Oggi è venerdì 20 ottobre 2017, 10:37



Rispondi all’argomento  [ 73 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5
 Leukerbad (Svizzera) - Saune, centri benessere e alberghi 
Autore Messaggio
Turista
Turista
Avatar utente

Iscritto il: domenica 10 maggio 2009, 13:36
Messaggi: 18
Località: Lombardia
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Messaggio Re:
naturosi ha scritto:
Leukerbad: a proposito qualcuno è mai entrato nella sauna del burgerbad?


Ciao, visto che parlate di Leukerbad...mi permetto... Noi siamo stati ieri a Leukerbad al centro Burgerbad che è uno dei più grandi di Leukerbad.
La struttura è bellissima, ci sono tantissimi tipi di getti d'acqua e cure termali e in quantità sufficiente da avere sempre qualche cosa da fare. In più, non per ultimo, il magnificente panorama che si gode stando ammollo nell'acqua curativa. La frequentazione del primo sabato di settembre era del tutto eterogenea: americani, asiatici, nordeuropei, italiani, tanti valligiani, ecc.

IL NUDISMO è richiesto in sauna.
Per entrare nella zona SAUNA bisogna pagare circa 5 franchi extra alla cassa.
La zona è fornita di 2 saune 2 bagni turchi termali, 2 zone relax, 2 vasche gelide e docce di diversi tipi per raffrescare e massaggiare.

Sulle porte delle saune c'è una spiegazione illustrata in tutte le lingue con foto che dice: "per favore, entrare in sauna solamente con il vostro telo da bagno".
Alla fine nella zona ci sono molte persone in costume anche nelle saune e lo stesso numero di persone nude. E' molto strano perché, per esempio, io e la mia amica abbiamo fedelmente seguito le istruzioni, dopo alcuni minuti sono entrate altre 4 persone, 2 spagnoli in coppia e svizzeri francesi. Tutte persone distinte, molto belle, soprattutto le ragazze e noi ci siamo sentiti un po' come "audaci"... Pur avendo seguito le regole.
Poi siamo usciti un po' nelle vasche all'aperto.
Quando siamo tornati nella zona, nel primo pomeriggio erano tutti rispettosi delle regole nudiste. Molti/e completamente nudi/e e molti/e completamente fasciati/e negli asciugamani ma comunque nudi/e. Ed è andato tutto normalmente.
Solo verso la fine, appena prima di uscire dalle terme ho deciso di rientrare nella zona saune per l'ultima sana sudata!! Dopo la sauna mi faccio intrattenere dai vari diffusori di acqua termale e via via mi allontano sempre più dal mio costume ed dal mio asciugamano (come facevano tutte le persone prima) ma mi ritrovo completamente solo finché entra un gruppo di 15 persone tutte con il costume, con nessuna intenzione di toglierlo. Entrano nella sauna e fanno tutto con il costume ed io mi ritrovo l'unico pirla nudo. Tutti mi guardano ed il mio costume è lontanissimo. Innocente e sicuro di quel che facevo mostravo una fiera indifferenza ma in cuor mio mi sono sentito molto ansioso, proprio con una forte tachicardia, proprio di imbarazzo!! Quindi mi sono rivestito ma per arrivare al costume continuavano a incontrare persone che mi guardavano ognuna con un'espressione diversa. Molti erano ragazzi come me.
mentre stavo per uscire entra un tipo della mia età. Ha visto le persone in costume dentro la sauna, ha bestemmiato in tedesco (credo) e ha dato un colpo alla scritta in cui si pregava, in tutte le lingue, di non indossare il costume. Poi si è spogliato, ha disteso l'asciugamano nella sauna e si è seduto di fronte alla porta di vetro totalmente illuminato e con le gambe aperte. Una visione garbata e sicuramente d'effetto per le ragazze anche perché era particolarmente dotato. Era fiero, impassibile ed elegante. Un vero conforto e un esempio per tutti.
Io non sono omosessuale ma a quel ragazzo gli ho voluto bene!!


mercoledì 12 gennaio 2011, 13:30
Profilo
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 novembre 2009, 23:19
Messaggi: 265
Località: Num che vem de sfroos
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Salus ha scritto:
Io non sono omosessuale ma a quel ragazzo gli ho voluto bene!!

ahahah bhe in effetti non è omosessualità una po' di sana complicità ..... tra l'altro nel rispettare le regole! :D
purtroppo anche io fatico a rimanere l'unico se tutti stanno vestiti, e quando vedo qualcun altro nudo ......... istintivamente gli voglio già un po' di bene!?! :badgrin:


mercoledì 12 gennaio 2011, 13:43
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: domenica 25 gennaio 2009, 17:17
Messaggi: 16
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ciao ragazzi,

volevo renderci partecipe della mia esperienza in quel di Leukerbad, alle Alpentherme.

Ho passato il ponte del 7, quindi dal 5 al 9, all'hotel Lindner, direttamente collegato tramite tunnel, alle Alpentherme.

Piccola premessa: non ho usufruito dei bagni romano-irlandesi, probabilmente fiore all'occhiello della struttura.

Hotel: ho letto che l'hotel è un complesso di edifici costruiti e restaurati in tempi diversi. Di conseguenza alcune ali sono più vecchie, altre risultano invece recentemente ristrutturate.
La nostra camera, una doppia con lettino per il nostro bimbo di 5 anni, era nell'ala più vecchia.
Una camera sicuramente pulita, ma piuttosto piccolina.
Il bagno era fornito di 2 lavandini, ma anche questo risultava piuttosto piccolo e ricordava il bagno di una cabina da nave da crociera, quindi grandi plasticoni e spazi come dicevo piuttosto ridotti.
Era presente una piccola vasca con rubinetteria e pannelli giallognoli, piuttosto usurati.
Mi era stato chiesto se volevo un piatto freddo in camera al nostro arrivo (nostro diritto, in quanto avevamo pattuito il trattamento di mezza pensione e siamo arrivati a sera inoltrata) ma il piatto non si è visto.
Lampada bruciata della luce sul comodino.
In linea di massima quindi la camera, considerato anche il prezzo, non era all'altezza delle aspettative.

Piscine termali Alpentherme: ci sono 2 piscine di acqua calda (36° se non sbaglio che però, se non sbaglio, non sono di acqua termale), una interna ed una esterna belle ampie. In quella interna ci sono diverse zone adibite ad idromassaggio molto potente, in quella esterna c'è un lato della piscina con dei lettini "sommersi" molto comodi per poter godere dell'idromassaggio. C'è un'altra piccola vasca interna a 40°, stavolta di acqua termale.
Ho trovato scomodo che per passare dalla vasca interna a quella esterna devi uscire dalla prima vasca, ed entrare nella seconda vasca che ha gli scalini ancora nella parte interna, per poi passare all'esterno. Per intendersi, non come a Merano dove la vasca interna prosegue fino ad arrivare all'esterno.
Però due belle piscine, nulla da dire. Non ci sono però passaggi e ponticelli nelle due vasche, quindi anche se belle grosse, l'impressione è che comunque erano più piccole di quelle di Merano.

Sauna vallese: secondo me questa è la nota dolente dell'impianto.
C'è un bagno di vapore grande più o meno quanto quello di Merano, però senza sale, con una capienza grosso modo di una decina di persone però ad un solo "piano" (pe intenderci, non ci sono i "gradoni"), quindi probabilmente a Merano ci stanno più persone.
C'è una sauna secca dove vengono praticati gli aufguss (che non ho avuto modo di provare) da massimo 15-18 persone, così ad occhio e c'è un'altra sauna più soft più o meno grande uguale.
Poi piccola vasca di reazione a 19° (bello il mulino accanto, bello grosso.. ma a che serve?) e una vasca alta 2 spanne di acqua calda termale dove ci stanno 6-7 persone sfiorandosi.
L'osteria, così dice la guida delle alpentherme, non è altro che un piccolo punto ristoro, esattamente come è quello di Merano nel reparto saune.
Regole saunistiche rispettate solo in parte: grandi asciugamanoni nel bagno a vapore e ragazzi che cercano allegramente di agganciare con le chiacchiere le ragazze in sauna. In generale però ho trovato una cultura saunistica piuttosto scarsa, forse dovuta alla presenza massiccia di italiani, che tra l'altro mi ha sorpreso. Almeno non erano presenti costumati nel reparto.
Considerando che paghi se non ricordo male 19 franchi per 3 ore di sauna, direi che l'offerta è carente, almeno rispetto a quello che io reputo il meglio finora incontrato, ovvero Merano Terme.
Non c'è traccia di idromassaggio, mancanza a mio avviso piuttosto grave.

Curiosità: per passare dall'hotel alle terme c'è un tunnel di collegamento. Tale tunnel però sfocia, prima di arrivare all'ingresso delle terme, nel corridoio dello shopping. Quindi ti trovi a passare in accappatoio accanto allo sciatore con scarponi che ti guarda stranito. Bizzarro. Probabilmente non sono riusciti a fare di meglio (o forse è voluto? Così sei costretto a passare davanti ai negozi che ti vendono un accappatoio a 99 franchi? Mha..).

Scocciatura: appena prima di uscire dal reparto saune, ho fatto un "puccino" (non si può definire bagno) nella piccola vasca termale alta 2 spanne, appendendo l'accapatoio, con in tasca la carta magnetica con la quale puoi uscire dal reparto saune, poco distante, ma purtroppo, non a vista.
Uscito dalla vasca il mio accappatoio è sparito assieme alla carta magnetica.
E' stata davvero una scocciatura cercare di far capire allo staff in che incidente ero accorso.
In seguito, la carta magnetica è stata riconsegnata dal distratto utente di sauna che mi aveva portato via l'accappatoio all'accoglienza delle terme. Ma tale carta era già stata bloccata (con la carta puoi consumare al bistrot delle terme). Quindi ho dovuto farla sbloccare, per evitare di pagare il sovrapprezzo per avere una seconda carta.
All'uscita dalla sauna non è mi stato offerto alcun accappatoio sostitutivo (e nessun altro accappatoio era stato abbandonato da qualche altro sprovveduto.. gggrrrr...) e quindi se prima era strano passare in accappatoio accanto agli sciatori, ora era addirittura imbarazzante passare con l'asciugamano in vita.

Conclusioni: il rapporto qualità prezzo non regge. Ho trovato alle terme di Merano una maggiore cura degli ambienti, una maggiore cultura saunistica e controlli più rigorosi da parte dello staff nel far rispettare le regole, controlli che alle Alpentherme sono molto più blandi, quasi inesistenti.
Certo, l'inconveniente dell'accappatoio non è da imputare alla direzione delle terme, ma, nelle mie 5-6 precedenti visite a Merano, non ho mai avuto un incidente del genere.
Nella sauna delle Alpentherme ho trovato sconcertante la mancanza di un idromassaggio.
Mi sembra inoltre che non sia presente una parte in esterni, ma per quello magari mi può aiutare qualche altro utente che ha visitato il centro nel periodo estivo.

Mi spiace stroncare così l'impianto, ma avevo alte aspettative al riguardo.
Terme Merano risultano ancora almeno 2 spanne sopra, per tanti motivi, piccoli e grandi.

Prossimamente, ma il 2011 è avaro di ponti, vorrei provare Scuol e Erding.

Ciao!

Gian


giovedì 13 gennaio 2011, 17:43
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 8 maggio 2006, 12:40
Messaggi: 6715
Località: misultin zone (Co)
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
patty jack ha scritto:
Ciao,
Per quanto riguarda le offerte del LindenAlpenTherme di Leukerbad le consigliamo vivamente. Noi l'estate scorsa abbiamo usufruito di un'offerta che comprendeva una notte, pranzo (spuntino), cena e colazione, un'entrata ai bagni/sauna e un'entrata ai bagni romano irlandesi il tutto a buon prezzo.

Altrimenti sempre a Leukerbad consigliamo l'hotel Alex che ha una zona wellness molto carina dove tutte le regole sono sempre state rispettate.

Se hai altre domande non esitare a chiedere.

ciao patty jack


sabato 12 febbraio 2011, 12:33
Profilo
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: sabato 21 giugno 2008, 14:14
Messaggi: 303
Località: Milano
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Buckaroo inutile dire che sei stato un pò sfortunato.......per varie circostanze
A Leukerbad cmq per inciso sconsiglio a tutti alberghi extralusso, per il semplice motivo che a fronte del prezzo non otterrete quello che avreste voluto. :ghgh:
Leukerbad non è un a località mondana, ma una località termale di un tipico paese di montagna in cui lo sci non è neanche l'aspetto preminente.
Alcune tue critiche sono giuste in parte, non ti seguo sul discorso della galleria dello shopping e dei prezzi,perchè purtroppo da alcuni anni a qs. parte il franco svizzero ha guadagnato tantissimo sull'euro ma anche su altre valute, rendendo l'offerta molto meno competitiva; Nonostante ciò i prezzi di listino non sono saliti e sono sorte più offerte promozionali proprio per fronteggiare ciò; non è un problema di esosità degli svizzeri salvo ovviamente singole eccezioni, ma sopratutto ed anche di cambio/valuta.
Riguardo all'Alpentherme il centro resta cmq valido, avercene di così in Lombardia.... :roll:
Quanto al paragone con Merano cosa centra? A parte il fatto che Merano non è immune da difetti oltre ad essere abbastanza cara per quelli che sono gli standard sudtirolesi....ma il paragone tra due strutture così diverse direi che è improponibile. :?
La mancanza di un idromassaggio esterno od interno nella sauna dipende dai punti di vista....non è un obbligo neanche il Cron4 ce l'ha, ma in effetti con la concezione pura della sauna c'entra ben poco.
Mi sembra che hai dimenticato di vedere le zone esterne perchè al piano superiore c'è una bellissima piscina esterna "tessile" frontemontagna con tanto di lettini idromassaggi e getti laterali, comunicante con l'interno dove vi è poi una piscina interna e l'annesso bistro rinnovato diviso in 2 parti una i clienti della terme, e l'altra per quelli che fermano nella galleria.
Mentre al piano della sauna vallesana c'è un giadinetto esterno molto comodo per il raffreddamento all'aria aperta o se uno vuole prendere la tintarella integrale. :)
Sicuramente le critiche da fare ci sono ma alcune di queste rivestono aspetti organizzativi che ahimè riguardano in tempo di crisi, un pò tutti i centri termali e non, incluso quelli Italiani :(
Se hai domande da fare (ad uno che Leukerbad la conosce come le sue tasche) non hai che da chiedere.
(p.s. se non ti è piaciuto l'Alpentheme sconsiglio vivamente Scuol, l'area sauna è piccola e vetusta)
Bye


venerdì 15 luglio 2011, 0:45
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4250
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Svizzera: benessere alpino
Vallese: le terme di Leukerbad e i 4000 delle Alpi. Spa e fienili di design. Après-ski, massaggi sulle piste e gasthaus rustico-chic. Con prezzi per tutte le tasche. Ecco dove trattarsi bene

Sport, edonismo e wellness: ecco la ricetta di Leukerbad, il piccolo villaggio alpino nel cuore del Vallese. È diventato famoso soprattutto per le sue terme, per l'ospitalità adatta a tutte le tasche e piste per ogni disciplina. Non c’è la mondanità di Crans Montana o Zermatt. Leukerbad, è un esempio di civilissimo downsizing, dove rilassarsi a dovere. Per una parentesi di relax e silenzio.

Per gli amanti dello sci, c’è il comprensorio del Gemmi, che si sviluppa intorno al passo che, secoli fa, percorsero i mercanti che transitavano dal Cantone di Berna al Vallese. Dalla stazione a monte della funivia (che, in pochi minuti, dal centro di Leukerbad si arrampica fino ai 1500 metri del Passo Gemmi) cominciano le piste per lo slittino e lo sci di fondo. Sciatori e sportivi si danno appuntamento alla tavola rustica del ristorante Panorama, dove gustare la zuppa di goulasch, padellate di patate, speck e formaggio (rösti), e la Nusstorte (a base di noci). Da vertigini, la piattaforma panoramica che si sporge per 10 metri sulla parete rocciosa e domina su Leukerbad, quasi mille metri più in basso.

Ma è l’après-ski che rende il villaggio vallese unico: abbandonate le piste e lasciatevi andare al relax perché è una delle più importanti villes d’eaux dell’arco alpino. Nel centro storico sgorgano sorgenti d’acqua calda: da provare quella di St. Laurent, a 51 gradi, che zampilla sulla piazza principale del paese accanto alla Maison Blanche. I geologi hanno calcolato che l’acqua termale di Leukerbad ha almeno quarant’anni: cade (come pioggia o neve) sulle montagne, scende dai monti fino a 2000 metri di profondità, percorre chilometri sottoterra riscaldandosi e arricchendosi di oligoelementi e sali minerali per poi sgorgare, decenni dopo, quasi pronta all'uso.

Il centro più elegante in paese è quello delle Lindner Alpentherme. Uno dei suoi plus – insieme alla vista sulle cime dello Steghorn e del Trubelstock – è la dimensione oversize delle piscine termali, dove si provano cascate cervicali, idromassaggi e getti d’acqua, con una temperatura tra i 36 e i 40°. Da provare lo spazio dedicato al rito del Bagno romano-irlandese, tra saune, peeling alla polvere di caffè, whirlpool e relax con tisane alle erbe alpine (l’ultimo appuntamento dell’anno è il 30 dicembre). Poi c’è il Villaggio della Sauna, piccoli chalet di legno con temperature che oscillano tra i 40 e i 70°.

La carta dei trattamenti è ricchissima, dall’Alpienne, con bagno al miele e pino cembro, ai massaggi con tamponi di erbe raccolte in quota. Non perdete la Prima colazione a mollo, un breakfast in piscina con caffè, yogurt, tartine al salmone e flûte di champagne su un vassoio galleggiante. Le Alpentherme appartengono all’hotel Lindner, proprio nel centro di Leukerbad. Della struttura fanno parte l’Hôtel de France (costruito nel 1845), la Maison Blanche e il Grand Bain, di fronte agli stabilimenti termali. Il Burgerbad è a misura di famiglia, il più grande impianto termale delle Alpi: 10 piscine, all’aperto e al chiuso (una, con acqua bassissima, è attrezzata con pupazzi di plastica e gadget galleggianti), giochi, cascate terapeutiche, idromassaggi e scivoli. C’è anche il Centro Aquawell con vasche termali e trattamenti a base di ingredienti naturali, come i cristalli di sale estratti dal ghiacciaio di Anzeindaz.

Uno degli alberghi storici è Les Sources des Alpes: lusso discreto in questo Relais & Châteaux scelto per le vacanze anche da vip e celebrities del passato, da Mark Twain a Guy de Maupassant, da Tolstoj a Picasso. Una sistemazione decisamente più moderna e non legata al passato è il Parkhotel Quellenhof, sulla strada che porta alla funivia del Torrent. Dopo un accurato restyling del vecchio albergo Zayetta, le camere sono state trasformate in suite in stile lodge e baita alpina. Ma la vera novità sono i fienili recuperati di Montagne Alternative, a metà strada tra alberghi e residence, una sistemazione diffusa tra i vicoli del minuscolo villaggio di Commeire (gli abitanti stanziali saranno una ventina), sulla Val d’Entremont, nel Vallese meridionale.

Per raggiungerli si lascia Leukerbad in direzione del Traforo del Gran San Bernardo; oltrepassato Orsières, ci si inerpica fino a Commeire. I fienili sono autentici, sottoposti a un restauro preciso. Gli echi di un passato rurale ci sono tutti perché il recupero è stato portato a termine rispettando la tradizione vallesana: parquet a vecchi listoni, coperte e tappeti tessuti a mano, materiali eco-compatibili, arredi vintage. Sono quattro, finora, le strutture trasformate in luoghi di ospitalità: Le Six Blanc e Le Rogneux (aggrappati alla collina, con una splendida vista sul ghiacciaio Orny), Le Barbey (su tre livelli, per scorci inediti sul villaggio di Commeire e l’arco alpino) e La Maison Bérard (piccola casa in legno e pietra pronta per Natale). Ogni fienile può essere affittato in toto oppure solo camera, in b&b o con il servizio comme à la maison, con colazione e cena servite nella salle à manger dell’abitazione. Cibo a chilometro zero, con prodotti forniti da piccoli produttori del circondario. Domina la slow philosophy: niente sport estremi, ma lunghe passeggiate (o ciaspolate) su pianori, pascoli e pendii, assaggi di cucina casalinga, riscoperta delle tradizioni vallesane, a partire dall’architettura.

Enrico Saravalle
da DOVE pubblicato anche sul sito di http://viaggi.corriere.it/viaggi/vacanz ... zera.shtml dove potete trovare foto e indirizzi dei posti sopra indicati

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


sabato 17 dicembre 2011, 12:45
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 16:21
Messaggi: 266
Località: Lombardia
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Leukerbad Alpentherme:

Grande area piscine sia interne che esterne: all’interno grande vasca con acqua termale molto calda, all’esterno altra vasca con lettini e idro e contorno di montagne e profumi di erba.

Molto tranquille sono le saune che ricostruiscono un piccolo villaggio Walser di montagna ( una decina di casette con saune a diverse temperature o turco) e vasche a varie temperature e dove si praticano aufguss a intervalli di ogni ora e a tema diverso ogni volta: da fare la sauna alla birra con bottiglia offerta all’inizio.

Bel giardino esterno per il bagno d’aria


venerdì 23 novembre 2012, 23:13
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: sabato 16 gennaio 2010, 17:20
Messaggi: 647
Località: In the world
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Salve a tutti...

Senza nulla voler togliere al bell'articolo del Corriere.. postato da Fambros :) , sono dell'idea, come già detto in precedenza ,
che il rapporto qualità/prezzo del complesso dell' Alpentherme di Leukerbad non sia fra i più concorrenziali...

Certo, il villaggio saune tipico del vallese è carino, tipico ed originale, ben curato , ma costosetto.... :(
... dai bisogna dirlo di questi tempi....
l'ultima volta che ci sono stato infatti era evidente un certo calo di presenze , soprattutto fra i giovani e meno abbienti ....
Se a ciò aggiungiamo anche il costo del parcheggio, delle bevande e del cibo ed il cambio sfavorevole euro/franco svizzero.... :fischio:

Aufguss carini ed originali... ma di qualità un po' mediocre... (almeno rispetto ad altri centri ben noti...)
Spogliatoi con cabina, armadietti abbastanza numerosi ma un po' datati, senza bracciale magnetico.

Nulla da dire invece riguardo alla qualità dell'acqua termale :) , ottima e nota fin dall'antichità :
"asciuga" incredibilmente la pelle, favorisce l'eliminazione delle scorie (fa fare molta...) e fa sentire davvero bene .

Peccato che le vasche termali siano esclusivo appannaggio dei tessili e nessuno abbia ancora pensato
di proporne una nella zona Saune....
dove si trova appunto un bel prato esterno ove potersi abbronzare un po' d'estate, ma privo di saune esterne .

Molto bello (direi quasi lussuoso) e tranquillo il percorso del bagno romano-irlandese su in cima alla struttura... ma ... i danè ?!

Alla reception/bar ho sempre parlato in tedesco, parlano cmq anche in inglese! e credo il francese,
non tutti l'italièno e, per quanto mi riguarda, "l'è anka mèi" :badgrin: (scusate l'OT , oggi so' un po' cattivo...)


In conclusione: bel centro di alta montagna, ben strutturato ma con qualche neo.. zona un po' alla moda
e non proprio appannaggio di tutte le tasche ... :popcorn:

Un Saluto :)

_________________
"Sauna helps you to calm down in a modern society where it is never quiet”


sabato 24 novembre 2012, 18:03
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 16:21
Messaggi: 266
Località: Lombardia
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
LEUKERBAD BURGERBAD

spogliatoi spaziosi: docce pulite ma il resto degli spogliatoi lascia a desiderare, quando poi arrivano le ondate di persone …..

Una decina di piscine, tutte molto affollate, con acqua termale calda a diverse temperature (dai 28 ai 43 gradi) con la grande piscina all’aperto e la piscina “vitalita’” con getti, idro e lettini in acqua. Completa il tutto una grotta ad acqua calda termale non filtrata dove ci stanno non piu’ di 5-6 persone.
C’e anche una piscina sportiva per nuotare esterna al piano superiore, una piscina per bambini con piccoli scivoli al piano inferiore e un doppio toboga (X-Tube): tutta la struttura e’ concepita per il divertimento dei giovani e dei giovanissimi (e si sente). Frequentazione molto chiassosa e rumorosa
grande prato per relax al piano superiore e zone per riposo sia indoor che esterne
C’e’ anche una piccola e datata area benessere con 2 saune, 2 bagni turchi, una sala a infrarossi e vasche di reazione: qui divieto di costume anche se qualcuno non se ne avvede
ti rifornisco di asciugamani ma non possono essere cambiati . alla sera le piscine diventano il teatro di spettacoli con le luci che unite ai fumi della piscina fanno degli effetti suggestivi
sia la pizzeria che il ristorante self service interni sono cari .
Da Milano organizzano viaggi organizzati in pullman
Biglietto molto caro


venerdì 30 novembre 2012, 23:20
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: venerdì 8 aprile 2011, 8:03
Messaggi: 11
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Volevo chiedere un'informazione "di servizio" a chi ci è stato: nelle terme Burgerbad di Leukerbad, quanto sono capienti le saune e i bagni turchi? Mi pare siano quattro in tutto... è esatto? Grazie mille.


venerdì 1 febbraio 2013, 9:03
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 16:21
Messaggi: 266
Località: Lombardia
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
al Burgerbad di Leukerbad la sauna maggiore ha una decina di posti, quella piu' piccola e' piu' o meno la meta', le altre cabine hanno piu' o meno le stesse dimensioni


sabato 9 febbraio 2013, 17:15
Profilo
Habitué
Habitué

Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 16:21
Messaggi: 266
Località: Lombardia
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Leukerbad Lindentherme –
struttura come già descritta egregiamente, faccio però presente che il livello degli sventolatori è crollato: non c'è più Michele e anche alcuni dei Brasiliani se ne sono andati via, come si chiamava quel bel ragazzone sempre sorridente che sventolava con il bandierone del Brasile e amava la samba? Comunque anche lui non c'è più: dicono sia andato a lavorare a Berna
resistono gli aufgisser spagnoli e portoghesi


giovedì 11 settembre 2014, 19:21
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: lunedì 12 gennaio 2015, 0:06
Messaggi: 5
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Vedo che l'ultimo post su Leukerbad risale a più di un anno fa, e volevo minimamente aggiornare la situazione dell'Alpentherme (le terme più costose, ma più eleganti di Leukerbad, per intenderci).
Ci sono stato il ponte dell'immacolata e devo dire che poco è cambiato rispetto quanto è già stato ampiamente osservato nei post precedenti.
La qualità (e a ben vedere anche il prezzo) è piuttosto elevata.Si ha subito l'impressione di entrare in una struttura adeguata, che difficilmente potrà deludere le aspettative.
Sono suggestive le piscine termali tessili (in particolare quella all'aperto), e sono molto intime le saune nel villaggio vallese ricostruito, al piano inferiore.
Nella zona sauna la nudità è un atteggiamento comune e affermato non solo dal regolamento delle terme, bensì anche dalla consuetudine e dal piacere dei frequentatori nel fare la sauna in libertà, per lo meno per quanto ho potuto osservare. Anche l'eventuale presenza di alcuni sparuti che si avventurano nel "saunadorf" con il costume (può capitare di incontrarne, purtroppo, nonostante i controlli) non mette minimamente in discussione l'andamento generale.
Forse siamo stati fortunati, ma durante questa nostra recente visita abbiamo trovato un'ottima frequentazione: molte coppie, dai trenta ai sessanta anni circa, molte le nazionalità e le lingue parlate. Molti anche connazionali, ma "educatissimi" sotto questo profilo.
Ho quasi percepito la sensazione generale da parte di tutti (uomini e donne) del piacere di stare nudi, e non solo nelle cabine.
Ho trovato particolarmente suggestiva la possibilità di raffreddarsi all'aperto, sulla neve, dopo l'aufguss.


giovedì 10 dicembre 2015, 19:31
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 73 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010