Oggi è domenica 25 giugno 2017, 7:09



Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
 Il naturismo come provocazione contro le donne velate 
Autore Messaggio
eXtraModeratore
eXtraModeratore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 9:32
Messaggi: 4173
Località: Lago
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
in Francia la deputata Nadine Morano, del partito gollista UMP, si e' dichiarata offesa per la presenza su di una spiaggia pubblica di una donna velata, a risposta di cio', un altro deputato, François-Michel Lambert, naturista, del partito EELV, i verdi, ha ironicamente invitato la deputa Morano a scoprire il naturismo

da France Tv
http://www.francetvinfo.fr/politique/fe ... 73169.html


Femme voilée à la plage : un député EELV conseille à Morano d'essayer le naturismeIronisant après les propos de l'élue UMP, choquée par la présence d'une femme voilée à la plage, François-Michel Lambert se dit "prêt à faire découvrir" le naturisme à l'ancienne secrétaire d'Etat.

le 19/08/2014 | 18:10 , publié le 19/08/2014 | 17:33

C'est ce qu'on appelle manier l'ironie avec dextérité. Réagissant aux récents propos de Nadine Morano sur la présence d'une femme voilée à la plage, un député écologiste se dit "prêt à faire découvrir" le naturisme à l'ancienne ministre UMP.

Dans un message posté sur son compte Twitter, mardi 19 août, François-Michel Lambert, élu EELV des Bouches-du-Rhône, affirme ne pas avoir de "questionnement sur les tenues féminines à la plage", ayant une préférence pour les plages naturistes. "Prêt à le[s] faire découvrir à Morano ;-)", ajoute-t-il.

"Une provocation plus qu'une invitation"
"Non ce n'est pas une vraie invitation, précise le député EELV. L'idée était de dire que ce genre de propos nous gonfle tous." Quand on l'interroge sur ses vacances naturistes, François-Michel Lambert préfère garder "son intimité". "La politique ce n'est pas comment Martine va à la plage. Ce que je voulais c'était montrer le vide intersidéral dans la proposition politique de la droite."

Lundi, Nadine Morano s'est offusquée de la présence d'une femme voilée à la plage, quelque part en France, dans un billet d'humeur publié sur Facebook, y voyant une "atteinte à notre culture". "La France est un Etat laïque : il convient de l'aimer, de respecter sa culture et le droit des femmes, ou il convient d'aller vivre ailleurs !", avait-elle ajouté. Ses propos ont suscité de vives réactions, à gauche comme à droite.

_________________
Meglio essere felici che avere la verita' in tasca


mercoledì 20 agosto 2014, 17:36
Profilo
Stagionale
Stagionale
Avatar utente

Iscritto il: sabato 26 maggio 2012, 23:11
Messaggi: 199
Località: Trentino
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
mah! mi sembra una grande stupidaggine
Penso che una persona velata dovrebbe avere lo stesso diritto di starsene in spiaggia di una donna nuda, o in bikini, o in tanga, o in topless o un costume intero o....

Anam


domenica 24 agosto 2014, 21:30
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3695
Rispondi citando
Cita:
Anam:
Penso che una persona velata dovrebbe avere lo stesso diritto di starsene in spiaggia di una donna nuda, o in bikini, o in tanga, o in topless o un costume intero o....


Lo penso anch'io!
Speriamo solo che lo pensino anche le donne velate...... :ghgh:

_________________
nemo


giovedì 30 ottobre 2014, 12:43
Profilo
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1649
Località: Abruzzo
Rispondi citando
Concordo che ognuno ci vada come gli pare ma sospetto che quando la percentuale degli islamici aumenterà chiederanno come minimo delle spiagge riservate solo per loro, con divieto assoluto di accesso agli altri, se non il divieto di andare al mare nudi o in costume per tutti. Il fatto è che noi rispettiamo i loro usi e costumi pacifici mentre loro non credo che pensano ai nostri con la stessa tolleranza e la tolleranza a senso unico a lungo andare si logora.


venerdì 31 ottobre 2014, 13:39
Profilo YIM
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3695
Rispondi citando
Sai Eroe,

qual'è il motivo per cui da noi il nudismo non è consentito quasi da nessuna parte?

La risposta è sempre la stessa: per il rispetto dovuto a chi non lo gradisce! E' una cosa questa, ribadita più volte anche dalla Cassazione.

Perfino il sindaco di Torino di Sangro, che pure si è dimostrata straordinariamente lungimirante rispetto alla media, concedendo un breve tratto di spiaggia ai nudisti, si è sentita in dovere di precisare che mentre il tratto nudista è aperto a tutti, i nudisti non devono sconfinare, per rispetto verso i costumati.

Come vedi il concetto di rispetto è molto relativo: ognuno esige rispetto per le proprie libertà ed esigenze, molto meno per quelle altrui!

Quindi, se un domani i musulmani, divenuti sempre più numerosi, pretendessero il rispettodelle loro abitudini, chiedendo il divieto non solo del nudo ma anche del costume su molte spiagge, le loro pretese non sarebbero per niente diverse da quelle dei "tessili" verso i "nudisti"!

_________________
nemo


venerdì 31 ottobre 2014, 14:33
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 22:26
Messaggi: 710
Località: Andalo
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Non saprei.

Ultimamente viaggio spesso in Medio Oriente e mi sono accorto che la situazione non è proprio come ce la aspetteremmo, almeno in certi Stati.

A Dubai ed in Kuwait, ad esempio, convivono tranquillamente in spiaggia ed in piscina donne coperte e donne in bikini e non ho percepito la benché minima volontà di separare le cose.

In Qatar non sono andato al mare ma nella piscina dell'hotel non ho visto divisioni di sorta (tenete conto che gli abitanti veri del Qatar non si confondono mai con gli altri, ma i musulmani di altri stati invece sì).

Tra l'altro due cose curiose...
In Oman, in hotel, ho fatto un massaggio Thai con una massaggiatrice donna thailandese e non era previsto alcun tipo di perizomino, neanche mi ha dato possibilità di scelta. Nudo e basta;
In tutti i paesi arabi dove sono stato gli uomini a cui ho detto delle saune senza costume più che scandalizzati si sono dimostrati incuriositi e hanno fatto un sacco di domande su questo tipo di cultura. Nessuno di loro ha mai biasimato questa prassi ma ha solo commentato che è molto lontana dalle loro abitudini e che fanno fatica a vederla come cosa abituale di certe popolazioni...anzi, molto spesso chi mi incontra la prima volta ma ha parlato con i miei clienti mi chiede subito incuriosito come si fa sta cosa in Europa perché gli altri gli hanno raccontato che io oltre che il mio lavoro faccio questa cosa strana che si chiama "maestro di sauna"!

Devo dire che non credo sia il caso di fare di tutta un'erba un fascio.

In tutti i posti medio orientali dove sono stato ho sempre trovato un rispetto ed una tolleranza assoluti...e ho in pratica girato tutto il Golfo Persico.

Luca

_________________
Io ne ho viste cose che voi tessili non potreste immaginarvi.


"Gardanatour ... l'importante non è dove vai, ma con chi ci
vai"


sabato 1 novembre 2014, 19:43
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3695
Rispondi citando
Ciao Duckjibe,

il Medio- Oriente è grandino e composto da parecchi Stati... Se un Cinese venuto in Europa andasse al mare in Croazia, potrebbe pensare che in tutta Europa il nudismo è ampiamente accettato...

poi non estenderei quello che succede negli hotel (che sono aree private), o anche quello che succede in zone a forte propensione turistica, con il resto dei Paesi!

Ad esempio anni fa, al Cairo, stavamo facendo il bagno nella piscina dell'hotel ovviamente in costume, con la nostra guida e nessuno, in un hotel frequentato solo da stranieri o Egiziani molto ricchi, si sarebbe sognato di fare il bagno con la tunica (negli hotel di Sharm el Sheikh c'erano perfino moltissini top-less, mentre la birra scorreva a fiumi....) ma la guida ci raccontò che ad Alessandria, dove viveva, fare il bagno col costume era impensabile e sarebbe stato considerato un gesto provocatorio, di grande maleducazione ed esibizionismo, al punto che non aveva avuto il coraggio nemmeno di dirlo, ad amici e parenti, che lui a volte faceva il bagno in costume, perchè per loro era una cosa incomprensibile!

Detto questo non credo proprio che da noi in Europa gli Islamici pretenderanno mai che noi facciamo il bagno vestiti per non offenderli (per pensare di farlo dovrebbero essere in schiacciante maggioranza e non aver ancora assimilato le nostre abitudini)

Provocatoriamente dicevo però che, se lo facessero, non si comporterebbero in modo diverso da come da noi si comportano i "tessili" verso i nudisti!

PS: dimenticavo: molti anni fa in Sardegna, stavo prendendo il sole nudo con mia moglie (in costume..) su una spiaggetta completamente deserta, quando sbucò dal nulla un ambulante di colore che con una battuta mi fece capire di non gradire la mia nudità...

_________________
nemo


sabato 1 novembre 2014, 23:44
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 22:26
Messaggi: 710
Località: Andalo
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Mi pare di aver scritto: "Devo dire che non credo sia il caso di fare di tutta un'erba un fascio"...
...che in pratica vuol dire quello che hai scritto tu, Carlo.

E' ovvio che sulle coste dell'Arabia Saudita non si vedono persone in bikini ma loro sono i depositari della loro cultura e della loro religione, quindi è normale che siano più restrittivi.

Ora, credo che qualunque gruppo in genere "pretenda" il rispetto che non vuole dare agli altri...ritengo che il grado di "civiltà", in questo, manchi a parecchie popolazioni.

Insomma (e faccio due banali esempi pratici)...ad AcquaIN saune tutti pretendono di trovare uno sdraio libero, ma quando lo hanno occupato non pensano minimamente a lasciarlo libero per gli altri quando si fanno la sauna....tutti pretendono di bere la tisana dopo l'Aufguss ma quasi nessuno pensa a limitare il proprio consumo per lasciarne a quelli che arriveranno dopo di loro.

Premetto che io ho un mio concetto (strano) di libertà, che potrebbe definirsi "libertà fascista" ed equivale a dire:

- questa è una spiaggia per naturisti quindi se un tessile ci va non rompa gli zebedei ai naturisti altrimenti calci in c...
- questa è una spiaggia per tessili quindi se un naturista ci va non rompa gli zebedei ai tessili altrimenti calci in c...
- questa è una spiaggia c/o quindi chi ci va non rompa gli zebedei a quelli diversi da lui altrimenti calci in c...

dove quindi, definita la regola (che garantisce libertà per ciascuna "visione" di spiaggia), si garantisce anche la tutela di chi è in regola in modo "leggermente" incaxxoso (che è la parte definibile "fascista" per molti).

Devo purtroppo dire che nei vari paesi che ho visitato per lavoro o turismo (e finora sono 35) è praticamente sempre la stessa cosa a parte, forse, Danimarca e Olanda.
E non mi riferisco solo alla libertà dei costumi ma anche al rispetto della coscienza civica.

Mi rendo inoltre sempre più conto che la cosiddetta "tolleranza" in realtà nasconde incredibili intolleranze.

Ad esempio, fateci caso...anni fa era comune essere intolleranti o sarcastici verso certe categorie (pensate a certe barzellette di non più di dieci anni fa). Oggi se sulle stesse categorie esprimi anche solo una banale opinione personale non necessariamente negativa, i "tolleranti" ti crocifiggono...dimostrando quindi "intolleranza" verso le opinioni altrui.

In ogni caso no...non credo nemmeno io che gli islamici pretenderebbero che noi facessimo il bagno vestiti.
O forse sì, o forse mah, o forse boh...
Per il semplice fatto che come hai detto tu, Carlo, non solo il Medio-Oriente è grandino, ma anche il resto del mondo.

Siamo talmente "pecorelle", a volte, che credo che se da qualche parte arrivasse l'input giusto, la tendenza generale si sposterebbe verso cose prima impensabili e magari si spalancherebbero persino le porte del naturismo.
Voglio dire...i nostri nonni e bisnonni non solo non andavano al mare ma quando ci andavano facevano il bagno vestiti (almeno mia nonna e la mia bisnonna...e vivevano in una Toscana cattolica)...nella stessa spiaggia dove oggi le ragazze viaggiano con succinti bikini.

Buona Domenica.

Luca

_________________
Io ne ho viste cose che voi tessili non potreste immaginarvi.


"Gardanatour ... l'importante non è dove vai, ma con chi ci
vai"


domenica 2 novembre 2014, 7:54
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3695
Rispondi citando
Sì, nell'intervento di prima non volevo criticare quello che avevi detto, ma solo "rinforzarlo"


Ora però una piccola correzione un po' pignola la voglio fare perchè mi sta a cuore! Tu scrivi:

Cita:
- questa è una spiaggia per naturisti quindi se un tessile ci va non rompa gli zebedei ai naturisti altrimenti calci in c...
- questa è una spiaggia per tessili quindi se un naturista ci va non rompa gli zebedei ai tessili altrimenti calci in c...
- questa è una spiaggia c/o quindi chi ci va non rompa gli zebedei a quelli diversi da lui altrimenti calci in c...


I primi due casi secondo me non esistono!:

Se un tessile può andare su una spiaggia per naturisti, vuol dire che non si tratta di una spiaggia riservata ai naturisti e quindi è una spiaggia c/o! Così come è evidentemente c/o una spiaggia "tessile" dove sono accettati i nudisti!

_________________
nemo


domenica 2 novembre 2014, 16:18
Profilo
Stagionale
Stagionale

Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 17:52
Messaggi: 105
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
credo ci sia un equivoco di fondo, lavoro nel settore enologico e i musulmani nostri clienti sono di un ceto talmente elevato che possono permettersi trasgressioni, non credo che per la nudità si cambi tanto, almeno quella in spiaggia, poi non so per il mondo dei massaggi; nei paesi del terzo mondo, come in Europa del'est, gli hotel di extra lusso non vanno confusi con le realtà della gente comune che restano distantissimi tanto che gli hotel sono realizzati e gestiti secondo i nostri parametri e quasi sempre i manager sono occidentali


domenica 2 novembre 2014, 18:47
Profilo
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 7 giugno 2007, 5:44
Messaggi: 930
Località: pavia provincia
Genere (M/F): Maschio
Profilo facebook: http://www.facebook.com/felice.biotto
Rispondi citando
Duckjibe ha scritto:
...
Luca


Straquoto!

_________________
Sono un testimone di Genova: la mia religione mi proibisce di spendere.
Meglio aiutare un cieco ad attraversare la strada che lasciare che un non vedente utilizzi le sue differenti abilità.


lunedì 3 novembre 2014, 9:15
Profilo WWW
Residente
Residente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2006, 16:07
Messaggi: 1649
Località: Abruzzo
Rispondi citando
carlo ha scritto:
Ciao Duckjibe,

.... Detto questo non credo proprio che da noi in Europa gli Islamici pretenderanno mai che noi facciamo il bagno vestiti per non offenderli (per pensare di farlo dovrebbero essere in schiacciante maggioranza e non aver ancora assimilato le nostre abitudini) ...

Un islamico che ha assimilato e pratica le nostre abitudini non è più un islamico. In Inghilterra gli attentatori al treno, di qualche anno fa, erano inglesi islamici di terza generazione ovvero loro, i loro genitori ed i loro nonni erano nati in Inghilterra. Quella islamica è una religione che detta regole di vita estremamente precise da cui non possono scantonare europeizzandosi altrimenti i loro amici di fede sarebbero i primi a condannarli emarginandoli.

_________________
Iscritto ANAB http://www.abruzzonaturista.it/
http://www.facebook.com/pages/Ripuliamo ... 1002200079
Un esempio:
http://www.facebook.com/note.php?note_i ... &ref=share


martedì 4 novembre 2014, 16:47
Profilo YIM
Assiduo
Assiduo
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 22:26
Messaggi: 710
Località: Andalo
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
Bazzico spesso in Medio Oriente, come detto.

Non i paesi più estremisti ma sono stato in Arabia Saudita, Qatar, Oman, Kuwait, Emirati Arabi Uniti e Giordania.

Ho avuto a che fare con persone della corrente Sunnita e devo dire che mai nessuno si è permesso di criticare o contestare, neanche quando racconto che ci sono zone del mondo dove si va in sauna o in spiaggia completamente nudi e insieme uomini e donne.

Rimangono tutti incuriositi e mi dicono che questo è strano e mi chiedono se non porti a comportamenti troppo libertini, ribadendo che nella loro cultura un uomo ed una donna sposati si appartengono e quindi non si "espongono" agli altri.
Ma mai mi hanno dimostrato ostilità o considerato negativamente per questo.

Se proviamo a guardare dal punto di vista storico la cosa ha anche un senso...immaginatevi secoli or sono quando un viaggiatore attraversava distese desertiche e poi si fosse trovato donne in bikini...vi immaginate cosa sarebbe potuto succedere???
Dopo aver guidato per centinaia di chilometri nel nulla più assoluto mi diventa un po' più facile capire la necessità di dare regole di questo tipo, come anche il non usare droghe o alcool...sbronzi in mezzo al deserto non si sopravvive di certo!

E giusto per informazione...quello che tutti mi hanno ribadito in quei posti è che la loro religione invita alla tolleranza delle idee diverse dalle loro.
Chiaro che io ho parlato con una sola corrente, ma questo basta a non raggruppare tutto insieme.

Inizialmente non ci credevo più di tanto ma dopo quasi 4 anni di frequentazione di più di una persona, ho capito che non siamo più tolleranti di loro, in generale.

La realtà, come ha detto Carlo, è che il mondo sia Islamico che Cattolico è molto vario e non si dovrebbe fare di tutta un'erba un fascio.

Luca

_________________
Io ne ho viste cose che voi tessili non potreste immaginarvi.


"Gardanatour ... l'importante non è dove vai, ma con chi ci
vai"


martedì 4 novembre 2014, 18:23
Profilo
Mito
Mito

Iscritto il: sabato 29 aprile 2006, 19:13
Messaggi: 3695
Rispondi citando
Concordo, anche se bisogna dire che in questo momento nel mondo Islamico ci sono gruppi estremisti fanatici, di gran lunga più intolleranti di chiunque altro nel mondo!

Quanto alla "tolleranza" a parole........tra il dire e il fare....un conto è tollerare le idee altrui, un altro accettare che vengano messe in pratica!

Prendi il nudismo da noi:

Se vien uno straniero da noi (che so...un Croato o un Tedesco o Spagnolo..) e dice che per lui è abituale fare il bagno o la sauna nudo dalle sue parti, nessuno avrà da ridire e susciterà caso mai curiosità!

Se alle stesse persone un Italiano dice di essere abituato a fare il bagno o la sauna nudo, già potrebbe suscitare critiche o perplessità, giacché è ben noto che da noi non è certo una pratica usuale! ("perché tu, nato ed educato in Italia, ami certe pratiche che da noi sono condannate?")

Ma soprattutto ben altro discorso è se qualcuno, straniero o Italiano che sia, osa mostrasi nudo qui da noi!

_________________
nemo


martedì 4 novembre 2014, 20:32
Profilo
Celebrità
Celebrità
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 13:51
Messaggi: 2290
Località: Direttrice nord-est/sud-ovest
Genere (M/F): Maschio
Rispondi citando
carlo ha scritto:
Detto questo non credo proprio che da noi in Europa gli Islamici pretenderanno mai che noi facciamo il bagno vestiti per non offenderli (per pensare di farlo dovrebbero essere in schiacciante maggioranza e non aver ancora assimilato le nostre abitudini)


Evidentemente i musulmani sono molto più furbi dei tessili italiani. Anche se non condividono, acconsentono che gli europei stiano al mare col costume (quantomeno nelle zone turistiche), perché portano soldi. I tessili italiani, invece. (o molti di essi), non consentono il nudismo in alcun modo. Soldi o non soldi. :angry:

_________________
La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l'occasione.


mercoledì 5 novembre 2014, 16:46
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010