Operti e poi dal conducator Ribolzi.
Si faceva un’assemblea annuale ed era l’unica in cui si trovavano tutte le associazioni. Io tante volte ho chiesto modifiche dello statuto ma anche se l’UNI comandava le associazioni aderenti accettavano il suo volere senza troppo reagire. Addirittura nel 1993 fu bocciata anche la mia richiesta di proporre una legge nazionale sul naturismo dopo che Tom Operti disse che non occorreva alcuna legge.
Io da solo la proposi al deputato Sauro Turroni ed ancora oggi è l’unica che nella legislatura iniziata nel 1996 arrivò ad essere sottoscritta da 106 deputati e giunse sino alla discussione in Commissione.
Stanco di lottare da solo nella Fenait proposi all’associazione ANER di cui ero presidente di uscire dalla federazione.
Fui messo in minoranza per non perdere i bollini ed io uscii dall’associazione collaborando comunque per un po’ di anni col nuovo presidente Marcacci che poi mi ha deluso.

Grave il fatto accaduto con le associazioni sempre ai piedi di chi comandava in modo dittatoriale.

Ora è cambiato qualcosa:lo spero!

Per informare sull’idea naturista si faccia almeno qualche tavolo nelle città dove bastano poche persone così come facevano i radicali!


sabato 6 aprile 2019, 23:52
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 550
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Grazie Fidenzio.
Il tuo racconto degli eventi è una traccia nella memoria del naturismo italiano, che percorri arrivando fino all'attualità.

Proprio sull'attualità vorrei chiedere (a te e a chi conosce il mondo associativo):
- ora che è cambiato qualcosa nella Fenait, ora che è andato via chi la comandava in modo dittatoriale, come tu stesso scrivi, credi che l'ANER, di cui eri presidente, ritornerà nella federazione Fenait?
Con l'ANER potrebbe ritornare in Fenait anche l'indipendente Confederazione Naturista Italiana (Conait), ricostruendo una maggiore unità dell'associazionismo naturista italiano?

Un'altra domanda la faccio su quest'altra conversazione: Progetto di legge sul naturismo

_________________
In alto, sotto la testata, clicca su PORTALE di eXtraVillage: nella pagina caricata troverai un riquadro con gli ultimi dieci interventi del forum.


domenica 7 aprile 2019, 11:33
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 785
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
L’ANER guidata ancora dal presidente Marcacci da quando mi sostituì nel 2001 non ha fatto nulla a favore del naturismo e nei brevi risvegli dal letargo ha fatto solo danni. In questo modo è meglio che stia fuori dalla Fenait se la Federazione vuole cambiare comportamento.
Per quanto riguarda la Conait che all’inizio mi aveva fatto sperare bene poi ho visto che non ha fatto nulla anch’essa per il naturismo.


domenica 7 aprile 2019, 18:30
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 17:52
Messaggi: 312
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Un ex alto dirigente naturista, da sempre oppositore di uni, mi ha confidato che la uscita di uni da fenait danneggerebbe l'Italia tutta. Da sempre l'Italia è fedelissima dell'attuale presidenza mondiale e l'uscita di uni colpirebbe non solo l'Italia ma gli equilibri di tutto il naturismo, un discorso per me senza senso ma costui si sarebbe battuto per il rientro di uni in fenait. E questo sarebbe stato un antagonista di uni ..........


venerdì 17 maggio 2019, 8:17
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4581
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
COMUNICATO FENAIT

E’ nostro compito avvertire che negli ultimi tempi, un‘associazione naturista, non appartenente alla Fenait ma che opera nel territorio nazionale, sta vendendo a ignari naturisti delle tessere LNV-UNI, emesse dalla federazione del Liechtenstein. Il tutto senza renderli edotti che con tale tessera automaticamente non faranno più parte della FEDERAZIONE NATURISTA ITALIANA, bensì apparterranno alla federazione del Liechtenstein. Tale comportamento, da sempre impedito a livello internazionale è tra l’altro oggetto di contestazione da parte della Fenait presso la INF, ma ancora in attesa di essere chiarito. Consigliamo quindi tutti coloro che hanno in previsione di trascorrere una vacanza presso strutture naturiste italiane e che desiderano far parte della FEDERAZIONE NATURISTA ITALIANA di iscriversi prima presso una delle numerose associazioni elencate sul sito www.fenait.org.

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


giovedì 20 giugno 2019, 15:40
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4581
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
SECONDO COMUNICATO FENAIT

E’ nostro compito avvertire tutti i naturisti italiani che dall’inizio del 2019, un‘associazione, non appartenente alla Fenait ma che opera nel territorio nazionale, sta vendendo delle tessere e bollini marchiati LNV-UNI, emesse dalla federazione del Liechtenstein. Molti di loro ci hanno riferito che spesso ciò avviene, soprattutto presso strutture turistiche naturiste compiacenti, senza renderli edotti che con tale tessera automaticamente non faranno più parte della FEDERAZIONE NATURISTA ITALIANA, bensì apparterranno e rappresenteranno la federazione del Liechtenstein. La FENAIT ritiene tale comportamento contrario ai principi internazionali dell’INF-FNI e proporrà al prossimo congresso mondiale una modifica statutaria per rendere definitivamente illecita tale pratica. Consigliamo pertanto tutti i naturisti italiani che desiderino far parte ed essere rappresentati dalla FEDERAZIONE NATURISTA ITALIANA di iscriversi quanto prima ad una delle numerose associazioni naturiste nazionali elencate sul sito http://www.fenait.org.

Ottobre 2019

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


sabato 4 gennaio 2020, 13:23
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 60 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010