Oggi è giovedì 14 dicembre 2017, 12:01



Rispondi all’argomento  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
 L'arte nuda fa scandalo 
Autore Messaggio
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4297
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Negli Usa il Dipartimento di Giustizia ha speso 8.000 dollari per coprire una statua femminile con un seno nudo (nel link si puo' vedere la foto della statua). Cio' sarebbe dovuto alle necessita' delle riprese televisive in quanto tale statua seminuda compariva dietro il Procuratore Generale durante le trasmissioni televisive

29 gennaio 2002
Curtains for semi-nude justice statue

http://news.bbc.co.uk/2/hi/americas/1788845.stm

No longer will US Attorney General John Ashcroft appear in public with a semi-nude statue towering above him.
The US Justice Department has spent $8,000 on curtains to hide the statue from the cameras.
The female, art-deco "Spirit of Justice" statue, with one breast exposed, is located on the podium in the department's ornate Great Hall where news conferences are often held.
One fully-exposed breast protrudes from her toga garment.
Her male counterpart, the "Majesty of Law", is sculpted with a cloth strategically placed around his waist.
Photographers have gone to great lengths in the past to capture the scantily-clad female statue in the background as the Justice Department's top brass addressed the world's press.
Mr Ashcroft has been photographed speaking in front of her several times since the 11 September attacks.
Hired drapes have previously hung in front of both statues for formal events, such as President George W Bush's visit to name the building after assassinated former attorney-general, Robert Kennedy.

Visual harmony

This was done for "aesthetic" reasons, according to Justice Department spokesman Shane Hix, who said the drapes provided a pleasant background for television cameras.
But on Monday the department announced that it had taken a "cost effective" decision to buy the curtains, which cost around $2,000 to hire.
ABC News reported that the decision was taken at the request of the conservative Mr Ashcroft himself.
But Justice Department spokeswoman Barbara Comstock said Mr Ashcroft knew nothing of the investment.
"He has more important things to worry about than what appears in the pictures," she said.
The drapes are reported to have been hanging since Monday, drawing to a close the sport of photographers who infamously sprawled on the floor to snap the former Attorney General Edwin Meese holding aloft his report on pornography in front of the female statue

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


venerdì 11 luglio 2008, 11:34
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4297
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
A Sacramento, California, in concomitanza di una riunione di un'Associazione di genitori impegnati nella scuola, e' stato fatta rivestire una statua di Poseidone, copia del famoso originale greco in bronzo custodita nel museo Archeologico di Atene. I cittadini hanno protestato per questo vestito ma la Polizia locale ha appoggiato la volonta' di tale Associazione perche' i suoi membri elargiscono molti soldi alla comunita'.
Il vestito e' stato poi trasformato in una benda per gli occhi della statua

http://www.thefileroom.org/documents/dy ... fm/id/1090

Naked statue of Greek God Horrifies parents at a California home schooling convention; City officials allow the parents to clothe the seemingly harmless statue


Confronting Bodies: Parents attending the Advanced Training Institute Internationalメs home schooling convention at the Sacramento Convention Center in early July 2000; Advanced Training Institute officials and administrators including the Instituteメs director, Jim Voeller; The Sacramento convention bureau, specifically, its president Steve Hammond; Sacramento City officials
Date of Action: 2000
Specific Location: Sacramento Convention Center, Sacramento, California USA
Description of Artwork: The statue in question is of a seven-foot tall, naked bronze statue of the Greek god Poseidon. It is a replica of a famous statue that appears in the National Archeological Museum in Athens. The Poseidon statue, which is displayed in a public park between the Sacrament Convention Center and a community theater, was a gift to the city from the government in Greece in 1972.
Description of Incident: Parents attending the Advanced Training Institute Internationalメs home schooling convention at the Sacramento Convention Center in early July 2000 were bothered and offended by the nude statue of Poseidon. Expressing their objection to the seemingly harmless display of public nudity, the parents were given permission from city officials to clothe the statue during the three-day event. On day one they dressed him in a toga, on day two in a gold shirt and khaki trousers, and on day three in slacks, a dress shirt and a tie. Jim Voeller, director of the Advanced Training Institute said, モA lot of the parents would object to the display of public nudity. We didnメt deface the statue, and we got permission to cover it for the conference.ヤ However, not all Sacramento residents were happy to see Poseidon dressed up, and during the conference, the clothing was repeatedly taken off the statue. Sacramento resident, Eric Ford, was caught removing Poseidonメs pants by a conference official; he later said, モThat statue is for the whole city, not for them. You donメt go to a city and decide to change the cityメs artwork because you think it is not appropriate.ヤ As a form of protest, Ford and other city residents later removed the necktie from Poseidon and used it to blindfold the statue.
Results of Incident: City officials defended the decision to clothe Poseidon. Steve Hammond, president of the convention bureau, said the home schoolers had brought a lot of money to the city.
Source: The Thomas Jefferson Center for the Protection of Free Expression: http://www.tjcenter.org/past2001.html
Submitted By: NCAC

La statua
Immagine

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


venerdì 11 luglio 2008, 11:37
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4297
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Durante un Congresso del Partito Repubblicano Texano, un delegato ha presentato la sua campagna politica per far rivestire le statue e i quadri raffiguranti persone nude che, a suo dire, abbondano nella capitale degli Stati Uniti: Washington

16 giugno 2008

http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/co ... 02188.html

Amy Argetsinger and Roxanne Roberts

Washington is a town filled with boobs.

They're everywhere, from the bare-breasted ladies who decorate the fountain at Dupont Circle to the peekaboo statue in the Justice Department's Great Hall to the countless nudes in our museums. But while those of us who live here hardly blink at the public nudity, it can shock some of our visitors. Such was the case for Robert Hurt, who last week tried to add the issue of artistic indecency in the nation's capital to the platform of the Texas GOP.
"You don't have nude art on your front porch," the Dallas Morning News quoted the delegate as telling the platform committee at the state party convention. "So why is it important to have that in the common places of Washington, D.C.?"
Hurt, 54, a Kerrville, Tex., rancher and father of 14, told us in a phone interview he first came to Washington a decade ago for a gathering of the evangelical Promise Keepers on the Mall. "It was probably not much different than 'The Beverly Hillbillies' going to Beverly Hills," he joked. At the National Gallery, he was appalled to see statues of unclothed people. "I found it very inappropriate," he said. Returning a few years later, he discovered Arlington Memorial Bridge, flanked by the bare-chested figures of Valor and Sacrifice.
"The Lady Godiva thing -- that's what it conjured up, and that's not what our country's about," he said.
Hurt notified his elected officials of his concerns but believes nothing was done. While he said he respects free speech, "I believe art affects a country indirectly. I have been studying the decline of morals in this country. It's sending the wrong message to children that nudity is fine, that nakedness is fine. . . . There are degrees of vulgarity, and it opens up the door for the other stuff."
The platform committee did not adopt Hurt's recommendation on Washington nudity (nor his proposal to extend the 22nd Amendment -- presidential term limits -- to spouses). But Hurt said he'll pursue the issue, possibly with another trip here to videotape the evidence. "I'm not going to stop until I succeed. I'm prepared for a long fight."

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


venerdì 11 luglio 2008, 18:23
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 13:37
Messaggi: 1330
Località: Roma
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Da noi succedeva nel 1500, ma l'Italia a qual tempo già aveva una buona cultura artistica. Forse che gli USA debbano ancora capire cosa significhi arte e cultura?


domenica 13 luglio 2008, 16:45
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4297
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
La spiegazione del «ritocco»: turbava i telespettatori

E Palazzo Chigi «velò» il seno
alla «Verità svelata» del Tiepolo


ROMA — Le donne, a Palazzo Chigi, preferiscono vederle vestite. E non importa se quella che esibisce un seno — piccolo, tondo, pallido — se ne sta su una copia del celebre dipinto di Giambattista Tiepolo (1696-1770): «La Verità svelata dal Tempo ». Il dipinto, che Silvio Berlusconi aveva scelto come nuovo sfondo per la sala delle conferenze stampa, viene ritoccato. È successo. La testimonianza fotografica è inequivocabile. Prima si scorge un capezzolo. Poi il capezzolo sparisce. Coperto, si suppone, con due colpetti di pennello. La notizia è battuta dall’agenzia Italia alle 17,22. Un’ora dopo, Vittorio Sgarbi, critico d’arte di antica osservanza berlusconiana, ha la voce che quasi gli trema. «Cos’hanno fatto? Ma davvero?». Un ritocchino, professore. «Pazzi, sono dei pazzi...».

Ci vuole un bel coraggio, in effetti, a mettere le mani su un Tiepolo, sia pure in crosta. «E allora cosa dovrebbero fare con tutte quelle statue di donna sparse in decine di musei italiani dove spesso si ammirano seni da far restare senza fiato pure Pamela Anderson? ». L’arte, evidentemente, spaventa. «Oh... io spero davvero che la decisione di questo assurdo, folle, patetico, comico, inutile ritocchino sia stata presa all’insaputa del Cavaliere. Tanto più che se volevano fargli un piacere, cercando di non far associare agli italiani una tetta alla sua immagine di uomo, come dire? incline al fascino femminile, sono riusciti invece nell’esatto contrario. Ma si sa, almeno, chi è il responsabile di questa cretinata?». Non s’è capito subito, in verità. Poi il sottosegretario alla Presidenza Paolo Bonaiuti ha fatto personalmente qualche telefonatina. «E allora, beh, direi che è andata molto semplicemente: diciamo che è stata un’iniziativa di coloro che, nello staff presidenziale, provvedono alla cura dell’immagine di Berlusconi ».

Bonaiuti, scusi: ma cosa li avrebbe turbati tanto? «Beh... sì, insomma: quel seno, quel capezzoluccio... Se ci fate caso, finisce esattamente dentro le inquadrature che i tg fanno in occasione delle conferenze stampa». E quindi? «E quindi hanno temuto che tale visione potesse urtare la suscettibilità di qualche telespettatore. Tutto qui». C’è da dire che in occasione delle prime inquadrature ormai risalenti alla conferenza stampa del 20 maggio scorso (con il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia perfettamente centrata sotto la femminile Verità ancora scoperta) al centralino di Palazzo Chigi non risultano essere giunte particolari proteste da parte della cittadinanza italiana. Nè preoccupazioni per eventuali turbamenti vennero comunque al Cavaliere e al suo architetto di fiducia, che lo aiutò nella scelta del celebre dipinto: Mario Catalano, forse non casualmente già scenografo del memorabile programma di spogliarello televisivo «Colpo Grosso», condotto da Umberto Smaila su Italia 7 dal 1987 al 1991, con le ragazze, chiamate «mascherine», che — appunto — si facevano volar via il reggiseno cantando «Cin cin/ fruttine prelibate/ cin cin...».

Fabrizio Roncone
03 agosto 2008 (last modified 8 3 2008)
http://www.corriere.it/politica/08_agos ... aabc.shtml

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


lunedì 4 agosto 2008, 15:03
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 13:37
Messaggi: 1330
Località: Roma
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Continuiamo a premiare questa cultura dell'immagine falsa, finta ed ipocrita che basa tutta la conquista del potere nell'apparire? Questo è il risultato: anche se il capezzolo nell'opera originale c'è, agli elettori Italiani non deve essere mostrato, tanto chi andrà mai ad approfondire il tema. L'apparenza ripaga, mica il contenuto...


lunedì 4 agosto 2008, 17:36
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4297
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
La Metropolitana di Londra ha rimosso la pubblicita' di una mostra che si sarebbe tenuta alla Royal Academy su Cranach il Vecchio in quanto la Venere nuda raffigurata poteva risultare offensiva

13 febbraio 2008

Naked Venus poster banned from the Tube for fear of offending commuters

Too risqué: Lucas Cranach the Elder's painting titled Venus was deemed potentially offensive to passengers on the Underground

A portrait of a naked Venus has been banned from London Underground stations after worries it will offend commuters.
The picture intended to be the main poster for a Royal Academy of Arts show was thrown out after concerns it breached advertising guidelines on sex and nudity.
Lucas Cranach the Elder's Venus, wearing a necklace, see-through shawl and a hint of a smile, was to be displayed to promote an exhibition on the 16th-century German artist.
But it was deemed potentially offensive to passengers and the Royal Academy says it is trying to find a "less naked" alternative image.
A spokesman said: "We don't have a version B where she's got her clothes on. We're just hoping they change their minds and accept her."
A spokesman for London Underground said: "We have to take account of the full range of travellers and endeavour not to cause offence in the advertising on display."

Immagine

http://www.dailymail.co.uk/news/article ... uters.html

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


martedì 5 agosto 2008, 12:54
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4297
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
da http://www.repubblica.it
(26 novembre 2009)

Nell'agosto scorso, si era spogliata, rotolandosi sul pavimento della sala delle armature del Metropolitan Museum di New York per una video installazione dell'artista e fotografo Zach Hyman. La 26enne modella Kathleen Kc Neill era stata immediatamente arrestata e denunciata per atti osceni. Ma ora ha vinto la sua battaglia .

ed e' stata assolta

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


venerdì 27 novembre 2009, 12:22
Profilo
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4297
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
da il Giornale di Vicenza
Il Bronzo di Riace tutto nudo fa arrossire molte clienti
Copia in resina della celebre scultura esposta da un giovane negoziante. La vicenda è finita in Comune ma tutto è in regola
01/09/2010

Quel nudo fuori dalla vetrina è troppo osè. Quanto sta accadendo a Bolzano Vicentino, nella frazione di Ospedaletto, a due passi dalla città, ha dell'incredibile. Ne sa qualcosa Salvatore Rizzotto, 33 anni, originario di Salemi in provincia di Trapani, trapiantato in Veneto da oltre 16 anni. Dopo avere frequentato la scuola alberghiera ha aperto da due mesi al civico 26 di via Manzoni, in pieno centro ad Ospedaletto la "Beccheria Rizzotto".
Quando l'intraprendente titolare ha deciso di sistemare all'esterno del negozio una copia dei Bronzi di Riace, apriti cielo! Un'anziana signora ha fatto la voce grossa e deciso all'istante di cambiare negozio addebitando la scelta all'inopportuna presenza del "nudo" davanti alla vetrina.
Insomma, c'è chi si sobbarca migliaia di chilometri e spende fior di quattrini correndo da mezzo mondo fino a Reggio Calabria ad ammirare i veri Bronzi di Riace, c'è chi invece dalle nostre parti trova da ridire per una copia in resina esposta davanti a una macelleria. Le rimostranze, perlopiù al femminile, sono arrivate perfino in municipio al punto che il giovane titolare ha registrato un sopralluogo della Polizia municipale, di un impiegato comunale nonché di un assessore. Tutto in regola, la statua è ancora al suo posto anche se un richiamo non ufficiale è comunque arrivato per non scuotere oltre le coscienze di alcune gentili anziane signore del luogo.
«Questa è una copia fedele in resina che mi è costata parecchio - dice Salvatore Rizzotto - e mi guardo bene dal non esporre anche la statua gemella. Se una semplice copia di un'opera d'arte, ha portato a tanto, seguendo il ragionamento, dovrebbero chiudere al pubblico il museo di Reggio Calabria».
Salvatore se la ride e assicura di non avere alcuna intenzione di rimuovere la statua. «Oltretutto, don Marco è un cliente - conclude Salvatore - e passando di qui ha commentato la cosa con un sorriso
Tommasino Giaretta

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


sabato 23 giugno 2012, 19:41
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 13:37
Messaggi: 1330
Località: Roma
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
...Usanza che trovi, ma ....alla fine la scusa è sempre la stessa?

http://www.repubblica.it/speciali/arte/ ... 67458/1/#1

Cita:
Imbarazzo in Giappone, per una copia del David di Michelangelo, portata la scorsa estate nella città giapponese di Okuizumo (nella prefettura occidentale di Shimane). Gli abitanti della località, una cittadina di 17 mila abitanti, situata nelle montagne della remota area occidentale dell'isola di Honshu, stanno seriamente pensando di coprirne le "pudenda" con dei pantaloni o dei mutandoni. La statua è un dono, ricevuto assieme a una copia della Venere di Milo da un ricco mecenate locale, Kazuo Wakasuki, e sono opera dell'italiano Enzo Pasquini. Le due icone sono state piazzate in un enorme parco pubblico, in cui si trovano anche una pista d'atletica, un campo di baseball, uno da tennis, un circuito da mountain bike e un'area giochi per bambini. E questa la ragione dell'imbarazzo, che potrebbe stupire in un Paese abituato a immagini spinte anche nelle sue stesse rappresentazioni religiose. "Qualcuno ha fatto presente ai consiglieri comunicali che i più piccoli hanno paura delle due statue che sono enormi e sorte all'improvviso quest'estate", ha spiegato un responsabile dell'amministrazione, Yoji Morinaga. "Sono statue senza veli e tali opere d'arte sono molto rare nella zona: secondo taluni, potrebbero non essere adatte alla visione dei più piccoli". "I bambini hanno paura" e "la presenza delle statue è opprimente", sono altre lamentele ricorrenti. Il sindaco Katsuhiro Inoue ha cercato di gettare acqua sul fuoco ricordando ai suoi concittadini che "è parte di un'occasione di buona educazione vedere da vicino e da piccoli opere di prima classe". La sua giunta si è però spaccata e le mamme non hanno intenzione di gettare la spugna. Il rischio di braghe per il David o di uno scialle per la Venere non è affatto scongiurato


mercoledì 6 febbraio 2013, 15:12
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1649
Località: Abruzzo
Rispondi citando
fambros ha scritto:
Negli Usa il Dipartimento di Giustizia ha speso 8.000 dollari per coprire una statua femminile con un seno nudo (nel link si puo' vedere la foto della statua). ...

8.000 dollari per un telo sul seno :eeeeh:

_________________
Iscritto ANAB http://www.abruzzonaturista.it/
http://www.facebook.com/pages/Ripuliamo ... 1002200079
Un esempio:
http://www.facebook.com/note.php?note_i ... &ref=share


lunedì 11 febbraio 2013, 15:28
Profilo YIM
eXtraJuniorAdmin
eXtraJuniorAdmin
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 16 novembre 2006, 11:51
Messaggi: 4871
Località: Marostica (VI)
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Cosa volete che vi dica... certo che tutto questo mi pare ridicolo, specie certi puritanesimi degli americani, ma pensate ad esempio ai falli giganteschi e agli amplessi scolpiti nei templi di Angkor Vat... credo che nessuno si sognerebbe di farne una copia e di metterla in una nostra piazza... tutto è relativo, purtroppo...


lunedì 11 febbraio 2013, 15:53
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 13:37
Messaggi: 1330
Località: Roma
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Forse allora era meglio non metterceli proprio.
Certo che un fallo gigantesco davanti a Montecitorio...Con velo o senza velo sarebbe comunque molto esplicativo....


lunedì 11 febbraio 2013, 16:01
Profilo
Habitué
Habitué
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 29 settembre 2011, 11:22
Messaggi: 424
Località: Milano
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Carlon ha scritto:
Certo che un fallo gigantesco davanti a Montecitorio...Con velo o senza velo sarebbe comunque molto esplicativo....


Però il "dito" di Cattellan a Piazza Affari è tollerato, anzi, è osannato. quindi sì alla volgarità e no alla nudità. vabbhé, niente di nuovo sotto il sole

_________________
[url]www.golosa-mente.com[/url]


lunedì 11 febbraio 2013, 16:28
Profilo WWW
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 7 giugno 2007, 5:44
Messaggi: 930
Località: pavia provincia
Genere (M/F): Maschio
Profilo facebook: http://www.facebook.com/felice.biotto
Rispondi citando
Carlon ha scritto:
...
Certo che un fallo gigantesco davanti a Montecitorio...


...Sarebbe il giusto completamento di un ambiente prettamente pelvico: con tutti gli strònzi e i i cogliòni che ci sono...
:ghgh: :ghgh: :ghgh:

_________________
Sono un testimone di Genova: la mia religione mi proibisce di spendere.
Meglio aiutare un cieco ad attraversare la strada che lasciare che un non vedente utilizzi le sue differenti abilità.


lunedì 11 febbraio 2013, 17:14
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010