Oggi è venerdì 20 ottobre 2017, 19:58



Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 
 Un equilibrato parere esterno sul naturismo 
Autore Messaggio
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 67
Località: Campania
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Sono ormai passati sette anni dalla pubblicazione su famiglia cristiana di questo interessante ed equilibrato articolo, che non ha perso negli anni il suo valore e stupisce ancora per la sua equità e profondità:

http://www.famigliacristiana.it/articol ... -tabu.aspx

Il naturismo o, più comunemente detto, nudismo è un fenomeno diffuso nei Paesi europei, conta centinaia di associazioni, una decina in Italia riunite nella Federazione Naturista Italiana riconosciuta, con atto pubblico, nel 1997. La finalità è descritta nella definizione formulata, nel 1974, al 140 Congresso delle Federazioni Naturiste. «Il naturismo è un modo di vivere in armonia con la natura, caratterizzato dalla pratica della nudità in comune, allo scopo di favorire il rispetto di se stessi, degli altri e dell’ambiente. Il naturismo è un movimento familiare, sano, educativo, naturale».

A questa definizione, che ancora oggi è considerata ufficiale, si riferiscono le associazioni nudiste sia pure con particolari applicazioni, ad esempio, nel preferire l’accesso ai nuclei familiari piuttosto che ai singoli. Il movimento nudista è sorto come reazione a ogni forma di pensiero che, nel corso della storia, ha condotto a una concezione spregiativa del corpo umano, quasi realtà di cui vergognarsi e da nascondere. Al pensiero cristiano si attribuisce l’abbinamento del corpo con il sessuale-genitale e questo con il peccato.

È una lettura sbrigativa e sommaria, tuttavia si può riconoscere che il pensiero tradizionale cristiano, anziché contrastare il dualismo neo-platonico e manicheo, che esalta l’anima e disprezza il corpo, si è lasciato condizionare e, così, si è prestato a trasmettere un’idea del corpo e della nudità del tutto negativa: occasione di peccato ed espressione di desiderio erotico. Nel restituire dignità al corpo e nel contrastarne la banalizzazione e mercificazione, la Chiesa cattolica, soprattutto a partire dal concilio Vaticano II, è in primo piano. In base alla parola di Dio, insegna che l’uomo e la donna non sono creati come puri spiriti, ma nell’unità inscindibile di corpo e anima.

Rispettare la persona significa rispettarla nella sua dimensione spirituale-corporea. Il pudore non si fonda sul disprezzo del corpo ma sul suo valore. I nostri progenitori «erano nudi e non si vergognavano», ma dopo la rivendicazione di autonomia rispetto al Creatore, «s’accorsero di essere nudi e si coprirono». E questo non perché il corpo era diventato cattivo, ma era diventato disordinato il loro sguardo. Il pudore è un sentimento umano universale di difesa. Gli stessi nudisti lo sperimentano quando reagiscono a sguardi indiscreti, interessati ed erotici.

I vari movimenti nella storia e, quindi, anche il nudismo, non sono subito da innocentizzare ma nemmeno da demonizzare, occorre un sufficiente senso critico per distinguere tra messaggi positivi da accogliere e limiti da neutralizzare. Se il movimento nudista contribuisce a vivere in armonia con la natura e a favorire l’incontro delle persone e dei semplici corpi, è un’esperienza positiva. Ci sono, tuttavia, enfatizzazioni che distolgono da una giusta valutazione.

Anzitutto il proporsi come modalità quasi necessaria per arrivare a un rapporto di armonia del soggetto con il corpo proprio e altrui. È più giusto riconoscere che la pratica della nudità in comune è ambivalente: permettere incontro genuino con le persone, ma anche confermare una certa ossessione sul corpo nudo e, dopo assuefazione, su quello vestito. In ogni caso, non è necessario iscriversi ad associazioni nudiste per liberarsi da idee sbagliate o sensi di colpa infondati. Inoltre, la pratica della nudità è annunciata come incondizionato metodo educativo dei minori.

È più esatto riconoscere che lo è a determinate condizioni, in concreto se le inevitabili domande del minore trovano una adeguata sana risposta, per esempio, la differenza tra comportamento privato e pubblico, le differenze anatomiche di genere, la dignità uguale dell’uomo e della donna, il senso del pudore, eccetera. Inoltre, desta sorpresa il frequente ricorso ad argomentazioni di tipo religioso (cattolico) per legittimare la pratica nudista in comune. Così si ricorda Gesù di Nazareth nudo al fiume Giordano per essere battezzato; nudo in croce. Oppure si narra di episodi di qualche santo, per esempio, a Francesco di Assisi che si denuda davanti a tutti e al padre. Ognuno di questi eventi ha una sua spiegazione che nulla ha a che vedere con la pratica nudista in comune né in termini di approvazione o disapprovazione.

In conclusione, l’esperienza nudista è rispettabile ma, come ogni altra esperienza personale, non si presta a generalizzazioni o a chissà quale rimedio liberatorio. Si può essere naturisti per scelta libera e consapevole, come si può non esserlo, ma non per questo si è bigotti, proibizionisti o impositori di tabù o di pregiudizi vecchi a morire. È preferibile confrontare, senza dogmatismi e intolleranze, le rispettive scelte libere e responsabili di sé stessi e degli altri.

_________________
Su in alto, nella riga sotto la testata, clicca su "PORTALE di eXtraVillage" e, sulla pagina che si caricherà, in basso a destra trovi i collegamenti alle 10 conversazioni con gli interventi più recenti.


mercoledì 16 agosto 2017, 19:04
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: sabato 26 maggio 2012, 23:11
Messaggi: 222
Località: Trentino
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
ionudista ha scritto:
È preferibile confrontare, senza dogmatismi e intolleranze, le rispettive scelte libere e responsabili di sé stessi e degli altri.


In quegli anni sono rimasto più volte positivamente meravigliato per alcui articoli "contro corrente" di FC.
Comunque leggendo la frase di chiusura passa tutta la "poesia": un cattolico che si confronta lasciando da parte dogmatismi e intolleranze quando mai si è visto? :eeeeh:

Anam


mercoledì 16 agosto 2017, 20:43
Profilo
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 67
Località: Campania
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
anam ha scritto:
un cattolico che si confronta lasciando da parte dogmatismi e intolleranze quando mai si è visto? :eeeeh:


Ci sono, ci sono... :pope:

_________________
Su in alto, nella riga sotto la testata, clicca su "PORTALE di eXtraVillage" e, sulla pagina che si caricherà, in basso a destra trovi i collegamenti alle 10 conversazioni con gli interventi più recenti.


giovedì 17 agosto 2017, 21:54
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: sabato 26 maggio 2012, 23:11
Messaggi: 222
Località: Trentino
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
ionudista ha scritto:
Ci sono, ci sono... :pope:


Permettimi di dissentire, caro Ionudista.

La religione cattolica è fondata sui dogmi fin dal Concilio di Nicea del 325 ac, se non da prima.
Ed il dogmatismo, inteso come sistema di verità ricavato dai dogmi, è imprescindibile dalla fede.

scusate l'OT

Anam


sabato 19 agosto 2017, 10:04
Profilo
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 67
Località: Campania
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Si, ma quali sarebbero i dogmi del cristianesimo che vanno contro il nudo-naturismo?

Le regole, appunto i dogmi, sono alla base del vivere comune. Conta poi che nessuno ci obbliga ad accettarli quelli del cristianesimo... dopo il concilio di Nicea ci sono state le rivoluzioni borghesi in Inghilterra, Stati Uniti, Francia e poi le fondazioni degli stati laici europei...

Ma tornando a bomba sull'argomento, quali sarebbero i dogmi cattolici contrari al nudo-naturismo, visto che Famiglia Cristiana, ma prima anche lo stesso Giovanni Paolo II hanno espresso pareri molto equilibrati sulla nudità?

_________________
Su in alto, nella riga sotto la testata, clicca su "PORTALE di eXtraVillage" e, sulla pagina che si caricherà, in basso a destra trovi i collegamenti alle 10 conversazioni con gli interventi più recenti.


sabato 19 agosto 2017, 20:33
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1289
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
il problema è che i ciellini non hanno pareri equilibrati ed istigano odio dicendo che il naturismo serve a rendere i bambini disinibiti ed è un cavallo di troia del ggggggender
http://www.tempi.it/tutti-nudi-il-libro ... disinibiti
quindi anche se papa o famiglia cristiana sono moderati ovunque comunque troveremo cattolici esaltati che ci fanno la guerra


sabato 19 agosto 2017, 22:45
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 14 ottobre 2008, 21:32
Messaggi: 2101
Località: Latina
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Mah, mi sa che anam non si riferiva al discorso del nudo.si parlava del cattolico che mette da parte i dogmi. Una contraddizione, insomma.

_________________
so you think you can tell Heaven from Hell


sabato 19 agosto 2017, 23:11
Profilo
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 67
Località: Campania
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ok, va bene aver ricordato che esistono anche cattolici che si chiudono nel dogmatismo, ovvero nella tendenza a darsi regole rigide e generali senza valutare i casi particolari. Va bene aver ricordato CL, che anche ha i suoi grandi limiti come sistema di potere politico economico.

Ma io volevo qui dare attenzione a tanta parte del mondo cattolico che invece dogmatica non è, che cerca con discrezione di porre i principi della religione in ogni caso particolare. Così ha fatto l'autore dell'articolo sopra riportato, così ha fatto GPII, così fanno tanti cattolici. Ogni grande "associazione" umana avrà delle frange estremiste, delle frage poco tolleranti. Ma questo non deve invece impedire a noi di guardare le posizioni concilianti di una parte del mondo cattolico. Altrimenti all'inverso rischiamo di essere noi gli intolleranti, gli estremisti, che facciamo di tutta l'erba un fascio.

Per quanto riguarda l'opuscolo francese del governo Hollande, portarlo a scuola anche a me sembra eccessivo. Il nudo-naturismo è una scelta di libertà, l'importante è che questa libertà sia concessa, ma non trovo opportuno veicolarla a tutti nelle scuole. E' una scelta forse anche controproducente, perché il naturismo rischia di non interessare se veicolato così.

_________________
Su in alto, nella riga sotto la testata, clicca su "PORTALE di eXtraVillage" e, sulla pagina che si caricherà, in basso a destra trovi i collegamenti alle 10 conversazioni con gli interventi più recenti.


domenica 20 agosto 2017, 10:04
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: sabato 26 maggio 2012, 23:11
Messaggi: 222
Località: Trentino
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
ionudista ha scritto:
Si, ma quali sarebbero i dogmi del cristianesimo che vanno contro il nudo-naturismo?

Le regole, appunto i dogmi, sono alla base del vivere comune. Conta poi che nessuno ci obbliga ad accettarli quelli del cristianesimo... dopo il concilio di Nicea ci sono state le rivoluzioni borghesi in Inghilterra, Stati Uniti, Francia e poi le fondazioni degli stati laici europei...

Ma tornando a bomba sull'argomento, quali sarebbero i dogmi cattolici contrari al nudo-naturismo, visto che Famiglia Cristiana, ma prima anche lo stesso Giovanni Paolo II hanno espresso pareri molto equilibrati sulla nudità?



ciao Ionudista,

Mizioeanto c'ha preso nel senso che il cattolico, nel suo pensiero, è "ingabbiato" dai dogmi, che non sono regole - che normalmente nella società civile sono condivise - bensì principi che sono calati all'alto e che rappresentano un verità indiscutibile diventando articoli di fede; non dimentichiamoci che la Chiesa Cattolica non è un'istituzione democratica.

Ancora oggi il cattolico professa la sua fede nei dogmi recitando il "Credo", che racchiude gran parte dei dogmi che sono stati formulati nel già citato Concilio di Nicea.
Il cattolico che non accetta i dogmi viene considerato eretico e pertanto passibile di scomunica, ovvero l'espulsione dalla Santa Romana Madre Chiesa.
Vero pertanto che nessuno al giorno d'oggi ti obbliga ad accettare i dogmi cattolici - e aggiungo fortunatamente, visto che una volta si rischiava il rogo - ma è altrettanto vero che chi non li accetta non si può più definire cattolico.

Concordo con te pienamente che la società civile nel frattempo si è evoluta con tutte le sue rivoluzioni e proclamazioni di laicità (di facciata direi, per lo meno qui in Italia), ma ciò non toglie che il cattolicesimo si fonda su credo e testi che sono millenari, per di più di ignota provenienza, e che i dogmi sono la base di questa religione e che sono rimasti immutati da quasi due millenni. Anzi, nel corso dei secoli ne sono stati aggiunti altri: mi permetto di ricordare che l'ultimo è stato promulgato nel 1950.

Chiudo dicendo che questo è il mio personale pensiero, in quanto - a differenza di molte istituzioni - non ritengo di avere la verità in tasca :ghgh:

Anam


domenica 20 agosto 2017, 13:46
Profilo
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 67
Località: Campania
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Anam,

si potrebbe discutere su quanto hai scritto sopra ma, finiremmo in tutt'altra conversazione rispetto a quannto annunciato nel titolo. Ognuno è libero di scegliersi i suoi amici... e nemici! :-P

E non hai ancora risposto alla mia domanda! Quali sarebbero i dogmi cattolici contrari al nudo-naturismo? :-)

_________________
Su in alto, nella riga sotto la testata, clicca su "PORTALE di eXtraVillage" e, sulla pagina che si caricherà, in basso a destra trovi i collegamenti alle 10 conversazioni con gli interventi più recenti.


domenica 20 agosto 2017, 14:14
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: sabato 26 maggio 2012, 23:11
Messaggi: 222
Località: Trentino
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
ionudista ha scritto:
E non hai ancora risposto alla mia domanda! Quali sarebbero i dogmi cattolici contrari al nudo-naturismo? :-)


Caro Ionudista,

evidentemente abbiamo concetti diversi di dogma...
E comunque hai ragione, siamo OT e me ne scuso con tutti i partecipanti

Anam


domenica 20 agosto 2017, 21:52
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 11 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010