eXtraVillage - il Forum
http://forum.extravillage.it/

sono ancora un vero naturista?
http://forum.extravillage.it/viewtopic.php?f=37&t=19076
Pagina 2 di 6

Autore:  pigiatasti [ giovedì 8 febbraio 2018, 16:12 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

Ringrazio quelli che hanno partecipato alla discussione, tutti sono stati gentili nel provare a rispondere a quella che era stata rivolta come una domanda, forse retorica, e che comunque presupponeva una risposta. Hanno impiegato del tempo a rispondermi senza esserne obbligati, si sono dimostrati dunque cortesi e collaborativi.
Chiedo anche scusa se il mio precedente messaggio poteva apparire un po' piccato, e forse un po' lo era. Ma è certamente colpa mia. Per quello che ho scritto sottolineavo un punto di vista che si dissocia dalla integrità della pratica nudista. Non voleva essere una provocazione, semplicemente l'ammissione di una diversa prospettiva (il piacere di stare nudo con mia moglie) che pur non essendo allineata con l'etica naturista mi sembra comunque una cosa non disdicevole e di cui non sento di dovermi pentire.

Autore:  giulio74 [ giovedì 8 febbraio 2018, 17:34 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

Diciamo che il naturismo implica la pratica della nudità in comune.
Praticare da soli, in posti più o meno isolati, può essere liberatorio ma se stiamo alla definizione INF il naturismo in solitaria non è naturismo "pieno".

Il naturismo è certamente anche stare nudi uomini e donne, poter andare con la propria moglie nuda e fregarsene se altri uomini la guardano. Poter pensare "io sono andato oltre".

Una delle obiezioni più frequenti non è forse "ah, io mi metterei anche nudo, ma non accetterei mai che mia moglie venisse vista nuda da altri"?

Chi non si fa problemi per tutto ciò, secondo me non è tanto orgoglioso di "esibire" la propria moglie agli sguardi altrui, semplicemente non ci fa più caso e si compiace di non farci più caso. Come il neofita che dopo le prime incontrollate erezioni si abitua alla nudità e se ne compiace.

Io non sarei troppo severo con l'amico pigiatasti. In effetti a volte si deve fare uno sforzo per mantenere vivo negli anni lo spirito naturista originario.

Autore:  mizioeanto [ giovedì 8 febbraio 2018, 23:54 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

Rieccomi,
io sono il primo a dire che ognuno deve essere libero di fare ciò che vuole, niente è disdicevole quando ciò che si fa non lede la libertà altrui, quindi lungi da me "condannare" un comportamento più che lecito.
Se però parliamo di naturismo, parole come "esibire", "proibito" ecc le vedo fuori contesto, ed ecco perché ho risposto con un "no" al tuo quesito.
Se ho capito male io, ti chiedo scusa, ma dai tuoi messaggi ho letto (ed a quanto pare non sono il solo), un piacere esibizionistico che, ripeto ancora, seppur lecito, esula un po' dal concetto naturista.

Autore:  Eymerich [ venerdì 9 febbraio 2018, 10:14 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

giulio74 ha scritto:
Diciamo che il naturismo implica la pratica della nudità in comune.
Praticare da soli, in posti più o meno isolati, può essere liberatorio ma se stiamo alla definizione INF il naturismo in solitaria non è naturismo "pieno".

Il naturismo è certamente anche stare nudi uomini e donne, poter andare con la propria moglie nuda e fregarsene se altri uomini la guardano. Poter pensare "io sono andato oltre".

Una delle obiezioni più frequenti non è forse "ah, io mi metterei anche nudo, ma non accetterei mai che mia moglie venisse vista nuda da altri"?

Chi se ne frega di tutto ciò, secondo me non è tanto orgoglioso di "esibire" la propria moglie agli sguardi altrui, semplicemente non ci fa più caso e si compiace di non farci più caso. Come il neofita che dopo le prime incontrollate erezioni si abitua alla nudità e se ne compiace.

Io non sarei troppo severo con l'amico pigiatasti. In effetti a volte si deve fare uno sforzo per mantenere vivo negli anni lo spirito naturista originario.


Mai capitato :D

Scherzi a parte, l'amico pigiatasti ha espresso un dubbio e abbiamo cercato di rispondere in base a quanto ci ha raccontato.
Nessun intento "bacchettone", semplicemente ho risposto come mi sembrava giusto rispondere per aiutarlo a risolvere i dubbi. ;)

Autore:  giulio74 [ venerdì 9 febbraio 2018, 10:37 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

Per carità , qui nessuno è depositario del verbo naturista, tanto meno io. Forse però l'intento di pigiatasti non era quello di fare l'occhiolino al mondo sessual-scambista. L'intento catartico-liberatorio del naturismo deriva anche dal fatto di andare contro a certe convenzioni sociali: in questo senso interpreto la parola "proibito". Mettersi nudi in una spiaggia come il Mort, ad esempio, anche se ci sono altri, ci espone alla consapevolezza di fare qualcosa che potrebbe darci noie legali (al di là delle convinzioni dell'amico Fidenzio). "Esibire" il proprio corpo nudo, ancorché non impegnato in atti di natura sessuale ma solo per prendere il sole, è sempre pure un "mostrare", se non vogliamo usare il termine "esibizione", anche se il naturista non ci mette malizia.

Autore:  carlo [ sabato 10 febbraio 2018, 22:29 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

Giulio
Cita:
"Esibire" il proprio corpo nudo, ancorché non impegnato in atti di natura sessuale ma solo per prendere il sole, è sempre pure un "mostrare", se non vogliamo usare il termine "esibizione", anche se il naturista non ci mette malizia.


Molti di voi sanno quanto io sia scettico riguardo alle spiagge c/o (che peraltro frequento piuttosto assiduamente e con soddisfazione da quando mia moglie si è stancata di "andare sempre nei soli centri" :roll: !)

La ragione è proprio che l'"esibizione" è soprattutto negli occhi di chi guarda, a prescindere dal fatto che chi si esibisce ne sia consapevole! (se non ci credete,provate a uscire in pigiama perché vi sentite più comodi così.... :ghgh: )

Impossibile esibirsi col semplice atto di essere nudi in un centro dove anche tutti gli altri sono nudi !
Su una spiaggia mista, invece, il discorso cambia e tanto di più quanto è prevalente il numero dei non nudisti! (che poi uno ne sia infastidito o se ne compiaccia è un altro discorso: personalmente ne sono infastidito, ma...me ne faccio una ragione!)

La "trasgressione": posso anche capire che qualcuno provi un brivido adrenalinico sfidando i divieti e le convenzioni!
Non lo critico certo, però devo dire che personalmente (forse sarò un po' "coniglio"... :D ) era la cosa che mi infastidiva di più nelle mie prime (e rimaste uniche..) esperienze su spiagge Italiane non autorizzate!

Il mio innamoramento verso il nudismo è scattato quando ho scoperto che all'estero questo problema in molti casi non esisteva!

Il discorso moglie:
anche per me è importante che si spogli anche lei!

Secondo me, c'è un duplice motivo!
Il principale è essenzialmente pratico: se lei non si spoglia, non solo non posso frequentare centri naturisti, ma sulle spiagge c/o è lei per prima a segnalare che si può stare in costume a chi già non ha bisogno di incoraggiamenti!

Poi c'è anche un aspetto psicologico: in una spiaggia con molti costumati, avere almeno la moglie dalla mia parte.....

Quanto all'essere o meno un vero naturista... so bene di non esserlo: Fidenzio me l'ha detto più volte! :lol:

Se volete sapere se voi lo siete, secondo me dovete chiedere a lui: che io sappia è l'unico, al momento, che esegue perizie in materia! :lol:

Autore:  market58 [ lunedì 12 febbraio 2018, 22:21 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

scusate, non entro nel merito ma devo solo esprimere il mio compiacimento per la piacevolezza di questa discussione: elegante, pacata, cortese... bravi, grazie!

Autore:  giulio74 [ martedì 13 febbraio 2018, 11:30 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

Sai com'è... in passato i moderatori hanno avuto a che fare con qualche troll... e in questi casi non esiste altra legge se non quella della ramazza... :D

Autore:  carlo [ martedì 13 febbraio 2018, 14:40 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

Traduzione franca e sincera:
Pigiatasti ha aperto questo topic con una frase come questa:

Cita:
Non è il piacere dell'augfuss a spingermi verso uno stabilimento termale, forse anche quello, ma soprattutto la promiscuità uomo-donna che si crea in sauna, nelle docce, nell'idromassaggio, forse proprio il desiderio di poterla "esibire" così com'è, senza nulla che possa coprire le sue parti intime.
Sono ancora un "vero" naturista? Cosa ne pensate?


Noi naturisti, si sa, siamo ridotti ad essere molto guardinghi e diffidenti, per cui secondo me, il sospetto che una frase del genere possa nascondere secondi fini (del tipo: vediamo se per caso su questo forum ci sono altri desiderosi di "esibire" .....), può essere giustificato! :roll:

Siccome però "omnia munda mundis", io provavo a darne un'interpretazione più benevola e cioè che può essere comprensibile il desiderio di una condivisione della nudità con la propria compagna, liberandosi entrambi di certe inibizioni, con il senso di libertà che ne consegue, ma senza secondi fini di altro tipo!

Certo pigiatasti secondo me non si è espresso troppo bene: tra l'altro, non per essere ultra-femminista, ma non dovremmo essere noi ad "esibire" (occhio che le virgolette sono importanti!) le nostre compagne!

Autore:  Ecco [ giovedì 15 febbraio 2018, 17:20 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

Non so se si possa parlare di naturismo "autentico" o meno e in base a cosa, so solo che , dopo anni di frequentazione di luoghi naturisti, ritengo che Pigiatasti possa essere considerato un naturista che dice la verità....

Autore:  carlo [ giovedì 15 febbraio 2018, 19:03 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

Fammi capire meglio: quale verità, Ecco?
Che tutti i naturisti sono in realtà esibizionisti e chi lo nega mente? O intendevi un' altra cosa, del tipo che solo alcuni naturisti sono esibizionisti, ma negano di esserlo?
Comunque, anche senza voler fare troppe distinzioni, sarebbe forse almeno il caso di parlare di nudismo e non di naturismo.....

Autore:  Eymerich [ venerdì 16 febbraio 2018, 9:23 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

Ecco ha scritto:
Non so se si possa parlare di naturismo "autentico" o meno e in base a cosa, so solo che , dopo anni di frequentazione di luoghi naturisti, ritengo che Pigiatasti possa essere considerato un naturista che dice la verità....


Quale verità?

Autore:  Ecco [ venerdì 16 febbraio 2018, 11:05 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

Intendo dire che, il fatto che ci sia una implicazione erotica nella pratica del naturismo e nel modo di viverlo di molti (ma non tutti) naturisti, è un mistero che puo' rimanere tale solo a chi frequenti con il paraocchi.

Autore:  Andrea vi [ venerdì 16 febbraio 2018, 13:43 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

Forse in Italia dove oltre che pochi i naturisti sono quasi esclusivamente maggiorenni,altrove dove la parte più rappresentata sono le famiglie al completo non è cosi

Autore:  carlo [ venerdì 16 febbraio 2018, 13:52 ]
Oggetto del messaggio:  Re: sono ancora un vero naturista?

L'ho mica già detto che pratico solo all'estero? :ghgh:
Non che all'estero siano sempre rose e fiori, ma certo nella maggior parte dei luoghi è un'altra cosa! Invece da noi, sono addirittura i naturisti stessi a fare, a quanto pare, di tutta l'erba un fascio.....

Pagina 2 di 6 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
http://www.phpbb.com/