Oggi è martedì 22 agosto 2017, 5:23



Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
 Saillon (Svizzera) - Les Bains de Saillon 
Autore Messaggio
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: sabato 1 dicembre 2007, 16:08
Messaggi: 364
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
fambros ha scritto:
bella gita ieri a Les Bains de Saillon nel Canton Vallese con gli amici ciobin75 e capitan1cino ( Diem ti consegnano un asciugamano loro :) )

splendida sosta gastronomica al ritorno :amore:


Ebbene si confermo tutto quello che ha detto il buon fambros.
Seconda visita a Saillon nel giro di un mese, ieri la capitano tour aveva programmato una trasferta in quel di Pontresina. ma visto che il passi alpini che conducono in Engadina ieri erano chiusi a causa del rischio elvato di slavine, all'ultimo momento il capitano riprogramma la rotta verso occidente destinazione Canton Vallese. (con la Perrytour queste cose non sono mai successe il tempo è sempre stato bello :rotfl: )
Nel giro di 20 giorni c'è questa novità a Saillon: l'area saune esterna attigua all'area piscine. Un vero peccato per la regola del costume obbligatorio riportata con delle scritte (solo in francese) fino alla nausea dall'uscita delle piscine fino all'ingresso della nuova area e su tutte le porte delle saune e del bagno turco. Speriamo almeno per il futuro, che avendo creato questa nuova area, nello spazio carpe diem venga imposta la nudità obbligatoria in tutta l'area. Unica nota negativa già notata l'altra volta è la sauna finlandese esterna molto umida. Nonostante l'igrometro segnava 15% di umidità, è stata concepita male con un braciere a ridosso del gradino più basso se uno inciampa per sbaglio finisce con le chiappe direttamente sulle pietre roventi. :yikes:

Veramente ottima la cena scelto il ristorante lungo la strada cantonale anche se molto chicchettoso il prezzo è stato contenuto e il cibodi buona qualità.

Da tornare di sicuro a Saillon ma per la prossima volta meglio un we in giornata è bello ma anche faticoso, meno male che guidava il capitano e ho potuto sonnecchiare un pò lungo l'ascesa del Sempione :faint: .

ciao a presto.

_________________
Fabio

Naturismo è vita, Naturismo è LIBERTA'


domenica 27 dicembre 2009, 22:55
Profilo
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: sabato 21 giugno 2008, 14:14
Messaggi: 303
Località: Milano
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
fambros ha scritto:
bella gita ieri a Les Bains de Saillon nel Canton Vallese con gli amici ciobin75 e capitan1cino (che ci ha fatto da guida e da autista :ciao: )
confermo i report esaurienti di Spandy (sia il suo report che alcune altre precisazioni successive su Saillon) e Ciobin75 con l'aggiunta che e' stato edificato un complesso di saune all'esterno in legno molto belle ed eleganti con turco, finlandese e biosauna piu' area relax e sala di disimpegno con focolare con sedute in legno intorno: tutto molto bello ed elegante ma un piccolo particolare questo nuovo complesso e' raggiungibile direttamente dalle piscine tessili e vige l'obbligo dell'uso del costume da bagno in questo complesso :tic:

...... edit


Complimenti a Fambros e soci per la bella gita e accurato aggiornamento su Saillon. :great:
Non ho chiaro perfettamente alcune novità descritte nel giardino…. :?:
La vecchia sauna finlandese con vasca di reazione vicina è sempre fkk , rimane quindi separata dal nuovo complesso pur essendo entrambe nell’area giardino?
Inoltre il nuovo complesso saune, è costruito nella zona sottostante alle piscine esterne, oppure più vicino alla vecchia sauna finlandese esterna e quindi allo spazio Carpe Diem?
Ad ogni modo Saillon rimane sempre un bel centro ed al pari di Leukerbad (3 ore) è raggiungibile facilmente anche in condizioni di forti nevicate ; ed in condizioni favorevoli in circa 3.10 min max 3.20
Come ha rilevato Ciobin poter saltare (attraverso il trenino) il passo del Sempione, che di per sé non è particolarmente impegnativo, ma pur sempre non breve, è un bel vantaggio. :)
A Valle le strade son sempre pulite e la strada per Saillon praticamente è tutta dritta da Briga. 8)
Inoltre sarebbe interessante sapere se vale ancora la vecchia regola per cui una volta usciti dal carpe diem andando in piscina, non è più possibile rientrare.....
Questo a mio avviso è un grosso limite di Saillon che ad es. all'Alpentherme non c'è anche se a dir il vero quest'ultimo costa un pò ma di più, ma come area saune il villaggio vallesano a mio avviso è più carino. ;)

:tearsbye:


lunedì 28 dicembre 2009, 13:24
Profilo
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: sabato 1 dicembre 2007, 16:08
Messaggi: 364
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Spandy ha scritto:
Complimenti a Fambros e soci per la bella gita e accurato aggiornamento su Saillon. :great:
Non ho chiaro perfettamente alcune novità descritte nel giardino…. :?:
La vecchia sauna finlandese con vasca di reazione vicina è sempre fkk , rimane quindi separata dal nuovo complesso pur essendo entrambe nell’area giardino?
Inoltre il nuovo complesso saune, è costruito nella zona sottostante alle piscine esterne, oppure più vicino alla vecchia sauna finlandese esterna e quindi allo spazio Carpe Diem?


Allora ecco le precisazioni da te richieste: lo spazio Carpe Diem è rimasto immutato tutto uguale a prima nessuna modifica. Permane anche la regola di un solo passaggio verso l'area suddetta non è possibile andare avanti e indietro dalle piscine. La sauna finlandese seppur come ho detto prima ha qualche difetto (troppo umida) e la vasca di reazione rimangono fkk (optional) come tutto il carpe diem.

La nuova area saune è a livello delle piscine nel prato che si trova dopo la piscina per il nuoto quella a 28°C. L'accesso all'area è libero e compreso nel pacchetto piscine e ci si può arrivare anche dalla piscina interna si esce dal lato verso il ristorante , si gira a destra fiancheggiando una delle 2 piscine esterne, dopo di questa si gira a sinistra e con una passerella ancora provvisoria si arriva alla nuova area saune. All'uscita della piscina interna ci sono a disposizione dei clienti delle ciabatte tipo crocks se non volete andare con le vostre o a piedi nudi visto il freddo. oltre alle "crocks" la direzione mette a disposizione anche un disinfettante tipo amuchina da usare sulle ciabatte. La nuova area non è comunicante con il carpe diem e viceversa le due aree sono su piani diversi e quindi ognuna indipendente e isolata dall'altra.

_________________
Fabio

Naturismo è vita, Naturismo è LIBERTA'


lunedì 28 dicembre 2009, 16:58
Profilo
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: sabato 21 giugno 2008, 14:14
Messaggi: 303
Località: Milano
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
@ Ciobin 75


Grazie per le risposte, :)
Adesso mi è più chiaro, così come purtroppo hanno voluto impostare il nuovo complesso; peccato xchè una espansione del carpe Diem sarebbe stata proprio il massimo;
Nel giardino hanno un sacco di spazio, probabilmente l'unico vero motivo, per cui l'esterne nuove (sono saune costumate ) è che vi sono molti appartamenti che si affacciano sul giardino oltre alle piscine che rimangono cmq tessili.
L'ideale sarebbe almeno aggiungere allo spazio carpe diem, un'altra sauna esterna (più grande) ma con stufa centrale in modo da poter fare gli aufguss :ghgh:

:tearsbye:


martedì 29 dicembre 2009, 14:24
Profilo
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 23 maggio 2008, 22:18
Messaggi: 475
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ciao atutti
Domenica 24 piacevole gita con la famiglia in quei di Saillon, la mattinata trascorsa in piscina , abbiamo anche visionato la nuova area saune, quasi deserta e con la deludente scelta dell'obbligo del costume, riportato con svariati cartelli e con ragazza che lo puntualizzava,
Peccato perche come area è abbastanza carina.
verso l'una ci siamo spostati nello spazio Carpe Diem, che per noi rimane una bellissima zona di benessere.
Come da sempre non obbligo, ma raccomandazione di nudità, e come sempre una situazione di equilibro con grande rispetto, abbiamo anche assistito ad un richiamo ufficiale verso un'uomo che portava un costume tipo boxer, la ragazza del centro, con gentilezza ,gli ha imposto di toglierselo!
Per nostra figlia ( Tessile) :yikes: era la prima esperienza con le saune, ma al primo tentativo di entrare è rimasta terrorizzata dal calore e ha desistito, mi ha comunque promesso che ritenterà. in compenso ha apprazzato tantissimo il massaggio rilassante che gli avevamo per lei riservato.
Le ragazze del centro per questo sono molto brave! :battilemani: :battilemani:
Visto la possibilità di compilare un modulo di suggerimenti, non abbiamo perso occasione per consigliare, anche alla luce del nuovo reparto saune tessili, di modificare lo spazio carpe diem in 100% fkk.
un saluto :tearsbye: :tearsbye: :tearsbye: :tearsbye:

_________________
Francy & Susy


venerdì 29 gennaio 2010, 0:11
Profilo
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 24 agosto 2007, 13:56
Messaggi: 391
Rispondi citando
Ciao belli....Eccoci dopo una fantastica vacanza con mia moglie a Saillon...spero sia utile a tutti voi....

L’albergo
Al nostro arrivo siamo accolti in modo più che gentile dalle receptionist. Con qualche sforzo ed un po’ di fortuna si può sperare in un dialogo in inglese (scordatevi l’italiano), ma di fatto loro preferiscono parlare Francese svizzero.
La camera è stupenda, bellissima, ordinata e pulita....siamo in Svizzera, che ve lo dico a fà...Al suo interno troviamo già tutto l’occorrente per l’area termale (due accappatoio bianchi e due ciabatte, oltre a numerose salviette in bagno): noi ci siamo portati l’occorrente da casa ed usiamo dunque il nostro. Vi consiglio di portarvi delle ciabatte (ridige e non di spugna come quelle dell’hotel, che vi renderebbero difficile la permanenza nelle aree “acquatiche”).
Non perdiamo tempo e, vestiti di accappatoio, usciamo dalla nostra camera per dirigerci verso l’area termale. Fa un po’ effetto muoversi all’interno di un quattro stelle vestiti di solo accappatoio...

L’area termale
L’area termale è al primo piano, raggiungibile dall’ascensore. Il vantaggio è indubbio: saltiamo ogni coda e rallentamento provocato dall’afflusso turistico alle terme.
Da subito, noto un lato non tanto piacevole, assolutamente tipico e frequente nei centri termali svizzeri e francesi: per accedere all’area acquatica e dunque al proprio armadietto, è necessario attraversare il “muro” di cabine, nelle quali, in giorni particolarmente affollati, c’è sempre qualcuno che si cambia. Il risultato è la perdita di qualche minuto nell’attendere che almeno un “buco” si libero per passare dall’altra parte.
Ce l’abbiamo fatta. Siamo nel centro termale. Il primo impatto è molto piacevole. C’è una piscina interna molto grande, nel cui centro ci sono un ampio idromassaggio (circa 10 persone) e qualche cigno per la cervicale. Tutti i bordi della piscina sono attrezzati con idrogetti multifunzione.
Decidiamo di uscire e provare le piscine esterne. Ce ne sono tre: due di queste sono piscine termali, con tanto di idrogetti, cigni cervicali ed idromassaggi; la terza è una piscina che loro chiamano “olimpionica”, ma, visto che pratico nuoto da molto tempo, posso garantire che non è niente di più di una 25 mt senza galleggianti in cui si può piacevolmente sbracciare: mai vista un’acqua più pulita all’interno di una piscina da nuoto.
Faccio presente che gli idromassaggi delle due vasche esterne sono spesso affollatissimi, e molte persone che abbiamo trovato erano un tantino egoiste, al punto di non fare un solo ciclo di idromassaggi bensì continuare a stanziare stravaccati mentre molte persone erano in attesa.
Sempre all’esterno, a circa 30 mt dall’uscita dall’interno, c’è un piccolo complesso di legno, una sorta di casetta, in cui ci sono sauna secca, biosauna, bagno turco aromatizzato, sala riposo, doccia scozzese e bassin gelato (terrificante nell’ottica di un autentico percorso kneipp). Molto bella la stufetta con il fuoco per scaldarsi ed asciugarsi in seguito alla doccia. Nota non troppo positiva, ma forse solo per noi italiani abituati al caldo: per accedere a tale struttura di legno occorre camminare esternamente. Abbbiamo tuttavia notato che è in progetto l’ampliamento dell’area esterna, che preverebbe l’aggiunta di un percorso acquatico per raggiungere la spa esterna.

Carpe Diem
Non possiamo di certo rinunciare all’accesso al Carpe Diem. Chiunque sia intenzionato a pernottare nell’hotel, deve sapere sin dall’inizio che non ha comunque libero accesso al Carpe Diem, bensì deve pagare una cifra, ovviamente ridotta. Lo specifico perchè nel sito di Saillon non è molto chiaro. Se non ricordo male, l’ingresso per i residenti costa 25 Franchi svizzeri a testa, mentre ai turisti esterni dovrebbe costare circa 35 Euro. Non poco se si considera cosa offre.
Il Carpe Diem è, infatti, niente più di un’area il cui accesso a pagamento è giustificato dal silenzio (contro il baccano incommensurabile del piano sopra)...credo non si possa aggiungere di più. Non paghi di più per aver più servizi, e non paghi di più per potere stare nudo. E’ un’area clothing optional, certo, ma molto diversa dal villaggio Vallesano di Leukerbad: il 90% delle ragazze e signore non azzarda a togliersi il costume per nessun motivo. Vige molto più imbarazzo rispetto a numerosi centri termali che abbiamo visitato. Io e mia moglie siamo rimasti nudi, ormai siamo abituati...ma trovo che non vi sia nulla di più patetico di vedere signore e ragazze che si coprono in ogni modo, spesso rimanendo in insensati topless manco fossero su una spiaggia dei caraibi. Per non parlare dei costumi interi...e qui mi viene da chiedere: perchè ai maschi vietano (e fanno benissimo) i bermudoni da tamarro surfista mentre alle donne è concesso il costumone intero, forse ancora meno igienico? Beh...non me ne preoccupo poi più di tanto: sono in vacanza e me la voglio godere (visto che non è neanche così economica).
Veniamo al lato “tecnico” del Carpe Diem. Al centro vi è una bellissima vasca idromassaggio, dove è possibile stare nudi, e forse questo è uno degli aspetti più belli... lo stare tra le bollicine a rilassarsi insieme ad altre persone senza nulla addosso non ha prezzo. Un’altra particolarità di questa vasca è la multifunzionalità: ogni metro di bordo c’è un getto con funzionalità differente: glutei, addominali, schiena..tutto.
Vi sono, inoltre, due bagni turchi: uno a 40° con umidità al 50% (l’unico che sopporto senza svenire) e l’altro con l’80% di umidità. Vi sono due saune secche: una interna molto sopportabile ed una esterna con rumori di natura e profumi particolari. Esatto, esterna, perchè un altro aspetto molto bello è la possibilità di praticare il kneipp canonicamente: sauna e puoi fuori in un bassin gelato, per poi stare all’aria aperta della montagna: inutile dire che se fatto nudi non ha prezzo.
Molto bello l’odorarium, una sorta di bagno turco a temperatura molto bassa con all’interno aromi balsamici.
Il Carpe Diem ha anche un’area riposo, ovvero un tot di sdraio di pelle di fronte ad una vetrata: non è possibile stare nudi lì, occorre coprirsi almeno con una salvietta.
Insomma, per noi è valsa la pena andare per due giorni di seguito al Carpe Diem, ma semplicemente perchè abbiamo pensato valesse la pena spendere quei soldi per togliersi di dosso i rumori di persone che schiamazzano e di bimbi che gridano e piangono (fastidiosissimi). Di certo, non neghiamo la “commercialità” del luogo...lo stesso Carpe Diem ha, nel suo centro, un bar in cui servono qualsiasi tipo di bevanda e comienda, purchè si paghi. E’ un po’ come un’area “plus” di un locale in cui molte persone entrano per status...il valore aggiunto per noi, ripeto, era solo il silenzio (e forse la vasca multifunzione).
ATTENZIONE: una volta usciti non si può più rientrare nel carpe diem. Il ticket infatti dà diritto solo ad un ingresso, non ad una “giornata”. E nessuno del personale ve lo spiega bene! Fate attenzione perchè noi siamo dovuti passare dalla reception a supplicarli visto che siamo stati solo un’ora e siamo usciti per pranzo con il rischio di non potere rientrare..

Dove mangiare:
Siamo stati quattro giorni. Sconsiglio a tutti di recarsi al tanto pubblicizzato “Restaurant de la Tour”...piuttosto prendete la strada che porta alle autostrade e, subito in seguito alla svolta a sinistra (che, appunto vi imbocca sull’autostrada per Martigny o Sion), trovate sulla destra un complesso apparentemente grezzo, simile ad un “bingo” dall’esterno...ma non smetterò di ringraziare il momento in cui, solo per provare, sono entrato. All’interno è una baita accoglientissima in cui si mangia da paura, porzioni generose e prezzi onesti (ricordiamo che siamo in Svizzera)...è gestito da Italiani, che ve lo dico a fà. Provate la pizza e poi mi dite!


Riassumendo: Esternamente è meglio Saillon...internamente è molto meglio LEUKERBAD..
Alla prossima!!!!


lunedì 9 gennaio 2012, 23:24
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 14:22
Messaggi: 42
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ragazzi,
un consiglio: vorrei prenotare per giugno un long week end a Saillon. Qualcuno mi sa dire se la situazione è la stessa descritta negli ultimi post? Qualcuno ha un report aggiornato. E la qualità dei massaggi com'è? Vengono effettuati in completa nudità o con lo slippino? Grazie a tutti delle info che potrete darmi. Sarebbero molto utili prima di prenotare.
Grazie ancora.
Wyll


lunedì 25 novembre 2013, 13:24
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4220
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
l'unico cambiamento che c'e' stato e' che hanno ampliato le piscine ludiche esterne, mi dicono

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


domenica 8 dicembre 2013, 20:09
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010