Oggi è lunedì 11 dicembre 2017, 17:27



Rispondi all’argomento  [ 40 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
 Convegno sul naturismo alla Camera dei Deputati 
Autore Messaggio
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4298
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Lunedì 8 maggio 2017, si terra' presso la Biblioteca della Camera dei Deputati a Roma, un convegno sul Naturismo.
L'evento e' stato possibile grazie alla collaborazione con gli Onorevoli Gessica Rostellato e Luigi Lacquaniti.
Gli obiettivi del convegno sono principalmente due:
- far passare l'idea che il Naturismo, oltre che uno stile di vita, e' un'opportunità turistica e
- risolvere il problema delle sanzioni ai naturisti.
Stanno organizzando i lavori: Giampietro Tentori (Anita) e Andrea Mirabilio (Anab) con la collaborazione di Simona Carletti, in nome della Fenait . Tra non molto si avra' il programma definitivo

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


giovedì 30 marzo 2017, 8:40
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 535
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Esprimo la mia opinion ein materia:
- Come ha ricordato lo scorso dicembre il Ministro della giustizia Orlando rispondendo all'interrogazione sulla depenalizzazione dei reati nei confronti dei naturisti, l'articolo 2 della legge delega prevede, al comma 5, la possibilità di emanare, entro diciotto mesi dalla data di entrata in vigore dell'ultimo dei decreti legislativi di attuazione, uno o più decreti correttivi ed integrativi, nel rispetto della procedura di cui al comma 4, nonché dei principi e criteri direttivi di cui al medesimo articolo. La norma, dunque, lascia aperta la strada legislativa per eventuali correttivi, ritenuti necessari all'esito dei primi monitoraggi svolti.

Quindi a me pare che, stando così le cose, si possa fare una definitiva chiarezza alla questione naturista senza la necessità di seguire un lungo iter parlamentare per l'approvazione di una legge in materia che sino ad oggi ha visto le varie proposte presentate non compiere grandi passi in Parlamento.

Se ci fosse la volontà politica io ritengo che per raggiungere l'obiettivo basti un Consiglio dei ministri che approvi il decreto giusto in base alla delega ottenuta per la Depenalizzazione sino al prossimo 06 agosto 2017.

Nel decreto si potrebbe scrivere (ovviamente coretto nel modo appropriato e chiaro):

- Il naturismo è un modo di vivere in armonia con la natura, caratterizzato dalla pratica della nudità in comune, allo scopo di favorire il rispetto di se stessi, degli altri e dell'ambiente. Fra le altre cose questo modo di vivere aiuta a prevenire molte forme di malattie psico – fisiche che lo Stato deve tutelare come recita l'art.32 della Costituzione italiana.

Il naturista non viola alcun reato penale od altro illecito quando sta nudo in uno spazio pubblico per svolgere la sua attività naturista anche se il luogo non è riconosciuto dagl'enti locali se questo si trova in un'area marina, fluviale, lacustre o boschiva dove per accedervi occorre percorrere un sentiero od altra via diretta riconoscibile (non attraversando la vegetazione) in cui è stato posto una segnaletica informativa fissa o facilmente removibile dall'ente locale o dai naturisti nelle ore non più presenti in loco.

Quanto sopra per fare chiarezza in materia per il fatto che da quando è andata in vigore la Depenalizzazione di alcuni reati penali lo scorso 06 febbraio 2016 il nudo del naturista è stato da alcune forze dell'ordine segnalato al Prefetto come una violazione dell'articolo 726 del codice penale nella stessa misura di una sanzione di 5000€ al pari (nella pratica) di chi urina in pubblico o commette atti sessuali sempre in pubblico.

I tre comportamenti non sono allo stesso livello e non deveno essere trattati allo stesso modo.

Per esempio nella motivazione della sentenza della Cassazione n. 1765 / 2000 è scritto: “la nudità dei genitali può assumere un diverso rilievo penale in funzione del contesto oggettivo e soggettivo in cui è concretamente inserita: così può configurare un atto osceno, quando esprime, anche psicologicamente, un istinto sessuale; ma può semplicemente costituire un atto contrario alla pubblica decenza, quando è mero esercizio della funzione fisiologica dell'urinare; o addirittura sfugge a qualsiasi rilevanza penale se è inserita in un contesto pedagogico o didattico (es. durante una lezione di anatomia o di educazione sessuale) ovvero in particolari contesti settoriali (per es. di tipo naturista o salutista)”.

Oggi, guardando i fatti, dopo le depenalizzazioni dei reati di “atti osceni in luogo pubblico “ ed “ atti contrari alla pubblica decenza” nei fatti si cerca di condannare tutti a 5000€ di sanzione che si possono ridurre a 3333 se viene pagata entro 5 giorni e, questo è contrario alla nostra Costituzione


giovedì 30 marzo 2017, 23:24
Profilo
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 24 marzo 2006, 14:02
Messaggi: 374
Rispondi citando
Mi sembra una bella notizia
Spero parteciperanno molti deputati e decidano qualcosa a nostro favore
Magari potrebbe essere utile qualche mail ai deputati per sollecitare la loro partecipazione?


venerdì 31 marzo 2017, 9:26
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2321
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Perché ci sia una buona affluenza di politici bisognerebbe abbinare all'argomento a quello dei tagli dei vitalizi...

Non sarei molto fiducioso nemmeno sul decreto attuativo. Per la maggior parte passano anni e anni...

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


sabato 1 aprile 2017, 9:25
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2321
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Tra l'altro il convegno si svolge di lunedì. La maggior parte dei parlamentari arriva a Roma il martedì mattina e rientra a casa il giovedì sera... :eeeeh:

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


sabato 1 aprile 2017, 10:22
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3762
Rispondi citando
Riporto qui un estratto del comunicato stampa Lacquaniti che Fidenzio ha riportato per intero nella sezione legale:

Oggi il Ministro di Giustizia Andrea Orlando ha risposto alla mia interrogazione parlamentare. E ha riconosciuto le ragioni dei naturisti. Ha rimarcato come nei decreti attuativi “la sanzione è stata determinata nella misura più lieve tra quelle introdotte”. E ha evidenziato come “l’adeguatezza in concreto delle sanzioni determinata potrà essere riconsiderata”. E in questa prospettiva ha ricordato “la possibilità di emanare entro 18 mesi uno o più decreti correttivi ed integrativi. La norma lascia quindi aperta la strada legislativa per eventuali correttivi ritenuti necessari”.
Un primo passo concreto e una indicazione operativa nel senso voluto di non penalizzazione e tutela di una pratica lecita e diffusa.


Ora io francamente, in attesa di questo primo passo che siamo sul punto di compiere da almeno una cinquantina d'anni, di concreto in questa risposta scritta in squisito politichese ci vedo pochino:
in sostanza il ministro dice che le sanzioni sono già le più basse, ma che potranno (non che lo saranno!) essere modificate nei prossimi anni coi decreti attuattivi, se se ne vedrà l'opportunità....
Magari sono pessimista?

_________________
nemo


sabato 1 aprile 2017, 12:02
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 535
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Oggi pomeriggio a Ravenna era presente il ministro Orlando per una manifestazione a sostegno della sua candidatura a segretario del PD.
Ho approfittato di questo evento ed alla fine sono riuscito a scambiare qualche parola velocemente ed a consegnargli personalmente una lettera contenente le mie opinioni in materia simili a quelle del post poco sopra.
Spero che sia stata utile


sabato 1 aprile 2017, 22:23
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3762
Rispondi citando
Certo Fidenzio:
io ho qualche dubbio che nei decreti attuativi si possa arrivare a mettere una cosa così articolata e specifica simile a quella che hai scritto sopra!
(in pratica una mini-legge sul naturismo con tanto di "cappello" che ne elogia le virtù: per quel pochissimo che ne so, specie in un decreto attuativo, fatico a vedercela....)
però hai fatto comunque una grande cosa per il semplice fatto di aver avvicinato il ministro cercando di sensibilizzarlo sul tema!
Se poi sarà servito a qualcosa...vedremo!

_________________
nemo


sabato 1 aprile 2017, 22:39
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2321
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Mi congratulo con Fidenzio ma continuo ad essere scettico...

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


domenica 2 aprile 2017, 17:55
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3762
Rispondi citando
Comunque secondo me l'importante era sottolineare il problema creato da questa depenalizzazione, poi, allo stato attuale, non credo che il ministro avrebbe potuto rispondere in maniera molto più concreta di quanto ha fatto: è già importante che abbia preso atto che il problema può esistere!

D'altra parte il punto è se, di regola, il nudo al mare possa essere sanzionato oppure no: l'entità della sanzione ha senz'altro una sua importanza, ma molto relativa, a meno che la multa non sia così ridotta da essere sostanzialmente simbolica!

Altrimenti non resta che sperare nelle aree dedicate, che possono essere istituite già oggi, senza bisogno di nessuna legge: solo che quasi nessuno le vuole fare!

Forse da questo punto di vista la depenalizzazione potrebbe aiutare, incoraggiando i sindaci a consentire una pratica meno "proibita" di prima dal punto di vista legale, ma è una cosa tutta da verificare......

_________________
nemo


lunedì 3 aprile 2017, 12:30
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 18 giugno 2010, 22:19
Messaggi: 535
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Qui sopra scrive Carlo: “Altrimenti non resta che sperare nelle aree dedicate, che possono essere istituite già oggi, senza bisogno di nessuna legge: solo che quasi nessuno le vuole fare!”.
Non essendoci alcuna legge in materia, mi risulta che i sindaci possano dedicare delle aree ad una categoria di cittadini se non vanno contro al codice penale.
Quindi dal momento che il naturismo , come sentenziato da numerose sentenze, non viola il codice, in particolare, se praticato in aree appartate e segnalate, ai naturisti può anche riservare delle aree e non può invece riservare delle aree per il furto ai ladri.
Il fatto di poter stare nudi non dipende (come si è visto più volte anche a Ravenna) dal consenso del sindaco ma dove il naturismo si pratica!.


lunedì 3 aprile 2017, 14:33
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3762
Rispondi citando
Naturalmente se per spogliarsi non servono aree dedicate, le denunce ai naturisti sono evidentemente frutto della fantasia troppo accesa di qualche giornalista.

Se così non fosse però, il fatto che l'"atto contrario alla pubblica decenza" eventualmente costituito dal nudo in pubblico, venga considerato non più un reato, ma solo un illecito amministrativo potrebbe, molto in teoria, rendere più facile, almeno per quei pochi sindaci disposti a farlo, la realizzazione di zone naturiste anche in aree relativamente frequentate e non troppo isolate purché debitamente segnalate.

_________________
nemo


lunedì 3 aprile 2017, 16:20
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1297
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
visto che a Ravenna passate le 100 assoluzioni ormai archiviano senza neanche fare i processi...


lunedì 3 aprile 2017, 16:57
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3762
Rispondi citando
Qui sembra che i problemi dei naturisti riguardino solo il Lido di Dante....

_________________
nemo


lunedì 3 aprile 2017, 18:49
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 17:24
Messaggi: 1297
Località: Vicenza
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
non è colpa nostra se frequentatori di altri luoghi non partecipano alla discussione comunque se torni all'inizio del t si parla di un'iniziativa di più associazioni per far sì che anche altrove sia come lido di dante
ps se a lido di dante si può stare nudi non è piovuto dal cielo è perchè c'è stato chi invece che pagare un verbale da 50 euro ha preferito andare a processo


lunedì 3 aprile 2017, 19:46
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 40 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010