Oggi è mercoledì 21 ottobre 2020, 6:44



Rispondi all’argomento  [ 76 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
 RACCONTO # Una vacanza indimenticabile 
Autore Messaggio
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2554
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Grazie @Tommasino

Una cosa è certa: mi ero illuso che, nel 2020, le menti fossero un po' più aperte. Pensavo che divulgare questo racconto presso non-nudisti servisse a far loro capire che si tratta di un qualcosa di piacevole e che vale la pena di provare, pur illustrando anche le altre sfaccettature. Invece la chiusura totale da parte di molte mi ha fatto capire che acqua sotto i ponti ne deve passare ancora molta...

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


venerdì 22 maggio 2020, 15:50
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: giovedì 7 maggio 2020, 10:51
Messaggi: 11
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Concordo. Almeno in Italia, stiamo vivendo una involuzione, anzichè una evoluzione. E' più probabile colga il senso naturista mia madre, piuttosto che mia nipote...


venerdì 22 maggio 2020, 21:43
Profilo
Assiduo
Assiduo

Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2016, 11:43
Messaggi: 714
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Tommasino ha scritto:
Concordo. Almeno in Italia, stiamo vivendo una involuzione, anzichè una evoluzione. E' più probabile colga il senso naturista mia madre, piuttosto che mia nipote...


Senza dubbio


lunedì 25 maggio 2020, 8:29
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 637
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Tommasino ha scritto:
Insomma, ho sempre trovato che , come ci sia della perversione nell'associare il naturismo obbligatoriamente ad un'idea di promiscuità sessuale 24h/24h, ce ne sia forse altrettanta nel pretendere che un ambiente naturista sia completamente disgiunto da una energia erotica che, comunque, fà parte della natura umana.
Questo è il motivo per cui, ho notato che molte persone accettano il naturismo alle prime esperienze, ma quando inevitabilmente qualche minimo episodio gli ricorda che esiste inevitabilmente anche quell'aspetto, se ne allontanano inesorabilmente, come si si fosse infranto un sogno che , di per se, non può essere la realtà.

Non mi ritrovo nella tua lettura, che mi perdonerai se trovo un po' semplicistica e non diretta alla radice del problema.

Il problema del contesto naturista è che talvolta alcune persone, ignoranti di cosa sia il naturismo, lo frequentano scambiando la nudità per una implicita disponibilità sessuale, e in generale in disponibilità alla trasgressione delle regole condivise di moralità pubblica.
È questo enorme fraintendimento, le cui cause abbiamo anche cercato di indagare insieme in qualche conversazione su questo forum (giocano a sfavore ad esempio le strutture trasgressive che si appropriano indebitamente dell'aggettivo naturista), che mette in allarme i naturisti, talvolta in maniera leggermente superiore al dovuto.

Allora il desiderio esiste, alla vista dei corpi, ma esiste ugualmente con o senza quella sottile striscia di tessuto che è il costume. Quello che cambia è il rispetto nel comportamento. In luoghi dove è consentita la nudità qualcuno si sente in diritto di essere sfrontato e scostumato e superare il limite della moralità dei comportamenti pubblici, oltre che dell'educazione. Cosa che non si permetterebbe mai di fare in altri contesti pubblici in cui non vi è frequentazione nudo/naturista.

Questo è il reale problema, non la storiella dell'asessualità e dell'ascetismo naturisti (che è un espediente retorico, di solito usato per contrasto per giustificare la tendenza alla degenerazione dei comportamenti di alcune persone in contesti pubblici a frequentazione naturista). In parole povere: se vuoi far allontanare tali persone, e se ti aspetti che una spiaggia naturista sia null'altro che una spiaggia tessile dove la gente sta senza costume, ecco, facilmente sei diventato, nella mente di qualcuno, un "asceta" :ghgh:

_________________
In alto, sotto la testata, clicca su PORTALE di eXtraVillage: nella pagina caricata troverai un riquadro con gli ultimi dieci interventi del forum.


lunedì 1 giugno 2020, 19:19
Profilo
Assiduo
Assiduo

Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2016, 11:43
Messaggi: 714
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
ionudista ha scritto:
Allora il desiderio esiste, alla vista dei corpi, ma esiste ugualmente con o senza quella sottile striscia di tessuto che è il costume. Quello che cambia è il rispetto nel comportamento. In luoghi dove è consentita la nudità qualcuno si sente in diritto di essere sfrontato e scostumato e superare il limite della moralità dei comportamenti pubblici, oltre che dell'educazione. Cosa che non si permetterebbe mai di fare in altri contesti pubblici in cui non vi è frequentazione nudo/naturista.


Convido in toto


martedì 2 giugno 2020, 11:19
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 4283
Rispondi citando
Condivido anch'io, ma il difetto ....sta nel manico!

Noi siamo educati fin dalla nascita ad associare il nudo (specie tra sessi diversi) , non al sesso in generale, ma all'atto sessuale vero e proprio:

la regola generale è che solo in quella circostanza ci si mostra! Questo è il motivo per cui la vista dei genitali maschili, se non richiesta. viene da molti (e molte...) considerata offensiva.!

Le stesse condanne della Cassazione (riguardanti il nudo in luoghi poco frequentati) contengono quasi sempre la medesima frase:
"....giacché qualcuno potrebbe sempre arrivare, ivi comprese famiglie con minori"

Questo fa delle spiagge nudiste spiagge "per adulti" quasi per legge, e questo fa a pugni con il nudo in pubblico in luoghi che non siano più che nascosti!

Il vero naturismo (vagamente riconosciuto in qualche sentenza) naturalmente è un'altra cosa ed implica un nudo di tipo famigliare, praticato fin dalla nascita, e non solo al mare!
Ma quante sono specie in Italia le famiglie veramente naturiste?

La Spagna è l'unica che finora ha aperto (almeno in alcune zone) all'idea del nudo sulle spiagge come comunemente accettato, ma spesso la gente (proveniente da molti Paesi) non sembra volerne approfittare!

_________________
nemo


martedì 2 giugno 2020, 13:11
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 1:12
Messaggi: 637
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Carlo, mi ritrovo nel tuo ulteriore approfondimento sul motivo che porta ad allarmare talvolta eccessivamente i naturisti sulle spiagge italiane.

Ma se parliamo delle spiagge riconosciute con delibere, ti posso assicurare per esperienza diretta che quanto scrivi:
carlo ha scritto:
Questo fa delle spiagge nudiste spiagge "per adulti" quasi per legge, e questo fa a pugni con il nudo in pubblico in luoghi che non siano più che nascosti!

non si verifica! Ho visto nelle nostre spiagge riconosciute famiglie serenissime con figli al seguito. Forse in numero minore rispetto alle spiagge tessili? Si, questo te lo concedo, ma neanche poi tanto :)

_________________
In alto, sotto la testata, clicca su PORTALE di eXtraVillage: nella pagina caricata troverai un riquadro con gli ultimi dieci interventi del forum.


martedì 2 giugno 2020, 13:21
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 4283
Rispondi citando
Ok, forse ho un po' esagerato nello schematizzare, però...io non ho potuto visitare tutte le spiagge naturiste Italiane
(non perché siano troppe, ma perché lontanissime le une delle altre e spesso...nascoste e bruttine!)
ma la mia esperienza diretta (diverse volte al Nido....) mi dice che sì, in presenza e vicino alle Associazioni c'erano famiglie con bambini, ma bisognava stare vicini come a Fort Apache...

Questo è dovuto sicuramente al fatto che il nudo è visto in un certo modo anche dove è concesso: ad esempio al Nido. da quando è stata ufficializzata, il baretto e le docce (sia pure "tessili" ma vicine) non ci sono più, e mancano strutture vicine (campeggi, chioschi...) che assicurino un controllo automatico, e questo, credo, "perché lì c'è gente completamente nuda"

_________________
nemo


martedì 2 giugno 2020, 13:43
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2554
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Ripeto quanto ho già detto altre volte. In Italia non c'è un livello di depravazione superiore alle altre nazioni. È il numero delle spiagge che è talmente esiguo per cui tutti i depravati si concentrano su quelle. Se le spiagge fossero molte di più, sarebbero più distribuiti e si noterebbero di meno.

La spiaggia più vicina a me è il Mort, ma ho smesso di frequentarlo dopo una serie di episodi che mi hanno fatto passare la voglia di andarci. Poi dipende molto dallo spirito di osservazione che hanno le persone. Io se incrocio due volte nello stesso giorno la stessa auto, in due posti diversi, me ne accorgo, mentre c'è chi non si accorge se c'è uno dietro un cespuglio, a cinque metri, che si masturba. Per me la spiaggia è piena di persone in cerca di altro, per altri è un posto tranquillissimo.

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


martedì 2 giugno 2020, 19:10
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 4283
Rispondi citando
r100:
Cita:
In Italia non c'è un livello di depravazione superiore alle altre nazioni È il numero delle spiagge che è talmente esiguo per cui tutti i depravati si concentrano su quelle. Se le spiagge fossero molte di più, sarebbero più distribuiti e si noterebbero di meno.


Vuoi dire che le spiagge nudiste sono luoghi di depravazione ovunque ed è solo un problema quantitativo?
Se è così, non è un bel viatico per le spiagge nudiste!

Cita:
Per me la spiaggia è piena di persone in cerca di altro, per altri è un posto tranquillissimo............mentre c'è chi non si accorge se c'è uno dietro un cespuglio, a cinque metri, che si masturba.


Mi sa che se uno ci portasse dei minori, sarebbe più attento....

_________________
nemo


martedì 2 giugno 2020, 19:55
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2554
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
carlo ha scritto:

Vuoi dire che le spiagge nudiste sono luoghi di depravazione ovunque ed è solo un problema quantitativo?
Se è così, non è un bel viatico per le spiagge nudiste!



Certo che sì. Anche posti controllati come il Valalta sono frequentati da persone che frequentano il Mort per motivi diversi dal nudismo (ne conosco personalmente). Solo che al Valalta sono in minoranza e stanno tranquilli.

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


martedì 2 giugno 2020, 21:23
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 4283
Rispondi citando
Quello che intendo dire è che se le cose stanno come dici, essendo in Italia tutte le spiagge pubbliche per legge, abbiamo poco da lamentarci se le spiagge nudiste sono così osteggiate!
Come dare torto alla Cassazione quando dice: "su una spiaggia pubblica qualcuno potrebbe sempre arrivare, ivi comprese famiglie con minori"?

_________________
nemo


mercoledì 3 giugno 2020, 8:42
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2554
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
carlo ha scritto:
Quello che intendo dire è che se le cose stanno come dici, essendo in Italia tutte le spiagge pubbliche per legge, abbiamo poco da lamentarci se le spiagge nudiste sono così osteggiate!
Come dare torto alla Cassazione quando dice: "su una spiaggia pubblica qualcuno potrebbe sempre arrivare, ivi comprese famiglie con minori"?


Possiamo continuare a dire che il nudo-naturismo è un'altra cosa e stiamo dicendo la verità, ma è altrettanto vero che le spiagge nudiste sono frequentate anche da persone con altri scopi. E come ho già detto sopra, ci sono persone che in un sano contesto naturista si comportano da perfetti naturisti, mentre in un contesto più "sportivo" si dedicano ad altre specialità. Un Giudice di Cassazione, come qualsiasi persona che non si è mai avvicinata al naturismo, non potrà mai cogliere queste le differenze.

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


mercoledì 3 giugno 2020, 21:12
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 4283
Rispondi citando
Sai, un giudice di Cassazione, secondo me, percepisce benissimo la differenza tra una spiaggia non naturista, non frequentata da persone con altri scopi, ed una naturista che, a quanto affermi, e quindi a detta di una parte degli stessi naturisti, invece lo è:
e siccome si tratta di una spiaggia pubblica e quindi aperta a tutti, anche ai minori, ne tre le debite conseguenze.

Sarà così anche in Spagna, ma lì non se ne sono accorti (e non me ne accorgo nemmeno io..) quindi è lì che vado....

_________________
nemo


mercoledì 3 giugno 2020, 21:46
Profilo
Turista
Turista

Iscritto il: giovedì 7 maggio 2020, 10:51
Messaggi: 11
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Quello che intendo dire , non è certo per avallare certi comportamenti inappropriati.
Semplicemente che, una certa componente è connaturata all'essere umano e non si puo' pretendere di eliminarla, solo perchè si è in un ambiente naturista.
Personalmente, ho assistito ad atteggiamenti palesemente voyeuristici o comunque di natura esibizionistica, sia in spiagge tessili che naturiste.
Ebbene, paradossalmente, in una spiaggia tessile vengono accettati e in una naturista no.
Se bacio appassionatamente mia moglie in una spiaggia naturista, probabilmente vengo visto come uno che ha "frainteso", se lo faccio in una spiaggia tessile è tutto ok.
Se ci spalmiamo l'olio solare reciprocamente, in un contesto è accettato, nell'altro, può far pensare ad altro.
Il risultato è che spesso mi capita di far caso, in ambienti naturisti a coppie che passano l'intera giornata da perfetti estranei, per non rischiare di ingenerare equivoci.
Personalmente, trovo innaturale dovermi comportare in maniera diversa , se indosso un costume oppure no, trovo disagevole dover stare attento a quel che faccio più in un ambiente naturista che in uno tessile.


giovedì 4 giugno 2020, 11:04
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 76 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010