Oggi è giovedì 29 giugno 2017, 7:29



Rispondi all’argomento  [ 135 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8, 9  Prossimo
 Ortisei (Bz) - Mar Dolomit 
Autore Messaggio
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 19:50
Messaggi: 4496
Località: Brianza
Genere (M/F): Maschio
Profilo facebook: https://www.facebook.com/luigi.p.silva
Rispondi citando
naturosi ha scritto:
Su Alex concordo con te, è un vero peccato che ci abbandoni ma ....
I suoi ottimi aufguss li ricordo ancora con piacere...

Idem! :great:


lunedì 20 aprile 2009, 11:08
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 19:50
Messaggi: 4496
Località: Brianza
Genere (M/F): Maschio
Profilo facebook: https://www.facebook.com/luigi.p.silva
Rispondi citando
AVVISO

Il Mardolomit è attualmente chiuso.
Riaprirà il 21 maggio con orario estivo.

Per la sauna:
martedì e venerdì dalle 14.00 alle 22.00
sabato e domenica dalle 14.00 alle 20.00
chiusa negli altri giorni

Ricordo, inoltre, che, nella stagione estiva, nel reparto sauna è aperto solo il piano superiore.


venerdì 1 maggio 2009, 8:15
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: domenica 11 novembre 2007, 21:55
Messaggi: 46
Rispondi citando
Sarò qualche giorno ad Ortisei e ne approfitterò per visitare il Mar Dolomit. Mi chiedevo... nella struttura c'è la possibilità di avere massaggi? Dal sito internet non mi risulta. Conoscete qualche opportunità per i massaggi in quel di Ortisei? Grazie a tutti.


mercoledì 29 luglio 2009, 22:34
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: domenica 11 novembre 2007, 21:55
Messaggi: 46
Rispondi citando
Ho visitato il Mar Dolomit e mi son dato la risposta che cercavo: sì, nel centro vi è un'area massaggi a disposizione su appuntamento.
Ho trovato il Mar Dolomit molto piacevole per quanto riguarda la zona piscine, discreto per l'area Sauna. Nudità obbligatoria rispettata, frequentazione mista, Aufguss ogni due ore circa. Forse il tutto un po' dispersivo perchè suddiviso su più livelli ma comunque promosso pur non essendo come l'ottima Acquarena. Una grossa pecca, l'apertura infrasettimanale solo il martedì e venerdì.
Buona l'idea di mettere bicchierini porta-sale all'ingresso del bagno turco, piccola invece, troppo piccola l'area naturista esterna (4 sdraio e niente più) talmente ridotta che sia per la posizione, sia per il divisorio con il prato piscine, non vi è praticamente possibilità di prendere sole.


lunedì 24 agosto 2009, 12:12
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: mercoledì 17 dicembre 2008, 12:33
Messaggi: 24
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ultimo centro visitato nel mio tour estivo il mar dolomit.
Non mi ha fatto una gran impressione.....
Parte esterna decisamente inesistente......solo lo spazio per 4/5 lettini uno sopra l' altro....nel periodo estivo buona parte del centro è chiusa compreso la vasca idromassaggio esterna e la sauna al suo fianco....
Presenza di un solo addetto ( che segue anche il bar...e fa anche le gettate......)
Brutte le due vaschette idromassaggio con acqua decisamente calda al loro interno.......


giovedì 27 agosto 2009, 16:52
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Finalmente sabato scorso sono passato anch'io al Mardolomit.

Buona accoglienza alla cassa, spogliatoi vecchiotti ma puliti.
Pochi clienti, corretti e discreti (la maggior parte locali).
Come già riportato le saune sono numerose ed alcune decisamente carine.
Bella la Kelo esterna e molto calda la finlandese interna.
Favolosa la biosauna con la colonna di bollicine: mi sono steso su un lettino ad acqua e credo di esserci rimasto quasi un'ora :oops:
Così così i bagni turchi, da vedere la sauna con le pietre ...
Confermo la varietà e la gradevolezza delle docce, come la validità degli idromassaggi (seppur piccolini).
Aree relax non molto grandi e poco isolate dai rumori.
Simpatico il piccolo bar e costanti i controlli da parte degli addetti.
Stile architettonico vario ed incomprensibile nel piano superiore (legno, piastrelle moderne, lampadari in cristallo, vetri decorati, piante e fiori finti ...).
Ho provato un aufguss ed è stato eseguito con stile ed efficacia, usando essenze di qualità.
Da martedì a sabato massaggi su prenotazione, che non ho provato.

Il centro è tappezzato di cartelli con le regole per una buona sauna e sono a disposizione dei clienti mini guide con le caratteristiche e le indicazioni di ciascuna cabina.
Ottimo il tabellone con il programma degli aufguss, dove vengono usati simboli che rappresentano l'intensità e la durata della gettata: * aufguss soft 15 minuti, ** aufguss medio 12 minuti, *** aufguss forte 8-10 minuti, **** aufguss molto forte 6-8 minuti, 3+1 = tre giri rinfrescata e quarto intenso.
Inoltre viene anche indicato se durante la gettata si può parlare o bisogna restare in silenzio.
Così chi entra in sauna sa esattamente chi eseguirà l'aufguss, cosa farà, quanto durerà e se bisogna tacere.
L'ho trovata una cosa molto utile, sia per i frequentatori abituali che per gli inesperti.
Sarebbe interessante diffondere l'idea presso altri centri, perché aggiunge qualità all'offerta senza comportare alcun costo.

Nel complesso il Mardolomit mi è piaciuto e si pone ad un buon livello, seppur inferiore al Cron o all'Acquarena.
Consigliato durante la settimana e nei periodi di minor afflusso. Molto rilassante.
Ci tornerò.

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


sabato 31 ottobre 2009, 17:17
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: martedì 8 maggio 2007, 23:15
Messaggi: 937
Località: Planet Earth
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Sfruttando l'ingresso omaggio che ho ricevuto quando ho fatto l'abbonamento annuale all'Acquarena, sabato mi sono deciso di tornare a vedere - a distanza di un anno - il bel Mardolomit. Si è trattata, in realtà di una fuga, visto che gli ultimi finesettimana un po' troppo sovraffollati a Bressanone o a Riscone mi hanno spinto alla ricerca della pace e del relax, cose che d'altronde in sauna uno dovrebbe aspettarsi per definizione, ma che evidentemente per esigenze di bilancio o di eventi da festeggiare pare siano veramente difficili da trovare nelle saune durante i weekend. Cercarle a Ortisei era un rischio, visto che il centro non è poi particolarmente grande e la possibilità di trovarla piena non era poi troppo remota.
Ritornando all'esperienza dell'anno prima, avevo trovato il centro veramente molto raffinato e con uno stile elegante.
Frequentato soprattutto da clienti abituali, mi era sembrato un po' un salotto dove vecchi amici si incontrano quotidianamente. Ero rimasto un po' spiazzato dal vedere persone chiacchierare tranquillamente in contesti come l'Aufguss, dove di solito si cerca la pace sia fisica che mentale, in modo da far fuoriuscire nel calore della gettata le energie negative dal corpo. La cosa non mi ha realmente infastidito... ero più che altro stupefatto... ma paese che vai, usanza che trovi. Magari è bello anche così.
Ma veniamo a sabato 14 novembre.
Con l'idea di entrare nella struttura all'orario della sua apertura in modo da non essermi perso nulla nel caso in cui avessi deciso di andare via per l'eventuale sovraffollamento, sono partito dopo essermi sincerato di avere il mio iPod carico in modo da passare anche un po' di tempo su qualche lettino rilassante in compagnia della bella musica che piace a me. In particolare, avevo già sperimentato altrove le piacevoli ronfate sulle note dell'ultimo cd dei Placebo ed era un'esperienza che volevo riprovare, appunto, al Mardolomit.
Dopo aver verificato sul sito http://www.mardolomit.com che l'orario di apertura era previsto per le ore 14.00, ho messo in borsa anche un panino ed un paio di lattine di pepsi cola, non si sa mai che nel corso della giornata non si abbia bisogno di una ricarica di zuccheri.
Arrivato un pochino in anticipo rispetto alla mia tabella di marcia, ho fatto un paio di giri con la macchina per cercare un parcheggio che non fosse a pagamento. Pagare per il parcheggio è, infatti, una delle spese peggio sopportate, almeno credo. Appurato che a Ortisei si paga ovunque, mi sono deciso ad affrontare questa spesa e di lasciare la macchina proprio davanti al Mardolomit. Zona a strisce blu, si paga un euro l'ora fino alle ore 18.00. A parziale consolazione, si sono scordati di regolare l'orologio della macchinetta sull'ora legale, quindi essendo le due e non le tre, ho risparmiato subito un euro. La racconto come curiosità, visto che mi ricordo che l'anno prima era successa la stessa identica cosa. Tutto sommato, tre euro si possono anche spendere per stare lì circa sette ore.
Alla cassa sono stato accolto da una ragazza cortesissima, che si è dilungata in spiegazioni di vario tipo e, visto che è molto carina, l'ho lasciata parlare. Questa cassiera mi ha particolarmente colpito per avermi chiesto se volevo l'ingresso “per la piscina o per il wellness”. Adesso non so come la pensiate voi, ma a me è capitato per la prima volta di sentire l'addetta alla cassa chiamare la sauna “il wellness”. Di solito dicono sauna e basta. Secondo me, il fatto che abbia detto “il wellness”, è sintomatico di una consapevolezza da parte del personale della qualità del servizio che offrono. Dieci punti alla ragazza!
Dopo essermi cambiato, mi sono accomodato nella sala relax con la fontanella. Ho aspettato un pochino per non essere proprio l'unico a girare per il centro, visto che credo di essere entrato per primo e apparentemente non c'era nessun altro. Nel frattempo sono andato a farmi una doccia, pensando proprio alla recensione che avrei scritto e dove avrei fatto una breve divagazione considerando come, generalmente, tra le varie regole di sauna-etiquette non si rammenta quasi mai l'opportunità di fare una doccia saponata prima di accedere alle cabine. Il corpo reagisce molto meglio al caldo e il sudore che si crea è pulito e non maleodorante. Orgoglioso, quindi, della grande azione che avevo appena compiuto facendomi quella doccia, ho iniziato il mio giro delle saune. Ripromettendomi di contarle in seguito, visto che sono veramente tante, sono entrato nella finlandese interna. Ci ero già stato durante la mia prima esperienza e, in quell'occasione, avevo assistito ad un buon Aufguss di Alex, l'addetto alla sauna che era in servizio quel giorno. Chissà per quale motivo le cabine delle saune si fossilizzano nella mente e nel ricordo come molto più grandi di quello che in realtà sono. Infatti, mi sono stupito a notare di quanto piccola fosse la finlandese interna, visto che - come detto - me la ricordavo più spaziosa. Dopo una piacevole sudata, stimolata da una temperatura molto alta associata ad un tasso di umidità molto basso, sono tornato nella sala relax per prendere le mie cose e spostarmi nell'altra area relax che si trova nei pressi delle cabine del piano alto. La saletta, infatti, non è altro che una stanza e non si ha particolarmente l'impressione di essere in sauna. L'area dove mi sono spostato, invece, pur essendo vicino al passaggio delle persone, mi faceva sentire più immerso nella realtà in cui mi trovavo.
In quel momento ho incontrato l'addetto alla sauna in servizio quel giorno: si è trattato nientedimeno che del mitico e conosciutissimo Armin, detto "Banana", che deve gran parte della sua fama per essere uno stimatissimo giudice durante i campionati di Aufguss che ormai regolarmente si svolgono ogni anno al Cron4 di Riscone.
Finiti i saluti, ho tirato fuori il mio iPod e, come mi ero ripromesso, ho fatto partire l'album del Placebo "Battle For The Sun", finendo ben presto appisolato in una condizione di positivo relax. Finito il disco, sono riuscito a spostare il cursore del mio lettore mp3 su "Dark Horse" dei Nickelback che, pur essendo abbastanza tosto, mi ha accompagnato nel secondo pisolino consecutivo. Non so per quale fortunato motivo l'occhietto mi si è aperto a pochi minuti dalle quattro, ora in cui era in programma il primo Aufguss della giornata. Avevo già sentito parlare della lavagna con il programma degli Aufguss, dove sono indicati la cabina dove la gettata viene eseguita, l'esecutore, l'intensità (misurata in asterischi) e se durante l'Aufguss è consentito, o no, parlare. Tutto come già raccontato da altri, anche se le lettere S/N (si/no?) a proposito del parlare in sauna, non erano scritte per i singoli Aufguss.
Sabato tutte le gettate erano in programma nella bellissima sauna Kelo. Quando sono arrivato per l'Aufguss, il Meister Pauli aveva appena iniziato ed è stato molto cortese a farmi entrare lo stesso. Questo signor Pauli è un signore probabilmente oltre i sessanta, che ha un fisico e una condizione di forma invidiabili. Ma la sua caratteristica che per pochi secondi mi ha lasciato un punto di domanda stampato in fronte, è che esegue gli Aufguss completamente nudo, insomma... nudo come un verme. Non mi era mai capitata una cosa del genere, anche se avevo già sentito che a Ortisei, dove storicamente sono nate le prime saune in Alto Adige, spesso capita di assistere agli Aufguss eseguiti in questo modo. Si tratta, evidentemente, di un residuo delle vecchie tradizioni dove, un tempo, le gettate di vapore si facevano così. Comunque sia, la struttura della Kelo fa sì che le parti intime del signor Pauli non finiscano mai davanti alla faccia di qualcuno del pubblico, quindi la cosa potrebbe essere sopportabile anche per chi è più sensibile a queste cose. In ogni caso, persone impressionabili non mi è sembrato che ce ne fossero, quindi va bene così. La Kelo era ben frequentata: tutti seduti in una posizione comoda, era quasi piena. Pauli è stato molto bravo. Usando solo l'acqua (non il ghiaccio, quindi), a ogni giro ha versato sei mestoli sulle pietre. Sventolate regolari e tranquille. Tra il secondo ed il terzo giro Pauli ha annunciato l'ultima tornata di sventolate, dicendo che dopo saremmo usciti tutti per respirare un po' e - chi voleva - poteva rientrare per un ultimo giro alla menta. Così è stato, tutto ok.
Tornando al mio posto, ho notato meglio la lavagna e ho visto che lo stesso Pauli era in scaletta anche per l'Aufguss delle cinque e delle sei, mentre alle sette ci sarebbe stato Armin. Con l'idea di liberare Pauli dall'incombenza di fare tre Aufguss di fila, ho offerto ad Armin la mia disponibilità ad eseguirne uno, visto che all'Acquarena di Bressanone ogni tanto mi capita di farne e mi ci diverto molto. Detto/fatto, il mio nome è finito sulla lavagna, però - con un po' di sorpresa da parte mia - al posto di Armin alle sette. Immaginando che la gente sarebbe aumentata con il calar della sera, avrei preferito farlo subito alle cinque, un po' per non avere troppi testimoni della mia eventuale figuraccia, un po' per alternare gli Aufgussmeister, visto che ho la sensazione che la cosa diventi noiosa se a fare gli Aufguss è sempre lo stesso, e un po' anche perchè immaginavo che le persone ci tenessero particolarmente a vedere Armin all'opera. Comunque, il capo era lui, se ha deciso così, un motivo ci sarà.
L'Aufguss delle cinque, eseguito dunque ancora da Pauli, è stato identico a quello precedente. Ho notato solo l'inizio, che alle quattro mi ero perso, in cui Pauli ha iniziato a versare l'acqua sulle pietre senza prima dire una parola di presentazione. Anche alle sei ho assistito ad un Aufguss-fotocopia. Come detto, l'esecuzione l'ho trovata apprezzabile, forse poteva mettere qualche goccia in più degli oli essenziali, visto che non sono riuscito ad identificare (o a sentire) i profumi dei primi tre giri. Comunque, oltre che da me, l'Aufguss è stato apprezzato dal pubblico presente che, però, in maniera un po' inaspettata, è diminuito di Aufguss in Aufguss.
Ripromettendomi di usare le stesse dosi usate da Pauli, ho deciso di fare il mio Aufguss delle sette utilizzando la lavanda e facendo solo i tre giri "canonici", senza rientrare. Purtroppo non avevo con me il mio asciugamano "da battaglia" e quello che Armin mi ha prestato l'ho trovato un po' grande. Non volendo creare fastidi, ho fatto il mio Aufguss con quello che che c'era... l'importante era di poter dire di aver fatto un Aufguss nella mitica Kelo del Mardolomit e quello sono riuscito a farlo, credo senza infamia e senza lode. La cosa che mi ha stupito, più del caldo alle mani e del legno rovente sotto i piedi, era il numero di persone presenti all'Aufguss delle diciannove: dodici, per giunta tutti uomini.
Sopravvissuto a questa esperienza, non pensavo che la vera impresa fosse ancora da compiersi. Infatti, alle otto era il turno di Armin. Presentatosi in sauna alle otto in punto, ha iniziato senza prima ventilare la Kelo, quindi già il primo giro era bello "robusto". Comunque, c'è poco da fare... quando uno gioca in casa con gli Aufguss, si vede. Armin è stato bravissimo, elegantissimo ed efficacissimo. Si è presentato con un grande secchio pieno di ghiaccio che ha poi posato con un mestolone sulle pietre. Divertente da vedere, efficace da sentire. Persone presenti: sette.
Superato a stento l'Aufguss più forte della giornata, stavo boccheggiando davanti alla Kelo interrogandomi sull'esistenza – o meno - di Dio per eventualmente ringraziarlo di avermi fatto decidere di stare seduto basso, quando due di quei sette presenti hanno provocato Armin chiedendogli di rientrare per fare il quarto giro. Banana non s'è l'è fatto dire due volte e si è rientrati. Io forse avrei fatto anche a meno, ma siccome eravamo veramente in pochi, ogni assenza si sarebbe notata e non volevo fare questa figuraccia. Si è trattato di un giro solo, ma di quelli che si sentono. Bravissimo.
L'Aufguss delle nove non ha avuto luogo per mancanza di vittime da sacrificare. Già al ritorno dall'Aufguss delle otto, ho notato che gli ospiti presenti erano ormai veramente pochi.
Di questo pomeriggio mi ha colpito soprattutto il flusso di clienti, molto diverso da quello che mi capita di vedere altrove, come ad esempio a Bressanone o a Riscone. Vedere un centro del genere semideserto in un noioso ed un annuvolato sabato pomeriggio, lascia veramente perplessi. A quanto pare, il Mardolomit soffre più di altri centri la stagionalità e, a quanto pare, il grosso dei clienti arriva in concomitanza con la stagione sciistica. Dopo aver visto i pienoni dell'Acquarena e del Cron4 negli ultimi due finesettimana, questa calma piatta mi pare quasi inspiegabile. Non so se dire "per questo motivo" oppure "nonostante questo motivo" mi sento assolutamente di raccomandare il Mardolomit per un piacevole pomeriggio in sauna.
Alla fine il giro per contare le tante saune non l'ho fatto: l'ho chiesto direttamente ad Armin che mi ha rivelato che sono undici, anche se non so se ha contato anche quelle a raggi infrarossi nella sala relax.
Tutto molto pulito, tranquillo, elegante. Ci tornerò presto.


domenica 15 novembre 2009, 2:40
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
E bravo Chris :great:

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


domenica 15 novembre 2009, 23:42
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 19:50
Messaggi: 4496
Località: Brianza
Genere (M/F): Maschio
Profilo facebook: https://www.facebook.com/luigi.p.silva
Rispondi citando
Davvero un bel racconto.
Bravo Chris :great:


lunedì 16 novembre 2009, 8:58
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: domenica 11 novembre 2007, 21:55
Messaggi: 46
Rispondi citando
Davvero un bel post, Chr!
Confermo anch'io l'ottimo aufguss di Armin, che provai quest'estate. Non si discutono le sue abilità di Aufgussmeister.
Eppure... all'Acquarena, il religioso silenzio, l'atmosfera, rendono il tutto più rilassante, quasi...sacro.


lunedì 16 novembre 2009, 14:42
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: lunedì 4 gennaio 2010, 3:50
Messaggi: 2
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
salve,volevo sapere se c'è qualcuno che frequenterà il mar dolomit dal 9 al 16 gennaio in modo da potermi illuminare su funzionalità e metodo della sauna. grazie :inchino:


lunedì 4 gennaio 2010, 15:45
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:00
Messaggi: 6049
Località: Oggi qui Domani là
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ciao
al Mardolomit i regolamenti sono appesi un po' ovunque e c'è un fascicolo, a disposizione dei clienti, con le modalità di utilizzo e le proprietà di ciascuna sauna.
Eventualmente chiedi agli addetti ;)

_________________
La vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia
(M. Gandhi)


lunedì 4 gennaio 2010, 18:41
Profilo
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 22 gennaio 2007, 17:15
Messaggi: 317
Rispondi citando
Settimana di capodanno ad Ortisei per bellissime sciate e naturalmente frequentazione del Mardolomiti (purtroppo solo per tre giorni); é il secondo anno che vado ad Ortisei e nonostante il Mardolomiti non sia la mia struttura preferita dell'Alto Adige, devo dire che la parte esterna con piccolo idromassaggio e sauna Kelo è semplicemente stupenda; solo questa parte merita una visita al Mardolomiti.
Detto questo volevo solo puntualizzare che nonostante la notevole affluenza, la regola della nudità veniva fatta rispettare con rigore. Un giorno il buon Armin alla fine di una ventilazione è uscito dalla kelo e ha trovato 3 donzelle col costume nell'idro; dopo un primo invito (non accolto) a togliere il costume o a lasciare la zona sauna, Armin con tono perentorio ha indotto le donzelle ha andarsene.
Ben fatto e speriamo che si continui così!


giovedì 7 gennaio 2010, 22:12
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: martedì 28 luglio 2009, 0:23
Messaggi: 2
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
ciao a tutti,

qualche giorno fa sono stato al Mardolomit di Ortisei. devo dire che lo consiglio a tutti. lo avevo visitato per caso circa 6 anni fa in estate ed era presente solo la zona delle saune e delle due vasche idro. Poi avevo letto che avevano inserito una zona soppalcata con il bar e accanto un'altra area relax, devo dire molto bella.

infine per caso quando stavo per andare via ho scoperto tuttta un'area nuova, almeno per me, che comprende sala riposto, biosaune, relax al caldo e ancora lettini gonfiabili, e poi ... si esce fuori da delle scale e in inverno si cammina sulla neve per andare in una vasca idro all'aperto e in una specie di piccola baita con doccia e sauna.

Davvero super, tutto peraltro nudista obbligatorio e ho visto uno degli inservienti sgridare una coppia di stranieri perchè non erano nudi.

unica nota negativa: avevo preso in noleggio il telo, e me lo hanno tolto durante una sauna, non era più nel suo armadietto ...

pertanto ho dovuto proseguire con uno mio, che per fortuna avevo portato di scorta. Solo che questo scherzo mi è costato 10 euro di cauzione andata persa in totale 30 euro invece di 20.

ho visto anche altri girare nudi alla ricerca del loro telo, ora non so se si tratta di un caso o meno, certo però che ho chiesto agli inservienti aiuti e non mi hanno dato niente, mi hanno detto di cercare un altro telo e di prenderlo ... in altri termini se non avessi avuto il mio ... sarei stato fregato

E come avrei fatto ad asciugarmi? Nemmeno pagando me ne hanno voluto dare un altro... per questo vi consiglio di portare il vs e magari bello colorato in modo che non si faccia confusione e se uno lo prende per sbaglio ... lo si può riconoscere subito e farselo restituire

per il resto ... super
ciao


venerdì 8 gennaio 2010, 0:39
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 11:19
Messaggi: 111
Rispondi citando
Sono stato al Mardolomit domenica 3 gennaio e confermo la buona impressione del centro, anche se achitettonicamente non è nulla di eccezionale.
Nota positiva, la bella sauna finlandese esterna dove ho partecipato a due aufguss veramente tosti da ben 15 minuti, con la raccomandazione di: "Siete pregati di non uscire durante l'aufguss !!!".
Nota negativa, il bagno turco al primo piano, tutto in plastica arancione che sa tanto di prefabbricato.
Per quanto riguarda il furto di asciugamani espresso da "Saunetto", non mi sento nemmeno di escluderlo, dato che mentre mi cambiavo nello spogliatorio per uscire, è entrato un discreto numero di persone provvenienti dalle piste da sci e che sono entrati in sauna nudi, senza accappatoio e senza ciabatte, non stento a credere che se ne siano poi procurato uno in loco....
Consiglio anch'io di portarsi gli ascigamani da casa e di colore bello riconoscibile.
Nota divertente: una giovane ragazza viene richiamata e fatta uscire dal bagno turco da un addetto dell'assistenza, perchè entrata con l'asciugamano e le ciabatte, mentre l'assistenze gli spiega le regole della sauna, l'espressione della ragazza era: "No dico...non vorrai mica che mostro le tette a tutti..."

Ciao.


venerdì 8 gennaio 2010, 14:32
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 135 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8, 9  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010